PimpMyTrip.it - Viaggi Avventura > Blog > Viaggi Avventura > Asia e Medio Oriente > Kuala Lumpur, le 18 Migliori Cose da Vedere e Fare (nel 2019)

Kuala Lumpur, le 18 Migliori Cose da Vedere e Fare (nel 2019)

– Posted in: Asia e Medio Oriente

Kuala Lumpur è senza dubbio una delle destinazioni più visitate dell’Asia, Destinazione molto famosa, è probabile che se decidi di visitare la Malesia, il tuo volo atterrerà proprio qui.

Ma non solo. Kuala Lumpur è anche un ottimo scalo e uno dei più frequentati, per i voli che vanno poi in altri paesi del Sud – Est asiatico o addirittura, verso l’Australia.

Io l’ho visitata quest’anno (2019) in occasione del Capodanno cinese (martedì 5 febbraio), e ci ho trascorso una settimana intera.

kuala-lumpur-cosa-vedere

Le date delle celebrazioni del Capodanno cinese variano tra la fine di gennaio e l’inizio / metà febbraio, a seconda dell’anno.

Qualunque sia lo scopo della tua visita, che si tratti di una sosta, di una tappa del tuo itinerario nel sud-est asiatico o di uno scalo, ho messo insieme un elenco di tutte le cose da vedere e fare in questa incredibile città (nel 2019).

Introduzione a Kuala Lumpur

Kuala Lumpur tradotto letteralmente significa “confluenza fangosa”. Non è il nome più attraente per una città, vero? Il suo nome deriva dal fatto che questa metropoli incredibilmente moderna nasce tra foreste selvagge e spesso l’aria è umida e pesante.

Alla luce di questo si capisce bene che “confluenza fangosa” è in qualche modo una definizione abbastanza adatta.

La caratteristica distintiva di questa città è la sua diversità. È una città che malesi, indiani e cinesi chiamano con orgoglio “casa”: la cucina locale è una deliziosa miscela di tutte e tre le culture.

La Malesia infatti è stata conquistata da inglesi, olandesi e portoghesi e ognuno di loro ha lasciato un segno ben distintivo, anche e soprattutto per quello che riguarda la religione: la religione ufficiale del paese è l’Islam, ma vedrai anche indizi di induismo, buddismo e cristianesimo.

Cammina per la città e vedrai i moderni grattacieli accanto alle moschee nel tradizionale design islamico.

Nella mia esperienza ho esplorato, vissuto avventure e mangiato un sacco e non vedo l’ora di esplorare più della Malesia. E puoi trovare anche hotel a prezzi accessibili, quindi stai tranquillo che anche il tuo portafoglio sarà abbastanza salvo.

Dalle tipiche mete turistiche ai luoghi d’interesse ben battuti, ecco la mia lista delle migliori cose da vedere e fare a Kuala Lumpur.

1 – Petronas towers e il KLCC (Kuala Lumpur City Center)

torri-gemelle-petronas

Come non nominare per prime l’unico ed indiscusso simbolo di Kuala Lumpur? Le Petronas Towers (questo il sito ufficiale), le torri gemelle, le puoi vedere ovunque, sugli articoli dei blog, su google e su tutti i social.

Insomma, non puoi non conoscerle, nemmeno se a Kuala Lumpur non sei mai stato: la loro immagine è praticamente ovunque.

Se le vuoi vedere dal miglior punto di vista allora vai al KLCC Park, un giardino di 50 acri intorno al lussuoso centro commerciale Suria Mall KLCC ed è uno dei posti migliori per vedere le Torri Petronas… anche tutti i locali lo sanno e se glielo chiedi vedrai che ti confermeranno quello che sto dicendo.

Indipendentemente da questo, il KLCC Park è anche un ottimo posto per passeggiare, specialmente nel pomeriggio, quando tutti sono fuori a godersi le cascate, i laghi e le vasche d’acqua sparse nel parco.

Ancora meglio sono gli spettacoli delle fontane del Symphony Lake alla sera.

Naturalmente, vorrai anche salire sulle Petronas Towers, che sono le torri gemelle più alte del mondo!

Puoi comprare i biglietti per il ponte di osservazione di Petronas Towers: costano RM80 ed è meglio acquistare il biglietto con almeno due settimane di anticipo, quindi assicurati di prenotarli se desideri includere questa attività nella tua sosta KL.

