Isole Greche Fai da Te: Consigli per Organizzare il Viaggio

Immagini da cartolina, vedute panoramiche sul mare, case imbiancate appollaiate su ripide scogliere e splendide acque blu. Non c’è dubbio sul perché le isole Greche siano uno dei luoghi di vacanza più popolari al mondo.

Viaggiare tra le Isole Greche fai da te non è ne costoso ne difficile e per me è stato un bellissimo viaggio, non solo per gli splendidi panorami, ma anche per il cibo, le spiagge, le persone meravigliose e la storia che si respira camminando nei suoi siti archeologici.

isole-greche-fai-da-te

Ho scritto questa guida di viaggio per cercare di aiutare anche te a organizzare le tue vacanze in Grecia nel miglior modo possibile.

Quanto costa un viaggio tra le isole greche?

Per prima cosa cerchiamo di rispondere alla domanda da un milione di dollari: quanto costa un viaggio nelle isole?

Anche se rispondere non è facile perché molto dipende dalle tue capacità di adattamento, da quando e con quanta cura farai le tue prenotazioni, una cosa sicuramente si può dire: le isole di per sé sono abbastanza economiche.

Ricorda però un’altra cosa: risparmiare al massimo non è sempre la scelta migliore.

Le taverne e i ristoranti locali sono convenienti, circa 8 EUR. I gyros sono il modo più economico per mangiare fuori e ti costeranno circa 4-5 euro. Ovviamente comprare da mangiare e cucinarlo è il modo più economico, ma vista la bontà della cucina in Grecia, io non ve lo consiglio proprio.

Se decidi di fare island hopping (termine inglese che sta a significare letteralmente “saltellare da un’isola all’altra”), i biglietti del traghetto lento possono anche costare solo 10 euro, ma perderete un sacco di tempo.

Gli scooter o l’auto a noleggio costano dai 25 ai 50 euro al giorno, ma se non avete tempo infinito sono molto meglio dei mezzi pubblici.

Quando andare

Il clima più mite nelle isole greche è tra la fine di maggio e l’inizio di ottobre quando c’è il sole e l’acqua è calda.

La temperatura dell’acqua aumenta ovviamente durante i mesi estivi, ma il mare è già bello per nuotare a maggio. L’acqua è più calda in agosto e all’inizio di settembre.

Nuotare all’inizio di maggio e alla fine di ottobre è spesso possibile ma non garantito.

Come arrivare

isole-greche-come-arrivare

Foto di Keith Michael Taylor su Shutterstock

Ci sono due aeroporti principali situati sulla Grecia continentale:

  • Aeroporto Internazionale di Atene (Eleftherios Venizelos) – Codice dell’aeroporto: ATH
  • Aeroporto di Salonicco – Codice dell’aeroporto: SKG

Dato che la maggior parte di voi partirà dall’aeroporto internazionale di Atene, dovreste sapere che i voli diretti da Atene verso alcune delle isole più famose della Grecia impiegano 50-70 minuti mentre i traghetti per queste stesse isole possono impiegare da 5 a più di 10 ore.

In aereo

Le isole Greche sono raggiungibili molto facilmente dall’Italia anche con voli diretti.

Molte di esse infatti hanno il loro aeroporto internazionale che le collega con l’Italia, mentre altre sono raggiungibili con uno scalo ad Atene (aeroporto Eleftherios Venizelos) o in traghetto dal Porto del Pireo.

Le isole Greche con aeroporto internazionale sono (in ordine alfabetico): Cefalonia, Corfù, Creta (Iraklio ad est e Chania ad ovest), Lefkada, Karpathos, Kos, Mykonos, Rodi, Samos, Santorini, Skiathos, Zante.

In traghetto

Alcune isole della Grecia sono raggiungibili in traghetto anche dall’Italia da 4 porti solamente, Venezia, Bari, Ancona e Brindisi e arrivano a 5 destinazioni in Grecia: Corfù, Igoumenitsa, Patrasso, Cefalonia e Zante.

Tutte le grandi isole, e molte piccole, sono servite da traghetti che, soprattutto in alta stagione, le collegano una con l’altra o al porto del Pireo di Atene.

I traghetti si dividono in traghetti lenti (più economici) e traghetti veloci (più costosi) e alcune compagnie sono Blue Star, Aegean Speed ​​Lines e Jet Sky.

