PimpMyTrip.it – Viaggi Fai da Te Blog Visitare Petra da soli per la prima volta, consigli utili

Visitare Petra da soli per la prima volta, consigli utili

Definita una delle 7 meraviglie del mondo moderno e quasi sempre tra le top 10 destinazioni nelle classifiche delle cose da vedere almeno una volta nella vita, visitare Petra resta sempre uno dei sogni più grandi di ogni viaggiatore.

Differentemente da molte altre destinazioni nel mondo, visitare Petra da soli è abbastanza semplice perché vicino all’Italia, con collegamenti aerei abbastanza frequenti, inoltre è un paese sicuro dove si può tranquillamente affittare l’auto, le persone sono estremamente gentili e l’ampia scelta di strutture ricettive è in grado di soddisfare qualsiasi richiesta, dal backpacker che vuole viaggiare low cost a chi invece preferisce concedersi un lussuoso resort.

Aggiornamento! Per chi cercasse una guida in italiano: Atef: 00962 795181278

visitare Petra tesoro

Visitare Petra: il Tesoro

Nonostante anche tra i tour operator le proposte per visitare Petra si sprechino, ogni giorno escono offerte per tutti i gusti, la città rosata resta una destinazione facile da visitare anche per i viaggiatori indipendenti.

Noi siamo andati fai da te e in questo articolo troverete alcuni consigli dopo la mia prima visita di Petra:  in che hotel alloggiare, dove mangiare, come arrivarci e quando andare.

Dove dormire a Petra

La cittadina di Wadi Musa è sorta nell’area circostante la città di Petra semplicemente in funzione del turismo, per cui la scelta di ostelli, guest house e hotel di tutte le categorie è davvero ampia.

Ci sono tre alberghi molto belli subito all’entrata del sito archeologico e vicini al Visitors Center: il Petra Guest House con il suo Cave Bar, un bar ricavato all’interno di una casa Nabatea del 1 secolo DC, il Crowne Plaza (che ha anche una bella piscina) e il Movenpick (che all’interno della hall ha anche un bancomat da cui è possibile ritirare).

Altri hotel si susseguono uno dietro l’altro e se si dispone della macchina ci sono alberghi molto belli sulla cima della collina da cui si godono bellissime vedute dall’alto di Petra.

Come arrivare a Petra

Per arrivare a Petra da Amman ci sono principalmente 3 strade. La strada a scorrimento veloce, chiamata Autostrada del Deserto, sulla quale transitano anche i mezzi pubblici, la Strada dei Re, sicuramente la più scenica ma percorribile solo con auto a noleggio o driver e la strada che fiancheggia il Mar Morto.

Per arrivare al sito archeologico di Petra, a meno che non si alloggi in un hotel dal quale sia possibile andare a piedi, alcuni hotel organizzano dei servizi navetta. In alternativa, se non si vuole essere costretti ad avere orari fissi i taxi sono comodissimi e non costano molto (circa 2 o 3 JD dal centro di Wadi Musa fino all’entrata del sito).

Se si è con la macchina, c’è un posteggio di fronte al Petra Moon Hotel, vicino alla stazione dove partono e arrivano anche gli autobus della JETT, che prestano servizio regolare tra Petra ed Amman (JETT Bus parte dalla stazione Abdali ad Amman alle 6.30 e arriva a Petra verso le 10.30).

Se viaggiate con i trasporti pubblici informatevi bene sugli orari.

visitare petra monastero 2

Monastero

Il modo più efficiente per visitare Petra da Gerusalemme, è senza dubbio quello di prendere parte a un tour organizzato: è forse più costoso (ma conviene se si viaggia da soli), ma è il modo più semplice e più veloce.

Ce ne sono diversi tra cui scegliere di durata variabile. A mio parere trascorrere più di 2 notti a Petra non è necessario. Prendere parte a un tour di 1 giorno invece potrebbe essere davvero troppo stancante.

Qui sotto vi metto 2 tour di esempio, ma ce ne sono molti altri tra cui potete scegliere:

Se invece decidete di arrivare a Petra da Gerusalemme fai da te, potete farlo sia in bus che con l’auto a noleggio (io consiglio sempre di comparare i prezzi delle compagnie di auto a noleggio su Rentalcars.com)

In bus: la scelta migliore per arrivare a Petra in bus da Gerusalemme è quella di arrivare prima a Eilat dal momento che ci sono bus regolari tra le due città. Da Eilat si attraversa il confine con la Giordania e da lì la scelta migliore è quella di prendere un taxi.

