PimpMyTrip.it – Viaggi Fai da Te Blog 10 Posti da Visitare a Barcellona se Non ci sei Mai Stato

10 Posti da Visitare a Barcellona se Non ci sei Mai Stato

Questo elenco dei migliori posti da visitare a Barcellona ti aiuterà a organizzare la tua visita in questa città cosmopolita piena di angoli incantevoli.

Barcellona è una delle città più visitate in Europa: i gioielli modernisti di Gaudì, dalla Sagrada Familia a Parc Guell, Casa Vicens e Casa Batlló attirano ogni anno milioni di visitatori da tutto il mondo.

posti-da-visitare-barcellona

Ma non ci sono solo le opere di Gaudi per cui valga la pena visitare Barcellona: i suoi emblematici quartieri, da El Born alla Barceloneta offrono percorsi ricchi di attività culturali e offrono scorci e panorami meravigliosi.

Un’altro dei motivi per cui visitare Barcellona è la sua eccellente cucina di tapas e la tradizionale cucina catalana, che delizierà ogni buon palato.

Supponendo che tu non stia cercando gli innumerevoli motivi per voler visitare la città, non ti annoierò oltre, invece passiamo subito ai 10 posti da visitare assolutamente a Barcellona se non ci sei mai stato prima.

Forse potrebbe anche interessarti: Cosa vedere a Barcellona in 3 giorni

1 – Sagrada Familia

sagrada-familia-barcellona

Per prima non può esserci che lei: la visita nel Tempio espiatorio della Sagrada Familia, il capolavoro incompiuto del geniale architetto Gaudí, è una delle cose migliori da fare a Barcellona.

L’architetto prese le redini della costruzione nel 1883 ma purtroppo morì prima di poter vedere finito il suo lavoro (che resta ancora oggi incompiuto) ma lasciando i suoi progetti in maniera tale che gli architetti che sarebbero venuti dopo di lui potessero finire il lavoro.

 Dopo 136 anni, la Sagrada Familia non è stata ancora completata. Ciò dovrebbe accadere nel 2026 e una volta completato diventerà la chiesa cristiana più alta del mondo.

L’interno e l’esterno della Sagrada Familia sono meravigliosi, una straordinaria sinfonia di simboli mistici nei quali Gaudí impiega tutta la sua esperienza e nuove tecniche creando uno stile ispirato alla natura, dove tutti i suoi elementi scorrono in completa armonia.

All’esterno spiccano le 3 facciate dedicate alla nascita, passione e gloria di Gesù e le torri che raggiungeranno i 172 metri al termine del monumento.

Se decidi di visitarla tieni presente che la Sagrada Familia è uno dei monumenti più visitati al mondo e non solo potresti trovare lunghe file, ma visto il numero massimo di visitatori, potresti non riuscire ad entrare: l’unico modo per evitare tutto ciò è acquistare in anticipo i biglietti Salta la Fila.

Il modo migliore però per visitare la Sagrada Familia evitando le code e per saperne di più sulla storia e i misteri è prenotare questo tour con guida in italiano.

Se vuoi visitare anche una delle due torri invece puoi prenotare questo tour che però è in inglese.

Se vuoi approfondire se vale la pena o no visitare le torri della Sagrada Familia e quale scegliere, puoi leggere questo mio post dedicato.

Se hai intenzione di visitare diverse opere di Gaudí, potrebbe essere vantaggioso acquistare dei biglietti combinati o delle tessere di abbonamento come il Barcellona City Pass che include, tra le altre cose,  Sagrada Familia e Parc Guell.

Tra i biglietti combinati ti segnalo:

Il tour meraviglie di Gaudi che include il biglietto prioritario per Sagrada Familia, Parc Guell e Casa Batlló con guida specializzata e trasporti inclusi.

Gaudi Bundle (Sagrada Familia + Parc Guell): uno dei Pass combinati più popolare, include ingressi Salta la Fila e audio guida per entrambi i monumenti.

Per arrivare alla Sagrada Familia puoi prendere le linee 2 e 5 che fermano proprio lì o l’autobus urbano.

Indirizzo: Carrer de Mallorca, 401, 08013 Barcelona

Orari di visita: tutti i giorni da aprile a settembre dalle 9 alle 20, marzo e ottobre chiude alle 19 e gli altri mesi alle 18.