I traghetti non si riempiono velocemente quanto i voli e in bassa stagione puoi comprare il biglietto anche il giorno prima, ma se vai in estate è sempre una buona idea prenotare appena hai deciso il tuo itinerario, non solo per non rischiare di non trovare disponibilità, ma soprattutto per trovare le tariffe migliori.

Quando si tratta di prenotare i traghetti in Grecia, due dei motori di ricerca più affidabili e a prezzi ragionevoli sono DirectFerries e Traghettilines.

Qualche consiglio per prenotare i traghetti in Grecia:

  1. Assicurati di pianificare in anticipo, soprattutto in alta stagione.
  2. Durante la bassa stagione, i traghetti per le isole hanno corse limitate.
  3. Il porto dei traghetti di Atene (Porto del Pireo) può essere piuttosto frenetico ed è molto grande, assicurati di capire da dove parte il tuo traghetto prima di arrivare altrimenti preparati a percorrere lunghe distanze con i bagagli.

Come muoversi sulle isole

isole-greche-come-spostarsi

La maggior parte delle isole greche più grandi ha un sistema di autobus pubblico, ma anche se questo è personalmente uno dei modi che io amo di più per viaggiare, non conterei di usare l’autobus per raggiungere le spiagge e altre zone remote.

Noleggiare un’auto o uno scooter è molto economico e ti dà anche la libertà di esplorare le isole in totale autonomia, senza limiti.

Noleggiare un’auto è davvero un ottimo modo per vivere la Grecia in totale libertà e secondo i propri ritmi.

Puoi vedere e confrontare i prezzi delle auto a noleggio dal form qui sotto.

Prenotare in anticipo è il modo migliore per assicurarsi di ottenere il prezzo più basso e la scelta del veicolo migliore e più adatto alle tue esigenze.

Come prenotare l’alloggio

hotel-santorini

La piscina a sfioro del migliore hotel di Santorini, il Grace hotel

Una delle cose di cui preoccuparsi di meno nell’organizzazione di un viaggio fai da te nelle Isole Greche è quella della prenotazione dell’alloggio.

Le opzioni disponibili infatti sono praticamente infinite; dagli ostelli economici agli hotel sulle scogliere e altro ancora, le isole greche hanno davvero tutto, per tutti i gusti e per tutti i budget.

Ma anche qui vale la regola del prenotare prima, soprattutto e come sempre se si viaggia in estate: cercare l’hotel con anticipo permette una scelta molto più ampia e spesso prezzi migliori.

Dopo tanti anni di viaggi infatti ancora oggi non capisco perché qualcuno sostenga che conviene prenotare all’ultimo per trovare prezzi migliori (i cosiddetti last-minute): in realtà maggiore è l’offerta delle camere, maggiore è la concorrenza per accaparrarsi i clienti e quindi i prezzi sono più ragionevoli.

Quando restano poche camere i prezzi lievitano, perché la richiesta è molta e le opzioni rimaste sono poche. Questo vale soprattutto per destinazioni molto popolari, come la Grecia.

Soprattutto su alcune isole molto turistiche e che in alta stagione fanno il tutto esaurito (vedi Santorini, Mykonos e altre) il rischio di aspettare all’ultimo per prenotare l’alloggio è quello di trovare solo scelte costosissime o di non trovare posto nell’hotel dei tuoi sogni e dover quindi ripiegare su un hotel che non ti soddisfa pienamente.

Qui sotto trovi i migliori portali per prenotare l’hotel in Grecia.

Booking.com

Il portale che io uso da anni e per tutti i miei viaggi. Semplicemente lo so usare bene e ho sempre trovato quello che cercavo.

Booking.com offre praticamente una varietà infinita di opzioni di alloggio: dagli hotel economici a quelli di lusso, da quelli sono per coppie a quelli per famiglie. Insomma, l’unico problema potrebbe essere quello di non saper che alloggio scegliere.

Molti hotel permettono inoltre la cancellazione gratuita della camera (ma leggi prima bene le condizioni!) che io trovo molto comodo quando si prenota prima perché se a causa di forze maggiori (malattia per esempio) tu dovessi rinunciare al tuo viaggio, non perdi neanche un euro.

Airbnb

Anche se su Airbnb si trovano ottime opzioni e tantissime persone lo utilizzano, a me non piace per una serie di motivi che possono essere riassunti in questi elencati QUI, ma non solo.

