PimpMyTrip.it - Viaggi Avventura > Blog > Viaggi Avventura > Europa > Zara, Cosa Vedere e Cosa Fare Nella Città Del Saluto al Sole

Zara, Cosa Vedere e Cosa Fare Nella Città Del Saluto al Sole

– Posted in: Europa

Zara (Zadar) non è ancora conosciuta così bene come destinazione come la vicina Spalato o la turistica Dubrovnik. Lasciatemelo dire però le cose stanno cambiando e, aggiungerei, per fortuna dal momento che Zara è piena di cose da vedere e fare e di luoghi sia di interesse storico e culturale.

zara-croazia-cosa-vedere

Porta di Terra a Zara @photo Tim Ertl su Flickr

Già tra le cose da vedere e citare sicuramente ci sono le sue mura: erette dai veneziani nel 1500 non permisero mai agli Ottomani di invadere la città.
Ancora oggi una gran parte di Zara è contornata dalle alte mura in calcare bianco, interrotte da due porte: la Porta di Terra e la Porta di Mare.

La Porta di Terra è ancora impressionante oggi come doveva essere stato mezzo millennio fa: assomiglia ad un arco di trionfo romano, e il simbolo veneziano, il leone di San Marco, si erge ancora orgoglioso sopra l’ingresso.
La Porta di Mare, costruita nel 1573 per celebrare la vittoria contro gli Ottomani nella battaglia di Lepanto, è vicino al porto dei traghetti ed è un pochino più modesta.

Consiglio: iniziate il vostro viaggio a Zara con un tour a piedi per conoscere la città. Potete prenotare il tour online qui!

Organo Marino

organo-marino-zara

Organo Marino @photo Tim Ertl

Sulla punta della penisola della città vecchia di Zara si trova quest’opera fantasiosa e pluripremiata. La magia che regala l’Organo Marino, conosciuto in croato come “Orgulje” in verità non è una magia: la musica infatti viene dalle onde.

Ideato nel 2005 dall’architetto Nikola Bašić per dare nuova vita al lungomare di Zara (conosciuto come “Riva”) è stato il primo del suo genere al mondo. L’organo è stato creato come una serie di grandi gradini di marmo che scendono verso il mare, e sotto ogni piattaforma i 35 tubi generano delle note musicali grazie alla potenza delle onde che si infrangono al di sotto e che spingono l’aria attraverso di essi.

Il risultato è una melodia casuale, incantevole e rilassante che si diffonde nell’aria per tutto il lungomare!
Non aspettatevi di ascoltare della musica composta come una canzone, è la musica generata dalla natura!

Il momento migliore per apprezzare quest’opera è sicuramente al tramonto, poco prima che il sole sparisca dietro all’orizzonte. Cercate un posto sugli ampi gradini di marmo che fiancheggiano l’acqua, facendovi largo tra le orde di fotografi che accorrono qui nella speranza dello scatto perfetto e cercando di ottenere un posto in prima fila!

Saluto al Sole

saluto-al-sole

Saluto al Sole @photo Tim Ertl

Dopo aver osservato il tramonto all’Organo del Mare si può proseguire, girando a destra, e ritrovandosi di fronte all’altra opera di Nikola Bašić: il Saluto al Sole.

Un’opera d’arte che esplode in una serie di luci e colori affacciata sulle isole dell’Adriatico: questa installazione circolare infatti, assorbe grazie alle celle fotovoltaiche l’energia solare del giorno e quindi la rilascia in un vivido display grafico multicolore quando il cielo inizia a scurirsi.

Il Saluto al Sole è un’opera di 22 metri di diametro ad anfiteatro circondato da blocchi di pietra con una presentazione di tutti i pianeti del Sistema Solare e delle loro orbite.

Museo del vetro antico

Uno dei miei musei preferiti a Zara è il Museo del Vetro ed è un must assoluto che tutti dovrebbero visitare. Questo museo è sede di numerosi manufatti in vetro, alcuni dei quali risalenti al 1° secolo e altri che sono stati creati molto più recentemente.

