PimpMyTrip.it – Viaggi Fai da Te Blog Cosa Vedere ad Assisi Se è la Prima Volta che Ci Vai

Cosa Vedere ad Assisi Se è la Prima Volta che Ci Vai

Da quasi un anno, a causa del COVID-19 non prendo un aereo. Mi manca moltissimo prendere un volo, per me “volare” è già idea di viaggio. Però questa situazione, volendo vederne il lato positivo, mi ha dato la bellissima opportunità di scoprire un po’ di più la mia bella Italia. Durante il nostro viaggio in Toscana e Umbria sono tornata, dopo molti anni, ad Assisi.

Ecco perché dovresti andarci tu e soprattutto ecco cosa vedere ad Assisi che davvero non ti puoi perdere se è la prima volta che ci vai.

Cosa vedere assisi

Se hai intenzione di visitare la città natale di San Francesco, ma hai poco tempo a disposizione, allora ti basterà seguire l’itinerario che ti propongo per riuscire a visitare Assisi in un giorno godendoti tutti i suoi luoghi simbolo.

Assisi è uno dei borghi più belli d’Italia e sicuramente il più sacro. Qui, infatti, è nato San Francesco, fondatore dell’ordine francescano e patrono d’Italia, e sempre da qui ha iniziato il suo cammino verso il tentativo di ristabilire una chiesa povera e caritatevole.

Le prime volte che ho visitato Assisi ero con la mia nonna e la scuola (essì ho fatto la scuola dalle suore che ci portavano in pellegrinaggio!).

Oggi Assisi è diversa ma uguale ad allora: una delle cittadine umbre più visitate dagli italiani e dagli stranieri che giungono qui in pellegrinaggio o semplicemente curiosi di ammirare le sorprendenti opere che si trovano in città, come quelle di Giotto presenti all’interno della Basilica di San Francesco.

Potrai tranquillamente visitare Assisi in un giorno a piedi: il centro storico è molto piccolo e raccolto, ma io ti consiglio di avere la tua auto per poter visitare i dintorni che offrono delle chicche speciali (tra cui l’Eremo delle Carceri, semplicemente imperdibile!).

Di seguito ti consiglio le tappe da seguire per un itinerario completo.

Come arrivare ad Assisi

assisi come arrivare

Prima di iniziare con l’itinerario vero e proprio ti lascio qualche consiglio per raggiungere il centro di Assisi.

In auto

Se provieni da Nord attraverso la A14 dovrai uscire a Cesena e proseguire verso Perugia sulla E45 fino all’uscita per Assisi. Se, invece, guiderai sulla A1 dovrai uscire a Valdichiana, dirigerti fino a Perugia e poi proseguire verso Cesena sulla E45 fino all’uscita per Assisi.

Se provieni da Sud attraverso la A14 dovrai uscire a Civitanova Marche e proseguire in direzione Foligno – Perugia fino all’uscita per Assisi, mentre se guiderai sulla A1 dovrai uscire a Orte e proseguire sulla E45 in direzione Perugia – Cesena fino all’uscita per Assisi.

Una volta arrivato dovrai cercare un parcheggio perché il centro storico all’interno delle mura è interamente ZTL. Le possibilità sono diverse, ma tieni conto che la maggior parte sono a pagamento.

I parcheggi più comodi sono quelli di Porta Mojano, Porta Nuova, Piazza Giovanni Paolo II, Porta San Giacomo e Piazza Matteotti.

Ti suggerisco di arrivare presto in mattinata perché i parcheggi vicino al centro si riempiono facilmente, soprattutto nel weekend.

In treno

Per raggiungere Assisi in treno la linea ferroviaria di riferimento è la Firenze – Terontola – Perugia – Foligno e la stazione di arrivo ad Assisi è Santa Maria degli Angeli.

All’esterno della stazione troverai gli autobus di linea che ti condurranno fino al centro storico.

Cosa vedere ad Assisi se è la tua “Prima Volta”

Come ti dicevo non avrai problemi a visitare Assisi a piedi, ma indossa delle scarpe comode perché dovrai camminare tutto il giorno.

Ecco l’itinerario per visitare la città di San Francesco che non puoi perderti assolutamente, sia che tu ci stia un solo giorno, sia che tu decida di trascorrerci qualche giorno in più.