La mia esperienza a New York è stata completamente negativa, ma ripeto lo metto in questa guida perché tantissime persone lo usano invece con molta soddisfazione.

Dove andare e Cosa vedere

isole-greche-cosa-vedere

Folegandros nelle Cicladi – foto di jcfmorata su Shutterstock

Ci sono diversi gruppi di isole greche. Le Cicladi sono le più popolari, seguite da Creta e dalle Isole Ionie (ad ovest della Grecia continentale). Le comode isole del Golfo Saronico sono a due passi da Atene e gli ateniesi visitano regolarmente queste isole nei fine settimana.

Potete anche visitare le bellissime isole del Dodecaneso e del nord-est dell’Egeo vicino alla Turchia. Le isole meno visitate sono le quattro Sporadi e per questo motivo sono secondo me le più belle ed incontaminate.

Per saperne di più puoi leggere questo articolo su quale isola greca scegliere.

Cicladi, itinerario di 2 settimane

imerovigli-santorini

Le Cicladi sono composte da migliaia di isole e sarebbe impossibile vederle tutte in un solo viaggio! Qui sotto trovi un itinerario di 2 settimane che potrebbe fare al caso tuo.

Suggerisco di iniziare o terminare il viaggio a Santorini, l’isola più lontana delle Cicladi, ma facilmente raggiungibile sia con volo diretto dall’Italia sia in traghetto da Atene (circa 8 ore a seconda del traghetto).

Da Santorini, puoi raggiungere Ios, Paros e / o Naxos e Mykonos.

Se hai più tempo, valuta di aggiungere anche un paio di isole meno conosciute al tuo itinerario. Andros è a nord di Mykonos e noto per i suoi sentieri escursionistici. Amorgos è conosciuta per i suoi monasteri e montagne.

Puoi terminare il tuo viaggio con un paio di giorni ad Atene esplorando i bellissimi siti storici, come l’Acropoli, e la sua divertente vita notturna.

Isole Ionie

isole-greche-eonie

Spiaggia di Zante, foto di Samot su Shutterstock

Questo itinerario di 2 settimane include 4 isole, secondo me le migliori, tra le quali puoi viaggiare facilmente: Corfù, Lefkada, Cefalonia e Zante.

Perché scegliere le Isole Ionie? Meno famose delle Cicladi, le Ionie sono perfette se stai cercando delle isole con vegetazione lussureggiante, grotte da esplorare e spiagge di sabbia bianca morbide come cotone.

In più sono le più vicine all’Italia: Corfù è raggiungibile in traghetto (viaggio lungo che io ho fatto dormendo su un divano) da varie destinazioni del nostro Bel Paese, così come Lefkada.

Puoi iniziare i tuoi viaggi dall’aeroporto di Corfù, quindi dirigiti a Lefkada in traghetto (via Igoumenitsa). Lefkada, o Leucade, è nota per la sua incredibile acqua turchese!

Ti consiglio di dedicare almeno 5 giorni del tuo itinerario a Cefalonia perché è la più grande isola ionica e sono molte le cose da fare e da vedere.

A Cefalonia puoi visitare le sue varie spiagge di sabbia bianca e dorata, fare kayak e ovviamente nuotare. La spiaggia di Myrtos è una delle spiagge più famose.

Da Cefalonia si può prendere una barca per Zante.

Isole del Dodecaneso

isole-dodecaneso

Una bellissima veduta dalle rovine di Lindos a Rodi – Foto di Timofeev Vladimir su Shutterstock

Se vuoi uscire un po’ dagli itinerari più famosi e hai tanta voglia di spiagge meravigliose, storia e cultura, un itinerario nel Dodecaneso probabilmente è quello che fa per te. E la cosa bella è che puoi combinarlo con un viaggio in Turchia a cui Rodi è collegata via traghetto.

Inizia il tuo viaggio da Karpathos e goditi i suoi sentieri escursionistici, i paesaggi surreali, i mulini a vento imbiancati e l’acqua cristallina è il posto adatto per gli appassionati di snorkelling e per chi pratica il kite surf.

Da Karphatos vai a Tilos che è un gioiellino nascosto e poco conosciuto, non adatto a chi ama le comodità.

Tilos infatti è piena di insenature nascoste di cui andare alla scoperta ma raggiungibili solo a piedi, e prati verdissimi.