Attenzione, che le code possono essere orribilmente lunghe soprattutto durante l’alta stagione, nei fine settimana o intorno all’ora del tramonto, ma puoi ovviare a questo e risparmiare un po’ di tempo acquistando un biglietto “Salta la fila”.

Tuttavia, credo che la vicina KL Tower sia un’opzione molto migliore per le vedute delle Petronas Towers dal suo Skydeck e in genere non ci sono file.

2 – Vivi l’Hari Raya a Kampung Baru

Dirigiti verso il quartiere di Kampung Baru per esplorare il centro culturale e storico di KL che è diverso da qualsiasi altra parte della città. Vedrai alcune delle ultime case tradizionali malay rimaste in città accanto ai moderni grattacieli, il che è piuttosto interessante.

Mi è stato detto che nei prossimi anni, la maggior parte delle case malesi tradizionali saranno abbattute per nuovi progetti immobiliari, quindi se sei abbastanza fortunato da essere in città prima che ciò accada, assicurati di dare un’occhiata e di non perderti queste ultime reminiscenze degli anni che furono.

E assicurati di fermarti e provare lo street food. Questo è un ottimo posto per sperimentare sapori locali senza altri turisti (e ovviamente senza prezzi turistici) in particolare durante i giorni dell’Hari Raya (Ramadan) quando alla sera compaiono banchetti ricchi di cibo e dolci.

Una festività molto importante che si festeggia a Kampung Baru è il Hari Raya Aidilfitri, la fine del Ramadan, che nel 2019 si tiene il 5 e 6 giugno.

3 – Fai un giro in barca sul fiume Selangor

Se come me preferisci la natura alle grandi città, questa è un’idea che potrebbe piacerti.

Ci sono pochi posti al mondo in cui puoi sperimentare la magia delle lucciole sincrone (un sacco di questi magici insetti che brillano all’unisono).

È uno spettacolo così incantevole, infatti, che quando ho sentito che queste particolari lucciole che emettono luce in sincronia si trovano appena fuori Kuala Lumpur, vicino al villaggio sul mare di Kuala Selangor, ho deciso di dedicare un giorno per vederle.

L’intera esperienza, in barca nel silenzio, è durata circa 20 minuti, ed è stato molto bello vedere le lucciole illuminare le mangrovie all’unisono. Se vuoi uscire dalla frenetica città e vedere un piccolo villaggio di pescatori e Madre Natura al suo meglio, questa potrebbe essere una bella aggiunta alla tua visita a Kuala Lumpur.

Come farlo senza tour organizzato:

Sinceramente non ho trovato molte informazioni su questo online.

Abbiamo preso in considerazione l’idea di prendere i mezzi pubblici, ma l’ultimo autobus della giornata per KL lascia Selangor verso le 18:00, il che rende impossibile vedere le lucciole.

Una scelta sarebbe taxi o Uber.

In genere è molto meglio prendere un tour come questo che include giro in barca, le Batu Caves (vedi dopo) e una cena a base di pesce nel villaggio di pescatori di Kuala Selangor.

La gita a Kuala Selangor dura poco più di un’ora e se ti fermi anche a Monkey Hill e fai una cena a base di pesce, aspettati che l’escursione duri circa 5 ore in totale.

4 – Batu Caves

batu-caves-KL

Nel profondo di una montagna di pietra calcarea, appena fuori dalla città di Kuala Lumpur, c’è una grotta. Più che una grotta, in realtà si tratta di un’immensa cattedrale naturale con pareti che si estendono quasi fino al cielo, con uccelli che volano in alto e scimmie selvagge che corrono su e giu per le pareti rocciose.

Queste sono le Batu Caves, il tempio indù più importante al di fuori dell’India, dedicato a Lord Murugan, una divinità indiana. In realtà, le grotte che ospitano i templi delle caverne indù sono 5 .

Queste grotte sono anche dove si tiene l’incredibile festival Thaipusam di KL (che nel 2020 si terrà l’8 di Febbraio, mentre nel 2019 si festeggia lunedì 21 Gennaio).

