PimpMyTrip.it – Viaggi Fai da Te Blog Cosa Vedere nei Dintorni di Amsterdam: le Migliori Gite di 1 Giorno

Cosa Vedere nei Dintorni di Amsterdam: le Migliori Gite di 1 Giorno

Se stai cercando cosa vedere nei dintorni di Amsterdam, posso dirti che stai facendo un’ottima scelta. Amsterdam è una città bellissima e vivace, ma i Paesi Bassi non sono solo lei e i dintorni sono davvero meravigliosi.

In realtà infatti, puoi visitare il meglio di Amsterdam in 3 giorni, dedicandone uno ai suoi dintorni. Quindi, se puoi, pianifica almeno una gita di un giorno da Amsterdam e ammira la campagna olandese, o visita altre città… Renderà il tuo viaggio nei Paesi Bassi molto più speciale.

Dintorni Amsterdam

La maggior parte dei luoghi qui menzionati può essere facilmente visitata con i mezzi pubblici, in meno di un’ora da Amsterdam.

Inoltre, in questa guida troverai anche alcuni luoghi veramente imperdibili che puoi visitare come gite di un giorno, ma per i quali è meglio o noleggiare un’auto oppure partecipare a un tour organizzato, poiché l’uso dei mezzi pubblici probabilmente renderebbe troppo difficile la visita in un solo giorno.

CONSIGLI PRO

Vuoi organizzare una gita nei dintorni di Amsterdam, ma non sai da dove cominciare? Qui sotto trovi una selezione delle migliori gite di un giorno che ho scelto per te!

Mappa di cosa vedere nei dintorni di Amsterdam

Qui sotto trovi la mappa delle destinazioni nei dintorni di Amsterdam raggiungibili in un giorno.

1 – Zaandam e Zaanse Schans

La più celebre delle escursioni da Amsterdam è sicuramente quella a Zaandam. Nelle vicinanze, infatti, si trova il famosissimo villaggio dei mulini a vento di Zaanse Schans.

Generalmente i turisti arrivano a Zaandam per catapultarsi immediatamente tra i mulini a vento, ma io ti consiglio di fare un giro anche nel centro di questa caratteristica località.

Qui potrai, ad esempio, visitare la Casa dello Zar Pietro il Grande, una delle case in legno più antica di tutta l’Olanda. Al suo interno sono conservati numerosi cimeli dell’epoca in cui l’imperatore russo vi soggiornò (1697). A Zaandam, infatti, lo Zar studiò l’arte della costruzione delle navi prima di raggiungere Amsterdam e i cantieri navali della Compagnia olandese delle Indie Orientali.

Visitare Zaanse Schans da Amsterdam

A Zaandam, inoltre, potrai anche ammirare uno degli hotel più particolari di tutta l’Olanda, l’Inntel hotel, la cui facciata è costituita da 70 casette tipiche olandesi dai colori verdi e blu: impossibile non scattare una foto.

Dopo una passeggiata a Zaandam potrai raggiungere Zaanse Schans e i famosi mulini a vento. Qui il tempo sembra davvero essersi fermato e ti sembrerà di aver raggiunto un vero e proprio mondo parallelo. Sarai circondato da mulini, acqua e giardini fioriti: sarà come essere all’interno di una fiaba.

Questa piccola comunità di circa 40 abitazioni, nel XVIII secolo contava più di 600 mulini a vento che contribuirono a rendere l’area uno dei principali poli industriali del Paese.

Ogni mulino aveva una propria funzione: da quelli utilizzati per macinare la farina, a quelli usati come frantoi per l’olio, per la produzione di carta, per la polverizzazione del cacao e della mostarda, ma anche per la fabbricazione del cemento o delle pietre necessarie alla costruzione dei palazzi della vicina Amsterdam.

Con il tempo e con la dismissione di molti mulini, Zaanse Schans perse il suo ruolo di polo industriale, ma divenne una celebre destinazione turistica. Si tratta di un vero e proprio museo a cielo aperto.

Le cose da vedere a Zaanse Schans sono numerose e per visitarla ti serviranno almeno 3 o 4 ore, forse qualcosina in più se vorrai dedicarti anche alla visita di alcuni dei mulini che oggi sono stati adibiti a musei.

