PimpMyTrip.it – Viaggi Fai da Te Blog 10 Libri sulla Colombia da Leggere Prima di Partire

10 Libri sulla Colombia da Leggere Prima di Partire

La scena letteraria della Colombia è piena di autori ispirazionali, pluri premiati e vincitori di premi Nobel, che offrono le loro prospettive sul presente e sul passato della Colombia. Di seguito sono riportati i 10 libri sulla Colombia per una comprensione più approfondita del paese e che dovresti leggere e prima di intraprendere un viaggio.

libri-sulla-colombia

La Colombia è una meta affascinante, complessa e particolarmente indicata per i viaggiatori dallo spirito avventuriero e temerario.

È una terra di storia e di cultura, terra in cui potrai godere del panorama di due oceani, l’Atlantico e il Pacifico, crogiolarti al sole su una spiaggia del Mar dei Caraibi, imbatterti nella catena montuosa delle Ande, osservare la natura maestosa della foresta Amazzonica fino ad arrivare ai paesaggi desertici.

Una terra da scoprire e un viaggio da organizzare, per essere consci sia di ciò che non si può assolutamente evitare di vedere sia delle sue caratteristiche più travagliate e controverse.

Se hai deciso di intraprendere un viaggio in Colombia, potresti iniziare a conoscere di più su questo stato sudamericano, così particolare, leggendo qualche libro.

Qui di seguito ti consiglio 10 libri sulla Colombia, suddivisi tra storie di vita vissuta e romanzi, che dovresti leggere prima di partire!

1 – Cent’anni di solitudine, Gabriel Garcìa Márquez

cent-anni-di-solitudineLa bibliografia del “Gabo”, così era soprannominato lo scrittore colombiano premio Nobel per la letteratura nel 1982, sarebbe interamente da leggere e rileggere, non solo per via della destinazione del tuo prossimo viaggio in Colombia, che ha dato i natali all’autore, ma anche e soprattutto per l’immenso valore letterario che la sua opera omnia rappresenta.

Cent’anni di solitudine è sicuramente uno dei libri più celebri di Gabriel Garcìa Márquez, conosciuto in tutto il mondo e ritenuto una delle opere più importanti del XX secolo.

La storia della famiglia Buendìa si racconta, nel corso della narrazione, attraverso le sue sette generazioni abitanti la piccola città immaginaria di Macondo fondata dal patriarca della famiglia, in un connubio di chiaroveggenza, storia e susseguirsi di vicende davvero complesse da riassumere, come complessi sono i suoi personaggi e le loro vicissitudini.

L’ambientazione è la Colombia caraibica, l’atmosfera che viene creata incredibilmente unica e magica per un romanzo a tratti complesso, incredibile e singolarmente indimenticabile.

2 – Notizia di un sequestro, Gabriel Garcìa Márquez

notizia-di-un-sequestroQuesto romanzo tratta uno degli argomenti più spinosi e delicati della quotidianità colombiana: il narcotraffico. Ambientato in Colombia, la storia narra del reale e avvenuto sequestro di dieci persone da parte di alcuni malviventi legati al noto signore della droga Pablo Escobar.

I rapitori, dopo aver sequestrato dieci persone di spicco della realtà colombiana, tentano di ottenere un riscatto in cambio dei loro ostaggi: modificare un testo di legge riguardo ad una possibile estradizione negli Stati Uniti.

Questo libro ha tutta l’aria di un reportage vero e proprio, anche se la storia è narrata sapientemente dal premio Nobel Garcìa Márquez tanto da renderlo un romanzo.

Prima di raccontare questa storia, l’autore ha incontrato personalmente i protagonisti che hanno subito il sequestro per carpire le informazioni necessarie alla stesura del testo. La raccolta di testimonianze e racconti durò tre anni.

3 – Millevite – Viaggio in Colombia, Silvia di Natale

millevite-viaggio-in-colombiaUn reportage di viaggio, un libro che racconta la Colombia più autentica e vera, che si occupa e si preoccupa di dar voce a chi questo paese lo vive veramente.

