PimpMyTrip.it – Viaggi Fai da Te Blog Mu Cang Chai: guida alle risaie più belle del Vietnam

Mu Cang Chai: guida alle risaie più belle del Vietnam

Mu Cang Chai non sapevo neanche esistesse quando ho cominciato a programmare il mio viaggio in Vietnam. Ma uno dei miei sogni era vedere le tanto conclamate risaie e, durante le mie ricerche, mi imbatto in un post su internet sulle risaie più belle del paese. Ed ecco lì: Mu Cang Chai. Successivamente ho anche scoperto che le agenzie e i siti web usano le foto di Mu Cang Chai per pubblicizzare i loro tour a Sapa!

Mu Cang Chai Vietnam

Anni fa, Mu Cang Chai veniva chiamata “La terra dimenticata del Vietnam” a causa della sua posizione remota e difficile da raggiungere. Nonostante ciò e nonostante le risaie (soprattutto durante la stagione del raccolto quando diventano giallo oro) attirino fotografi da ogni parte del mondo e un sacco di turismo locale, Mu Cang Chai è sempre esclusa dai tour turistici a favore della molto più turistica Sapa. Detto ciò nonostante Mu Cang Chai sia più turistica che in passato, questa zona rimane ancora autentica con un paesaggio da togliere il fiato e uno stile di vita tradizionale difficile da trovare in altre parti del Vietnam.

Mu Cang Chai è famosa per avere alcune delle più belle terrazze di riso del Vietnam tra cui Che Cu Nha, La Pan Tan e Mam Xoi Hill. Non solo le terrazze di riso si estendono in morbidi nastri intorno alle colline con effetti spettacolari, ma qui potrai anche scoprire caratteristiche culturali uniche come la vita quotidiana delle tribù delle colline, principalmente dei Hmong neri, un sottogruppo di una delle più grandi minoranze etniche del Vietnam. I bellissimi villaggi Hmong sono sparsi in tutta la regione.

Dopo 9 ore di autobus notturno da Hanoi, finalmente sono arrivata a Mu Cang Chai. Dopo i miei 3 giorni lì ho creato questa lista delle cose migliori da vedere con informazioni sulla stagione migliore, su come arrivare, cosa vedere e dove dormire.

Quando andare per vedere le terrazze di riso

Mu Cang Chai si trova sul lato occidentale della catena montuosa Hoang Lien Son, ad un’altitudine di oltre 1000 m sopra il livello del mare. Pertanto il tempo ha caratteristiche climatiche distinte rispetto ad altre parti del Vietnam.

Mu Cang Chai ha un clima tropicale monsonico che viene diviso in 2 stagioni: una secca e l’altra piovosa. La temperatura media di Mu Cang Chai è di 19,6°C, la massima è di 39°C e la minima è di 0°C. Sebbene io sia stata a Settembre e di giorno fosse caldo, alla sera ho spesso dovuto indossare il piumino. Faceva freddo!

Panorama delle risaie di Mu Cang Chai

Mu Cang Chai inoltre è una zona molto piovosa e la pioggia arriva a spot praticamente durante tutto l’anno. Quando andare a Mu Cang Chai allora? Beh i momenti migliori durante l’anno sono sicuramente quelli in cui sono più belle le terrazze di riso: in ogni mese dell’anno esse cambiano, dalle terrazze completamente allagate a quando sono verdi con le giovani piantine fino a quando diventano dorate durante la stagione del raccolto.

Il periodo ideale per visitare le risaie terrazzate di Mu Cang Chai è la stagione dell’irrigazione a maggio e giugno e la stagione della maturazione del riso a settembre e ottobre.

La stagione in cui troverai le terrazze allagate che riflettono il cielo va dalla fine di maggio all’inizio di giugno. Rimarrai stupito dallo straordinario splendore della natura in questo momento: i campi fungono da specchio che riflette il mondo. A volte l’intero campo riflette il cielo azzurro, con le donne HMong in costumi colorati che piantano e lavorano.

Donne Hmaong in abiti tradizionali a Mu Cang Chai

Nella regione si effettua un solo raccolto di riso ogni anno e il riso viene solitamente raccolto intorno a fine settembre, primi di ottobre. Da questo momento fino a quello della nuova irrigazione quando arrivano le piogge primaverili a febbraio i campi vengono lasciati a riposo, per cui non ti consiglio di andarci, è sicuramente il momento meno bello dell’anno.