1 – Eremo delle Carceri

eremo delle carceri assisi

Questa è una delle destinazioni che generalmente non viene inserita in un itinerario di Assisi in un giorno, probabilmente perché non ci arrivi se non hai l’auto o forse perché meno conosciuto.

Per quanto mi riguarda è un luogo eccezionale, una tappa imperdibile, una chicca che non dovrebbe mai essere saltata.

L’Eremo delle Carceri è uno dei luoghi di San Francesco, dove lui con i suoi “discepoli” andava a pregare e a meditare in solitudine. Qui potrai avere un’idea di come viveva San Francesco, potrai vedere il suo giaciglio e i luoghi in cui pregava. Qui è dove il Santo parlò agli uccelli.

L’Eremo si trova sul Monte Subasio in mezzo ad una fitta foresta.

Ricordati di andarci presto al mattino, pianificalo come prima cosa: primo perché non troverai le orde dei turisti. non è per essere snob, ma perché così potrai, in quasi solitudine, godere appieno della pace e della tranquillità che questo posto è in grado di trasmettere.

Secondo, è perché la luce del sole illumina l’eremo dandogli un’aria mistica, quasi magica.

2 – Basilica di Santa Chiara

Se lascerai la tua auto presso il parcheggio di Porta Mojano, la prima chiesa che incontrerai sarà la Basilica di Santa Chiara.

L’edificio di culto fu costruito nel XIII secolo dopo la morte della Santa per custodirne le spoglie. La cripta dove oggi sono conservati i resti mortali di Santa Chiara, però, risale alla metà dell’Ottocento.

Santa Chiara è la fondatrice dell’ordine delle Clarisse. La giovane, affascinata dalla predicazione di San Francesco, fuggì di casa a 18 anni per abbracciare la religione.

All’interno della Basilica di Santa Chiara è custodito anche il crocifisso che parlò a San Francesco all’Eremo di San Damiano e che convinse il giovane nelle sue scelte di vita successive.

3 – Cattedrale di San Rufino

Forse sarai stupito dal sapere che il principale luogo di culto di Assisi non sia la Basilica di San Francesco, ma la Cattedrale di San Rufino.

Questa antica chiesa (la più antica della città) è dedicata al patrono di Assisi e al suo interno di trova la fonte battesimale dove si ritiene siano stati battezzati San Francesco e Santa Chiara.

Questo, inoltre, è il luogo in cui il Santo fece la sua prima predica.
Nonostante sia meno famosa delle altre chiese di Assisi, io ti suggerisco di entrare a visitarla.

4 – Anfiteatro Romano

Non lontano dalla Cattedrale si trova l’Anfiteatro Romano, traccia dell’antico passato della città.

Della struttura originaria rimane solamente un arco in travertino: il resto, infatti, è scomparso, nascosto dalle abitazioni che sono state costruite lungo l’asse ellittico dell’anfiteatro.
Nel mezzo, dove un tempo si trovava l’arena, oggi c’è un giardino.

5 – Piazza del Comune

piazza del comune assisi

A questo punto potrai dirigerti verso la Piazza del Comune, costruita su quello che un tempo era il foro romano della città (oggi visitabile lungo un interessante percorso museale).

La piazza non è enorme, ma è molto suggestiva: qui, infatti si trovano e si affacciano alcuni dei monumenti e degli edifici simbolo di Assisi.

Tra i palazzi spiccano il Palazzo del Capitano del Popolo con la vicina Torre del Popolo, il Palazzo dei Priori, oggi sede del Municipio e il Palazzo delle Poste.

Proprio di fronte al palazzo dei Priori si trova la Fontana dei Tre Leoni.

L’edificio che, però, sono convinta catturerà la tua attenzione è il Tempio di Minerva, oggi trasformato in chiesa.

6 – Chiesa di Santa Maria sopra Minerva

L’antico tempio di origine romana è sicuramente uno degli edifici più affascinanti di Assisi: pare che anche il poeta Goethe, giunto in città, ne rimase rapito.

La sua particolarità non sta solo nella sua imponente struttura, ma nel suo perfetto stato di conservazione: non sembrano assolutamente trascorsi secoli dalla sua costruzione.

Il tempio, probabilmente dedicato a Ercole (il nome Minerva deriva solamente dal ritrovamento di una statua), fu usato come abitazioni e locali per botteghe, come sede del comune e come carcere. Solo nel Cinquecento nacque il progetto di trasformarlo in Chiesa.