Nei suoi racconti di viaggio, Silvia di Natale racconta vite e esistenze che narrano le tante sfaccettature complesse di una nazione in cui, in realtà, la gente risulta essere molto felice.

Nonostante le tante contraddizioni e le difficoltà, lo spaccato sociale che si deduce da questi racconti è più che positivo. 164 esperienze, 164 vite narrate dall’autrice che ha vissuto in prima persona i luoghi, le persone, i racconti di una Colombia veramente tutta da scoprire.

L’autrice riporta dialoghi con svariate tipologie di persone, dai militari ai contadini, dagli indigeni ai sindaci. Tante esperienze, tante vite che raccontano una Colombia differente, al di là degli stereotipi internazionali che da sempre la raccontano.

4 – Non sapevamo giocare a niente, Emma Reyes

non-sapevamo-giocare-a-nienteEmma Reyes, attraverso uno scambio epistolare con l’amico German Arciniegas durato circa trent’anni, racconta la sua infanzia, tra povertà e trascuratezza in una Bogotà dei primi decenni del Novecento.

Nulla dell’infanzia della pittrice fa presagire un futuro roseo e di successi, come poi in realtà avvenne.

Tra l’apatia e la trascuratezza di una sorta di tutrice, la signora Maria, il destino che ha messo a dura prova le sorelle Reyes e tante, troppe incombenze per due bambine così piccole, la storia si evolve come si snocciolerebbe un romanzo, con una fluidità nello scrivere che poco ricorda uno scambio di lettere.

Le protagoniste di questa storia, Emma e la sorella, si ritrovano a superare l’infanzia con non poca fatica, ad essere succubi di una signora severa ed esigente, a vivere in un convento dalla disciplina arcaica e rude fino a sopravvivere al corso degli eventi.

La conclusione della storia, comunque, ha un lieto fine: il successo della pittrice e l’evolversi rasserenato di una bambina che diverrà donna realizzata.

5 – Vita felice del giovane Esteban, Santiago Gamboa

vita-felice-del-giovane-estebanNativo di Medellin, il protagonista del romanzo di Gamboa, Esteban Hinestroza, è uno scrittore non proprio affermato che tenta di campare con servizi giornalistici e che decide di tirare le somme ripercorrendo la propria vita mettendola nero su bianco.

Esteban tira le fila della propria esistenza raccontando delle persone incontrate durante il proprio percorso. Queste persone, fondamentali per la comprensione della vita in sé, in qualche modo, hanno influito sulla sua esistenza e sulla presa di coscienza riguardo molte dinamiche sociali.

Descrivendo le storie delle persone che hanno contribuito alla sua formazione, Esteban si trova a doversi confrontare con le problematiche civili del proprio Paese e ne comprende la tragicità.

È un romanzo che può ritenersi un percorso, un viaggio che il protagonista intraprende per comprendere sé stesso, oltre che la società, il suo essere scrittore in conseguenza alle proprie esperienze e alle esperienze di tutti quelli che, consapevoli o meno, hanno influenzato il suo destino.

6 – Il rumore delle cose che cadono, Juan Gabriel Vásquez

il-rumore-delle-cose-che-cadonoAmbientato a Bogotà, questo romanzo racconta la brillante vita di Antonio Yamarra, giovane uomo di legge, professore stimato e detentore di una cattedra prestigiosa, la cui carriera e vita è un connubio di successo, ammirazione e stile.

Giocando a biliardo in una delle sale di calle 14, Antonio incontra Ricardo Laverde, ex galeotto che stravolgerà la sua esistenza così perfetta e luminosa: Ricardo verrà assassinato e questo cambierà per sempre la vita di Antonio.

Desideroso di comprendere di più sulla vita dello strano compagno di sventura, Antonio intraprende una ricerca ossessiva su chi fosse Ricardo e sul motivo del suo assassinio.

La Colombia che fa da scenario agli avvenimenti che cambieranno per sempre la vita di Antonio è quella degli anni Settanta, una Colombia in mano agli operatori di pace e ancora ignara del destino a lei riservato.