Gli agricoltori aspettano che arrivi la pioggia da febbraio a maggio prima di arare e seminare. Aprile-maggio è la stagione di semina principale per il raccolto di riso di ottobre. In estate le risaie risplendono di un verde brillante ed è sicuramente un buon momento per andarci visto il clima.

Ma lo spettacolo vero si ha prima e durante la stagione del raccolto quindi tra la fine di Settembre e i primi di Ottobre: le risaie diventano giallo oro!

Come arrivare a Mu Cang Chai

Mu Cang Chai si trova sul lato occidentale della catena montuosa Hoang Lien Son  e insieme alle città di Van Chan, Tram Tau e Nghi fa parte dei 4 distretti occidentali della provincia di Yen Bai. Dista dalla capitale Hanoi di 280 km, da percorrere tutti su strade tortuose e ripide.

Arrivare a Mu Cang Chai è più complesso che non raggiungere Sapa. Prima di tutto infatti non c’è un treno diretto che colleghi la Capitale Hanoi, ma l’unico mezzo disponibile sono i bus. Ho provato anche a chiedere alle agenzie di Hanoi se era possibile organizzare un tour, ma mi hanno sempre risposto di no.

Hai quindi essenzialmente 3 modi per arrivare a Mu Cang Chai:

  1. In bus: sicuramente è il modo migliore per arrivare a Mu Cang Chai. Ci sono bus disponibili sia di giorno che di notte. Qui sul sito di 12 Go Asia trovi gli orari e la disponibilità. Il tragitto va dalle 5 ore alle 9 a seconda del bus che scegli. A dire il vero ci mettono di più di quello che ti viene detto perché i bus si fermano varie volte sia per fare rifornimento sia per pausa pranzo e bagno. Calcola quindi circa 9 ore. Noi siamo partiti alle 10 del mattino e siamo arrivati alle 7 di sera. quindi meglio optare per un bus notturno.
  2. In treno + bus: non ci sono treni diretti tra Hanoi e Mu Cang Chai. Dovrai quindi prendere il treno fino a Yen Bai (dalle 3 alle 5 ore e mezza a seconda del treno), qui scendere e prendere il bus fino a Mu Cang Chai (altri 180 km, quindi almeno 6 ore). Come vedrai quindi non è proprio conveniente.
  3. Noleggiando una moto: sicuramente un modo avventuroso, ma a parte la lunghezza del tragitto e probabilmente la pioggia, il problema è attraversare  il passo Khau Pha, una delle quattro grandi vette del Vietnam nordoccidentale, e qui tira sempre un vento fortissimo.

In teoria potresti anche noleggiare un taxi, ma il prezzo è veramente proibitivo, si parte dai 180 euro solo andata!

Per i tour: sebbene le agenzie di Hanoi non vendano tour a Mu Cang Chai (per lo meno adesso nel 2023) ci sono agenzie che li vendono su internet. Anche qui hanno prezzi proibitivi (dai 400 € a testa per 3 giorni), ma se sei un appassionato di fotografia e il costo non è un tuo problema ti consiglio di dare un’occhiata a questi tour di Origin Vietnam. Tieni conto che il rischio però è quello di beccare brutto tempo.

Mu Cang Chai è anche collegata a Sapa da un bus giornaliero. Il tragitto è di circa 5 ore.

Sempre per quanto riguarda i tour tieni conto che se arrivi a Mu Cang Chai in maniera autonoma, praticamente tutti gli homestay e hotel possono organizzarti i tour in giornata (a costi molto più bassi), sia in moto che a piedi con un trekking. Contatta quindi il tuo host e chiedi prima di partire!

Dove dormire a Mu Cang Chai

A Mu Cang Chai l’offerta per dormire non si spreca: trattandosi di un distretto povero e ancora poco sviluppato, aperto di recente al turismo, le opzioni di alloggio sono piuttosto limitate. Trattandosi di una zona molto spartana, a parte un paio di hotel famosi e di alta qualità, il resto sono piccoli homestay familiari, molto spesso senza acqua calda e con alloggi molto basici.