Ogni mulino ha un costo d’ingresso per cui il mio consiglio è quello di acquistare la Zaanse Schans Card che include diversi ingressi gratuiti alle principali attrazioni del villaggio. Tieni conto che anche la IAmsterdam City Card garantisce l’ingresso gratuito ad alcuni dei mulini di Zaanse Schans.

Ti ho parlato nel dettaglio di come organizzare la visita a Zaanse Schans in un articolo specifico che ti consiglio di leggere, ma voglio lasciarti qualche breve suggerimento anche qui.

Ecco alcune delle attrazioni imperdibili.

  • Lo Zaans Museum. Il museo ti consentirà di fare un salto nel passato per riscoprire la storia del villaggio attraverso i suoi usi e costumi. Il percorso museale si sviluppa lungo sei sedi distaccate dove potrai ammirare oggetti e indumenti di uso quotidiano dell’epoca in cui i mulini erano nella loro piena attività, opere d’arte e dipinti di artisti locali e immergerti in una magnifica esperienza in una fabbrica di cioccolato alla Verkade Experience.
  • L’Albert Heijn Museumwinkel. L’interno di questa storica drogheria è la ricostruzione del primo negozio di Albert Heijn risalente al 1887. Questa bottega sarebbe successivamente diventata la grande catena di supermercati omonima.
  • La Kooijman Souvenirs & Clogs Wooden Shoe. Un negozio dove potrai ammirare i tipici zoccoli olandesi colorati e dalle decorazioni più particolari. All’interno della bottega potrai assistere gratuitamente anche a una dimostrazione pratica della produzione di queste tipiche calzature.
  • La Honig Breethuis. La ricostruzione di una bella casa mercantile dove potrai conoscere le abitudini quotidiane dell’epoca.
  • Il Museum Zaanse Tijd. Qui potrai ammirare un’immensa collezione di orologi molti dei quali ancora funzionanti.

Come arrivare a Zaandam e Zaanse Schans

Zaandam si trova a poco più di 10 km di distanza da Amsterdam ed è facilmente raggiungibile in treno in circa 15 minuti di viaggio partendo da Amsterdam Centraal. Una volta arrivato in stazione a Zaandam dovrai camminare un po’ per raggiungere i mulini a vento.

Utilizzando i bus della linea 391 della compagnia Connexxion, invece, arriverai più vicino a Zaanse Schans. Questo autobus collega Amsterdam al villaggio dei mulini e parte quattro volte all’ora impiegando circa 40 minuti. In estate è disponibile anche l’autobus diretto 891 che collega la stazione di Amsterdam e Zaanse Schans in 20 minuti.

In alternativa puoi anche utilizzare il traghetto, lo Zaanferry. Impiegherai sicuramente più tempo, ma sarà una bellissima esperienza durante la quale potrai goderti il panorama rilassandoti. Il traghetto parte da De Rijterkade, sul molo nord-occidentale della Centraal Station di Amsterdam, e impiega circa 2 ore a tratta facendo alcune fermate intermedie.

Con la IAmsterdam City Card il viaggio in traghetto è gratuito. Puoi vedere cosa è incluso o acquistare la IAmsterdam City Card qui.

Infine esistono numerosi tour organizzati a cui prendere parte: in questo modo non perderai tempo e non dovrai preoccuparti di nulla, ma affidandoti nelle mani di agenzie e tour operator professionisti ottimizzerai i tempi e ti godrai al meglio la tua gita.

Tour consigliati:

Altri TOUR A ZAANSE SCHANS

Se viaggi con la tua auto potrai raggiungere Zaandam e Zaanse Schans in circa 20 minuti da Amsterdam. Non ti consiglio di noleggiare un’auto appositamente per l’occasione vista la comodità dei mezzi di cui ti ho appena parlato, ma se stai facendo un viaggio on the road nei Paesi Bassi allora il discorso è diverso.

2 – Volendam e Marken

Situata a circa 20 km da Amsterdam, Volendam è un’altra delle destinazioni da vedere assolutamente nei dintorni della capitale dei Paesi Bassi.