Con auto a noleggio: sono 3 i valichi di frontiera tra Israele e la Giordania. Il valico Jordan River (Sheikh Hussein) nel nord, il King Hussein (Allenby) Bridge nella zona centrale e il Terminal Yitzhak Rabin (Wadi Araba) nel sud.

Attenzione che ognuno di questi ha regole diverse. Per esempio ad Allenby non rilasciano il visto alla frontiera (dovete procurarvelo dunque prima), mentre al valico Sheikh Hussein si può ottenere, ma il valico non è aperto tutti i giorni.

Consiglio PRO (Aggiornamento 2019)

Se passi da Allenby Bridge, a differenza di Eilat, ti serve avere il visto, non puoi farlo li. C’è in effetti un modo per ovviare a questo, ovvero acquistare il Jordan Pass, che oltre a far sì che tu possa entrare senza visto ti dà anche l’accesso ad un sacco di attrazioni.

Vedi qui cosa include il Jordan Pass.

Quanto costa visitare Petra

Il biglietto per visitare Petra è abbastanza caro, ma se si decide di passarci un paio di giorni allora diventa più conveniente visto che il biglietto per la visita al sito per un giorno al momento è 50 JD, mentre per due 55JD. Little Petra è gratuita, ma per arrivarci si deve prendere un taxi (15 JD), Petra by Night invece è un biglietto a parte e costa 17 JD.

I biglietti sono acquistabili al Visitor’s Center: non accettano bancomat e quindi si deve pagare cash, in più vi chiederanno il passaporto ed il nome dell’hotel in cui siete alloggiati.

Quando visitare Petra

I momenti dell’anno migliori per visitare Petra sono la primavera e l’ autunno quando le temperature sono più miti: noi siamo andati a fine giugno e le temperature erano già molto alte, circa 40°C, ma grazie al cielo era ventilato per cui la brezza fresca ci ha fatto sentire meno la calura. Le temperature molto alte rendono difficile e faticoso visitare Petra in Agosto perché ci sono da affrontare lunghe e sfiancanti salite.

La biglietteria è praticamente sempre aperta, dalle 6 del mattino fino alle 18 della sera in estate mentre in inverno chiude alle 16. Anche l’orario di chiusura del sito archeologico cambia a seconda del periodo dell’anno, ma comunque sempre intorno all’ora del tramonto.

I momenti migliori della giornata per visitare Petra sono la mattina presto prima che comincino ad arrivare le invasioni di turisti dei viaggi organizzati e al tramonto quando i raggi del sole accarezzano l’arenaria rossa rendendola morbida come se fosse vivente. Il Tesoro a quell’ora ti lascia senza fiato per la sua bellezza.

Petra by Night

Petra by night

Petra by night (@photocredit Nick&Margherita www.thecrowdedplanet.com)

Imperdibile è lo spettacolo Petra by Night, per cui si paga un biglietto a parte (17JD) ma che vale assolutamente la pena. Cercate di pianificare in anticipo i vostri giorni di visita perché Petra by Night non si tiene tutti i giorni, ma solo il lunedì, mercoledì e giovedì. Lo spettacolo è molto coinvolgente, ci si ritrova all’entrata del sito verso le 20,30 e alle 22 e 30 si è di ritorno.

Attenzione che orari e giorni possono cambiare: verificate sempre dal SITO UFFICIALE le informazioni più aggiornate!

Quando si arriva di fronte al Tesoro, illuminato solo dalla luce di centinaia di candele il fiato si mozza in gola: ci si siede in silenzio, finché le note del flauto non riempiono lo spazio intorno. Durante lo spettacolo viene anche raccontato come doveva essere la vita al tempo dei Nabatei e il tentativo è quello di ricrearne in un certo senso l’atmosfera.

Un consiglio: nonostante le 1800 candele, la via attraverso il Siq fino ad arrivare al Tesoro può essere a tratti molto buia e in alcuni punti il percorso è sconnesso. Se non si possiede uno smartphone con la torcia allora meglio procurarsene una: rovinerete un po’ l’atmosfera e magari qualche altro turista chiederà scocciato di spegnerla, ma sempre meglio un piccolo diverbio che rompersi una caviglia inciampando nel buio.