Hotel a Mu Cang Chai

Prima raccomandazione: prenota tramite booking in quanto se contatti direttamente loro potresti quando arrivi essere “dirottato” su un altro homestay, mentre se prenoti tramite booking grazie al terrore che i vietnamiti hanno per le recensioni negative, sei più al sicuro.

Seconda raccomandazione: Mu Cang Chai è famosissima per il turismo locale quindi nei periodi di alta stagione tantissimi vietnamiti vanno per vedere le terrazze di riso. Prenota dunque con un buon anticipo per non perdere le offerte e gli hotel migliori.

Qui sotto trovi buoni hotel e homestay a cui dare un’occhiata.

  • Mu Cang Chai Eco Lodge: probabilmente la struttura più famosa di tutta la zona. Le camere vanno via in fretta. Offre bungalow boutique e confortevoli dormitori.
  • Hello Mu Cang Chai Homestay: questo ospitale homestay trova in un paesaggio impressionante con splendide viste.
  • Big View Homestay: quello in cui siamo stati noi. Molto spartano, ma offre un panorama pazzesco sulle risaie, acqua calda e buon cibo. Cang il proprietario è gentilissimo e offre anche tour in moto molto belli. Da non andare se non ti piacciono i ragni, ma io mi sono trovata benissimo.
  • Hmong’s Life Homestay & Trekking: altra buona scelta. Spartano, ma gentilezza, buon cibo e panorami non mancano. Organizzano anche trekking molto belli.

Cosa vedere a Mu Cang Chai

Sebbene chi va a Mu Cang Chai ci vada specialmente per le incredibili risaie, la zona offre veramente tanto altro da vedere e fare in uno o due giorni. Puoi organizzare trekking e giri in moto (io ho fatto entrambi) per andare alla scoperta di villaggi rurali, cascate, foreste di bambù e tanto altro.

Cosa vedere a Mu Cang Chai

1 – Khau Pha Pass

Situato a un’altitudine di 1.200 metri sul livello del mare, il Khau Pha Pass è uno dei passi più tortuosi, pericolosi e belli del Vietnam. Il Passo attraversa il monte Khau Pha, la montagna più alta della regione di Mu Cang Chai, e se sei fortunato e non trovi le nuvole, potrai godere di una vista panoramica della sottostante Valle di Lim Mong.

Il popolo Hmong chiama il passo le “Corna del Paradiso” perché le montagne si estendono come corni giganti, spesso coperte di nebbia e nuvole e lo vede come un luogo sacro che può calmare il cuore.

Oggi il Passo Khau Pha è molto famoso soprattutto per i fotografi e per chi ama il parapendio, infatti ogni anno si tiene a settembre una manifestazione chiamata “Volare sulla stagione dorata” (Bay trên mùa vàng).

2 – Corn house

Una delle cose più interessanti da vedere a Mu Cang Chai è sicuramente una casa tradizionale Hmong in legno e bambù. Il 90% della popolazione infatti è di etnia Hmong e vive qui da secoli, coltivando riso, pannocchie e altre verdure. Le loro case vengono costruite sui fianchi delle montagne e lo stile architettonico è lo stesso indipendentemente che la famiglia sia ricca o povera. Le case Hmong vengono anche chiamate “stilt houses” perché sono costruite su palafitte.

Corn House in Mu Cang Chai

Generalmente le case hanno due piani: uno sottostante costituito in genere da 3 scomparti (uno principale e due laterali) e uno superiore “unico” che viene usato sia per vivere sia per essiccare le pannocchie di mais! Dei 3 scomparti al piano inferiore quello centrale, normalmente il più grande, è destinato al culto degli antenati, all’accoglienza degli ospiti e al consumo dei pasti. Il vano di sinistra è destinato alla cucina e anche alla camera da letto dei padroni di casa mentre il vano di destra è destinato al camino e alle camere da letto per gli ospiti.

Le case vengono chiamate anche corn house proprio per il piano superiore che viene utilizzato per posizionare le loro cose come riso e mais dopo il raccolto. Questi prodotti vengono messi qui per evitare che si formino muffe o tarli. Questo piano è anche la camera da letto per gli ospiti. In genere alle donne non è consentito dormire al piano di sopra.

