PimpMyTrip.it – Viaggi Fai da Te Blog Le 11 Migliori Cose da Vedere in Guatemala

Le 11 Migliori Cose da Vedere in Guatemala

Tradizioni, siti archeologici e natura rigogliosa: il Guatemala è senza dubbio un paese ricco di sorprese ed è uno dei posti che più mi porto nel cuore.

Il mio viaggio di nozze in Guatemala, Messico e Belize è stato credo il più bello di tutta la mia vita.

Ma se Messico e Belize mi sono piaciuti il Guatemala si è ritagliato un posticino speciale: dalla giungla ai laghi, dai vulcani alla spiaggia, il Guatemala rappresenta una delle destinazioni più interessanti del Centro America, anche se forse meno popolare rispetto ai paesi confinanti.

guatemala-cosa-vedere

Nonostante le difficoltà che si incontrano talvolta per spostarsi all’interno del paese (e bisogna anche fare attenzione a dove si decide di andare), il Guatemala rappresenta comunque la meta ideale per scoprire le tradizioni Maya, conoscere il passato coloniale spagnolo del paese, fare trekking nella giungla e sui vulcani, esplorare le grotte e lanciarsi lungo le numerose zip line.

Ecco quindi cosa vedere in Guatemala: che tu abbia 15 giorni o 20, queste sono le cose che assolutamente non puoi perderti (e che ho incluso nel mio itinerario di 15 giorni)!

Vuoi scoprire il Guatemala più vero e autentico affidandoti a un’agenzia locale di fiducia?
Per un viaggio personalizzato e su misura compila il form che trovi cliccando sul bottone azzurro qui sotto e raccontaci un po’ di te e del viaggio che vorresti vivere.
Un nostro consulente esperto sul Guatemala ti contatterà entro 48h per valutare le tue esigenze e creare l’itinerario su misura perfetto per te!

1 – Lago Atitlan

lago atitlan

Situato nel sud del paese, il Lago Atitlan è uno dei quei luoghi in cui ci si fermerebbe molto più dei due giorni consigliati dalle guide.

Ho avutola fortuna di poterci trascorrere più di 2 giorni e ti assicuro che ancora adesso penso di non avergli dedicato abbastanza tempo.

E’ considerato da molti come il lago più bello dell’America Latina, con le sue acque splendenti, i tre vulcani ed i dodici villaggi che sorgono tutto attorno alle sue sponde.

Il Lago Atitlan sorge a 1500 metri sul livello del mare e gode di temperature costanti durante tutto l’anno e, pur essendo una delle mete turistiche più gettonate del paese, riesce a mantenere ancora la sua identità.

Le sponde del Lago Atitlan sono la meta ideale per rilassarsi all’ombra degli alberi, per esplorare i villaggi (facilmente raggiungibili in barca e tuk tuk), per studiare Spagnolo oppure fare gite in kayak, immersioni subacquee ed escursioni sul vulcano.

2 – Antigua

Antigua-guatemala

Antica capitale del Guatemala, Antigua è senza dubbio una città dotata di grande fascino.

Nonostante abbia subito gravi danni durante il terremoto del 1773, Antigua ha saputo rinascere in grande stile: con i suoi edifici di epoca coloniale, le chiese e le stradine in pietra, è oggi considerata la città più bella del Guatemala.

Antigua è vivace e colorata e ogni anno riesce ad attirare moltissimi viaggiatori.

Circondata da colline e vulcani, si presenta come un luogo tranquillo, sicuro ed animato da persone provenienti da ogni parte del mondo.
In centro si possono inoltre trovare diverse agenzie che organizzano attività di vario tipo, dai trekking alle escursioni in bicicletta o a cavallo.

Antigua è quindi uno dei principali luoghi da visitare durante la tua vacanza in Guatemala.

3 – Vulcano Pacaya

vulcano-pacaya

Uno dei tour più popolari partendo da Antigua è l’escursione sul Vulcano Pacaya.
Il vulcano è ancora attivo e durante il trekking può capitare di camminare tra i fiumi di lava incandescente.

Si possono trovare diversi tour organizzati, sia di gruppo che privati, per esplorare la zona in tutta sicurezza.

Il trekking vero e proprio è piuttosto semplice e breve, in quanto dura all’incirca mezza giornata.