L’esterno è sicuramente più affascinante rispetto all’interno, ma ti consiglio, comunque, di visitarla.

7 – Palazzo Vallemani

Non lontano dalla Piazza del Comune si trova Palazzo Vallemani, dimora storica che oggi ospita la Pinacoteca Comunale.

Se sei un appassionato d’arte, questa potrebbe essere una tappa irrinunciabile: al suo interno sono esposti numerosi affreschi di epoca medievale e rinascimentale raccolti in seguito all’Unità d’Italia per evitarne la dispersione.

Tra le opere più importanti ci sono alcuni affreschi del Perugino e una Maestà attribuita a Giotto.

8 – Basilica di San Francesco

basilica san francesco

Infine, l’ultima tappa (di certo non per importanza) di questo itinerario di un giorno ad Assisi è la Basilica di San Francesco.

La sua sagoma imponente e inconfondibile la si riconosce da lontano. Quando la vedrai è molto probabile che tu possa ritrovarti a pensare che questa sia la Chiesa più grande mai vista.

La Basilica di San Francesco è sicuramente una delle opere architettoniche più importanti della Cristianità e, nonostante la regola francescana inviti al rigore e all’umiltà, questa è certamente un’eccezione.

È un’opera maestosa volta a stupire ed emozionare il visitatore. Oggi è considerata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO.

La Basilica è divisa in due parti: la Chiesa Inferiore e la Chiesa Superiore.

La prima è a singola navata, bassa, grave e cupa invita al silenzio e alla preghiera. Al suo interno ospita, sotto all’altare in una semplice cripta, le spoglie del Santo.

La Chiesa Superiore, al contrario della precedente, è votata alla luminosità e all’altezza. Lo stile è quello gotico caratterizzato da meravigliose vetrate e volte a crociera.

È qui che potrai ammirare i magnifici affreschi di Cimabue che raccontano la Crocifissione, le Scene dell’Apocalisse e le Storie di San Pietro.

Sempre qui, a metà navata, colpisce il ciclo di affreschi, eseguito e supervisionato da Giotto, che racconta alcune scene  della vita di San Francesco.

9 – Rocca Maggiore

A questo punto, se avrai ancora del tempo a disposizione, potrai decidere di incamminarti verso la Rocca Maggiore, la fortezza che domina Assisi e la vallata circostante.

Le prime notizie sull’edificio risalgono al XII secolo, durante il regno di Federico I Barbarossa.

Al suo interno dimorò anche Federico II di Svevia, ma fu cacciato all’età di 4 anni quando la città passò in mano ai guelfi di Papa Innocenzo III.

La Rocca Maggiore subì numerose modifiche nel corso dei secoli e dopo un attento restauro è oggi visitabile.

Se vuoi scattare qualche fotografia indimenticabile di Assisi o semplicemente goderti un bel panorama, questo è il luogo migliore da cui farlo. Tieni conto, però, che la strada per arrivare fino in cima è in salita.

10 – Basilica di Santa Maria degli Angeli in Porziuncola

Prima di lasciare definitivamente Assisi voglio consigliarti un’ultima tappa, la Basilica di Santa Maria degli Angeli in Porziuncola.

La Chiesa si trova fuori dal centro di Assisi, a circa 4 km di distanza, in località Santa Maria degli Angeli.

La Basilica fu costruita tra il 1569 e 1679 per inglobare le antiche strutture del Convento Francescano con la piccola Cappella della Porziuncola dove San Francesco era solito ritirarsi in preghiera.

Qui il Santo comprese la sua vocazione e accolse Santa Chiara e i primi frati dando vita all’Ordine Francescano.

Non lontano dalla Porziuncola, dove oggi si trova la Cappella del Transito, San Francesco spirò la sera del 3 ottobre 1226.

Cosa vedere ad Assisi in 2 giorni

Se deciderai di stare ad Assisi più di un giorno solo (te lo consiglio e ti consiglierò anche alla fine di questo post un posto fantastico dove andare a cena e uno altrettanto fantastico dove fermarti a dormire!

1 – Spello

assisi cosa vedere spello

A soli 12 km da Assisi c’è uno dei borghi più belli d’Italia: Spello.

Sicuramente ne avrai sentito parlare per i suoi vicoli fioriti e per i magnifici affreschi del Pinturicchio.