Le case tradizionali del popolo Hmong hanno il tetto di tegole su una struttura di legno. Con questi materiali la casa sarà più calda d’inverno e più fresca d’estate.

3 – Foresta di bambù

A circa 20 km dalla città di Mu Cang Chai, si trova la foresta di bambù Na Hang Tua Chu con la sua bellezza incontaminata. Con una superficie di oltre 1 ettaro e più di 60 anni di età è stata aperta ai turisti solo recentemente nel 2020. Arrivarci non è semplicissimo e il modo migliore per farlo è percorrere le piccole stradine tortuose che si snodano su e giù tra i pendii ricoperti di risaie.

Bamboo forest Mu Cang Chai

Meno famosa ma altrettanto bella è la foresta di bambù che ho visitato io che è ancora più antica e si trova nel comune di Mo De. Questa foresta di bambù viene spesso rappresentata con le fotografie sui social: il verde dei bambù si innalza verso il cielo fino a confondersi con le nuvole, attraverso il sentiero sono state disposte sedie ed altalene dove rilassarsi in mezzo a tutta questa bellezza.

Il suo proprietario è di etnia Hmong e una volta arrivato dovrai pagare un piccolo biglietto d’entrata.

4 – Kim Noi village

Durante il tour chiedi di passare anche attraverso il villaggio di Kim Noi uno dei più antichi di tutta l’area, dove l’etnia Hmong vive ancora nelle case tradizionali di legno e bambù su palafitte intervallate da stradine fangose piene di galline (attenzione che in tutta la zona di Mu Cang Chai c’è pieno di galline dappertutto!) Oltre al villaggio, il motivo per arrivarci è che dovrai attraversare alcune delle risaie più belle di tutta la regione.

Villaggio di Kim Noi

Il villaggio di Kim Noi è anche una buona scelta per alloggiare in famiglia, goderti i pasti fatti in casa a prezzi ragionevoli e interagire con i locali. Da qui, puoi fare trekking sui sentieri fangosi visitando remoti villaggi di H ‘Mong, con splendidi panorami sui pendii della montagna e osservando le attività sulle bellissime risaie a gradoni.

5 – La Pan Tan

Le risaie terrazzate nel villaggio di La Pan Tan sono state riconosciute come paesaggi nazionali dal Ministero della Cultura, dello Sport e del Turismo e sono quelle che hanno reso Mu Cang Chai una delle zone più famose al mondo per la loro bellezza.

I campi coltivati a riso si estendono lungo tutto il fianco della montagna, strato dopo strato in morbidi nastri di diverse sfumature di giallo e verde, uno spettacolo per gli occhi. Qui si trova anche la celeberrima Mam Xoi, la risaia rotonda.

6 – Mam Xoi: la risaia rotonda

Mam Xoi si trova a circa 5 chilometri da La Pan Tan ed è la risaia simbolo del Vietnam. Ti basta sapere che spesso la sua foto viene usata per promuovere (e vendere) i tour a Sapa per capire quanto famosa essa sia. L”intera collina è costituita completamente da terrazzamenti, in modo che la sua sommità abbia una forma perfettamente rotonda!

Risaia rotonda di Mam Xoi

All’arrivo (prima della ripida salita) troverai gente del posto che offre ai viaggiatori una visita guidata alla collina Mam Xoi per circa 50.000 VDN. Qui si possono fare anche bellissimi trekking.

Mam Xoi è anche molto turistica: qui troverai un bar dove assaggiare la bevanda di canna da zucchero e varie persone di etnia Hmong che posano per le foto (chiedendoti poi una mancia). C’è anche un servizio di noleggio costumi Hmong per coloro che vogliono vestirsi da Hmong e posare con lo splendido sfondo.

7 – Sang Nhu

Il punto panoramico di Sang Nhu è a soli 2 chilometri da Mu Cang Chai. Le risaie di Sang Nhu sono conosciute principalmente per la Horseshoe Hill: i terrazzamenti delle risaie qui hanno infatti la forma di un ferro di cavallo.

Risaie di Sang Nhu

8 – Tu Le Village

Il villaggio di Tu Le è senza dubbio la destinazione gastromica di Mu Cang Chai: il riso suro e appiccicoso tipico di questa zona lo trovi praticamente solo qui.

