PimpMyTrip.it – Viaggi Fai da Te Blog Cosa Vedere a Napoli in un Giorno: Itinerario a Piedi [con Mappa]

Cosa Vedere a Napoli in un Giorno: Itinerario a Piedi [con Mappa]

Caotica, vivace, allegra e colorata: Napoli. Il capoluogo campano è una delle città più autentiche d’Italia. Io ci ho addirittura guidato e posso dopo questa esperienza affermare che sono una brava pilota (scherzo). Ho semplicemente adorato la città, la sua atmosfera, le persone che la abitano e le cose meravigliose che ho osservato.

Sì, Napoli sembra decisamente diversa dalle città del nord Italia come Firenze e Venezia. Sì, è caotica, trafficata e difficile da gestire, e tutto ciò la rende assolutamente meravigliosa.

cosa vedere a Napoli in un giorno

Napoli mi ha sorpresa. Sono quei posti che parlano alla tua anima:

“Hey ciao sono incasinata, vera, viva e autentica, sono Napoli” 

Se c’è una cosa che la situazione covid-19 mi ha insegnato è che l’Italia è un paese bellissimo pieno di cose da scoprire e di piccole gemme: Napoli, più di ogni altra città ti sorprenderà e anche se hai solo un giorno a Napoli, voglio che ti sorprenda nel migliore dei modi proprio come è successo a me.

Purtroppo, quando parlo con amici viaggiatori (ma io sono stata la prima a farlo eh), pochissimi lasciano il tempo sufficiente per Napoli: certo, ci passano una notte per fare base verso altre destinazioni come Pompei o la Costiera Amalfitana, ma Napoli stessa è spesso trascurata, e fidati è un peccato.

Durante una visita a Napoli vorrai visitare sicuramente i luoghi più importanti ed è per questo che ho deciso di preparare per te questa breve guida alle cose più belle da vedere con un comodo itinerario che puoi svolgere a piedi (ma gambe in spalla, dovrai camminare) in un solo giorno anche se a malincuore ti dico che ce ne vorrebbero di più.

Sei di corsa? Organizza il tuo viaggio in meno di 15 minuti!

☞ Vieni dall’aeroporto? Qui trovi il TRANSFER al tuo hotel

☞ Cerchi dove dormire? TROVA qui il tuo hotel

☞ Cerchi un tour non impegnativo? Prenota qui il tour guidato GRATIS di Napoli

☞ Potrebbe interessarti la app audioguida per la visita guidata di Napoli!

Acquista dai bottoni qui sotto i biglietti più popolari prima che siano esauriti:

NAPOLI SOTTERRANEA

POMPEI

Se rimarrai solamente un giorno in città è molto probabilmente che tu non riesca a fermarti per visitare ognuna di queste attrazioni, ma con più tempo a disposizione potrai certamente organizzare un itinerario completo di più giorni.

Ne vale la pena perché ci sono tantissime altre cose da vedere a Napoli che comunque ti elencherò alla fine dell’articolo.

Cosa vedere a Napoli in un Giorno: itinerario a piedi

Ho creato questo itinerario di Napoli in maniera che tutte le cose da vedere siano raggiungibili a piedi: qui sotto ti ho creato la mappa così che tu possa aprirla e seguirla QUI su Google Maps con tutte le cose da vedere in ordine.

Detto questo preparati a camminare. Non so se riuscirai a vedere tutto in un solo giorno: del resto c’è una differenza di tempo sostanziale se entrerai in tutti i posti per approfondire oppure ti basterà guardarli da fuori. Questo dipende dalle esigenze personali.

TOUR GRATIS di NAPOLI

Ci sono due tour GRATIS in italiano a cui puoi prendere parte: i tour sono guidati e sarai tu a decidere se poi lasciare una mancia oppure, se non sei soddisfatto, di andartene senza lasciare nulla.

Ti consiglio di darci un occhio, puoi vedere i dettagli di ognuno cliccando sul rispettivo link qui sotto:

☞ – TOUR GRATIS di NAPOLI

☞ – TOUR GRATIS del CENTRO STORICO di NAPOLI

Dopo le dovute premesse, siamo pronti a partire con il nostro itinerario di Napoli in un giorno!