7 – Colombia: una commedia degli errori, Victoria Kellaway e Sergio J. Lievano

commedia-degli-erroriDovrai leggere questo libro se il tuo intento è quello di fermarti in Colombia il tempo necessario per assaporare veramente la nazione, se avrai la possibilità di confrontarti con i colombiani e farai davvero poco turismo ma il tuo intento sarà quello di immergerti nella cultura del posto.

Il libro di Victoria Kellaway e Sergio J. Lievano racconta, in maniera colorata e apparentemente leggera, la società colombiana con un tono ilare ma pur sempre veritiero, trasmettendo al lettore alcuni punti fondamentali della cultura sudamericana.

È un libro illustrato, il testo è accompagnato dalla maestria grafica di Sergio J. Lievano e le sue illustrazioni rendono la lettura ancor più piacevole.

Una lettura sarcastica ma profondamente ragionata, con un grande significato intrinseco, che racconta una società caratterizzata da convinzioni e credenze.

8 – Brevi passi da Bogotà: i viaggi nella nuova Colombia, Tom Feiling

brevi-passi-da-bogotaUn viaggio letterario nella storia della Colombia, un’analisi del suo passato che porta a prendere coscienza di un futuro attuale così tanto complesso da comprendere.

È questo che narra il libro best seller di Tom Feiling, occupandosi di ripercorrere i passi più importanti della storia colombiana dopo che l’autore si è interfacciato direttamente con gli autoctoni per una visione più veritiera e realistica della condizione sociale in cui il Paese si trova.

Un libro importante se hai voglia di comprendere cosa caratterizza la Colombia, nel senso più storico e profondo del termine.

9 – Prigioniera, Clara Rojas

prigionieraImprigionata insieme al politico Ingrid Betancourt per ben sei lunghi anni, Clara Rojas, avvocato e fidata collaboratrice della Betancourt, racconta, tra le pagine di questo libro, una detenzione cui si è dovuta sottoporre per non abbandonare Ingrid, rapita dalle FARC, le Forze Armate Rivoluzionate della Colombia.

In questi anni di prigionia, Clara Rojas è diventata madre, ha dovuto lottare per respingere la violenza dei carcerieri e ne è uscita sana e salva nel 2008.

Questo libro racconta le difficoltà, la resilienza e il coraggio di una donna che non ha mai abbandonato la speranza di salvarsi oltre a mettere in evidenza il problema dei rapimenti in Colombia.

10 – Nell’inferno dei narcos, Diario di un’italiana in Colombia in fuga per la vita, Miriam Marcazzan con Pino Scaccia

nell-inferno-dei-narcosUn vero e proprio diario che racconta l’esperienza di una donna italiana, Miriam Marcazzan, con il traffico di droga dalla Colombia all’Italia.

Prestatasi per diventare un “mulo” e trasportare cocaina dallo stato sudamericano al Bel Paese, Miriam viene fermata, arrestata dalla polizia colombiana e rinchiusa nel carcere colombiano Buen Pastor.

La storia racconta della sua esperienza in carcere, delle violenze fisiche e psicologiche subite, del rapimento ad opera delle FARC, le Forze Armate Rivoluzionarie Colombiane, dell’amore per il proprio carceriere da cui avrà un bambino e del ritorno in Italia, finalmente, con il piccolo al seguito e dopo aver scontato la sua pena per il reato commesso.

Ho scritto in questo post 10 libri sulla Colombia da leggere prima di partire, ma ce ne sono altri a cui vale la pena dare un’occhiata:

Pablo Escobar. Il padrone del male: scritto dal figlio Juan questo libro è uno sguardo ravvicinato non solo del più grande narcotrafficante della storia, ma anche di un padre e un (pessimo) marito. A tratti secondo me è “un po’ di parte”, ma vale la pena leggerlo se vi interessa l’argomento.

Il cartello: sempre legato al mondo del narcotraffico, non è un documentario, ma un romanzo crudo ed avvincente.

Killing Pablo: probabilmente il miglior libro che puoi trovare su Pablo Escobar. Un libro ben scritto, mai noioso, pieno di aneddoti e di particolari.

Hai letto dei libri sulla Colombia che non ho citato e che varrebbe la pena inserirli in questa lista? Se si lasciamelo nei commenti!

0 comments… add one

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.