PimpMyTrip.it – Viaggi Avventura header image

Un weekend a Lubecca

– Posted in: Europa Viaggi Avventura

Poco tempo fa, cercando come al solito una destinazione interessante per passare un weekend in Europa, sul sito di Ryanair sono incappata, tra le varie destinazioni della compagnia irlandese, per me amore ed odio, su Amburgo-Lubecca. Trattandosi la prima di una città grande che merita sicuramente più di due giorni di visita, la nostra attenzione si è spostata sulla seconda cittadina: Lubecca.

Piccola ma assolutamente elegante è questa cittadina nata e cresciuta tra il blu dell'acqua ed il verde dei boschi, chiusa tra le braccia della Trave e del Wakenitzsuo affluente, che proprio qui si incontrano, poco prima di terminare la loro corsa verso il Baltico.

Centro storico di Lubecca

La città, un tempo capitale della Lega Anseatica, mantiene ancora oggi inalterata la bellezza del suo centro storico medioevale, con le case coi tetti spioventi affacciate sull'acciottolato delle strade, gli altissimi campanili, slanciati verso il cielo, e le botteghe che le hanno fatto giustamente meritare il titolo di Patrimonio dell'umanità dell'UNESCO.
Ma non è solo la bellezza della città che le vale una visita, quanto soprattutto la sua atmosfera e l'aria che si respira, un'aria magica, con le strade affollate, gli artisti, i burattinai e i suonatori, i venditori di dolci.
Il centro storico si trova appunto circondato da un anello d'acqua. Alla parte centrale si accede attraverso la maestosa porta di Holstentor, la più famosa tra quelle della città: il centro è da lì facilmente raggiungibile, seguendo la folla, con un itinerario tra stradine e chiese gotiche, fino alla splendida piazza quattrocentesca (Marktplatz, la Piazza del Mercato), accesa nel periodo natalizio delle migliaia di luci del caratteristico mercatino e sovrastata dall'imponente Chiesa di S.Maria (Marienkirche), la terza per dimensioni in tutta la Germania.

La basilica fu quasi completamente distrutta durante i bombardamenti inglesi nella Domenica delle Palme del 1942. Nel corso della ricostruzione furono portate alla luce decorazioni gotiche e vennero ricostruiti molti particolari distrutti dalle fiamme; oggi la chiesa in cotto si presenta come una chiesa moderna, ma sotto la torre sud sono rimaste a testimonianza dell'incendio le enormi campane, cadute a terra, parzialmente fuse dal calore del fuoco.

Sempre attorno alla Marktplatz si estende, di fianco alla Chiesa di Santa Maria
uno dei lati del  Lübecker Rathaus (il Municipio di Lubecca, uno dei più antichi municipi di tutta la Germania)
mentre l'altro si affaccia sulla Breite Straße proprio di fronte al celebre Caffè Niederegger.

Io ho visitato Lubecca in un coloratissimo periodo, appena prima dell'inverno, quando le foglie sugli alberi si colorano di accesi rossi, gialli ed arancioni e tutta la città si prepara al Natale. Lungo le strade cominciano a brillare le prime luminarie, qui e là compaiono bancarelle colorate che vendono dolci e hot-dog, mentre le vetrine di Niederegger sono già zeppe dei dolci di marzapane, di babbi natale di stoffa, di confezioni decorate d'oro e d'argento.

TravemundeAnche se il centro della città è un gioiello in miniatura, non vi terrà comunque impegnati per più di una giornata per cui, se come me aveste a disposizione due giorni interi, approfittatene  per fare una gita in giornata a Travemunde, distante poco più di mezz'ora di bus, è un paesino di pescatori che vi affascinerà, affacciato sul Baltico, con i pescherecci che prima di pranzo tornano  dalle battute di pesca, inseguiti dalle gabbianelle affamate, per portare il pesce fresco sulle tavole delle case e dei molti ristorantini costruiti sulla riva del fiume. 

Una bella passeggiata sulla strada principale, con gli attracchi per le barche da una parte e le belle boutique dall'altra vi porterà fino alla punta, dove si trova il faro e da dove parte un' ampia spiaggia bianca sulla quale si affacciano deliziose casette di villeggiatura.

Due giorni a Lubecca passano veramente in fretta, vista la bellezza della città e soprattutto la sua vivibilità e in un attimo, senza quasi accorgervi del tempo che vola, vi troverete a dover riprendere il volo di ritorno. 

A chi volesse visitare Lubecca e Travemunde e avesse bisogno di informazioni approfondite  consiglio vivamente il sito dell' ufficio del turismo di Lubecca

Ti Potrebbero anche piacere:

el calafate argentina
Ushuaia Argentina
quartiere vecchio di praga
0 comments… add one

Leave a Comment