2 – Barrio Gotico

Il Quartiere Gotico, situato proprio al centro, è il quartiere più antico e più bello da vedere a Barcellona, pieno di, come dice anche il nome, splendidi monumenti gotici.

Arrivarci è semplicissimo: salendo lungo la Rambla dal porto basta inoltrarsi nei vicoletti a destra della strada.

L’origine del Barrio Gotico risale all’epoca romana, di cui sono ancora visibili alcuni resti, sebbene il suo massimo splendore sia stato raggiunto durante il Medioevo con la costruzione di chiese e palazzi gotici tra cui senza alcun dubbio risalta la Cattedrale di Santa Creu i Santa Eulàlia, con la sua facciata particolarissima e il chiostro interno.

Se la visiti non perdere di dare un’occhiata anche al coro di legno intagliato che ti lascerà senza parole.

Il Barrio Gotico è il centro storico della città di Barcellona e è un buon posto per perdersi nelle sue strade labirintiche e andare alla scoperta dei tesori che nasconde, come Piazza Sant Felip Neri, Palau del Bisbe, il Tempio di Augusto, Piazza del Re, la chiesa di Santa Ana e la magnifica Plaza Real.

Se vuoi un’introduzione del quartiere, prima di avventurartici da solo, ti segnalo questo tour GRATIS con guida in italiano che parte da Plaça Catalunya, fino ad arrivare a Plaça Real e nel quale viaggerai attraverso oltre 2000 anni di storia.

Prendere parte ad un tour (a parte che non si paga e puoi lasciare la mancia oppure no, a seconda che tu lo ritenga giusto) ti aiuterà ad orientarti e a prendere confidenza con la città.

4 – Casa Batlló

casa-batllo

Se qualcuno mi chiedesse se è meglio visitare Casa Batlló o Casa Milà non avrei dubbi: la prima è quella che a me piace di più!

La sua strana facciata (con una vetrata che sembrano grandi occhi) ispirata alla natura, è senza dubbio un gioiello del modernismo catalano.

Anche se di per sé Casa Batlló è bellissima anche guardata da fuori, ti consiglio con il cuore di fare la visita al suo interno: prenditi due ore (piene di magia) per tuffarti dentro le sue mura, tra le sue forme morbide e ondulate, le luci e il tetto con i camini che ricordano un drago.

Per accedere è consigliato ovviamente acquistare il biglietto in anticipo che trovi QUI e con cui salterai le lunghe file che potresti trovare.

Per accedere comunque ci sono diversi tipi di biglietto, ho scritto un post su cosa sapere su Casa Battló proprio qui.

Prendi l’audio guida perché ne vale la pena: grazie alla realtà virtuale farai un viaggio nel tempo insieme a Gaudì quando, commissionato dal ricco proprietario della casa, iniziò la ristrutturazione di quella che ad oggi è una vera e propria opera d’arte.

Dopo aver lasciato Casa Batlló un buon consiglio è quello di trascorrere un po’ di tempo senza fretta nei vicini edifici di Casa Amatller, Casa Josefina Bonet, Casa Mulleras e Casa Lleó Morera, grandi opere di architetti modernisti e che formano insieme la cosiddetta Mela della Discordia.

Indirizzo: Passeig de Gràcia, 43 08007 Barcelona

Orari di visita: tutti i giorni dalle 9:00 alle 21:00 (ultimo accesso alle 20:00).

5 – Las Ramblas

la-rambla-barcellona

Una delle cose più popolari da fare a Barcellona è fare una piacevole passeggiata lungo La Rambla, un viale alberato di 1,5 Km che collega la statua di Cristoforo Colombo con Plaza Catalunya.

Anche se davvero molto turistica, con gente che passeggia su e giù tra gli artisti di strada, la Rambla ha alcuni posticini che devi assolutamente vedere come il mercato della Boquería dove, tra le tante bancarelle, potrai gustare deliziose tapas.

Se vuoi uno spunto secondo me interessante cerca di fermati alla fontana Canaletas che è un po’ come per noi Genoani la fontana di Piazza De Ferraris, ovvero dove i tifosi del Barcellona vanno a festeggiare i titoli e le vittorie epiche della loro squadra del cuore.

Oppure dalla Rambla spingiti all’interno sulla via che ospita Palau Güell.

Sulla Rambla puoi fare un sacco di cose, ma cerca di evitare i ristoranti, sono molto turistici e spesso il rapporto qualità/prezzo non è dei migliori.