Il percorso si snoda inizialmente all’interno della foresta, per poi far spazio, man mano che si procede, ad un grigio paesaggio fatto prevalentemente di roccia lavica, in cui il fumo del vulcano si perde tra le nuvole.

Insomma, un’esperienza abbastanza unica nel suo genere che sicuramente vale la pena di provare.

4 – Vulcano Acatenango

vulcano-acatenango

Il Vulcano Acatenango è uno dei tre vulcani che circondano Antigua, insieme a Fuego e Pacaya.

Anche in questo caso è possibile trovare diversi tour organizzati, ma consiglio di informarvi bene prima di scegliere a quale affidarvi.

E’ possibile anche decidere di passare la notte in tenda sulla cima del vulcano attivo, senza dubbio un’esperienza unica come ho fatto io (una faticaccia, ma ho dei ricordi nel cuore indelebili)

L’escursione è piuttosto faticosa e, se si decide di dormire sul vulcano, dura due giorni.

Bellissimi panorami sulle valli sottostanti e sul vulcano Fuego, che fedele al suo nome emette costantemente fontane di lapilli, cenere e fumo.

Dal momento che le agenzie spesso hanno il tutto esaurito per questi tour, ti consiglio di prenotarlo in anticipo.

5 – Livingston e Rio Dulce

rio-dulce-e-livingston

Polverosa e caotica, Rio Dulce di primo impatto non colpisce di certo per la sua bellezza o per le sue dimensioni, dato che non è altro che una strada divisa da un ponte sul fiume.

Il suo punto forte pero’ sono le diverse strutture che affacciano sul fiume, perfette per passare del tempo direttamente a contatto con la natura.

Quello che attira i turisti in questo villaggio è principalmente la possibilità di fare delle escursioni sul fiume e spingersi fino alla città di Livingston oppure navigare fino al mare, verso il Mar del Caribe.

Per arrivare fino a Livingston serve circa un’oretta di navigazione, ed il villaggio si presenta fin da subito come un paese di pescatori.

Ragazzi che suonano e cantano per le strade in cambio di una piccola donazione, i moli con attraccati i pescherecci e i locali che propongono cucina tipica, Livingston sa essere un villaggio turistico ma, al tempo stesso, anche molto autentico.

Da Livingston è inoltre possibile fare un’escursione verso la Finca Paraiso, ossia una cascata d’acqua calda in cui fare il bagno, o verso Siete Altares, ossia una serie di cascate e piscine naturali collegate tra loro.

In alternativa è possibile rilassarsi nella vicina Playa Blanca o visitare il Castillo de San Felipe.

6 – Rovine Maya di Tikal

rovine-maya-tikal

Gli amanti della storia Maya del paese non possono non visitare il Parco Archeologico di Tikal.

Il parco si trova nei pressi di Flores, un paesino suggestivo che sorge sulle rive del lago Peten, in una regione occupata per la maggior parte dalla foresta tropicale.

Il Parco Archeologico di Tikal, ossia il sito Maya più famoso del Guatemala, si trova all’interno della Riserva della Biosfera Maya, dichiarata patrimonio UNESCO nel 1979.

L’antico insediamento Maya di Tikal è avvolto da una densa foresta, dalla quale spuntano i resti di maestosi edifici che suggeriscono l’antica importanza di quello che era un centro religioso, commerciale e culturale.

Nonostante sia un centro archeologico largamente riconosciuto per la sua importanza e bellezza, ad oggi Tikal rimane ancora fuori dalle rotte turistiche classiche, permettendovi di visitare il sito senza imbattervi in orde di turisti.

7 – Semuc Champey

semuc-champey

Semuc Champey è probabilmente uno dei luoghi più interessanti e particolari di tutta la zona.

La particolarità di questo luogo sono le piscine naturali di acqua dolce collegate tra loro da piccole cascate e circondate da una fitta foresta tropicale.

La loro formazione è dovuta all’acqua piovana che si è depositata su questa sorta di ponte calcareo, scavando delle pozze in cui poi si è accumulata formando delle incredibili piscine naturali.

Nonostante Semuc Champey sia possibile visitarla anche in giornata con un’escursione dai ritmi sostenuti, potrebbe in realtà valere la pena fermarsi qualche giorno in più per vivere appieno questa zona di Guatemala più rurale.