Ultima accortezza: se riuscite mangiate qualcosa prima perché dopo rischierete di trovare tutto chiuso (come è successo a noi), di dovervi accontentare del primo (e unico) ristorante aperto e di beccare la più grossa fregatura di tutto quanto il vostro viaggio in Giordania.

Dove bere e dove mangiare a Petra

Vicino all’entrata del sito archeologico c’è una fila di ristoranti turistici uno attaccato all’altro dove la qualità non è proprio il TOP e i prezzi sono alti, ma che permettono se avete l’hotel li vicino di non dover prendere un taxi e affrontare la salita per arrivare sulla cima della collina.

Evitate come la peste nera il primo che trovate vicino all’entrata: non vi preoccupate non faticherete a riconoscerlo è l’unico sempre vuoto. Lì ho preso la più grande fregatura mai vista: abbiamo chiesto il menu coi prezzi belli indicati in inglese per non farci fregare, ma da bere ho preso una cosa che non era sul menù e me l’hanno fatta pagare 15 euro. Ho pianto per tutta la sera, se avessi potuto il ragazzino lo avrei strozzato: si è pure risentito quando mi ha chiesto la mancia e mi sono rifiutata di dargliela (contando che dalle altre parti la stessa bevanda costa 3 euro, credo che la sua mancia se la fosse già ampiamente procurata).

Se invece avete voglia di prendere il taxi (circa 2/3 JD) fatevi portare proprio a Wadi Musa dove ci sono tantissimi ristoranti locali e a parte che sui menu è scritto tutto in arabo, almeno mangerete bene. Il pollo viene venduto o mezzo o intero: prendete pure il pollo intero, sono talmente magri sti polli che succhiare due ossa in più non vi dispiacerà.

Anche all’interno del sito archeologico c’è una zona ristoro con bar e ristoranti: i prezzi sono alti e all’ora di pranzo si incontrano i turisti dei viaggi organizzati, ma è l’unico modo (oltre al ristorante self-service)  di mangiare all’interno del sito archeologico se non si è portato il necessario per un pic-nic. L’acqua in bottiglia grande costa da 1 JD in su, mentre la classica limonata con la menta costa circa 3 JD.

Come vestirsi e cosa portare per visitare Petra

Gli errori si pagano cari a volte, ma servono per imparare: è così che ho fatto una bella lista di quello che è indispensabile portare e che io, chiaramente, da viaggiatrice incosciente non avevo con me.

Occhiali da sole: quando si esce dalla camera dell’hotel alla mattina è difficile tenere gli occhi aperti proprio per la luce, immaginatevi come può essere alle due del pomeriggio in mezzo al deserto. Gli occhiali da sole vi eviteranno di dover camminare con gli occhi semi chiusi per non rimanere accecati e proteggeranno i vostri occhi dalla sabbia che inevitabilmente viene sollevata ad ogni volata di vento.

Cappello da sole o foulard: coprirsi il capo quando fa caldo è una delle cose migliori che possiate fare per evitarvi colpi di sole ed insolazioni. Quando il sole batte a 90° sulla nostra testa si può bagnare il cappellino o il foulard per stare un pochino più freschi.

Altre cose da portare con sé sono il burro di cacao, una bella crema solare e tanta acqua (anche se potrete comprarla praticamente ovunque). Le scarpe devono essere comode e da trekking, c’è tanto da camminare e in alcuni punti l’arenaria è sdrucciolevole e si rischia di scivolare; la sabbia entra ovunque per cui sconsiglierei i sandali anche se sportivi.

Come vestiti chiaramente dipende dal periodo in cui si va. In inverno può essere ventoso e alla sera può fare freddo per cui portarsi un maglione e una giacca male non fa.

Sconsiglio sempre i pantaloni corti e le canottiere perché il sole del deserto può davvero essere micidiale: nel caso ricopritevi con quintali di crema solare. A mio avviso dei pantaloni leggeri in cotone e una maglietta con manica a 3/4 sono l’abbigliamento migliore perché oltre a proteggervi dai raggi solari vi evitano anche noiose punzecchiature di insetti.

Al Visitors Center ci sono delle cartine gratuite del sito in varie lingue, anche in italiano, ma personalmente vi consiglio di acquistare una guida.

Io mi sono trovata molto bene con la Lonely Planet della Giordania che trovate su Amazon a questo link.

visitare petra colonnato

Colonnato e le Tombe Reali

Itinerario di visita di 1 giorno

Si può visitare Petra in uno o due giorni e a meno che non siate tra coloro che vogliono visitare ogni singolo anfratto del sito archeologico, secondo me 1 giorno è sufficiente.