Situato all’interno dei confini del Palazzo Cosmacendi, che risale al 1800, molti degli oggetti in vetro ritrovati negli scavi e lasciateci in eredità dagli antichi romani, sono stati esposti al pubblico.

Nei vari padiglioni, in cui sono presenti vari oggetti come recipienti per bere, coppe, fiale e barattoli, si può assistere anche a delle dimostrazioni delle varie tecniche di lavorazione del vetro e di soffiatura utilizzate per la creazione di questi delicati oggetti. Dunque questo museo non è solo una collezione di manufatti, bensì un modo per “toccare con mano” le origini e la storia del vetro.

Alla fine del tour è possibile visitare il negozio per acquistare alcuni oggetti di vetro fatti all’antica maniera.

Chiesa di San Donato

chiesa-san-donato

La magnifica Chiesa di San Donato, orgoglio degli abitanti di Zara @Photo Tim Ertl

Per coloro che sono interessati all’architettura la chiesa di San Donato sarà fonte di gioia dal momento
che è considerata uno dei migliori esempidi architettura bizantina e il suo stato diconservazione è praticamente perfetto.

Costruita nel lontano 800, la chiesa, con il suo profilo alto ed arrotondato è diventata il simbolo di Zara e motivo d’orgoglio per i suoi abitanti.

L’interno arredato in maniera semplice, è progettato in modo che la luce che entra nel santuario crei disegni diversi in diversi momenti della giornata.
La chiesa è oggi anche sede di spettacoli musicali rinascimentali: durante l’estate, si possono al suo interno godere i suoni del Musical Nights Festival. Questo festival di musica classica si tiene da luglio ad agosto ogni anno, riportando in vita il IX secolo.

Cattedrale di Santa Anastasia

santa-anastasia

Cattedrale di Santa Anastasia @photo Tim Ertl

Altro esempio della raffinata collezione di architettura romanica di Zara e possibile futuro sito Patrimonio dell’Umanità, la cattedrale di Santa Anastasia si trova sul sito di una basilica paleocristiana fondata nel lontano 300.

All’interno si può vedere un mosaico paleocristiano risalente alla basilica originale e il sarcofago di Sant’Anastasia.
Il magnifico campanile della cattedrale è più recente, essendo stato iniziato nel XV secolo e completato solo alla fine del 1800.

Aperta principalmente per il culto della Messa, piuttosto che per essere visitata, vale la pena farci un salto soprattutto per la magnifica vista dall’alto del suo campanile anche se salire in cima non è un gioco da ragazzi visto quanto sono ripide scale e passaggi.
Ma per i coraggiosi che ce la faranno il premio sarà una vista incredibile su San Donato, il foro romano e sui monti Velebit.

Foro Romano

Situato nel cuore della città vecchia di Zara proprio dietro alla chiesa di San donato, il Foro romano è il più grande esistente a est dell’Adriatico.

Secondo due iscrizioni venute alla luce durante gli scavi quando il foro fu scopertoFunel 1930, esso fu costruito sotto ordine dell’imperatore Augusto.

Il foro romano ha vissuto tre volte: durante l’impero, dopo la sua riscoperta e dopo gli anni 60 quando riprese vita dopo la distruzione durante la seconda guerra mondiale.

Purtroppo il tempio e la basilica che sorgevano qui sono andati distrutti: tutto ciò che rimane sono frammenti di un colonnato e una gogna, dove i criminali ricevevano la pubblica punizione.

Il foro romano è il luogo perfetto per prendersi una pausa durante la visita della città in uno dei tanti caffè.

Piazza dei 5 pozzi

piazza-5-pozzi

Piazza dei 5 pozzi @Tim Ertl

Quando i veneziani costruirono le antiche mura della città per resistere ad eventuali attacchi delle forza armate ottomane, si resero conto che in caso di lunghi assedi sarebbe stato necessario avere una fornitura costante di acqua pulita.