1 – Piazza del Plebiscito

Cominciamo questo itinerario di un giorno a Napoli con uno dei veri highlights della città. Resterai esterrefatto dalla sua bellezza.

Ai margini della Napoli antica si trova quella che è, forse, la piazza più emblematica della città: Piazza del Plebiscito.

Piazza del Plebiscito

Il suo nome ricorda il plebiscito popolare che sancì l’unione del Regno di Sardegna con il Regno delle Due Sicilie nel 1860.

La piazza è definita dal grande e ampio colonnato di San Francesco di Paola, una chiesa del XIX secolo costruita in stile neoclassico. Ispirata al Pantheon di Roma, la chiesa ha una pianta circolare con cappelle a raggiera.

CONSIGLIO PRO: CAFFE’ GAMBRINUS

Uno dei migliori caffè di Napoli per la colazione è il grande Gran Caffè Gambrinus, il caffè più antico e venerato della città. Questo storico caffè della metà del XIX secolo ha un interno arredato in stile belle époque e un tempo era un celebre caffè, punto di incontro per i letterati napoletani, i critici e gli artisti bohémien.

Il Caffè Gambrinus si trova in Via Chiaia a due passi da Piazza del Plebiscito.

La grande cupola raggiunge un’altezza di 53 metri ed è larga 34 metri, completa di rosoni. La chiesa di San Francesco di Paola è più impressionante di notte quando è illuminata.

Un dato interessante è che Piazza del Plebiscito è stata utilizzata come parcheggio pubblico dagli anni ’60 al 1994 quando è stata restaurata e aperta al pubblico. Piazza del Plebiscito oggi è completamente chiusa al traffico e i napoletani la usano come luogo di ritrovo ed è frequentata da artisti di strada e artisti.

Su questa enorme piazza si affacciano alcuni degli edifici più importanti di Napoli: la Chiesa di San Francesco da Paola e il Palazzo Reale.

Nei dintorni ti consiglio di visitare anche la Galleria Umberto I e il Teatro San Paolo.

2 – Palazzo Reale

Il Palazzo Reale di Napoli è stata una delle cose che mi è piaciuta di più. Le dimensioni e lo splendore di questo palazzo reale sono un grande esempio della dinastia borbonica e il palazzo è degno di una città che un tempo era una delle più importanti d’Europa.

Fu costruito all’inizio del XVII secolo quando il re Filippo III di Spagna doveva venire in visita a Napoli e si riteneva che le altre residenze reali non fossero adatte a un re.

È stato ridecorato e rinnovato dai successivi sovrani ed è pieno di saloni progettati nel più stravagante stile napoletano del XVIII secolo. Sulla facciata sorgono otto statue in marmo di importanti re che governarono Napoli dal XII secolo all’Unità d’Italia.

3 – Teatro San Carlo

Il Teatro San Carlo (Teatro di San Carlo) non è solo uno dei luoghi da non perdere a Napoli, ma anche uno dei teatri d’opera più belli del mondo. La Scala di Milano potrebbe essere il teatro dell’opera più famoso d’Italia, ma il Teatro San Carlo è più antico e più bello.

Questa maestosa struttura neoclassica fu costruita in soli nove mesi, dopo che un incendio del 1816 aveva bruciato l’originale. È rinomato per la sua atmosfera e l’acustica.

Capirai subito perché questo teatro era l’invidia dell’Europa quando è stato aperto nel 1737. Il punto focale dell’auditorium è il palco reale, sormontato dalla corona del Regno delle Due Sicilie.

4 – Galleria Umberto 1

La Galleria Umberto I è una galleria commerciale fiancheggiata da eleganti negozi e caffè. Andarci è una delle migliori cose gratis da fare a Napoli. Non andare qui per lo shopping però.

Lasciati stupire invece dalle facciate neoclassiche riccamente decorate e dall’elegante passaggio coperto: il soffitto a volta in vetro e la sua gigantesca cupola di 56 metri creano un affascinante senso di luce e spazio. Un bel mosaico dello zodiaco si estende dal punto centrale della galleria.