Ma non solo cibo: passeggiare per Tu Le durante la stagione del raccolto è stato magico. L’aroma del riso, l’energia vivace e le terrazze dorate sono state una delizia sensoriale. Non ho potuto fare a meno di rimanere colpita da questo lato di Mu Cang Chai.

Ho deciso di trascorrere una serata a Tu Le, rilassandomi in una famiglia locale. Mi è costato circa 300.000 VND, ma l’ospitalità? Inestimabile!

La sera, il mercato locale diventa un parco giochi gastronomico. Dai piatti tailandesi alle chiacchierate con la gente del posto, sarà una serata da ricordare.

Mentre sei a Tu Le, non perderti lo ziplining ad Aeris Hill: sfrecciare sopra i campi terrazzati, i fiumi e le maestose valli di Mu Cang Chai è a dir poco surreale e si assicura un posto tra i primi della classifica delle migliori cose da fare a Mu Cang Chai.

9 –  Cascate Mo e Pu Nhu

Se hai ancora tempo a Mu Cang Chai vale la pena allora dare un’occhiate anche alle due belle cascate della zona.

Una gita alla cascata Mo (sogno) offre un’eccellente opportunità per gli appassionati di fotografia di catturare la bellezza del paesaggio naturale di Mu Cang Chai. La cascata Mo è la cascata più visitata di Mu Cang Chai ed è situata in un piccolo canyon a cui si arriva dopo circa 30 minuti di camminata attraverso incantevoli villaggi e campi terrazzati. L’acqua cade da un’altezza di 40 metri e sicuramente durante la stagione delle piogge (cioè da Febbraio) c’è più acqua ed è quindi più bella. Per arrivare alla base della cascata Mo devi camminare per circa 30 minuti e se vuoi vedere la splendida vista dal 4° livello della cascata devi camminare un po’ più lontano. La cascata è più bella durante la stagione delle piogge, quando cade molta acqua da un’altezza di 40 metri.

A circa 10 chilometri dalla città di Mu Cang Chai si trova invece la cascata Pu Nhu. La cascata è alta 20 metri in un bellissimo ambiente roccioso, situata tra 2 ripide scogliere. La cascata di Pu Nhu è un’attrazione per coloro che sono innamorati della natura e desiderano scoprire la flora e la fauna di questa zona. Oltre ad ammirare lo splendido scenario, c’è un piccolo lago ai piedi della cascata Pu Nhu dove puoi concederti un bagno nell’acqua fresca e pulita.

Consigli per visitare Mu Cang chai

Consigli per visitare Mu Cang Chai

Questi consigli ti aiuteranno ad organizzare al meglio la tua visita a Mu Cang Chai.

  1. Prenota prima l’autobus attraverso il sito 12Go Asia soprattutto se viaggi in alta stagione (periodo fine Settembre/Ottobre) perché i posti sono limitati. Opta per il bus notturno: sono comodi e non perderai tempo prezioso per il lungo spostamento diurno.
  2. Prenota il tuo alloggio tramite booking: i vietnamiti hanno paura delle recensioni negative quindi non ti dirotteranno verso altri alloggi.
  3. Sii pronto ad essere spartano! A volte negli alloggi non c’è acqua calda o ci sono dei ragni terribili. In compenso la cucina casalinga è buonissima e vivrai veramente i tuoi giorni come la gente del posto.
  4. Metti in valigia le cose giuste: a Mu Cang Chai di sera fa freddo anche in estate, quindi porta una tuta o un piumino per la notte e le fresche serate. Piove spesso per cui porta assolutamente una mantella come questa qui che ti ripari dalla pioggia. Porta un paio di scarpe da trekking!
  5. Fai un’assicurazione di viaggio: Mu Cang Chai si visita spesso con la moto e le strade e stradine che farai su e giù per i pendii sono veramente terrificanti. Sebbene le persone che in genere conducono le moto siano veramente dei manici, prevedere un’assicurazione di viaggio è indispensabile. Poi quando vedrai che casco ti danno per la moto, capirai che questo è il miglior consiglio che io possa darti!
0 comments… add one

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.