Chiaramente se si visita Petra nella stagione estiva meglio partire presto alla mattina in maniera da potersi riposare all’ombra durante le ore più calde della giornata.

Dall’entrata al Siq si cammina per circa 5 minuti sotto il sole cocente per cui l’ombra dell’impressionante gola scavata nella roccia sarà una benedizione. Il Siq è lungo circa 1,2 km, per percorrerlo ci vuole circa una ventina di minuti, e alla fine del quale si rivela il Tesoro. Potrete aver visto migliaia di fotografie, ma quello che vi si presenterà davanti vi lascerà comunque a bocca aperta: tutte le foto del mondo non sono in grado di rendere giustizia a quella che, non a caso, è stata definita una delle 7 meraviglie del mondo moderno.

L’itinerario continua attraverso la strada delle facciate, circa una 4oina di tombe dei Nabatei scavate nella morbida arenaria fino ad arrivare al Teatro Romano. Da qui comincia una serie di bar e ristoranti dove fermarsi a prendere una bibita e un po’ di fresco: tutti hanno il wi-fi e in mezzo si trovano come al solito le onnipresenti bancarelle che vendono souvenir.

Dopo la fila di ristoranti, se si sollevano gli occhi verso destra, sopraelevate rispetto alla strada si trovano le Tombe Reali: qui l’arenaria ha dei colori incredibili, come se fosse dipinta di onde dal rosso al viola al blu grazie a ferro, calcio, manganese, rame e altri metalli, contenuti all’interno della roccia, che nei secoli si sono ossidati generando questi colori mozzafiato. Proseguendo si raggiunge la strada colonnata alla fine della quale vi è un piccolo museo e un ristorante self-service.

La salita è davvero faticosa se si decide di arrivare fino al Monastero (Ad-Dair) senza farsi trasportare sulla groppa da un piccolo asinello, ma ne vale assolutamente la pena: più grande e maestoso del Tesoro anche il Monastero è una delle foto immagini ricorrenti di una visita a Petra e i panorami da quassù ripagano degli 800 scalini ( e dei km) che servono per arrivarci.

petra-monastero

Monastero

Se si è buoni camminatori prima di uscire dal sito si può dare fondo alle ultime energie e imbroccare la faticosa salita che porta in cima fino all’alto Palazzo del Sacrificio: in realtà si tratta di una roccia dove venivano sacrificate le vittime, niente di trascendentale comunque ma la vista che si gode da in cima al Canyon su Petra sottostante vale ogni goccia di sudore che si è spremuta per arrivarci.

Visitare Petra non è solo una visita ad un sito archeologico, è una scoperta che si fa ad ogni passo sotto il sole cocente, ad ogni goccia di sudore e con la polvere negli occhi: pianificare bene la visita aiuterà a vivere al meglio la scoperta di una delle 7 meraviglie del Mondo.

visitare-petra-consigli
49 comments… add one
  • dueingiro Mag 2, 2016 @ 15:42

    Ciao Martina! ho un pò di domandine…. intanto cercavo nella tua sezione “viaggi” Iran…? ma dove é?
    Comunque, vorrei essere breve speriamo di farcela ,ehehe!
    Giordania o Iran ? Noi avremmo circa 10 giorni ad ottobre e stiamo cercando di capire quale delle due mete visitare…siamo mooolto indecisi ! Cosa dici tu ? Inoltre, a livello di prezzi, quale “costa di più”? 10 giorni sono sufficienti sia per Giordnia che per Iran, l’Iran mi sembra così grande che 10 giorni mi sembrano pochetti…meglio averne di più ? In faidate è possibile per entrambe ? Insomma, tu cosa dici ?grazie mille ! ciauu Chiara

  • Pamela Lug 2, 2018 @ 12:19

    Consigli davvero utilissimi! visiteremo Petra a metà agosto, so che come periodo non è il massimo ma abbiamo ferie solo in quel periodo! Vorremmo fare Petra By Night, è vero che i posti sono limitati? noi arriveremo in macchina da Amman e temo che non riusciremo ad essere al Visitor Centre prima delle ore 17

  • Matteo Giu 22, 2019 @ 7:19

    Ciao, per farla semplice andiamo tra la fine di luglio e iniziò agosto … so vi che ci cuoceremo ma non è il primo deserto 😉 una domanda: il Jordan pass conviene ?