Questo paesino di pescatori affacciato sul Markermeer, un lago artificiale con una superficie di 700 km², si trova di fronte alla piccola e selvaggia isola di Marken. Potrai visitare entrambi in una sola giornata partendo da Amsterdam.

La storia di Volendam iniziò nel 1357 quando fu costruita la diga che collegava Edam con il Purmermeer. Qui furono costruite alcune case dove si stabilirono contadini e pescatori.

Per molto tempo rimase un villaggio isolato e poco conosciuto fino a quando, tra le fine dell’Ottocento e i primi del Novecento, divenne una meta prediletta da pittori e artisti.
Ormai da tempo questa cittadina è diventata una delle mete turistiche più famose per un’escursione da Amsterdam.

Marken

La zona più celebre di Volendam è il suo porto affollato di barche di pescatori dove potrai, dopo una passeggiata, goderti una vaschetta di pesce fresco appena fritto.
Durante una visita in questo villaggio ci sono alcune tappe che ti consiglio di non perdere:

  • Il Museo Palingsound. Museo dedicato alla musica locale conosciuta come Palingsound (letteralmente “suono dell’anguilla”).
  • L’affumicatoio delle anguille. Questo si trova nello stesso edificio del museo appena citato. Attraverso una visita guidata potrai conoscere il processo di produzione di uno dei prodotti più apprezzati dei Paesi Bassi.
  • Il Museo Volendams. Percorso museale dedicato a storia e costumi locali dove potrai ammirare dipinti, opere d’arte e stanze decorate con arredi originali del secolo scorso.
  • La Wooden Shoe Factory. Il posto giusto dove conoscere tutto sulla produzione dei famosi zoccoli di legno.
  • La Cheese Factory Volendam. Fabbrica del celebre formaggio olandese dove potrai imparare i segreti di questa produzione e, perché no, fare qualche acquisto goloso.

Successivamente potrai spostarti a Marken.

Questo villaggio, a seguito di una mareggiata che nel XIII secolo la separò dalla terraferma, fu per lungo tempo un’isola isolata dove vivevano solamente pescatori. Solo nel 1957 fu riunita alla terraferma attraverso un terrapieno che l’ha trasformata in una vera e propria penisola lasciando, però, che conservasse intatto il suo particolare carattere di autenticità.

Il paesino è davvero molto piccolo e potrai visitarlo in poco tempo. Le attrazioni principali sono sicuramente le case tradizionali costruite sui “werven”, delle montagnole artificiali che avevano lo scopo di prevenire i danni causati dalle alluvioni.

Dopo una passeggiata potrai visitare il Museo di Marken, dedicato alle tradizioni locali, e se non lo hai fatto a Volendam potrai entrare nella Wooden Shoe Factory.

Molto suggestivo è anche il faro che si trova sulla punta orientale dell’isola e che potrai raggiungere dopo una passeggiata o una pedalata di circa 2,5 km dal centro del paese.

Come arrivare a Volendam e Marken

Volendam è facilmente raggiungibile da Amsterdam con i mezzi pubblici in circa mezzora di viaggio.

In questo paesino non c’è una stazione ferroviaria, ma è servito perfettamente dagli autobus della linea 312 o 316 che partono dalla Stazione Centrale.

Da Volendam potrai raggiungere Marken attraverso il terrapieno che è percorribile in auto, bici o a piedi.

Il bus per raggiungere l’ex isola è il numero 315. In alternativa c’è anche il traghetto MarkenExpress.

In alternativa, per visitare entrambe le città potresti valutare l’idea di partecipare a un tour guidato organizzato. Questi tour in genere uniscono la visita di questi due paesini e di Zaanse Schans.

Sono consigliati soprattutto perché non devi preoccuparti di organizzare e in alcuni avrai una guida che parla italiano.

Altri Tour a Volendam

3 – Giardini Keukenhof

Se visiti Amsterdam durante la stagione primaverile, c’è una gita che non devi assolutamente perdere: è quella ai Giardini Keukenhof.

