PimpMyTrip.it – Viaggi Avventura header image
PimpMyTrip.it - Viaggi Avventura > Blog > Viaggi Avventura > Europa > Cosa vedere a Sofia, Capitale della Bulgaria

Cosa vedere a Sofia, Capitale della Bulgaria

– Posted in: Europa

Ho visitato Sofia durante il mio viaggio da sola in Bulgaria e nonostante al primo sguardo io abbia pensato che la città fosse brutta, grigia e poco interessante, dopo aver partecipato a un tour guidato (e gratis!) organizzato da FREE Sofia tour, ho scoperto invece che a Sofia sono tantissime le cose da vedere e soprattutto che il fascino vero di questa città non risiede nei suoi monumenti, ma nella storia che essi raccontano.

sofia-cosa-vedere

Perché non fare un bel giro in tram per andare alla scoperta di Sofia?

Sofia infatti è stata una città che sin dai tempi della sua nascita è stata conquistata varie volte, portando così addosso a sé i segni di moltissimi popoli, civiltà, regni e forme di governo che hanno lasciato impronte del loro passaggio in ogni angolo della città.

Il mio consiglio è quindi di prendere parte a uno di questi tour guidati e gratuiti della città, perché a Sofia non è interessante solo cosa vedere, ma soprattutto la storia che la città ha attraversato per diventare la Sofia che è oggi.

Chiesa di Sveta Nedelya

sofia-cosa-vedere-Sveta-Nedelya

Chiesa di Sveta Nedelya

Datata alla fine del 19esimo secolo, in realtà questa chiesa è il risultato di diverse chiese che sono state ricostruite a partire dal medioevo. Famosa perché fu quasi interamente distrutta quando il partito comunista nel 1925 cercò di assassinare il re, minando e facendo brillare delle bombe poste sul tetto. I morti furono più di 200 ma il re si salvò perché, come ci ha raccontato la nostra guida, da buon bulgaro che si rispetti era in ritardo!

Statua di Santa Sofia

Situata nel cuore commerciale di Sofia tra le due strade trafficate di Maria Louisa Blvd e Todor Alexandrov Blvd, la statua fu eretta con non poche polemiche nel 2001 per rimpiazzare quella di Lenin che evidentemente al nuovo governo democratico non andava molto a genio. Polemiche perché la statua sembrava troppo erotica e troppo pagana per rappresentare Sofia ed in effetti a vederla non sembrerebbe proprio la statua di una “santa”.
La statua, in rame e bronzo è adornata di simboli: la corona che simboleggia il potere, l’alloro (fama) e il gufo (la saggezza).

Moschea Banya Bashi

L’unica moschea in tutta la Bulgaria con una cupola (di ben 15 metri di diametro) sopra una struttura a pianta quadrata, la moschea ancora porta il nome dell’architetto Mimar Sinan (che ha progettato anche la Moschea Blu di Istanbul) , anche se in realtà sembra che a costruirla furono i suoi discepoli.

Ogni giorno, dal minareto il muezzin chiama i fedeli a pregare: la preghiera era talmente forte che ultimamente è stata presa la decisione di “abbassare il volume” per non disturbare chi vive nelle vicinanze!

Sorgenti di acqua termale

sorgenti-termali-bulgaria

La sorgente di acqua termale vicino ai Bagni Pubblici di Sofia

Nonostante non fosse in una location particolarmente adatta per una città, non avendo ne un fiume, ne il mare, Sofia era molto amata dagli antichi romani grazie alle sue 42 sorgenti termali e a ben 8 diverse zone termali con una temperatura che varia dai 30 ai 90 gradi. Oggi le sorgenti termali si trovano vicino ai Bagni Pubblici Centrali (che non funzionano più come bagni pubblici in realtà ma ospitano un
museo) e alla Moschea Banya Bashi e una fontana pubblica zampilla acqua termale in modo che le persone in maniera totalmente gratuita possano berla o portarsene a casa una bottiglia.

Bagni Pubblici Centrali

bagni-pubblici-Sofia-bulgaria

I Bagni Pubblici di Sofia oggi ospitano un museo

Il bellissimo palazzo oggi non funziona più come Bagno pubblico, ma ospita il Museo di Sofia e fa da sfondo ad un parco fiorito.
Realizzato dall’architetto Petko Momchilov, uno dei più stimati ed influenti architetti dell’epoca in tutta la Bulgaria, il palazzo fu terminato nel 1908 in stile neo bizantino e ospitava una grande piscina comune e due ali separate, una per gli uomini e una per le donne dal momento che si era soliti fare il bagno nudi nell’acqua termale.

Consiglio dei Ministri

Il Consiglio dei Ministri è alloggiato in un grande palazzo nel quale ogni settimana il governo della Bulgaria si riunisce. Il palazzo fa parte di quello che viene chiamata il complesso Largo e che consiste di una piazza (piazza dell’indipendenza) circondata da tre grandi edifici in stile classico, un perfetto esempio di architettura del periodo socialista a Sofia: uno di questi edifici è appunto in consiglio dei ministri, alla destra si trova La Presidenza e l’hotel Sheraton e quello nel mezzo è la sede della Commissione Centrale comunista.