A sinistra delle scale si trova la statua più alta del mondo di Lord Murugan (alto 43 metri), che brilla così tanto sotto il sole da dover indossare gli occhiali per guardarla.
La statua è stata un progetto ambizioni e costoso:

Costo: circa 24 milioni di rupie (392 830 dollari USA)
Composto da: 1550 metri cubi di cemento e 250 tonnellate di barre d’acciaio
Vernice dorata: 300 litri
Tutti i materiali sono stati portati dalla Tailandia

Le Batu Caves sono diventate un luogo di pellegrinaggio non solo per gli indù malesi, ma per gli indù di tutto il mondo provenienti da paesi come l’India, l’Australia e Singapore.

Abbiamo adorato le Batu Caves ed è sicuramente uno dei punti salienti di Kuala Lumpur. Ma preparati a salire 272 gradini per arrivare alla grotta … un bell’ esercizio fisico!

In cima, si entra e si sale su una rampa di scale più breve, che conduce a una serie di statue e santuari indu. Ci sono luci all’interno e una grande apertura che lascia entrare la luce naturale, quindi non è necessario portare una torcia o altro.

Dove si trovano: 13 km a nord di Kuala Lumpur, in Malesia
Come arrivare: prendi il no. 1 stazione KTM Seremban Line per Batu Caves (a 30 minuti di treno dalla stazione KL Sentral)
Quanto costa: gratis
Orari di apertura: la grotta del tempio è aperta dalle 08:00 alle 20:30
Cosa indossare: devi indossare abiti che coprano le ginocchia e le spalle. Indossa scarpe comode per salire 272 gradini! Ricordati di portare l’acqua (o comprarla a terra prima di iniziare a salire).

Consiglio spassionato: evita di prendere un taxi, dato che sono noti per farti fare una lunga strada. Questo è successo a noi, e la nostra tariffa era più che tripla di quello che avrebbe dovuto essere.

5 – Vedere il Museo delle arti islamiche e la moschea nazionale

Situato proprio accanto al Perdana Botanical Gardens, un altro meraviglioso spazio verde in KL, la Moschea Nazionale e il Museo delle Arti Islamiche (IAMM) sono un ottimo modo per trascorrere qualche ora soprattutto quando piove.

Il Museo delle Arti Islamiche mostra incredibili esempi di arte e artigianato islamico attraverso i secoli, con gallerie che ospitano tessuti, ceramiche, armature e armi, lavori in metallo e tanto altro.

Che tu abbia o meno un interesse specifico per le arti islamiche, questo museo merita una visita per la sua splendida architettura, con ampi spazi luminosi e per il fatto che non è invasa da gruppi di turisti. L’ingresso è un vero affare a soli RM14.

Proprio accanto al Museo troverete la Moschea Nazionale, costruita nel 1965 e un vero spettacolo con il suo scintillante pavimento di marmo, i foyer colonnati e la grande sala di preghiera. L’ingresso è gratuito ma non è consentito durante gli orari di preghiera – visita la mattina dalle 9 alle 12 per essere sicuro di trovarlo aperto ed evitare il venerdì quando è affollato di fedeli.

6 – Melawati Hill (Monkey Hill)

Sono molto combattuta sulla Monkey Hill. La maggior parte dei gruppi di turisti si ferma qui nel tour per vedere le lucciole.

In realtà non avevamo intenzione di andarci, ma il nostro autista ci disse a metà del tragitto che ci saremmo fermati a Melawati Hill per vedere le scimmie (con cui io in genere ho un pessimo rapporto).

Nota di viaggio responsabile: è sempre meglio evitare di dare cibo agli animali selvatici e quindi posti come questo in realtà non mi piacciono per niente, ma dato che eravamo lì, mi sono messa il cuore in pace e osservato le scimmie.

Onestamente, mi è piaciuto vedere le scimmie, ma vedere i turisti dargli da mangiare mi ha messa a profondo disagio. Non consiglierei di andarci, ma se hai intenzione di vedere le lucciole a Kuala Selangor questo stop è a volte incluso nel tour.

7 – Esplora una vera foresta al FRIM!

Kuala-Lumpur-FRIM

Se decidi di trascorrere a Kuala Lumpur qualche giorno avrai anche il tempo di visitare l’Istituto di ricerca forestale della Malesia (FRIM) dopo essere andato alle Batu Caves, poiché le due attrazioni distano solo 10 minuti di auto l’una dall’altra.

Non ci sono mezzi pubblici per il FRIM ma se decidi di andarci e prendere un taxi dalle Batu Caves, occhio a non farti fregare.

La FRIM è una riserva forestale governativa di 500 acri, che consente ai visitatori di sperimentare la bellezza e la biodiversità delle foreste pluviali della Malesia senza doversi allontanare dalla città.