Questo enorme parco botanico si trova nei pressi della città di Lisse, a circa 35 km di distanza da Amsterdam.

Si tratta del più grande parco dedicato ai fiori a bulbo del mondo e nel periodo di fioritura potrai ammirare ben 7 milioni di fiori sbocciati.

Il parco è aperto da metà Marzo a metà Maggio, cioè nel periodo di fioritura dei tulipani.
Nei suoi giardini e nelle sue serre potrai lasciarti meravigliare da tulipani, giacinti, narcisi, orchidee, rose, garofani, iris, gigli e tantissimi altri fiori: uno spettacolo che ti avvolgerà completamente.

Giardini Keukenhof

Come arrivare ai Giardini Keukenhof

Uno dei modi per raggiungere Keukenhof da Amsterdam è con il Keukenhof Express bus. Dovrai raggiungere RAI Amsterdam dalla stazione centrale di Amsterdam o dal centro città. Scendi alla fermata della metropolitana Europaplein. La metropolitana parte ogni 5 minuti e impiega 8 minuti per raggiungere il punto di partenza del Keukenhof Express (autobus 852).

In alternativa il modo più comodo in assoluto è prenotare questo bus che parte dalla stazione centrale e che include i biglietti per il parco.

Dall’aeroporto di Schipol puoi invece prendere l’autobus n. 858 che ti condurrà senza fermate al famoso parco.

In alternativa potresti valutare l’idea di partecipare a tour organizzati con partenza dal centro di Amsterdam: in questo modo sarai decisamente più comodo.

Altri Tour a Keukenhof

Se stai viaggiando per i Paesi Bassi in auto, invece, potrai raggiungere facilmente i giardini tramite la A4 (uscita Nieuw-Vennep) e la A44 (uscita 3 Lisse). Il viaggio dura in media 35 minuti e sul posto troverai un grande parcheggio dove lasciare l’auto per un costo di 6 Euro al giorno.

4 – Campo di concentramento di Herzogenbusch

Il campo di concentramento di Herzogenbusch, conosciuto anche con il nome in lingua olandese Kamp Vught, dal nome della cittadina di Vught, presso cui sorgeva,era l’unico campo di concentramento delle SS al di fuori della Germania nazista.

Il campo fu utilizzato per la prima volta nel 1943 e tenne 31.000 prigionieri e 749 prigionieri morirono nel campo. Una parte dei prigionieri fu trasferita in altri campi poco prima che le forze alleate liberassero il campo nel 1944.

Le persone detenute a Kamp Vught includevano ebrei, prigionieri politici, zingari sinti e rom e combattenti della resistenza. I prigionieri furono costretti a fabbricare prodotti per l’industria bellica tedesca, come torce e radio. Nonostante le loro difficili circostanze, i prigionieri riuscirono a resistere anche nel campo di prigionia sabotando le merci.

Oggi troverai un centro commemorativo nell’ex campeggio. Ci sono baracche dei prigionieri, tre torri di guardia e le recinzioni originali, oltre a una ricostruzione della cella 115 dove si è verificato l’orribile dramma del bunker.

Il luogo dell’esecuzione è stato convertito in monumento nazionale nel 1947, portando i nomi di tutti i 329 combattenti della resistenza che sono morti qui.

–> PRENOTA qui il tour del campo di concentramento di Herzogenbusch

5 – Giethoorn

La cittadina di Giethoorn è forse una delle più belle nei dintorni di Amsterdam.

Qui non ci sono strade, ma solo canali e ci si sposta esclusivamente in barca. Ecco perché viene spesso etichettata come La Venezia dei Paesi Bassi.
La cittadina, inoltre, è completamente immersa nel verde e ti catapulterà in un’atmosfera da fiaba incantata.

Giethoorn

Il modo migliore per visitarla, come sicuramente puoi immaginare, è con un tour in barca. Non dimenticarti, però, di fare anche una bella passeggiata attraversando i numerosi ponticelli tra le abitazioni.

Per conoscere la storia del villaggio, inoltre, ti consiglio di visitare il Museo‘t Olde Maat Uus all’interno di un’antica fattoria.