Per far fronte a questa necessità, venne ideata un’ingegnosa cisterna per l’acqua potabile a cui si accede da cinque pozzi nella stessa piazza. Oggi i 5 pozzi sono ancora qui in fila accanto al bastione della città. Il momento migliore per visitare la piazza è di notte, quando i pozzi e le difese sono illuminati dal basso.

Museo Archeologico

Situato dall’altra parte della strada rispetto alla Chiesa di San Donato, il Museo Archeologico offre ai viaggiatori alcune informazioni di base sulla storia della Croazia, dalla preistoria fino al Medioevo.

Alcuni tra reperti preistorici, romani, bisantini e medievali presenti nella collezione sono impressionanti: il museo è molto ben organizzato e la maggior parte delle esposizioni sono accompagnate da eccellenti traduzioni in inglese.

Una delle mie parti preferite, è quella dedicata all’epoca romana con un modelloche spiega com’era il Foro Romano al culmine del potere dell’impero, con armi, ceramiche e mosaici.

Se siete come me appassionati di storia, vi ci vorranno molte ore per esplorarlo tutto.
Il biglietto di entrata è di circa 5 euro per gli adulti.

Chiesa di Santa Maria

Sul lato orientale del foro romano si trova la Chiesa di Santa Maria, appartenente ad un monastero benedettino fondato nell’XI secolo.

L’edificio subì danni durante  la seconda guerra mondiale, ma fu completamente restaurato e oggi contiene una delle mostre più apprezzate della città.

Dalla Chiesa girate a sinistra dove si trova una piccola porta e dove vendono i biglietti.

L’esposizione permanente di arte religiosa presenta una miriade di manufatti in oro e argento accompagnati da arazzi, manoscritti, rilievi e ricami che abbracciano migliaia di anni tra il 700 e il 1700. La mostra è gestita interamente dalle monache benedettine del monastero fin dalla seconda Guerra Mondiale e ci sono pannelli esplicativi in ​​inglese.

il Mercato di Pijaca

pijaca-mercato-zara

Mercato di frutta e verdura @photo Tim Ertl

Il mercato di Zara Pijaca è attivo sin dal Medioevo ed è abbastanza grande per gli standard dalmati. È il tipico mercato con cibo fresco e verdura, ma è il luogo giusto in cui comprare ed assaggiare un famoso formaggio da degustazione (Paški Sir) dell’isola di Pag.

Se andate al Pijaca, assicuratevi di non perdere il Peskarija (mercato del pesce).

Questo posto ha una grande varietà di pesci disponibili e cambia giornalmente. Se alloggiate a Zara magari in un Airbnb e avete una cucina a disposizione, il Pijaca e il Peskarija sono i posti dove puoi trovare tutto il necessario per provare la tipica cucina croata.

Se volete imparare a cucinare piatti croati? Potete prenotare online il tour visita del mercato e lezione di cucina qui!

Spiagge di Zara

La Croazia è sicuramente una destinazione di mare, basta pensare alle sue isole, ma anche a Zara ci sono 3 spiagge che vale la pena andare a visitare.

Kolovare è una spiaggia pubblica e ha preso bandiera blu per la pulizia. La spiaggia è attrezzata con docce, servizi igienici, spogliatoi, sedie a sdraio e ombrelloni e la pineta fornisce ombra quando è necessario ripararsi un po’ dal sole.

Kolovare è perfetta per le famiglie con i bambini ma non solo: le opzioni di attività e sport acquatici la rendono ideale per chiunque voglia divertirsi dagli adolescenti in su. Inoltre, data la sua vicinanza al centro storico, c’è un’ampia scelta di ristoranti, bar e negozi a portata di mano.

La sabbiosa Borik Beach si trova a quattro chilometri dal centro storico di Zara e ci si arriva facilmente con i mezzi pubblici È parte del Falkensteiner Resort, che offre la classica atmosfera di vacanza in famiglia ed è una delle spiagge preferite dai locali.