8 – Mercato di Chichicastenango

mercato-di-chichicastenango

Famosa per il suo mercato, Chichicastenango è in realtà molto più di una semplice località in cui fare shopping.

Chichicastenango è una città sacra che sorge a duemila metri di altezza, punto di ritrovo dei Maya K’iche’ della regione e uno dei luoghi ideali in cui esplorare le tradizioni native.

Nella città è possibile passeggiare per le stradine acciottolate, visitare la Iglesia de Santo Tomas e salire sulla collina di Pascual Abaj.

Due volte alla settimana, il giovedì e la domenica, si tiene poi il celebre mercato di “Chichi”.

Una vera esplosione di vita, di colori e di profumi, tra ortaggi, tessuti, ceramiche, maschere di legno e souvenir vari.

9 – L’alba sul Lago dall’Indian’s Nose

vulcano san pedro

L’escursione sull’Indian’s Nose per veder sorgere l’alba sul Lago Atitlan e sul Vulcano San Pedro prevede, per forza di cose, una faticosa sveglia nel cuore della notte, ma rappresenta senza dubbio un’esperienza immancabile durante un viaggio in Guatemala.

L’Indian’s Nose altro non è che un picco sacro ai Maya, che in tempi passati erano soliti raggiungere la cima per pregare e fare riti religiosi, e che dai suoi 2863 metri di altezza domina la vallata del Lago Atitlan.

L’escursione fino alla vetta non presenta troppe difficoltà e si può organizzare anche direttamente da San Pedro La Laguna in una delle tante agenzie che si trovano nel centro.

All’alba sulla vetta il freddo può essere davvero pungente, ma il panorama e le luci dell’alba sul lago e sul vulcano ripagano completamente lo sforzo.

10 – Triangolo di Ixil

Situato sui monti Cuchumatanes, il triangolo di Ixil è composto da tre comunità maya: Nebaj, Chajul e Cotzal. L’area viene chiamata triangolo di Ixil perché le tre comunità formano un triangolo geograficamente e il dialetto Maya parlato è l’Ixil.

questa zona, una delle meno battute dal turismo, è perfetta per chi cerca un’esperienza più a contatto con le comunità indigene del luogo. gli scenari inoltre sono da togliere il fiato e la zona è spesso nel “radar” degli amanti del trekking.

11 – Laguna de Lachuá

laguna-de-lachua-guatemala

Photocredit Di Matyas Rehak / Shutterstock

La Laguna de Lachuá si trova nel Parco Nazionale del Lago Lachuá (LLNP), nella foresta pluviale tropicale del comune di Cobán, quasi al confine con il Messico e rimasta fuori dai circuiti turistici per molti anni a causa dei conflitti sociali interni,  ha mantenuto intatto il suo fascino di posto incontaminato.

Il nome della Laguna nella lingua locale Q’eqchi significa qualcosa come “acqua puzzolente” – a causa dei depositi di zolfo. Sentendo questo, potresti non credere che la Laguna sia uno dei luoghi più magnifici del Guatemala per la sua bellezza naturale.

Invece, con i panorami su imponenti montagne e attraverso alcuni chilometri di fitta foresta pluviale che ospita serpenti (grandi e piccoli), tapiri, tucani e un vibrante caleidoscopio di farfalle, La Laguna de Lachuá è un luogo veramente idilliaco.

È un posto meraviglioso dove andare e rilassarsi: puoi nuotare, prendere il sole, campeggiare una notte e goderti i suoni della natura selvaggia.

Quindi, se vuoi scappare dalle città rumorose e affollate e vuoi concederti qualche giorno totalmente lontano dai circuiti turistici la Laguna de Lachuá è il posto dove andare!

Ti è piaciuto questo post su cosa vedere in Guatemala? Se hai dei suggerimenti lasciamelo scritto nei commenti, così altri viaggiatori potranno leggerlo!

Vuoi scoprire il Guatemala più vero e autentico affidandoti a un’agenzia locale di fiducia?
Per un viaggio personalizzato e su misura compila il form che trovi cliccando sul bottone azzurro qui sotto e raccontaci un po’ di te e del viaggio che vorresti vivere.
Un nostro consulente esperto sul Guatemala ti contatterà entro 48h per valutare le tue esigenze e creare l’itinerario su misura perfetto per te!Si, voglio il mio itinerario su misura!
0 comments… add one

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.