Come arrivare a Giethoorn

Il mezzo migliore per raggiungere Giethoorn è l’auto o con un tour organizzato.

La cittadina, infatti, dista più di 100 km da Amsterdam.

Con i mezzi pubblici dovresti raggiungere Steenwijk in treno e poi prendere il bus n. 70 fino a Dominee Hylkemaweg. La durata totale del viaggio varia tra le 2 e le 3 ore e mezza.

6 – Kinderdijk

Se il tuo sogno è vedere i mulini a vento, dopo Zaanse Schans c’è un’altra destinazione che sicuramente accontenterà i tuoi desideri, Kinderdijk.

Questa località si trova a circa 15 km da Rotterdam, nel bassopiano Alblasserwaard alla confluenza dei fiumi Lek e Noord.

Kinderdijk è considerata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO e sorge in un paesaggio davvero unico e suggestivo.

I mulini qui furono costruiti nel 1740 per contribuire al sistema di gestione delle acque di cui fanno parte anche i canali che vennero costruiti nei secoli precedenti. Entrambi servivano per far defluire l’acqua in eccesso e mantenere asciutto il bassopiano.

Kinderdijk Amsterdam

Come arrivare a Kinderdijk

Per arrivare a Kinderdijk da Amsterdam dovrai prima raggiungere Rotterdam in treno.

Da qui potrai prendere il Waterbus, l’autobus acquatico, che è la scelta più economica e più comoda per raggiungere la famosa località dei mulini a vento.

Ti sconsiglio, invece, di utilizzare gli autobus perché il tragitto diventa particolarmente lungo e complicato.

Se viaggi in auto, invece, non avrai problemi a raggiungere Kinderdijk. Una volta arrivato, però, ti consiglio di porre molto attenzione a dove parcheggerai l’auto per non incorrere in sanzioni.

7 – Alkmaar

Se sei un vero goloso, una tappa nei dintorni di Amsterdam da non perdere è certamente Alkmaar. Qui, ogni venerdì da Aprile a Settembre, si tiene il più famoso mercato del formaggio dei Paesi Bassi.

Questo mercato esiste dal 1365 quando il formaggio veniva venduto in piazza Waagplein dove si trovava l’unica pesa della città.

Seppur negli ultimi anni il mercato è diventato un luogo decisamente molto turistico (e troppo affollato) è pur sempre uno spettacolo affascinante.

Inoltre Alkmaar è una cittadina interessante che merita di essere visitata.

Oltre al mercato, se sei un appassionato di formaggio, non dimenticarti di visitare il Museo del Formaggio Olandese nel quale potrai conoscere tutta la storia di questo famoso prodotto.

Alkmaar, comunque, ospita anche altri musei interessanti come quello dedicato alla birra e quello dei Beatles che conserva le collezioni di due privati fan dei Fab Four.

Se sei interessato a conoscere di più sulla storia della città e della regione circostante, invece, dovrai recarti allo Stedelijk Museum.

Come arrivare a Alkmaar

Da Amsterdam potrai raggiungere Alkmaar con uno dei cinque treni che quotidianamente collegano la capitale con la cittadina in circa 35 minuti.

La stazione si trova abbastanza vicino al centro ed è piuttosto comoda.

8 – Edam

Un’altra meta immancabile per tutti coloro che amano i formaggi, è Edam che dà il nome al celebre Edammer.

Caratterizzato da ponti e canali, il centro storico è molto carino e anche qui si tiene un famoso mercato del formaggio ogni mercoledì mattina nei mesi estivi.

Qui potrai visitare i magazzini di stagionatura del formaggio risalenti al XVIII secolo e, ovviamente, potrai goderti una degustazione degli ottimi prodotti.

Edam, però, non è famosa solamente per il formaggio, ma anche per i cantieri navali e l’importanza dei commerci del suo porto. La città, infatti, sorge sul Markermeer, vicinissima alla già citata Volendam.

Ad Edam ti consiglio vivamente di visitare il Museo Edams che è ospitato in una bella casa risalente al 1540. Qui potrai immergerti nella vita quotidiana di un mercante dell’età dell’oro olandese.

