consigli viaggio svezia
PimpMyTrip.it – Viaggi Avventura header image

Guida e Consigli per Un Viaggio in Svezia

Dalle lande incontaminate del grande nord, dove in inverno regna l’aurora boreale, alle isole rosa di granito dei suoi arcipelaghi, alle città eleganti e ai paesaggi punteggiati di graziose casette rosse, un viaggio in Svezia non si dimentica mai nella vita.

Personalmente ci sono stata una, due, tre volte e ci tornerò ancora e ancora.

La Svezia è un paese ricco di storia (gli svedesi hanno saputo valorizzare al massimo il loro patrimonio culturale e lo hanno preservato in maniera esemplare) e di natura: aggiungeteci la gentilezza delle persone e la possibilità di vivere mille avventure e avrete la ricetta per un viaggio perfetto.

Informazioni generali in pillole

Quando andare: in Svezia l’estate è piacevole e l’inverno freddo. Al nord in inverno si possono raggiungere temperature polari per cui copritevi bene. In estate le temperature sono fresche alla sera per cui una giacca è sempre meglio portarla.

Moneta, Carte di credito e ATM: la moneta ufficiale è il SEK.

Praticamente si può pagare con la carta di credito ovunque.

Sicurezza: la Svezia è senza dubbio uno dei paesi in cui non ci si deve preoccupare della sicurezza. Valgono comunque le regole del buonsenso.

Nonostante la Svezia sia un paese estremamente sicuro non dimenticate di fare un’assicurazione di viaggio, per esempio quella che ho usato io di Viaggi Sicuri: è vero che esiste e si è coperti dalla TEAM, ma questa non  garantisce le stesse coperture di una buona assicurazione (io avevo fatto Viaggi Sicuri).

Quanto costa viaggiare in Svezia?

La Svezia non è un paese economico, come del resto tutta la penisola scandinava. D’altronde tutti i servizi sono ad altissimi livelli e ad altissimi standard di qualità.

Qualche possibilità per risparmiare c’è comunque anche se questo comporta fare qualche rinuncia.

In questa guida per viaggiare in Svezia trovate anche una serie di consigli su come risparmiare nel vostro viaggio in Svezia!

Hotel, ostelli e campeggi

Il prezzo per una camerata condivisa in ostello e con bagno in comune si aggira intorno ai 20/25 euro. Il prezzo per una camera doppia in hotel economico si aggira dai 60 ai 100 euro, ma nelle grandi città (come Stoccolma tanto per capirci) i prezzi possono essere più alti.

Generalmente al prezzo degli ostelli e di alcuni alberghi vanno aggiunte le spese per le lenzuola che vengono conteggiate a parte.

La colazione a volte è inclusa in altre no. Se non è inclusa il mio consiglio è di non farla in hotel, ma di uscire in qualche caffè.

Ci sono comunque varie opzioni. Alcuni hotel danno la possibilità di scegliere camere private con bagno in comune.

Una buona idea è scegliere il campeggio. In Svezia si può campeggiare tranquillamente anche e i prezzi non sono altissimi. Nei campeggi vi verrà chiesto di acquistare la Camping Key Europe, che però vi darà degli sconti su altri servizi (per esempio sui traghetti).

Potete anche acquistare online la vostra Camping Key Europe.

Ristoranti

Mangiare al ristorante in Svezia è costoso, ma se si evitano i piatti più cari come quelli a base di carne o di formaggio il costo è più basso.

In alcuni ristoranti i piatti principali partono da un prezzo di circa 18 euro. Comunque tanto per farsi un’idea io a Stoccolma ho speso 25 euro per una birra e un’insalata.

Il modo per risparmiare è quello di comprarsi tranci di pizza o hotdog nei vari 7eleven o mangiare nei fast food. Molti negozi offrono panini e pasti preconfezionati per meno di 100 SEK (circa 10 euro).

Vino e alcolici sono carissimi: se volete risparmiare su questo perchè non potete fare a meno di un bicchiere di vino, acquistatelo al Systembolaget, una Società Svedese per Azioni statale che ha il monopolio per la vendita al dettaglio di prodotti alcolici.

Per farlo vi verrà chiesto un documento d’identità dal momento che possono vendere alcolici solo a persone con più di 20 anni di età.

Trasporti

Dai vari aeroporti alle città: Flygbussarna è la compagnia di bus che offre trasporti regolari dai vari aeroporti fino alle maggiori città (Stoccolma, Malmo e Goteborg). Il prezzo del biglietto dipende dalla tratta, ma per esempio una singola corsa da Skavska fino al centro di Stoccolma costa circa 10 euro per un adulto.

Sul sito online di Flygbussarna con una simulazione potete vedere tutti i costi e anche acquistare online il vostro biglietto.