Da Tilos raggiungi in traghetto la splendida Rodi, conosciuta per la sua storia, la vita notturna e la bella città medievale.

Da Rodi è possibile imbarcarsi per l’isola di Kos, quindi dirigersi verso Leros, una grande isola per rilassarsi, e poi a Samos.

Questa isola è nota per le cascate e le spiagge appartate. Mentre prosegui verso nord, puoi raggiungere Lesbo, che è conosciuta per il suo olio d’oliva, l’ouzo (alcool tradizionale greco) e le sorgenti termali, o Kalymnos, un’isola in cui gli scalatori rallegrano le scogliere calcaree. Da qui vai ad Atene.

Isole Sporadi

isole-sporadi

Le acque turchesi di Lalaria Beach a Skiatho – di Di Cara-Foto su Shutterstock

Sono 4 le isole maggiori  delle Sporadi (Alonissos, Skiathos, Skopelos e Skyros) e altri isolotti minori.

comincia il tuo viaggio da Skiathos che offre spiagge meravigliose, paesaggi lussureggianti, ottimi ristoranti e una vivace vita notturna.

L’isola ha un’abbondanza di bellissime spiagge che offrono tutti i tipi di sport acquatici: le più famose sono Koukounaries, Banana Beach, Agia Eleni, Aselinos e Kanapitsa. Al porto di sera troverete oltre ad una vivace vita notturna, anche ottimi ristoranti e taverne tradizionali.

Da Skiathos prendi un traghetto fino alla vicina Skopelos, coperta da foreste di pini: qui ci sono anche oliveti e frutteti di prugne e agrumi per i quali l’isola è famosa. Lungo il tragitto in barca aguzza la vista, potresti avvistare i delfini!

Skopelos è una versione più incontaminata di Skiathos, con numerose belle spiagge e insenature. L’infinita Milia, Andrines, Kastani, Staphylos e Velanio, sono solo alcune delle incantevoli spiagge dell’isola !

A pochi chilometri da Skopelos si trova l’incantevole Alonissos con le sue spiagge incontaminate e le sue acque turchesi. Alonissos è un santuario per le foche “monachus monachus” che sono una specie protetta, rendendo la sua costa una tra le più pulite di tutto il Mediterraneo! Un visitatore può gustare la cucina locale a “Patitiri”, il porto principale delle isole e il “vecchio villaggio”.

Peristera si estende parallelamente alle rive orientali di Alonissos. L’isola è disabitata e ospita solo una capanna da pastore. La maggior parte della sua superficie è coperta di vegetazione e da alcune capre al pascolo.

Kokkalias, Vasiliko, Kounoupas, Livadakia, Kalamakia, Tarsanades, Xylo e Spasmeni sono alcune delle spiagge incontaminate che Peristera ha da offrire.

Da Peristera (dove vi consiglio di trascorrere almeno un paio di giorni) vai a Skyros famosa per le sue opere d’arte tradizionali (ceramiche locali, sculture in legno e tappeti)

Da Peristera raggiungi Skyros con le sue famose località costiere di Molos e Magazia, situate sotto la città di Chora. I famosi cavalli in miniatura “Skyriana” sono il marchio di fabbrica dell’isola.

Da Skyros vai ad Atene.

Cosa mettere in valigia

cosa-mettere-in-valigia-isole-greche

Io a rodi, qualche anno fa!

Veniamo a una delle parti più importanti per organizzare un viaggio, ovvero fare la valigia!

Il clima in estate è molto caldo, quindi è necessario portare cose leggere. Inoltre, dovresti considerare che l’atmosfera nelle isole è rilassata, quindi un abbigliamento casual è d’obbligo.

Detto che, probabilmente, l’indumento che indosserai più spesso sarà il costume da bagno!

Quindi ecco un elenco di ciò che di solito metto in valigia per una settimana nelle Isole Greche.

Abbigliamento

2-3 paia di pantaloni corti. Li userai tantissimo: sopra il costume per andare in spiaggia, per visitare i paesi, per fare hiking e trekking.

3 canottiere o magliette da abbinare ai tuoi pantaloncini.

1 o 2 abiti eleganti per la sera, magari per una cena romantica con la tua dolce metà, oppure per i locali e le discoteche.

1 paio di pantaloni lunghi. Servono sempre!