Questo non è solo un parco cittadino: troverete alberi secolari, un fiume, sentieri, un’area con case tradizionali e persino un passaggio pedonale, il punto forte del FRIM per la maggior parte dei visitatori.

8 – Cammina sui ponti sospesi di KL Forest Eco Park

Situato nella foresta di Bukit Nanas, l’ecoparco è stato creato per preservare l’ambiente naturale e la foresta nel centro di Kuala Lumpur. Pensa a una vera giungla situata in una giungla di cemento.

Apparentemente ci sono animali liberi, come le scimmie, nella riserva. Tuttavia, quando l’abbiamo visitato non ne abbiamo visto neanche uno.

Devi camminare su e giù per le scale per arrivare in cima. Nel complesso ci sono voluti circa 30-45 minuti per completare la passeggiata, comprese le pause per le foto!

Cosa indossare: indossare scarpe comode da passeggio e qualcosa di traspirante, in quanto ci si deve arrampicare e con il caldo umido opprimente, si suda molto. Porta spray per insetti: sei circondato da una lussureggiante foresta verde quindi ci sono le zanzare.

Orario di visita: dalle 7:00 alle 18:00 tutti i giorni compresi i fine settimana e i giorni festivi.

9 – Ridi la notte al Crackhouse Comedy Club

Se stai cercando un posto divertente, vai al Crackhouse Comedy Club. Gli spettacoli sono ogni venerdì e sabato sera, così come il mercoledì. A soli 20 MYR di mercoledì questa è una serata abbastanza conveniente, e gli spettacoli sono in inglese.

Questo è il mio grosso rimpianto, dal momento che non siamo riusciti ad andarci (a causa dei tempi), e lo inseriremo sicuramente nella nostra lista per la nostra prossima visita a Kuala Lumpur.

10 – Prendi l’high tea

Essendo che la Malesia è stata colonizzata dalla Gran Bretagna, non sorprende che l’ora del tè sia una tradizione che ha preso piede con il popolo malese ed è ancora praticata oggi.

Ci sono molti posti in città dove puoi provare l’high tea – completo con la tua miscela preferita e una varietà di prelibatezze e stuzzichini!

11 – Prova lo Street Food

streetfood-kuala-lumpur

La Malesia è conosciuta per il cibo, e diciamo solo che questa era una delle cose che più ci aspettavamo. Con le opzioni cinesi, indiane e malesi in giro per la città, è difficile smettere di mangiare in questo paese.

Fatto interessante: la Malesia ha il più alto tasso di obesità nel Sudest asiatico, e posso capire perché! Ovunque si mangia e si trovano dei manicaretti deliziosi!

Dove trovare lo Street food:
I due posti di cui ho letto online per trovare lo Street food sono Hutong 10 e Jalan Alor. Dirò che entrambi sembravano molto più orientati verso i turisti che non verso i locali, e i prezzi lo rispecchiavano.

Comunque è un posto divertente da provare o per prendere una birra e il cibo è sicuramente la buono, anche se i ristoranti offrono quasi tutti lo stesso menu.

Stai cercando un food tour? Io ti consiglio questo qui su Getyourguide che secondo me è molto interessante in quanto sarai accompagnato da una guida locale esperta che ti spiegherà un sacco di cose.

Se invece vuoi imparare a cucinare un vero piatto malese qui trovi questo tour con giro al mercato e lezione di cucina con un host locale!

Dove vanno i locali: ci sono molti altri posti che sono frequentati dalla gente del posto, ma una zona in particolare che abbiamo trovato di avere un’ottima scelta è stata la strada Jalan Raja Muda Musa a Kampung Baru. E a differenza di Jalan Alor Street, eravamo gli unici stranieri in vista.

Ma non fissarti a mangiare qui. Un saggio consiglio che abbiamo ricevuto su KL è stato questo:

“Non andare troppo lontano per trovare un ristorante specifico, perché ci sono 10 posti altrettanto buoni sulla strada”.

È vero.

Non c’è carenza di ottimi posti per mangiare in questa città. Basta entrare in un ristorante affollato da gente del posto e probabilmente avrai del buon cibo!

Cosa assaggiare, dunque?

