PimpMyTrip.it – Viaggi Avventura header image
PimpMyTrip.it - Viaggi Avventura > Blog > Consigli di Viaggio > Kit di sopravvivenza per ostelli terribili

Kit di sopravvivenza per ostelli terribili

– Posted in: Consigli di Viaggio

Peli e capelli nel letto, polvere e sporco, resti non ben identificati, porta del gabinetto sfondata, chi più ne ha, più ne metta. Quello che ho trovato negli ostelli nella mia vita sarebbe un ottimo argomento per un prossimo articolo.

Nel frattempo pensavo di raccontarvi di uno dei miei migliori e fedeli amici di viaggio, cioè il mio kit di sopravvivenza per ostelli terribili, insomma una serie di piccole cose (indispensabili)  che mi ha permesso varie volte di arrivare (quasi) viva a vedere la luce del giorno dopo.

ostelli-costarica

Ostelli eco-friendly in Costa Rica

Kit di sopravvivenza per ostelli terribili

Federa da cuscino: una delle cose in assoluto più importanti e per questo menzionata per prima. Sapere di poter appoggiare almeno la faccia  su qualcosa di pulito non ha davvero prezzo. Come la riempio? In genere ci metto magliette, pantaloncini, asciugamani, insomma tutto quello che mi permette di creare quel minimo spessore necessario per appoggiare la testa.

Rotolo di carta igienica: credetemi, in alcuni momenti sarà  il vostro migliore amico. Non sempre gli ostelli ne sono provvisti, oppure spesso è finito e non è che, ehm, si abbia sempre il tempo per andarsene a cercare uno. Occupa pochissimo spazio, è leggero e oltretutto vi verrà comodo anche in altre occasioni, come per esempio se viaggiate sugli autobus notturni o se fate lunghi tragitti in treno.

Kit da aereo: i tappi per le orecchie sono necessari soprattutto negli ostelli frequentati da ragazzi giovani che alla sera decidono di fare baldoria invece che di lasciarti dormire. Anche la mascherina per gli occhi è utile. Il cuscino da collo gonfiabile è comodissimo se non avete la federa, o per riempirla.

Insetticida: non serve solo per le zanzare nelle zone a rischio malaria. Avete mai sentito parlare delle bed bugs? No? Meglio così vuol dire che non ci avete mai avuto a che fare, io sì e vi assicuro che quella nottata non me la dimentico più. Un insetticida viene sempre bene.

Micropur:  tavolette per la disinfezione dell’acqua. Utilissime per disinfettare l’acqua con cui poi ci si lavano i denti. Praticamente impossibile da trovare in Italia, si compra online. Io ne ho fatto una scorta industriale l’ultima volta che sono stata in Svizzera.

Torcia da testa: indispensabile soprattutto in alcuni ostelli in cui si ha il bagno condiviso o si dorme in camerata per cui se si deve cercare una cosa di notte nello zaino non si può pensare di accendere la luce e svegliare tutti quanti (o potete pensare di farlo, a vostro rischio e pericolo).

Beauty con gancio da appendere: questa è stata davvero una scoperta mitica, di quelle che quando poi  effettui l’acquisto resti felice per una settimana. Questi beauty sono dotati di un gancio che permette di appenderli ovunque il che equivale a dire che non sarete costretti ad appoggiarlo su qualche lavandino marmorizzato dai capelli di chi ci è passato prima di voi.

Appendiabito da porta: esattamente come il beauty con gancio, un’altra grandiosa scoperta è stato l’appendiabiti da porta. Quante volte negli ostelli con bagno condiviso si entra nella doccia e non si ha la più pallida idea di dove appendere gli abiti puliti? Quando l’unico piano di appoggio disponibile si rivela essere la tavoletta del gabinetto ecco che l’appendiabiti da porta vi salva la vita. Io ne ho uno piccolo che tengo nel beauty che adopero non spessissimo, sempre!

Se non sapete dove trovarlo vi basterà digitare “over-the-door hanger” su google e ne troverete tantissimi, soprattutto da viaggio.

Ricordate comunque sempre che nonostante il kit di sopravvivenza vi verrà in aiuto in quasi tutte le occasioni, ci saranno dei casi in cui  vi dovrete rassegnare alla peggior nottata della vostra vita;  vi lascio qualche foto del peggior “ostello terribile” in cui ho avuto la (s)fortuna di mettere piede e vi giuro che qui non mi è rimasto altro da fare se non sperare che il giorno dopo arrivasse in fretta.

Per esempio domandatevi che cosa è questa cosa piccola e marrone che è rimasta nell’antibagno per circa tre giorni.

Siete pronti?

Eccola:

YouU-hostel-jiuzhaigou-cina

Cosetta piccola (neanche tanto) e marrone nel peggior ostello della mia vita, lo YouU Hostel

 

Ti Potrebbero anche piacere:

44 comments… add one

Leave a Comment