PimpMyTrip.it – Viaggi Avventura header image

Informazioni Utili Marocco

Informazioni generali

  • Lingua ufficiale:arabo
  • Capitale: Rabat
  • Governo: Monarchia parlamentare
  • Religione: Musulmana
  • Moneta: Dirham -> cambio valuta
  • Clima: Temperato Mediterraneo, desertico al sud
  • Prefisso tel.: +212
  • Corrente elettrica: 127/220 V, 50 Hz

In Marocco l’accesso alle moschee è vietato per le persone non di religione musulmana. Ci sono delle eccezioni comunque come nella moschea Hassan II di Casablanca o nella moschea-santuario di Moulay Ismail a Meknes.

Anche se è un paese di mentalità molto aperta e ai turisti è spesso “perdonato” qualche strappo alla regola, le donne dovrebbero vestirsi in maniera appropriata e rispettare l’etiquette. Questo significa cercare di coprire gambe, braccia e decolletè.

In Marocco contrattare sui prezzi non è solo cultura ma un vero e proprio stile di vita. Non bisogna mai accettare il primo prezzo che viene chiesto. Anche se per noi la contrattazione diventa sfiancante non si deve mai mai diventare maleducati o trattare male le persone.

Lasciare la mancia è quasi una regola ed è quindi conveniente cercare di avere sempre degli spiccioli in tasca

Meglio stare attenti alle guide local non ufficiali che si incontrano nelle medine come per esempio nella medina di Fez. spesso hanno accordi con i commercianti e a volte il giro turistico si riduce ad essere trascinati da un venditore di tappeti all’altro. Nel caso della medina di Fez, più simile ad un labirinto che ad un centro cittadino, girare da soli può essere difficile e una guida serve. Meglio cercare una guida ufficiale o chiedere un contatto nel proprio Riad.

Bisogna sempre chiedere il permesso per scattare fotografie e spesso verrà richiesto un piccolo pagamento da parte della persona fotografata.

Anche se le droghe sono vietate, vengono spesso offerti ai viaggiatori degli stupefacenti: statene alla larga, la punizione potrebbe essere pesante e spiacevole.

Anche se le leggi sull’alcool sono abbastanza permissive, bere alcool in pubblico e per strada è fortemente sconsigliato.

Durante il Ramadan bisognerebbe cercare di non bere, mangiare e fumare in pubblico durante le ore del digiuno.

Non credeteci molto quando venite invitati gratis a casa di qualcuno. Spesso vengono poi chiesti dei soldi.

Cosa mettere in valigia

Il Marocco, eccezione fatta per l’alto Atlante e le zone costiere, ha un clima arido. Sulle coste il clima invece è più mediterraneo, ma la maggior parte di chi visita il Marocco generalmente si spinge verso l’interno, le kasbah e il deserto. Il Marocco, per quanto di mentalità aperta, è pur sempre un paese di religione musulmana per cui è giusto e corretto adeguarsi.

Nei villaggi le persone sono molto più rigorose per quanto concerne il modo di vestire tradizionale. La medina è generalmente regno degli uomini. Quando le donne visitano questi due luoghi meglio evitare pantaloni corti, canottiere e vestitini. Portare un foulard ampio o una sciarpa aiuta a coprirsi anche le braccia senza scoppiare di caldo. Io credo di avere il mio sempre, in ogni viaggio che faccio.

Le condizioni delle strade sono spesso polverose e non molto pulite. Meglio optare per un paio di scarpe chiuse piuttosto che le infradito.

Visto il clima meglio optare per vestiti in lino coprenti ma leggeri e di colore chiaro.

Portare la carta igienica è praticamente obbligatorio perché spesso non si trova neanche nei ristoranti.

Itinerario

Itinerario in Marocco

9 Luglio 2011 – Volo da Pisa nel primo pomeriggio, arrivo in serata a Fez.

10 Luglio 2011 – Visita della città di Fez.

11 Luglio 2011 – In mattinata, dopo aver affittato la macchina, abbiamo visitato il sito archeologico di Volubilis (pagina UNESCO) e Moulay Idriss , arrivo in serata e pernottamento ad Azrou.

12 Luglio 2011 – Da Azrou ci siamo spostati verso Sud per poi tornare verso nord, pranzo ad Ifrane, Route des Lacs. Arrivo a Fez in serata.

13 Luglio 2011 – Mattinata ancora dedicata alla visita di Fez, pranzo nella medina e volo per Pisa nel primo pomeriggio.