Nasi Lemak: noto come piatto nazionale della Malesia, questo vale la pena provarlo (se mangi carne!). Il riso soffice al cocco viene servito con pasta di peperoncino tradizionale, pollo fritto, uovo sodo (o fritto) e acciughe croccanti. Di solito viene consumato per colazione, ma puoi trovarlo praticamente in qualsiasi momento della giornata.

Putu Bambu: Probabilmente l’avremmo saltato se non l’avessimo assaggiato nel nostro tour a piedi gratuito. Questi gustosi dolcetti sono fatti di farina di riso, zucchero di canna, un pizzico di sale e servito con cocco grattugiato. Il colore verde è dato dalla foglia pandan. Sono cotti a vapore in un pezzo di bambù scavato e sono davvero deliziosi!

12 – Prendi un drink con vista in un bar sul tetto

Kuala Lumpur non ha certo carenza di vita notturna, e due luoghi popolari per gustare un drink con vista sono l’Heli Lounge Bar e lo Sky Bar al Traders Hotel.

Visitare uno sky bar è una cosa molto popolare da fare a Bangkok, ed è diventata un’attrazione anche per KL.

Suggerimento per il budget: se hai un budget limitato, prova ad andare a questi bar durante l’happy hour per i migliori prezzi delle bevande.

Sky Bar al Traders Hotel: Specials giornalieri dalle 11:00 alle 21:00, il mercoledì è la “Ladies Night” e le donne possono gustare cocktail pre-selezionati gratuitamente dalle 18:00 alle 23:00

Heli Lounge Bar: Happy Hour tutti i giorni dalle 7:00 alle 21:00

No Black Tie: il bar in cima a Reggae Mansion, No Black Tie, si trova proprio dietro la strada dei pub (Changkat). I biglietti per la musica dal vivo costano circa RM50-RM100 e il prezzo include 1 drink a scelta.

13 – Fai acquisti al Mercato Centrale

Se ti piacciono i mercati, questo è grande e situato nel centro della città. È più un mercato turistico che altro, ma è comunque divertente da provare.

ll mercato centrale di Kuala Lumpur, noto anche come Pasar Seni,  comprende diverse sezioni per riflettere le varie influenze e background etnici presenti in Malesia, come le aree malese, indiana e cinese che vendono prodotti locali come souvenir e arti e mestieri.

Al piano superiore c’è anche una food court che vende prelibatezze locali e l’area di fronte al mercato è conosciuta per gli artisti di strada e spettacoli musicali.

14 – Festeggia l’Indipendenza a Merdeka Square

merdeka-square

Merdeka Square ospita una gigantesca bandiera malese e un parco, ed è di particolare importanza per il popolo malese in quanto è il simbolo della precedente occupazione britannica.

Questo è il luogo in cui venne ammainata l’Union Jack, la bandiera del Regno Unito, per issare quella Malese, al momento dell’indipendenza, il 31 agosto 1957.

Il 31 agosto segna quindi il giorno in cui la Federazione della Malesia ha ottenuto l’indipendenza dal Regno Unito e ogni anno qui si festeggia la festa nazionale del Merdeka Day. La piazza viene chiusa al traffico e la popolazione ci si reca per vedere parate ed eventi, fino alla mezzanotte, quando i fuochi artificiali illuminano il cielo.

Il punto forte della piazza è comunque l’ installazione artistica chiamata “The Countdown Clock 2020”, che conta il tempo che manca al 2020.

Si tratta di un gigantesco “fungo” a cascata che apre una fessura quando ti trovi di fronte.

Puoi quindi camminarci dentro!

Nota: il sipario si apre solo in determinati momenti della giornata. Le ore di funzionamento sono dalle 9:00 alle 12:00, dalle 14:00 alle 17:00, dalle 19 alle 21:00, dalle 21,30 alle 24:00.

Di fronte alla piazza si trova uno degli edifici più belli di Kuala Lumpur, il Sultan Abdul Samad Building in stile indo-saraceno.

15 – Visita Chinatown e Little India

chinatown-kuala-lumpur

La città vecchia di Kuala Lumpur, oggi Petaling Street e i blocchi circostanti sono conosciuti come la Chinatown di Kuala Lumpur, un caos turbinoso di negozi e bancarelle che si uniscono per formare un paradiso per i cacciatori di occasioni.

I falsi articoli firmati, i prezzi a basso costo (a seconda delle tue capacità di negoziazione) e i deliziosi ristoranti del vecchio mondo rendono questo un ottimo posto per vagare per mezza giornata.