Orari di visita Palau Güell: da martedì a domenica da aprile a ottobre dalle 10 alle 20; il resto dei mesi dalle 10 alle 17:30.

6 – La Barceloneta

barceloneta-cosa-vedere

La Barceloneta è praticamente la Marina di Barcellona: qui si trovano il porto, le spiagge di Barcellona e altre cose interessanti da vedere come l’acquario di Barcellona.

Sebbene anticamente La Barceloneta non fosse altro che un piccolo villaggio di pescatori che vivevano in condizioni piuttosto difficili, oggi è uno dei quartieri più alla moda di Barcellona.

Qui, oltre alle spiagge di Barcellona, troverai il futuristico W Hotel, il Museo di Storia Catalana e la teleferica Aeri del Port che collega La Barceloneta alla collina di Montjuïc.

La Barceloneta è il posto ideale da visitare al tramonto o dove trascorrere la sera a Barcellona: se vieni qui approfittane per mangiare la paella, ci sono alcuni ristoranti che la fanno buonissima, oppure all’aperitivo vai all’ostricheria e brinda mangiando ostriche e con un flute di champagne (che poi proprio champagne non è ma vabbeh, fa lo stesso)

7 – El Born

Se ti dico: La Catedral del Mar cosa ti viene in mente?

A me la famosa serie Netflix (bella, guardala se ancora non lo hai fatto).

Il gioiello di El Born è proprio la magnifica Basilica in stile gotico di Santa María del Mar, famosa per aver appunto ispirato l’opera letteraria “La Catedral del Mar” e per essere dedicata alla Madonna che protegge i marinai.

Situato proprio accanto al Quartiere Gotico, tra Vía Laietana e La Barceloneta, El Born è anche uno dei quartieri più alla moda da visitare a Barcellona!

Le sue strade strette e acciottolate sono piene di ristoranti di tapas, affascinanti caffè, boutique, negozi e luoghi dove bere il primo drink della notte.

Altre due delle cose migliori da fare a Barcellona e in questo quartiere è entrare nello straordinario Palau de la Música Catalana, e visitare il Museo Picasso.

Per entrare nel Palau de la Música devi prenotare una visita guidata o acquistare un biglietto per assistere a uno dei suoi concerti di musica e anche godere della sua eccellente acustica.

Il Museo Picasso contiene al suo interno la più importante collezione fatta dal grande pittore durante la sua giovinezza.

Altre cose che assolutamente dovresti fare a El Born sono:

  • perditi nel vecchio mercato di El Born
  • visita il Passeig de Born e via Montcada
  • guarda la cappella Marcus e la chiesa di Sant Pere de les Puelles
  • mangia al Mercato di Santa Catarina,
  • e alla fine visita la Estación de Francia

Orari di visita Santa María del Mar: dal lunedì al sabato dalle 9:00 alle 13:00 e dalle 17:00 alle 20:30 e la domenica dalle 10:00 alle 14:00 e dalle 17:00 alle 20:00

Orari di visita del Palau de la Música: tutti i giorni dalle 10 alle 15:30 (luglio e agosto fino alle 18).

Orari di visita del Museo Picasso: dal martedì alla domenica dalle 9:00 alle 20:30 (giovedì fino alle 21:30 e lunedì dalle 10 alle 17

8 – Parc Güell

parc-guell-gaudi

Park Güell, dichiarato Patrimonio dell’Umanità, è uno dei parchi più belli del mondo: come in tutte le opere di Gaudì la sua architettura e le sue sculture sono ispirate alla natura.

Uno dei miei posti preferiti è la Plaza de la Naturaleza, che ha su un lato una panchina ondulata piena di splendidi mosaici dalla quale avrai uno dei panorami più belli di tutta la città.

Come nella Sagrada Familia anche a Parc guell troviamo il simbolismo tipico di Gaudì (che pare fosse un affiliato alla massoneria): uno degli esempi più classici è la Scala del Drago, una grande scalinata con una fontana e la famosa scultura del drago.

Tra le altre cose da vedere a Parc Guell troviamo la Sala Hipóstila, la Casa del Guarda, il Pórtico de la Lavandera e i Jardines de Austria.

Un consiglio: non pianificare troppo, ma prenditi tempo per girare in tranquillità esplorando il parco, ti assicuro che è il modo migliore per lasciarsi stupire dalla sua bellezza.