Da Arlanda per il centro di Stoccolma potete anche prendere il treno. Si chiama Arlanda Express e in 20 minuti vi porta dall’aeroporto fino in città. Il prezzo varia, ma per due adulti è di circa 35 euro (350 SEK).

Per altre informazioni e consigli per visitare Stoccolma potete leggere il mio post: consigli per visitare Stoccolma

Trasporti extraurbani: la Svezia ha una rete ferroviaria estremamente efficiente. I treni della SJ, le ferrovie statali, arrivano praticamente ovunque, ma ci sono anche varie compagnie private.

Leggi la mia esperienza sul treno notturno da Stoccolma fino in Lapponia Svedese

In alternativa potreste scegliere di viaggiare in bus: la compagnia più grande è la Swebus che offre più di 180 tratte tra le destinazioni più belle del paese.

Tour e attività

Gli spazi verdi nelle città svedesi offrono tante occasioni per andare in esplorazione, fare pic-nic e stare con la famiglia.

Le attività outdoor sono molto popolari in Svezia (come in ogni paese della scandinavia) e offrono infinite opportunità per fare escursionismo, ciclismo, sci, kayak anche nelle città.

Il costo dei musei anche qui varia dagli 80 ai 195 SEK.

Consigli per risparmiare

1 – A Stoccolma prendete parte a un free walking tour: come a Sofia in Bulgaria, ma anche in praticamente tutte le grandi città dell’Europa, se volete risparmiare prendete parte a un free walking tour.

Ci sono diversi tour che si possono scegliere, ma il mio preferito è quello che accompagna il viaggiatore per due ore nella città vecchia (Gamla Stan) e fornisce tutte le informazioni per conoscere sia la città che la sua storia.

2 – Comprate un pass per i trasporti: i trasporti in Svezia sono costosi, ma soprattutto nelle città è possibile prendere delle card che permettono ad un prezzo fisso di fare un uso illimitato dei trasporti pubblici (metro, bus e tram).

Questa card infatti garantiscono sicuramente un costo inferiore che non le singole corse.

Alcune card inoltre permettono di avere degli sconti su alcune attrazioni come i musei per esempio.

3 – Evitare gli alcolici: già gli alcolici sono davvero molto costosi. Se anche a volte si trova la birra a 4/5 euro, è più facile che la troverete a 7/8. Evitarli è quindi un modo per non prosciugare il vostro portafoglio.

4 – Usate un network per gli alloggi: io non lo amo e l’ho utilizzato pochissime volte nella mia vita, ma il couchsurfing offre un modo fantastico per non spendere sull’alloggio.

Dovrete in ogni caso essere molto adattabili, non sempre è facile convivere con persone che non si conoscono. Il couchsurfing ha altri lati positivi oltre al fatto di alloggiare gratuitamente come per esempio avere il contatto vero con le persone.

In alternativa cercare anche una casa in affitto su Airbnb permette di risparmiare parecchio (anche se io non lo uso per altre questioni).

5 – Cercate pranzi a buffet, groceries e mercati: esatto in alcune città (Stoccola in primis) è possibile trovare dei ristoranti dove per meno di 10 euro si può pranzare. Sono quelli a buffet, ma anche nei mercati o nelle piccole groceries non si spende una fortuna.

Segnatevi per tutte le opzioni economiche a Stoccolma questi nomi:

  • Herman’s: un buffet vegetariano costa intorno ai 15 euro.
  • Vigårda: hamburger con insalata o patatine per meno di 10 euro.
  • Urban Deli: piatti take-away con insalata per circa 8 euro “al pezzo”.
  • Meatballs for the People: le polpette svedesi dei vostri sogni con salse e purè, il tutto take-away!

Cosa Vedere e Cosa Fare

Sono talmente tante le cose da vedere e fare in Svezia che fare una scelta non è affatto facile.

Ho messo qui le cose che reputo migliori, ma sono sicura che ce ne sono tante altre (e se le scoprite ditemelo nei commenti!).

Visitare il Vasa Museum: il museo più visitato di tutta la penisola scandinava con oltre un milione di visitatori all’anno si trova nella Capitale: Stoccolma. Immaginatevi di essere catapultati indietro di 400 anni e di ritrovarvi di fronte ad un vero vascello, la nave da combattimento più terribile dell’epoca, l’ammiraglia della potente flotta navale svedese. Un progetto seguito con paura reverenziale dalle popolazioni avversarie.

Peccato (o per fortuna per noi) il Vasa affondò 20 minuti dopo il suo varo. Potrebbe sembrare un epic fail (e a tutti gli effetti lo è stato) ma questo ha permesso di ritrovarlo praticamente intatto sul fondo del mare e di stupirci e lasciarci attoniti di fronte alla sua magnificienza.