Spello è piccolissima, mezza giornata è sufficiente anche per godertela con calma. Si trova su una collina quindi dovrai posteggiare in basso e salire in salita: tieni conto di questo.

Bello il giro consigliato su tutte le guide e sulla mappa turistica che troverai su pannelli sparpagliati per la città.

2 – Quando fioriranno le rose, vivaio di Assisi

Se come me ami piante e fiori non puoi davvero perderti un salto al vivaio “Quando fioriranno le rose”: sono specializzati in rose inglesi e hanno un giardino eccezionale pieno di colori e profumi dove non potrai evitare di trascorrere un po’ di tempo godendoti alcune delle piante di rose più belle che io abbia mai visto in vita mia.

Il vivaio è specializzato in rose inglesi David Austin, alcune rare che è difficile trovare da altre parti, se non ordinandole dall’estero. Lo so sembra strano che su un blog di viaggi si parli di vivai floreali ma ti giuro che, se sei appassionato del genere, ne vale davvero la pena e poi da lì avrai un bellissimo panorama su Assisi.

E come me, non potrai fare a meno di acquistare una pianta. Io ne ho prese ben due che mi sono portata in giro in macchina per tutto il viaggio di 10 giorni… sono arrivate un po’ in stress, ma ora stanno benone nel mio giardino… e che profumo!

Dove dormire ad Assisi

dove dormire assisi

Ad Assisi ci sono una quantità di hotel e agriturismi da far girare la testa: da quelli più lussuosi, a quelli religiosi, agli hotel classici, insomma non avrai che l’imbarazzo della scelta.

Qui trovi una lista completa di hotel con i prezzi e disponibilità.

Personalmente ti consiglierei di alloggiare fuori dalle mura: costa meno e potrai alloggiare in agriturismi con piscina e cucina casalinga, rilassandoti in mezzo agli uliveti!

Ecco qui 3 posti a cui dare un occhio che potrebbero piacerti.

Country House Carfagna: dove ho deciso di alloggiare io perché ha un rapporto qualità/prezzo veramente eccezionale. Purtroppo causa COVID non abbiamo potuto cenare nella sala rustica con la vetrata sul giardino, il forno a legna e l’arredamento rustico in vero stile umbro (però ci abbiamo consumato la colazione). A conduzione famigliare, pulito, con un panorama eccezionale sulle mura della città, contornato da uliveti e campi coltivati, è davvero una delle scelte top che potresti fare!

Tenuta San Masseo – boutique farm resort & SPA: questo è il posto che avrei scelto se avessi avuto un po’ di budget in più a disposizione. Immerso anche questo nella campagna umbra, questo resort è veramente eccezionale. chissà, magari in futuro, quando potrò tornarci, avrò la fortuna di alloggiare qui.

Case Brizi Assisi: se vuoi alloggiare a pochissima distanza dalla Basilica di Assisi senza spendere una fucilata questo posticino nel cuore medievale della città di Assisi è davvero delizioso, completamente restaurato, con pareti in pietra e arazzi preziosi.

Dove mangiare ad Assisi

Beh esattamente come gli alloggi anche per i ristoranti, Assisi ha una scelta praticamente infinita di posti in cui mangiare. che tu scelga un ristorante d lusso, una vecchia taverna medievale, un agriturismo in mezzo alle campagne, sicuramente non resterai deluso.

Se però cerchi atmosfera calda, prezzi bassi e uno stile tipico di taverna allora devi per forza andare al ristorante “La stalla”: scavato nella pietra e con tavoli di legno, ricavati in un ambiente veramente rupestre davanti a un enorme braciere dove sfrigola la carne, questo posto non è per chi ama il lusso, ma per chi cerca una cena in allegria, magari seduti allo stesso tavolo con altre persone e con la tovaglia a quadri, un boccale di birra fredda e tantissime risate.

Qui è dove ho fatto questa foto:

dove mangiare assisi

Una di quelle serate che non dimenticherò mai. Mi ricordo che mi sono girata verso mio marito e gli ho detto:

“Vorrei che questo momento non finisse mai, quanto è bella la vita!”

In questo articolo ho cercato di scriverti le cose da vedere ad Assisi che non puoi perderti se è la prima volta che ci vai. Se seguirai questa “lista” fammi sapere poi che ne pensi!

0 comments… add one

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Get a weekly email with best free content
Subscribe