PimpMyTrip.it – Viaggi Avventura header image
PimpMyTrip.it - Viaggi Avventura > Blog > Consigli di Viaggio > Viaggio da Sola in Ostello Perché, una Guida per Sopravvivere

Viaggio da Sola in Ostello Perché, una Guida per Sopravvivere

– Posted in: Consigli di Viaggio

Alcuni mesi fa è uscito il libro “Viaggio da sola in ostello perché… ovvero come sopravvivere al bagno in comune e altri consigli”, il primo libro firmato Viaggio da sola perché e dedicato alle donne che viaggiano in solitaria (o vorrebbero farlo).

viaggio da sola perché

Viaggio da Sola Perché

Scritto da Dana Donato ed Elena Mazzeschi, creatrici e coordinatrici del progetto Viaggio da Sola Perchè, insieme all’amica Eliana Lazzareschi Belloni, web writer e travel blogger l’ebook è stato pensato per offrire consigli utili alle donne che viaggiano da sole e, in particolar modo, a quelle che sono incuriosite dal mondo degli ostelli.

L’idea è nata leggendo molti post sul gruppo Facebook della comunità, dedicata appunto al viaggio in solitaria al femminile. Tante erano le donne che esprimevano perplessità o chiedevano pareri sugli ostelli: è una buona idea per una donna che viaggia da sola soggiornare in ostello? Che tipo di camerata è meglio scegliere? E’ sicuro dormire e lasciare le proprie cose lì? Si possono trovare amici in quel contesto? Sono adatti a donne di qualsiasi età o solo a quelle più giovani?

Era evidente che ci fossero ancora molte resistenze e stereotipi sul mondo degli ostelli e che questi diventassero talvolta un freno alla possibilità di molte donne (e uomini) di viaggiare low cost, oltre che di avere un’arricchente esperienza di socialità.

Dana, Elena ed Eliana hanno perciò deciso di unire le forze e mettere a disposizione le molte esperienze di viaggio in ostello che hanno accumulato nel corso degli anni rivolgendosi sia a chi vorrebbe provare gli ostelli ma non l’ha ancora fatto, sia a chi ha già iniziato ma è alla ricerca di nuovi spunti, sia a coloro non lo hanno mai considerato ma sono pronte ad aprire la propria mente a nuove opzioni di viaggio.

Così è nato questo libro-manuale che racchiude tantissimi consigli su:

  • perché scegliere o non scegliere di andare in ostello
  • come trovare quello più adatto a noi
  • come organizzarsi prima della partenza e cosa portarsi dietro
  • come arrivarci in sicurezza
  • quali sono le aree di cui si compongono questi tipi di strutture e come viverle al meglio
  • come socializzare con gli altri viaggiatori e come ricavarsi spazi solo per sé
  • come affrontare eventuali problemi
  • come affrontare la fine del viaggio
  • link a risorse utili per viaggiatrici.

Nell’ebook potrete trovare, quindi, quanti più spunti possibili sia su questioni pratiche che emotive. Essere ben organizzate, soprattutto se si è alle prime esperienze di viaggio da sole, ci aiuta ad essere serene e ad affrontare in modo adeguato anche eventuali imprevisti. Il viaggio in solitaria ci mette solitamente in contatto profondo con la nostra interiorità ed è per questo molto importante avere più strumenti possibili per poter accogliere e gestire le emozioni che emergono.

Tutto ciò è corredato da colorate infografiche, appositamente pensate per aiutare a tenere a mente i punti fondamentali, quelli, insomma, da consultare anche all’ultimo minuto prima della partenza o in velocità durante il viaggio: liste di cose da non dimenticare a casa così come percorsi guidati per affrontare momenti di difficoltà in modo lucido e propositivo.

Inoltre nel libro sono racchiusi anche i racconti di esperienze personali vissuti dalle tre autrici, un modo per raccontare in prima persona cosa ognuna di loro ha vissuto viaggiando per ostelli: tre approcci diversi al viaggio, fatti da punti di vista, gusti ed esperienze differenti a esempio che gli ostelli non sono frequentati solo da un tipo di viaggiatrice.

La speranza è quella di aiutare altre viaggiatrici a vivere al meglio il variegato mondo degli ostelli, e, perché no, far nascere in questo modo anche qualche nuova bella amicizia. La bellezza di un viaggio, d’altra parte, non è in buona parte composta dagli incontri che vi si fanno?

Il libro è acquistabile su Amazon Italia e su tutti gli store Amazon internazionali a 4,99 euro in formato Kindle, tablet e applicazione gratuita Kindle per pc.

Viaggio da Sola Perché...in Ostello

La Versione Kindle di “Viaggio da Sola Perché…in Ostello”!

Cos’è Viaggio da Sola Perché?

Viaggio da Sola Perché è un progetto nato nell’agosto del 2015 dall’idea di due amiche, Dana ed Elena. Dopo un periodo di viaggi in solitaria, entrambe si erano rese conto di quante resistenze ci fossero ancora riguardo all’argomento e decisero di provare a creare un luogo dove le viaggiatrici in solo potessero confrontarsi e supportarsi a vicenda, aiutando anche coloro che, pur desiderandolo, non avevano ancora trovato il coraggio o il modo di lanciarsi nella loro piccola grande avventura di viaggio.

Elena

Così nacque il gruppo Facebook che oggi conta più di 5600 membri, tutte donne accomunate dalla passione per i viaggi in solitaria. Lì queste donne si raccontano e si scambiano consigli, condividono esperienze di viaggi e chiedono supporto in momenti difficili: così facendo, creano una rete solidale e sempre più forte e vasta, composta da donne che decidono di sentirsi libere di seguire le proprie aspirazioni, in questo caso di viaggiatrici.

Alcuni mesi dopo, nacquero anche la pagina Facebook, il blog di Viaggio da Sola Perché, tutti modi per raccogliere e diffondere storie di donne che viaggiano da sole, consigli pratici su come farlo, riflessioni su sensazioni, emozioni, pensieri provati in viaggio e tanti link utili a chi voglia vivere un’esperienza di questo genere.

Subito dopo si aggiunse al progetto anche il network, uno spazio dedicato ai progetti di donne che viaggiano in solitaria ma che desiderano rafforzare ulteriormente la loro rete di contatti e collaborazioni.

Oggi il team di Viaggio da sola perché, oltre che da Dana ed Elena, è composto da tredici collaboratrici, distribuite in quattro continenti diversi, ed è tutt’ora in espansione. Tutte loro contribuiscono ad arricchire questo progetto giorno dopo giorno, ognuna con il suo tocco personale.

Dana a Genova!

Cooperazione, supporto reciproco e solidarietà sono i tre ingredienti principali della filosofia del progetto, che mira non solo allo sviluppo di una rete di viaggiatrici in solitaria ma anche all’idea di riappropriazione del proprio cammino di vita e dei desideri di ciascuna di noi, che possono per l’appunto passare dalla volontà di fare un viaggio da sola.

Ti Potrebbero anche piacere:

0 comments… add one

Leave a Comment