  • Antonella Lug 19, 2019 @ 11:29

    Ciao Martina! Complimenti per il tuo blog, ti ho scoperta solo ora, ma giuro che non ti mollo più! Sto organizzando una vera e propria toccata e fuga in Giordania a novembre. Arriverò Aqaba il 10 per poi ripartire il 13 sera. In altre parole ho 2 giorni pieni durante i quali vorrei visitare Petra e il Wadi Rum. Hai qualche suggerimento per chi si muove da Aqaba?

    • Emarti Lug 21, 2019 @ 7:04

      Ciao antonella!
      Per andare al Wadi Rum ti conviene affidarti senza dubbio a un’agenzia o chiedere al tuo hotel di Aqaba. Con quei pochi giorni non cercare di andare coi mezzi pubblici. In alternativa se vuoi posso darti il numero di Audh.
      Grazie per aver letto il mio blog <3

      • Antonella Ago 20, 2019 @ 12:14

        Sì grazie! Dammi pure il numero di Audh.

        • Emarti Ago 20, 2019 @ 16:46

          Audh WhatsApp phone number 00962 777 244 605. Spero sia ancora valido 🙂

        • Ali Misek Ago 24, 2019 @ 18:52

          Ciao Antonella,

          Io sono dalla Giordania ma vivo da anni in Italia.
          Sono stato in Giordania con un gruppo di amici di Parma a giugno. Conviene noleggiare un’auto per gli spostamenti per non perdere del tempo, normalmente sono circa 35 euro / giorno macchina.
          Ti converrebbe fare prima Petra, poi Wadi Rum, tutto dipende da quando arrivi ad Aqaba, sera o mattina.
          Per il pernottamento a Petra, ci sono tanti alberghi in città, anche all’entrata della città vecchia, costo 35-45 dinari ( circa 40-55 euro ) – stanza due persone compreso colazione, albergo 3 / 4 stelle. Bisogna trattare un po perché il periodo è bassa stagione.

          Wadi Rum è anche una riserva naturale, ci sono all’entrata ( ufficio turistico ) tanti locali ( beduini ) che si offrono per fare il tour del deserto, pernottamento ( tende ) compreso cena e colazione, prezzo tutto intorno a 40 dinari a persona.
          Cmq, il viaggio sarà piacevole di sicuro, i posti hanno una magia dove l’uomo e la natura hanno fatto del loro meglio.
          Unica cosa spiacevole, la sporcizia Petra dovuta agli animali presenti come mezzi di trasporto ( non necessari ).
          Nota:
          1. bisogna essere molto allenati perché si cammina tantissimi KM al giorno;
          2. a Petra, quando un gruppetto di oltre 3 persone, le autorità all’entrata obbligano il gruppo a prendere una guida per la visita della città per 3-4 ore, il costo è elevato ( 50 dinari ). Io lo sconsiglio, tanto dirà le stesse cose del libro guida turistica.

          Buon Viaggio

        • Martina Ott 21, 2019 @ 14:51

          Ciao Antonella, dal 10 novembre al 13 anche io farò il tuo stesso viaggio comprendente prima Petra e poi Wadi Rum, vorrei informazioni sui trasporti, magari potremmo diventare buoni compagne di viaggio . Posso avere un tuo contatto? Grazie.

    • Martina Ott 20, 2019 @ 18:08

      Ciao Antonella! io ed il mio ragazzo stiamo prenotando per Il tuo stesso viaggio, partiamo il 10 novembre da Milano e ripartiamo il 13 novembre da Aqaba. Posso avere un tuo contatto ? per avere alcune informazioni.

  • Claudia Ayo" Lug 27, 2019 @ 0:08

    Ciao, mi puoi lasciare qualche contatto per il transfer fino a Petra? O qualche numero di telefono per contattare qualcuno?, Grazie, un saluto! Claudia

  • Gianluca Ago 5, 2019 @ 15:31

    Ciao Martina, blog davvero super !!! Io starò 4 giorni e mezzo…atterro ad Aqaba….volevo visitare ovviamente Petra, ma anche il Mar Morto, ecc. …mi consigli di affittare un auto, o meglio i transfer ? Grazie 🙂

    • Emarti Ago 5, 2019 @ 15:38

      Ciao Gianluca! Allora sono due cose completamente diverse, ma se vuoi risparmiare un po’ allora affitta la macchina, se invece come me sei pigro allora i transfer sono l’opzione migliore, spendi un po’ di più ma invece che sbatterti a guidare, ti rilassi e ti guardi la giordania dal finestrino senza pensare a niente, solo godendoti i paesaggi!