Fino a non tanti anni fa il parco era gratuito. Quando stavo a Barcellona ero solita andarci al pomeriggio e rilassarmi con un bel libro sulla piazza de la Naturaleza. Oggi il parco è diviso in due: la parte monumentale che non è più gratuita (ma non costa molto) e una parte che invece è rimasta ad accesso libero.

Nella parte monumentale inoltre è consentito l’accesso solo a un numero fisso di visitatori ogni mezz’ora: anche qui si formano (soprattutto nei periodi di maggior afflusso di turisti) lunghe file.

Ma anche qui ci vengono in aiuto i biglietti prioritari Salta la Fila!

Indirizzo: 08024 Barcelona

Orari di visita: tutti i giorni dalle 8 alle 21

9 – Panorami di Barcellona

panorami-barcellona

Se hai del tempo da dedicare ai panorami di Barcellona fallo assolutamente: ci sono tanti punti panoramici dai quali avere stupende vedute della città dall’alto.

Della vista dalla Plaza de la Naturaleza a Parc Guell ti ho già parlato prima, ma vediamone degli altri.

Torre di Collserola: uno dei punti panoramici di Barcellona per eccellenza. costruita per i giochi olimpici del 1992 ora si è convertita in un punto panoramico con vista su tutta la città. Si sale fino a 500 metri sul livello del mare e nei giorni limpidi si può vedere fino a 70 km di distanza!

Montjuic: questa montagna iconica situata a 175 metri di altezza offre viste su tutta la città da vari punti come: il Castello di Montjuic, il Museo Nazionale d’Arte della Catalogna, i Giardini del Mirador del Alcalde e la funivia.

Basilica Santa Maria del Pi: Questa chiesa offre le migliori viste panoramiche sul centro storico dal suo enorme campanile alto oltre 50 metri.

Bunkers del Carmel: situato nella parte alta di Turó de la Rovira, la parte più alta del Parc del Guinardó, a 250 metri di altezza, questo punto di vista è perfetto per un picnic al tramonto vicino ai resti di bunker antiaerei e viste incredibili sulla città.

Tibidabo: situato nella Sierra de Collserola, a più di 500 metri di altezza, è un ottimo punto di vista oltre ad avere un parco divertimenti.

10 – Casa Milà

la-pedrera-gaudi

Salendo Passeig de Gràcia dall’emblematica Plaza de Cataluña, raggiungerai Casa Milà, un’altra delle opere più famose di Gaudí da visitare a Barcellona.

Casa Milà è una delle opere più note dell’architetto catalano Gaudí. Casa Milà è anche chiamata “La Pedrera” dagli abitanti di Barcellona: “pedrera” in catalano significa “cava”.

All’edificio è stato dato quel nome a causa del suo aspetto e perché Casa Milà era una rivoluzione in quanto non rispecchiava nessuno degli standard architettonici allora prevalenti.

Con più di 1,2 milioni di visitatori all’anno, Casa Milà non può mancare in nessun itinerario di Barcellona che si rispetti!

La grande parete di pietra della facciata, ottenuta con uno studio preciso di ogni singolo blocco, presenta una successione di profili ondulati sovrapposti, perforati da aperture irregolari, a formare una grande sagoma nodosa e dal prevalente valore scultoreo.

Oltre alla sua facciata, vale la pena fare un giro al suo interno passando attraverso il vecchio piano del Señor Milá situato al primo piano e salendo fino a raggiungere la terrazza sul tetto, che meraviglia con le sue grandi torri di ventilazione e camini trasformati in opere dell’arte.

Come in tutti i lavori eseguiti da questo architetto, all’ingresso si formano infinite code, quindi è consigliabile prenotare il biglietto  d’ingresso in anticipo.

Dal tetto della Pedrera si ha un bellissimo panorama di Barcellona. Un modo originale per visitarlo è sicuramente prenotare la visita notturna che include lo spettacolo audiovisivo, un bel modo per trascorrere in maniera piacevole una bella serata d’estate.

Indirizzo: Passeig de Gràcia, 92, 08008 Barcelona

Orari di visita: tutti i giorni da novembre a febbraio dalle 9:00 alle 18:30 e il resto dei mesi dalle 9:00 alle 20:30

0 comments… add one

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Get a weekly email with best free content
Subscribe