1 giacca leggera: anche se può essere molto caldo in Grecia nei mesi estivi, di notte soprattutto nelle isole, c’è una brezza marina e una giacca leggera è un must.

7 paia di biancheria intima: di solito io ne porto un paio pulito per ogni giorno. Se te ne serve di più, pensa che puoi lavarli alla sera nel lavandino e appenderli: la mattina dopo saranno già asciutti.

2 paia di calze per eventuali escursioni

1 tuta comoda: io le uso sia in casa sia, se sono carine, per girare negli hotel.

1 pigiama

Scarpe

1 paio di infradito: da usare in spiaggia (la sabbia è caldissima), per fare la doccia o per andare nella piscina dell’hotel.

1 paio di sandali per camminare. Se sono eleganti o in pelle li puoi usare anche alla sera. Non ti consiglio di portare scarpe con il tacco perché molte delle strade nei paesi sono in ciottoli e sono in salita e discesa (vedi Santorini!). Se proprio non puoi fare a meno dei tacchi, cerca di prediligere un paio di scarpe con la zeppa.

1 paio di sandali Teva come i miei: io li adoro e li porto con me praticamente ovunque quando viaggio. Li uso per il mare, per brevi camminate o per le visite. Le uso in città, in campagna, in campeggio e al mare. Credo sia uno dei migliori acquisti che io abbia mai fatto.

1 paio di scarpe da ginnastica o da trekking : sono l’ideale per le escursioni

Per la spiaggia

Ovviamente oltre a un paio di costumi da bagno e all’asciugamano:

Crema solare: assolutamente indispensabile, così come il dopo sole. Io adoro e mi trovo benissimo con queste della Angstrom.

Occhiali da sole: il sole e le spiagge bianche abbagliano!

Un pareo: Pochi elementi sono versatili e funzionali per il viaggiatore femminile come il pareo. Questa aggiunta leggera alla tua lista di imballaggi offre la promessa per un uso polivalente e aggiunge colore, varietà e un tocco di femminilità al guardaroba del viaggiatore.

Un cappello per il sole, serve non solo per proteggere gli occhi, ma anche la testa da qualche brutta insolazione. Io uso un panama (è leggerissimo!) come questi che trovate su Amazon.

Altre cose indispensabili

Queste sono alcune cose che io porto sempre con me, possono sembrare inutili, ma vi assicuro che, a mio parere sono davvero indispensabili.

Pasticche per il mal di mare. Io non amo prendere pastiglie e preferisco i braccialetti come questi che funzionano benissimo. Soprattutto se viaggiate in traghetto, sono davvero indispensabili.

Borraccia filtrante. Proprio in questo momento in cui si parla e si fa così tanta attenzione all’ambiente, meglio portarsi una borraccia per l’acqua per evitare di usare le bottiglie usa e getta in plastica che inquinano moltissimo. Se vuoi bere l’acqua del rubinetto (in Grecia l’acqua è potabile) guarda questa borraccia filtrante (che userai anche in futuro)

Cintura per nascondere i soldi: meglio essere sempre prudenti quando si viaggia!

Consigli Utili

  • Pianifica con anticipo, decidendo dove vuoi andare: non puoi vedere tutte le isole in un solo viaggio.
  • Prenota prima i traghetti online e controlla bene gli orari.
  • Cerca di viaggiare sui traghetti di notte, risparmierai un sacco di tempo prezioso.
  • Cerca di non viaggiare la domenica: anche se traghetti e voli sono frequenti in alta stagione potresti trovare tanta folla.
  • Trascorri almeno 2 o 3 giorni su ogni isola.
  • Per un buon ristorante chiedi agli abitanti dell’isola.

SITI RACCOMANDATI PER HOTEL, VILLE, TRAGHETTI, TOUR PER le ISOLE GRECHE FAI DA TE:

  • Booking.com è il sito con le camere, ville private e appartamenti più disponibili a Santorini (più di Airbnb)
  • DirectFerries e TraghettiLines sono i migliori siti web per prenotare i biglietti dei traghetti o controllare gli orari
  • Get Your Guide ha la migliore e più grande varietà di tour per la Grecia
  • Rentalcars.com è il miglior sito web per noleggiare un’auto (altamente raccomandato in quanto non perderai tempo ad aspettare gli autobus locali)

Ora che sai come prenotare l’hotel, come arrivare e dove andare non ti resta da fare che una cosa solamente: partire!

0 comments… add one

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.