  • Jessica Ago 6, 2019 @ 17:16

    Come si sale x vedere il Tesoro e fare la classica foto mentre lo si ammira da un bellissimo tappeto??

    • Emarti Ago 7, 2019 @ 15:48

      Segui il percorso attorno alle tombe reali prendi la scala e continua in cima a camminare finché il percorso non si biforca e prendi quello che scende… non è difficile arrivarci, se mai chiedi a qualcuno li, te lo sa indicare sicuramente!

  • elisabetta perrone Ago 23, 2019 @ 0:42

    Ciao Martina, mi sono imbattuta per caso nel tuo blog ed i tuoi consigli sono davvero utili.
    Basta un’intera giornata per visitare Petra?
    Consigli di visitarla con il supporto di una guida o basterà la nostra LonelyPlanet?
    Grazie mille!

    • Emarti Ago 23, 2019 @ 18:54

      Ciao! si si basta una giornata. Per la guida, dipende da cosa vuoi. Sicuramente una guida oltre che guidarti a vedere i luoghi può raccontarti tante cose sulla cultura e sulla storia del post. Costa ovviamente di più, ma a mio parere ne vale davvero la pena 🙂

  • Yinyin Ago 29, 2019 @ 23:29

    Ciao, molto utile questo post.
    Hai il numero di una guida in italiano per caso?

    • Emarti Ago 30, 2019 @ 2:11

      No, ma se la vuoi te la recupero…il fatto è che probabilmente ti costerà una fortuna 😀

      • Stefano Set 10, 2019 @ 22:26

        Ciao interesserebbe anche a me, se puoi ti ringrazio

  • linda Set 10, 2019 @ 16:32

    Ciao Martina, vado in Giordania a Novembre sto cercando una guida su Petra che parli italiano per tour di un giorno guidato, hai qualche guida da consigliarmi? vedo dagli altri commenti il numero di Audh che servizi svolge? ho guardato diversi siti, get your guide compreso ma le tariffe sono alte essendo solo in due. Grazie mille.

    • Emarti Set 16, 2019 @ 11:05

      Ciao Linda, le tariffe in giordania sono sempre alte, non credere di trovare una guida approvata che parli italiano e pagarla poco, ti tirano delle fucilate. Ne conosco una brava, ma è davvero cara. Ti cerco il numero comunque 🙂

    • Kira Ott 13, 2019 @ 11:23

      Anche noi andremo in novembre,visiteremo PetrA il 14.
      Potremmo fare un piccolo gruppo e risparmiare un po. Noi saremo tre o 4

  • marina Set 16, 2019 @ 10:43

    leggere che un “viaggiatore” ha pianto tutta la sera (cit) perchè ha speso quindici euro di una bevanda, e non ha dato la mancia al cameriere, è penoso.

    • Emarti Set 16, 2019 @ 10:59

      Tu avresti dato la mancia a uno che ti ha palesemente fregato? Credo che la sua, facendomi pagare 15 euro una birra analcolica che dalle altre parti ho pagato 3, se la sia presa comunque 😉

  • Katia Set 18, 2019 @ 15:02

    Ciao,vorrei andare a Sharm Egitto e poi organizzare una giornata a Petra,e’ meglio andarci con tour organizzato o è facile organizzarsi da soli…Per le guide parlanti italiano ho letto che ne conosci una molto brava mi daresti il num.?

    • Emarti Set 20, 2019 @ 11:25

      Ciao Katia, in un giorno da sola non ce la fai, meglio assolutamente un tour organizzato. La guida che conosco è solo per Petra, sto cercando di recuperarti il numero

  • monica Set 29, 2019 @ 21:44

    Ciao! Noi siamo un bel gruppo di parenti ed amici. Saremo a Petra dall’08/12 all’11/12. Troveremo freddo?
    Mi interesserebbe tanto avere il nome e numero (meglio e-mail ) di una guida che parla italiano. Siamo parecchi, e quindi potrebbe essere conveniente. Mi puoi aiutare? Grazie