Brickfields, conosciuta come Little India, è uno dei miei posti preferiti a Kuala Lumpur e il fatto che si trovi proprio accanto a KL Sentral lo rende una destinazione ideale per una breve sosta di KL.

Puoi trascorrere il tuo tempo a Little India mangiando deliziosi pasti vegetariani a base di foglie di banana, visitando negozi colorati e visitando templi indù: il Brickfields Shivan Temple e Sri Kandaswamy Kovil sono proprio nel cuore del quartiere.

Puoi anche fare una breve passeggiata o una corsa in taxi allo splendido tempio cinese Thean Hou, uno dei migliori punti per osservare il tramonto di tutta Kuala Lumpur (e dove, durante il Capodanno cinese, si tiene la rinomata Danza del Leone).

Per arrivare a Little India, prendi la metropolitana fino alla stazione di Kuala Sentral e dirigiti verso sud. Dopo 5 minuti di cammino, vedrai una fontana e una strada fiancheggiata da decorazioni permanenti. Segui quella strada (e gli odori) e sarai a Little India.

Per arrivare a Chinatown invece, trova il Mercato Centrale e cammina a sinistra (direzione est su Jalan Tun Tan Cheng Lock) dall’ingresso principale. Dopo circa 3 isolati, vedrai il grande cartello che segna l’inizio della strada Jalan Petaling. Questo è l’inizio di Chinatown e stranamente ha una strana somiglianza con Fremont Street nel centro di Las Vegas.

16 – Svuota il portafoglio nei Mall di Bukit Bintang

A soli 20 minuti a piedi da KLCC si trova Bukit Bintang, la zona più viva e moderna di Kuala, dove si trovano locali e centri commerciali, tra i quali sicuramente merita che ti menziono il Pavilion.

La strada principale Jalan Bukit Bintang, fa parte del cosiddetto Golden Triangle di Kuala Lumpur, centro del divertimento e l’anima commerciale della città (e che si estende nelle aree comprese tra appunto Jalan Bukit Bintang, Jalan Ampang, la parte nord di Jalan Pudu e Jalan Tun Razak).

Qui si trovano hotel e ristoranti di lusso, locali notturni e negozi di ogni genere.

17 – Visita il Parco delle Farfalle e quello degli uccelli

birds-park-kuala-lumpur

@photocredit Nicoletta Anita Umlauft

Una aggiunta di verde di Kuala Lumpur è il KL Butterfly Park, una deliziosa  serra per insetti e museo creata all’interno di un giardino. Come il vicino KL Bird Park (qui sotto), questo piccolo zoo specializzato utilizza un metodo all’aperto per permettere ai suoi abitanti di muoversi liberamente in un habitat naturale.

Il KL Bird Park è la casa di 200 specie di uccelli provenienti da tutto il mondo. Il suo concetto di volo libero consente agli uccelli di volare (cosa che fanno se il tempo non è troppo caldo). I miei preferiti sono i fenicotteri danzanti e gli Ara chiacchieroni.

E sono anche stata inseguita da un branco di cicogne!

Puoi acquistare insieme i biglietti del parco degli uccelli e di quello delle farfalle, insieme anche alla visita del Orchidea e Hibiscus Garden. Per più informazioni lo trovi qui.

18 – Fotografa ilMyBalloonFiesta a Putraya

Putraya non si trova a Kuala Lumpur, bensì a pochi km di distanza e viene chiamata la città del futuro, in quanto è stata costruita nel 1990 perché sostituisse Kuala Lumpur come centro governativo e amministrativo.

Il MyBalloonFiesta (Festa internazionale della mongolfiera di Putrajaya) è un evento annuale a Kuala Lumpur che è sicuramente un’ottima occasione per scattare foto di viaggio insolite.

Si svolge a Desa Park City e ricorda il festival Adirondack Hot Air Balloon di New York. Aspettatevi di vedere un sacco di mongolfiere a forma di lacrima, così come altre stravaganti come quelle a forma di testa di Darth Vader, un gatto, Doraemon, un pagliaccio, una testa di elefante rosa e persino una a forma di pavone gigante!

KUALA-lumpur-cosa-fare

Ti Potrebbero anche piacere:

teheran-cosa-vedere
museo-picasso-barcellona
gaudi-itinerario-barcellona
0 comments… add one

Leave a Comment