Sede della Commissione Centrale

sede-partito-comunista-sofia-bulgaria

La sede del disciolto Partito Comunista Bulgaro, Complesso Largo, Sofia

Questo palazzo è stato la sede del Commissione centrale del Partito Comunista fino al 1990 quando fu dato alle fiamme dalla folla inferocita contro il partito.
Una curiosità: se si guarda in alto si nota una grande e rumorosa assenza: la stella rossa! Questa infatti fu tolta dopo il collasso del Partito comunista, ma se si vuole andarla a vedere adesso si trova in mostra al Museo delle arti socialiste.
Oggi nel palazzo si trovano gli uffici governativi e la splendida Sofia Hall viene occasionalmente utilizzata per concerti di beneficenza.

Rotonda di San Giorgio

rotonda-sa-giorgio

La Rotonda di San Giorgio “spunta” in mezzo ai palazzi grigi degli uffici pubblici

Questa incantevole chiesetta in mattoni rossi, datata intorno al 400 anche se divenne una chiesa solo durante il 600, è l’edificio più antico di tutta Sofia e non ti aspetteresti proprio di trovarla li, circondata da enormi edifici grigi.

I lavori di restauro sono durati circa 70 anni ma finalmente dal 1998 è stata riaperta al pubblico e saltuariamente ospita piccole mostre d’arte.

La chiesa ha un sito web eccellente (in inglese), dove sotto la sezione “chants” è possibile ascoltare gli antichi canti.

City Garden

Un piccolo e graziosissimo parco che ospita il Teatro Nazionale davanti al quale si trova una famosa fontana con la statua di una ballerina. in questo parco i giocatori di scacchi vengono spesso per testare i propri miglioramenti contro altri giocatori.

Teatro Nazionale Ivan Vazov

visitare-bulgaria

Teatro Nazionale Ivan Vazov

Costruito nel 1907 dagli architetti austriaci Helmer & Felner, il Teatro Nazionale ha una facciata alta 40 metri con un frontone sorretto da 6 colonne in marmo bianco sul quale è scolpito un bassorilievo con Apollo e le muse.

Gli interni del Teatro furono distrutti da un incendio nel 1923 e furono restaurati 6 anni dopo, ma il teatro fu distrutto varie volte (anche durante la seconda guerra mondiale) e sempre ricostruito secondo lo stile neo classico che gli appartiene.

Il Teatro è dedicato a  ad Ivan Vazov, il “patriarca della letteratura bulgara, sicuramente importante per la cultura nazionale, ma attualmente ricordato per la leggenda metropolitana secondo la quale Ivan, che a quanto pare era un mezzo libertino, morì per infarto a 70 anni sotto una bella ragazza ventenne durante una folle notte di sesso (beato lui).

Chiesa di Hagya Sophia

capitale-bulgaria-hagja-sofia

La chiesa più amata dagli abitanti di Sofia, Hagya Sophia

La più antica chiesa ortodossa di Sofia riaperta al pubblico dal 1999 dopo grandi lavori di ristrutturazione: un luogo importantissimo per gli abitanti di Sofia perché proprio da questa chiesa la città prende il suo nome. Costruita nel punto più alto della città, la chiesa sorge sulle rovine dell’antica necropoli di Serdica (l’antico nome romano di Sofia).
Si possono visitare le antiche tombe che giacciono sotto la chiesa, in quanto fanno parte dell’affascinante museo aperto al pubblico nel 2013.
Una curiosità: se si osserva la chiesa si nota che non possiede un campanile e la campana in bronzo è stata applicata al ramo di un albero di fronte alla facciata.

Durante l’epoca ottomana, la chiesa fu trasformata in una moschea, ma dal momento che due terremoti a distanza di 40 anni prima fecero crollare il minareto e poi uccisero i due figli dell’Imam, fu abbandonata e ristorata come chiesa dopo la Liberazione.

Cattedrale di Alexander Nevsky

cattedrale-Aleksandr-Nevskij-sofia

La Cattedrale Aleksandr Nevskij

La Cattedrale più famosa di Sofia, direi. Quando sono partita e ho chiesto in giro cosa vedere a Sofia, questa chiesa è stata la prima risposta che ho ricevuto e devo ammetterlo a ragione.

Lo stile della Cattedrale è neo bizantino e la cattedrale è dedicata allo Zar russo Alexander Nevski che salvò la Russia dall’invasione degli svedesi.
I migliori artisti dell’epoca lavorano gli interni della Cattedrale per renderla di una ricchezza speciale: marmi di Siena e Carrara, finestre di vetro, mosaici veneziani, dipinti, colonne in onice e alabastro, il tutto concorre a rendere gli interni ricchissimi ma senza renderla kitsch.
Le spettacolari cupole esterne, ricoperte di oro puro, furono donate dalla Russia e ancora oggi, dopo alcuni restauri, brillano sotto il sole.
Un consiglio spassionato: trovate il tempo per visitare la cripta sotto la cattedrale con la collezione di icone.

tour-sofia-gratuito

Free Sofia Tour!

Altre cose da vedere a Sofia

  • Mausoleo di Georgi Dimitrov:  facile dire di vederlo, ma in realtà non esiste più, fu completamente demolito nel giro di 6 giorni.
  • Libreria Nazionale
  • Univesità di Sofia
  • Monumento dello Zar Liberator
  • Parlamento
  • Museo Archeologico Nazionale
  • Museo a cielo aperto dell’antica Serdica
  • Galleria Arte Nazionale e il Museo Etnografico (Palazzo Reale)
  • Sinagoga
  • Chiesa di San Petka

Ti Potrebbero anche piacere:

Ushuaia Argentina
quartiere vecchio di praga
cosa vedere a Salisburgo e dintorni
0 comments… add one

Leave a Comment