    • Emarti Ott 22, 2019 @ 12:39

      Ciao Monica scusa il ritardo:

      prova a contattare Atef: 00962 795181278

  • Alessio Coppola Ott 1, 2019 @ 10:57

    Ciao Martina, vado a fine gennaio a Petra e cerco una guida in Italiano. Certo il prezzo sarà elevato ma non è un problema. Se rimedi il numero anche a me farebbe piacere. Grazie. Alessio

    • Emarti Ott 3, 2019 @ 1:57

      Ciao Alessio, scusa il ritardo, sto viaggiando in Colombia. Purtroppo da qui non riesco a trovarlo, se mi dai tempo e mi riscrivi dopo il 20 Ottobre te lo recupero!

  • Carolina Ott 11, 2019 @ 10:58

    Ciao Martina, grazie per i tuoi ottimi consigli. Andrò a Petra dal 26 al 28 di Novembre proprio una toccata e fuga per ammirare una delle sette meraviglie del mondo. Ho alcune domande da farti:
    -(domanda da inesperta) Il visto lo si prende e paga in aeroporto?
    – è meglio affidarsi ad un mezzo pubblico (dall’aeroporto di Amman) o prendere una macchina a noleggio prenotandola dall’Italia? O addirittura prendere una specie di autista, Audh che servizio svolge?
    -Arriverò di martedì mattina e ho in mente di passare la mattina e il pomeriggio in viaggio (magari fermandosi per strada) e la sera andare a Petra by night, e il giorno seguente, il mercoledì, visitare il sito. Dici che può essere un buon programma?
    Ti ringrazio
    Carolina

  • Rosanna Ott 12, 2019 @ 16:55

    Ciao Martina, vado in Giordania a dal 2 al 5 Novembre arrivo al ‘ aeroporto del aqaba sto cercando come organizzare il viaggio per petra ” 1 giorno “e il tour in wadi rum “1 giorno ” mi conviene soggiornare al aqaba? Come organizzare il trasporto? Grazie

  • Antonio Ott 14, 2019 @ 10:45

    Salve, andrò a Petra per Natale, ho letto con piacere i vostri consigli e li terrò in
    considerazione per il mio breve tour di 5 giorni. L’unica cosa che mi preoccupa potrebbe essere il clima rigido invernale qualcuno è stato nel periodo natalizio?!!!

  • Gian Ott 14, 2019 @ 19:19

    Ciao, complimenti per il blog, davvero interessante.
    Penso di andare in Giordania verso fine marzo 2020. Arriverò ad Aqaba in serata. Pensavo di fermarmi ad Aqaba e proseguire per Petra il giorno successivo dedicando tutto il giorno. Il terzo giorno vedere eventualmente quello che abbiamo lasciato per stanchezza e raggiungere il Mar Morto nel pomeriggio. Il giorno successivo raggiungere il Wadi Rum e chiudere in bellezza con cena beduina e pernottamento nel campo tendato. Quinto giorno aereo in serata. Ti sembra fattibile o è meglio tralasciare la puntata fino al Mar Morto? O aggiungere qualcosa che tanto l’ultimo giorno abbiamo il volo alle 19? Grazie

  • Simonetta Ott 22, 2019 @ 7:19

    Ciao, il prossimo novembre visiterò la Giordania con amici. Ho destinato al sito di Petra due giorni e vorrei una guida che parla italiano per entrambi i giorni. Potresti darmi dei contatti? Grazie infinite e complimenti Simnetta

    • Emarti Ott 22, 2019 @ 12:35

      Ciao Simonetta,

      prova a contattare Atef: 00962 795181278

  • lucia fatichenti Nov 3, 2019 @ 11:34

    ciao,
    sto organizzando un viaggio a petra volevo sapere se conosci come raggiungere l’aeroporto di aquaba da petra , il mio volo riparte da li.
    grazie

    • Emarti Nov 4, 2019 @ 11:05

      Ciao Lucia, puoi farlo con un transfer privato o in taxi.

  • Sabrina Olivieri Nov 4, 2019 @ 8:27

    Ciao Martina
    Molto utili i tuoi consigli, io vado con il mio compagno in Giordania dal 17 a 24 novembre. Abbiamo pensato di prendere un auto a noleggio perché vorremmo spostarci in autonomia per visitare un po’ tutto..
    È necessario prenotare gli hotel ? Oppure si può decidere al momento dove pernottare?