Cacciare l’aurora boreale a Kiruna e Abisko: nel profondo nord, in una regione dominata solo dalle foreste e dalle renne, ogni volta in cui fa buio, il cielo è limpido e l’attività solare alta, si osserva uno dei miracoli che solo la natura è capace di regalare: l’aurora boreale. Vista la conformazione delle montagne, Abisko è uno dei posti migliori al mondo per osservare le bizzarre e dispettose Northern Lights. Posso dire senza dubbio che questa è stata una delle esperienze più belle della mia vita!

Sfidare il freddo e vivere un vero viaggio avventura in lapponia svedese: lapponia svedese non significa solo aurora boreale! Come scritto in questo articolo sulle northern lights per me vale la regola: scegli in base alla destinazione non all’aurora.

Skelleftea è un paradiso naturale in cui regnano solo le foreste: qui si possono organizzare avventure meravigliose sia in estate che in inverno come attraversare i boschi su una slitta trainata da dolcissimi Huskies, fare una passeggiata a cavallo, vedere il sole di mezzanotte e tanto tanto altro.

“Rallentare il ritmo” con la fika: la fika (anche se qualcuno riderà a questo termine) è la pausa caffè e, come in Inghilterra con il “tea time”, qui è una istituzione.

Prendersi il caffè con pasticcini di vario genere per gli svedesi è un modo di rallentare i ritmi e di trascorrere qualche minuto piacevole con colleghi di lavoro e amici.

Visitare Karlskrona: Karlskrona è una destinazione un pochino insolita. Definita la città più solare di tutta la Svezia questa piccola comunità vive in un paradiso di tranquillità, appoggiate proprio di fronte al mare e al suo arcipelago. Inutile dirvi che io qui ho trascorso due giorni meravigliosi prendendo parte a un’escursione che mi ha portata a dormire su un’isola deserta in un faro, a nuotare con le foche e a sfrecciare sulle acque del Mar Baltico a più di 100 kim l’ora!

Prendere parte al Festival di Mezza Estate: il nome ricorda un pochino Shakespeare è vero, ma il Festival di Mezza Estate è una delle feste più amate dagli svedesi. Praticamente si celebra ovunque danzando, mangiando, bevendo e godendo la natura. Si tiene sempre il venerdì tra il 19 e il 25 Giugno: cercate qualche svedese che vi ci possa portare o chiedete in giro.

Trekking sul Kings Trail: un percorso di 440 km da percorrere a piedi tra la natura più incontaminata di tutto il paese. Ci vuole più di un mese per i coraggiosi che decidano di percorrerlo tutto. Per quelli come me che coraggiosi lo sono un pochino di meno, è possibile anche solo farne dei pezzetti. Durante il percorso comunque ci sono dei rifugi in cui riposarsi, fare scorta di cibo o di generi vari e anche (se siete stanchi) di trovare un passaggio per il paese più vicino.

Visitare Kosterhavet: un parco marino intorno alle isole Koster, a circa due ore di distanza da Goteborg. All’interno del parco ci sono coralli marini, ma i villaggi sulle isole sono davvero pittoreschi. In realtà tutta la zona è davvero molto bella e vale la pena esplorarla magari affittando delle biciclette!

Passeggiare nel nucleo più antico e caratteristico di Göteborg: il quartiere Haga. Vale la pena trascorrere anche una giornata intera tra le vetrine e sulle strade acciottolate del quartiere più vecchio della città. Tutto il quartiere è caratterizzato da ristorantini tipici (insomma di quelli che piacciono a me) e di caffè in cui si vendono vari tipi di dolci tipici tra cui i miei preferiti, quelli alla cannella.

Trascorrere almeno 3 giorni a Stoccolma: una delle mie Capitali preferite in Europa, Stoccolma è una città elegante e piena di vita. Non mancate tutte le cose che ha da offrire, come i suoi musei (di cui ho già citato il Vasa) e cogliete l’occasione per visitare in barca il suo arcipelago.

Festeggiare l’arrivo della primavera, il giorno di Valborg: io purtroppo non ci sono mai stata (ah ma ci andrò prima o poi) ma ogni anno il 30 Aprile gli svedesi danno vita a festeggiamenti vari per dare il loro benvenuto alla primavera. Pensate questa festa risale addirittura al Medio Evo ed è caratterizzata dall’accensione di grandi falò praticamente ovunque. Alcuni svedesi la festeggiano in casa o per gli affari loro, ma chiedete in giro e sicuramente troverete qualcuno che vi dirà come arrivare alle varie feste.

Altri Articoli sulla Svezia

aurora-boreale-svezia
arcipelago svedese
stoccolma-cosa-vedere
Museo Vasa
Karlskrona svezia
tour sui tetti stoccolma
visitare stoccolma
Lapponia trekking cavallo
viaggiare in treno in lapponia
cani da slitta
aurora boreale
Lapponia Svedese