La spiaggia è stata infatti adattata in modo che ci sia un sacco di divertimento per il bambini. Poco profonda e con il fondo sabbioso, Borik Beach Zadar offre anche tutti i servizi necessari per una giornata trascorsa all’aperto, come cibo e bevande, servizi igienici, e docce per togliersi la sabbia da addosso prima dell’aperitivo in centro.

Più a ovest di Borik, troverete Diklo. Diklo ha alcune spiagge ciottolose ed è meno turistica di Borik, perfetta dunque per i visitatori amano il relax, la tranquillità.

A Zara ci sono mille cose da fare, Guarda qui i tour in città e nei dintorni!

Dove Dormire a Zara

Esattamente come a Spalato, l’offerta sia di case private che di hotel a Zara non manca di certo. Quando però si sceglie l’hotel o la casa una delle cosa a cui stare attenti è dove si trova. Il rischio è quello di trovare un appartamento in zone residenziali lontane dal centro.

Questo vuol dire dover prendere l’auto o il bus se si vuole visitare la città vecchia di Zara.

Il mio consiglio è quello di cercare qualcosa di centrale. Ho trovato queste ottime scelte che consiglio sia per i servizi sia per la loro posizione che permette di girare a piedi senza dover prendere i mezzi pubblici.

Boutique Hostel forum: una delle scelte migliori, posizione eccellente a due passi dalla chiesa di San Donato, al forum e alla Cattedrale di Santa Anastasia, prezzo medio-basso e recensioni fantastiche (una media di 9.8 su booking.com). Da prenotare prima possibile perché è tra i primi ad essere esaurito!

 Apartments Maruna: altra scelta TOP per prezzo, servizi e posizione (anche se un pochino più lontano, a 700 metri dal centro). Anche questi appartamenti si esauriscono in fretta (soprattutto per il giardino, l’affitto delle biciclette e la vicinanza alla spiaggia) quindi conviene prenotarli con anticipo.

Downtown Boutique Hostel: un ostello di lusso, in pieno centro con camere private. altra scelta TOP.

Come Arrivare dall’Italia

In Traghetto

Ci sono servizi di traghetto internazionali per Zara dall’Italia. Jadrolinija gestisce un servizio di traghetti notturni da Ancona che va da giugno a fine settembre, con un viaggio di nove ore. Il traghetto effettua il viaggio quasi ogni giorno ad agosto e meno volte a settimana negli altri mesi, ma è una buona scelta, soprattutto per chi vuole portare la sua auto e visitare Zara nel suo itinerario in Croazia.

In auto

L’autostrada A1 corre molto vicino a Zara, quindi può essere facilmente utilizzata se si raggiunge la città dalla Croazia settentrionale o meridionale.

La famosa strada costiera Jadranska magistrala (strada D8) raggiunge anche Zara se stai percorrendo la costa croata ad es. da Spalato.

In areo

Zara ha il suo aeroporto, che dista solo 11 km dalla città. Ci sono voli diretti dall’Italia da Milano e Roma. Se si vuole fare scalo, le città di partenza sono molte come per esempio Palermo, Napoli, Bari e Venezia.

Gli autobus dall’aeroporto al capolinea principale degli autobus di Zara sono coordinati agli arrivi dei voli per cui c’è tempo sufficiente per prendere le valigie e salire sul bus.

Detto questo, normalmente dovreste vedere un autobus in attesa fuori dal terminal (sul lato destro). Un biglietto di sola andata costa 25 Kunas, che può tranquillamente essere acquistato direttamente dall’autista al momento dell’imbarco. Questo autobus effettua due fermate: prima nella principale stazione degli autobus di Zara, e quindi appena fuori dal centro storico. Il prezzo del biglietto è lo stesso a prescindere dalla fermata a cui si scende.

Ti Potrebbero anche piacere:

stonehenge-visita
spalato-dove-dormire
isla-mujeres-messico
0 comments… add one

Leave a Comment