    • Emarti Nov 4, 2019 @ 11:09

      Ciao, mah dipende, forse se vuoi stare proprio negli hotel all’ingresso di Petra ti conviene prenotare. Per il resto puoi secondo me anche non farlo.

      Ciao!

  • Anna Nov 6, 2019 @ 6:28

    Ciao Martina
    andrò a Petra a fine novembre e leggevo che è aperto fino alle 16.00. Noi arriveremo da Wadi Rum in macchina, penso intorno alla tarda mattinata. Consigli di entrare già nel sito all’ora di pranzo e farne un pezzo finché chiude? Cosa riuscirei a vedere in 3/4h? Prenderò il jordan pass con 2 accessi a Petra, quindi avrei anche il giorno seguente a disposizione.
    Piccola Petra è lontana? La si raggiunge passando nuovamente dal Tesoro e facendo la salita?
    Un’ultima domanda… Petra by night è imperidibile? Io avevo programmato petra di venerdì e sabato, ma vedo che lo fanno lun – merc e giovedì.. forse faccio in tempo a cambiare date degli hotel…
    Grazie!

    • Emarti Nov 7, 2019 @ 6:27

      Ciao Anna, allora Piccola Petra si trova da un’altra parte non nel sito principale: dovrai andarci in macchina. Per quanto riguarda Petra by Night…allora è bello di sicuro, molto suggestivo e vale la pena andarci se ci riesci. Se però tu non riuscissi a cambiare le date secondo me non è così imperdibile…

      Se hai 2 accessi a Petra la vedi molto bene, secondo me basterebbe un giorno solo, con 2 te la godi di più 🙂 Buon viaggio!

  • Nino Nov 8, 2019 @ 22:40

    Ciao Martina,
    sono a Tel Aviv per lavoro e vorrei provare ad andare in macchina (a noleggio che ho già’) a Petra il weekend del 15-16 Novembre. Viaggerei solo.
    Mi sarebbe piaciuto in realtà’ andare anche nel deserto e fare l’esperienza di dormire nel deserto per una notte ma vorrei approfittare della tua esperienza per sapere se:
    1. E’ possibile farlo partendo il giovedì’ sera da Tel Aviv, pernottando giovedi’ e venerdi’ (dove sarebbe meglio?)
    2. Servono permessi e quali e dove recuperarli, e se vengono messi timbri sul passaporto una volta passato il confine con la Giordania?
    3. E’ troppo intenso come viaggio?
    4. E’ un viaggio sicuro da affrontare da solo in macchina?
    5. Il costo totale supererebbe i 200,00 Euro e se si di molto (escludendo macchina e benzina)?
    6. Conviene cambiare valuta o vanno bene anche shekel, dollari, euro?
    Troppe domande…..scusa!
    Grazie comunque e complimenti per il tuo blog!

    • Emarti Nov 9, 2019 @ 11:57

      Oddio quante domande difficili. Guarda sinceramente se sei da solo io valuterei davvero un tour organizzato tipo questo:

      TOUR di Petra da Tel Aviv

      Costa poco meno di 300 euro e hai incluso tutto senza dover guidare.

      Da Tel Aviv ci sono un sacco di escursioni bellissime, perché non vai a Masada o nel deserto del Negev? Te la godi sicuramente di più che non correre fino a Petra e lasciare LEI per un viaggio dedicato quando avrai tempo di goderti tutta la Giordania?

  • elisabetta Nov 21, 2019 @ 0:28

    Ciao Martina, approfitto anche io della tua gentilezza per avere qualche consiglio. L’8 dicembre vorrei dedicare piu’ o meno l’intera giornata a visitare Petra. Data l’ampiezza del sito volevo affidarmi ad una guida almeno per una parte della giornata ed ho preso il numero di Atef che hai indicato sopra. Prima di contattarlo volevo un consiglio da te: quanto tempo merita girare con la guida ed avere una infarinatura sufficiente? tre ore? quattro? ed il costo? grazie mille per le info che mi darai!

    • Emarti Nov 21, 2019 @ 9:29

      Ciao Elisabetta, secondo me 3 o 4 ore sono ideali, per il resto della giornata puoi visitare il sito da sola. Non so quanto possa venirti a costare, non ne ho la più pallida idea, ma sono la una guida a Petra è abbastanza costosa. Del resto la Giordania non è proprio un paese che definirei economico.

      buon viaggio!

Rispondi a MatteoAnnulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.