Come arrivare a Edam

Per raggiungere Edam da Amsterdam potrai utilizzare le linee di autobus 110, 314 e 316.

In alternativa potresti partecipare a un tour guidato organizzato che generalmente comprende anche tappa alle vicine Volendam e Marken.

ALTRI TOUR A EDAM

9 – Gouda

Altra destinazione irrinunciabile per un amante dei formaggi è Gouda.

Anche qui, da Aprile ad Agosto, si tiene un bellissimo mercato del formaggio ogni giovedì nel quale potrai fare acquisti e, perché no, qualche assaggio. La fondazione del Kaasmarkt risale al 1395.

Gouda Amsterdam

Gouda, però, non è solo formaggio e una visita in città non può essere completa senza la visita alla Goudse Waag. Quella che un tempo era la vecchia Casa della Pesatura oggi ospita un museo che potrai visitare con un tour guidato che comprende anche un’interessante degustazione finale.

C’è poi anche il Museum Gouda dove potrai ripercorrere la storia della città attraverso reperti e opere d’arte.

I più golosi, infine, non potranno farsi scappare l’occasione di visitare la Siroopwafelfabriek, la fabbrica dove vengono prodotti gli autentici siroopwafel di Gouda, sottili cialde farcite di sciroppo al caramello.

Come arrivare a Gouda

Per arrivare a Gouda da Amsterdam impiegherai circa un’ora di treno facendo cambio a Utrecht.

10 – Haarlem

Un’altra destinazione da visitare nei dintorni di Amsterdam è Haarlem.

Questa località è molto meno turistica rispetto ad altre di cui ti ho parlato in precedenza ed è un’ottima idea per scappare dal caos della città e goderti un angolo autentico di Olanda.

Haarlem è un tripudio di edifici e monumenti storici e ti lascerà a bocca aperta non appena sarai arrivato. Sceso dal treno, infatti, ti verrà dato il benvenuto da una bella stazione in stile Art Noveau.

Le cose da fare e da vedere in città sono numerose, ma comunque una giornata può essere sufficiente per visitare quelle principali.

Ecco qualche consiglio su cosa vedere assolutamente ad Haarlem:

  • Grote Markt: la piazza del mercato e il cuore della città.
  • La Chiesa di San Bavone: considerata la più grande chiesa di Olanda. Al suo interno è custodito uno degli organi più belli di tutta Europa.
  • Il Mulino de Adriaan: un antico mulino che oggi ospita un interessante museo.
  • Il Museo Teylers: il museo più antico di tutti i Paesi Bassi.

Come arrivare a Haarlem

Il mezzo più comodo per raggiungere Haarlem da Amsterdam è sicuramente il treno che ti porterà a destinazione in soli 15 minuti.

In alternativa puoi anche prendere l’autobus diretto ad Haarlem in partenza dalla stazione di Elandsgracht che impiega circa 40 minuti.

11 – Delft

Delft è celebre per le sue ceramiche bianche e blu.

Se pensi che sia una località turistica e affollata, ti sbagli: Delft, infatti, è una meta decisamente ancora molto autentica e tranquilla che potrai visitare con calma in una giornata partendo da Amsterdam.

Tra le visite imperdibili ci sono quella alla Royal Delft, l’unica fabbrica di ceramica ancora attiva in città e quella al Vermeer Centrum, dove potrai immergerti nell’arte del celebre pittore olandese.

Delft

Ovviamente concediti un po’ di tempo per camminare senza meta tra le stradine del centro storico per raggiungere l’Oude Delft Canal dove si trova la Chiesa Vecchia (Oude Kerk) e poi il Markt, la piazza centrale, con la sua Chiesa Nuova (Nieuwe Kerk).

Come arrivare a Delft

Per arrivare a Delft da Amsterdam potrai prendere il treno dalla Stazione Centrale che in circa un’ora ti accompagnerà direttamente a destinazione.

In alternativa esistono diversi tour organizzati che prevedono anche altre tappe nel corso della giornata.

12 – Utrecht

Utrecht, famosa per la sua Università, è una cittadina vivace e allegra che, bisogna dirlo, meriterebbe sicuramente più di una giornata per essere goduta veramente.

In ogni caso potrai sicuramente raggiungerla in giornata e organizzare un itinerario per visitarne i luoghi più importanti ed emblematici.
Io ti suggerisco, ad esempio:

  • Duomo di Utrecht: una delle attrazioni imperdibili della città. Questa chiesa in stile gotico è caratterizzata da una torre alta ben 112 metri che è rinomata per essere la torre più alta dei Paesi Bassi. Al suo interno si trovano ben 50 campane che vengono ancora suonate a mano ogni sabato.
  • Piazza Neude: il cuore della città e luogo di ritrovo dei cittadini di Utrecht.
  • Rietveld Schroder House: opera del designer e artigiano Gerrit Rietveld che l’ha progettata nel 1924. Questa abitazione è stata dichiarata Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’UNESCO e rappresenta una vera e propria opera d’arte del design moderno.
  • Museo Ferroviario di Utrecht: museo dedicato alle ferrovie olandesi.

Come arrivare a Utrecht

Per raggiungere Utrecht da Amsterdam ti consiglio di utilizzare il treno che ti accompagnerà a destinazione in circa 30 minuti.

13 – L’Aia

L’Aia è la sede del governo olandese ed è una città decisamente meno turistica e affollata rispetto ad Amsterdam.

Anche in questo caso secondo me vale la pena fermarsi almeno un paio di giorni in città, ma se desideri organizzare un itinerario di un giorno, tieni a mente queste tappe.

  • Il museo Mauritshuis: la più importante istituzione museale della città dove potrai ammirare anche il celebre dipinto di Vermeer “La ragazza con l’orecchino di perla”.
  • L’Oude Molstraat: il centro storico de L’Aia con i suoi vicoli.
  • Il Grote Markstraat: la parte più moderna della città dove potrai sicuramente sbizzarrirti con lo shopping.
  • Il Vredespaleis: l’edificio che ospita la Corte Internazionale di Giustizia e che in alcuni periodi dell’anno è aperto per visite guidate.

Come arrivare a L’Aia

Anche in questo caso il mezzo migliore per raggiungere L’Aia da Amsterdam è sicuramente il treno che impiega circa un’ora per condurti a destinazione.

In alternativa ci sono sempre i tour organizzati che, anche questa volta, comprendono spesso anche altre tappe nei dintorni.

14 – Rotterdam

Infine, l’ultima escursione che ti propongo da Amsterdam è quella a Rotterdam, ma tieni conto che la città è decisamente grande e che forse ti converrebbe fermarti qui almeno un paio di giorni.

Questa città è famosa per la sua architettura moderna e contemporanea che è decisamente distante dall’idea di Olanda che forse hai in mente. Sono convinta che questa destinazione saprà sicuramente affascinarti.

Per entrare subito nello spirito della modernità di questa città ti consiglio di visitare il Markthal, un mercato multiculturale ospitato all’interno di una struttura decisamente sopra le righe, e le case cubiche del quartiere Oude Haven.

Questi edifici a forma di cubo rovesciato furono ideati negli anni Settanta dall’architetto Piet Blom. Oggi potrai visitare all’interno la casa museo Kijk-Kubus per farti un’idea di cosa significhi abitare in una di queste particolari dimore.

Molto interessanti sono anche il Museo Boijmans Van Beuningen e l’Huis Sonneveld, ma se hai poco tempo a disposizione ti consiglio, in alternativa a queste visite, di spingerti fino al quartiere Delfshaven per ritrovare l’atmosfera più antica della città.

Questa, infatti, fu l’unica zona ad essere risparmiata dai bombardamenti durante la Seconda Guerra Mondiale e conserva ancora la memoria storica di Rotterdam.

Come arrivare a Rotterdam

Anche in questo caso posso consigliarti di prendere il treno per raggiungere Rotterdam da Amsterdam. In questo modo, infatti, impiegherai circa un’ora e non dovrai fare alcun cambio.

Anche in questo caso per evitare perdite di tempo o preoccupazioni, una buona alternativa è prendere parte a un tour organizzato.

0 comments… add one

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.