La galleria vittoriana fu costruita alla fine del XIX secolo per rinvigorire il quartiere dopo che qui si era verificata una devastante epidemia di colera. I suoi elementi architettonici ricordano la Galleria Vittorio Emanuele II di Milano.

La Galleria Umberto I è aperta 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

5 – Quartieri Spagnoli

Fai una breve visita ai Quartieri Spagnoli, uno dei quartieri popolari più densamente popolati di Napoli. Questo suggestivo quartiere risale al XVI secolo ed è così chiamato perché faceva parte di un’estensione di Napoli ordinata dal viceré Don Pedro de Toledo, in particolare per l’alloggio delle truppe spagnole.

Nonostante la sua reputazione di piccola criminalità, è abbastanza sicuro avventurarsi nei Quartieri Spagnoli durante il giorno, ma fai comunque attenzione a cellulari e portafogli.

Il Quartiere Spagnolo è ben noto ai visitatori per le sue caratteristiche stradine, la disposizione a griglia e gli edifici così ravvicinati da far entrare a malapena la luce del sole.

I vicoli del quartiere sono addobbati con stendibiancheria e abitazioni monolocali senza finestre e le sue pareti sono decorate con antichi manifesti e graffiti.

Dove fermarsi per pranzo? 

Se trascorri un solo giorno a Napoli devi allora provare assolutamente a pranzo la cucina locale!

Dirigiti alla Trattoria da Nennella, uno dei migliori ristoranti di Napoli.

Situata nei Quartieri Spagnoli, questo chiassoso ristorante potrebbe non essere gradito a tutti, ma la cucina è veramente buona.

6 – La metro Toledo

Durante questo itinerario attraverserai Via Toledo: visitare la stazione della metro Toledo è un must perché si tratta di una vera e propria opera d’arte. Pensa che questa stazione della metro è stata addirittura dichiarata la più bella d’Europa e del mondo.

Al suo progetto ha lavorato l’architetto spagnolo Óscar Tusquets che ha voluto ricreare con giochi di luci e colori l’atmosfera marina.

7 – Piazza del Gesù Nuovo e Chiesa del Gesù Nuovo

Proseguendo l’itinerario nel centro storico di Napoli, ti suggerisco di raggiungere Piazza del Gesù con l’omonima chiesa (conosciuta anche come Trinità Maggiore).

Si tratta di una delle piazze più importanti della città ed è caratterizzata dalla facciata della chiesa in bugnato a punta di diamante.

Al centro della piazza noterai di certo l’obelisco dell’Immacolata.

8 – Complesso di Santa Chiara

Sul lato a Nord Est della piazza sorge il complesso di Santa Chiara, uno dei monasteri più noti di Napoli.

Il complesso è formato dalla basilica gotico – angioina più grande della città, da quattro chiostri, dagli scavi archeologici che comprendono anche delle antiche terme romane e dal Museo dell’Opera.

Il complesso fu fatto costruire per volontà di Roberto d’Angiò nel 1310 e i lavori terminarono solo nel 1328.

Al suo interno lavorò anche Giotto e gli affreschi dell’artista sono ancora oggi, in alcuni casi, visibili.

Purtroppo non tutti i lavori del Maestro sopravvissero perché in secoli più recenti vennero occultati con dello stucco. Inoltre, nel 1943, i bombardamenti ridussero in macerie gran parte della basilica che fu ricostruita al termine del conflitto.

Ti consiglio di non perdere il Chiostro Maiolicato: un vero gioiello.

9 – Piazza San Domenico Maggiore

Una delle più belle piazze di Napoli è quella dedicata a San Domenico Maggiore al centro della quale sorge l’obelisco di San Domenico.

La piazza si trova a pochi passi da quella del Gesù Nuovo.

Questo luogo, un tempo, rappresentava il limite orientale delle mura greche della città di Neapolis.

10 – Cappella San Severo

Nel centro storico di Napoli si trova anche un’altra delle attrazioni più interessanti della città: la Cappella San Severo.

Questa misteriosa chiesa, oggi sconsacrata e un tempo appartenuta ai principi di San Severo, fu fondata da Alessandro di Sangro e riorganizzata da Raimondo di Sangro.

Al suo interno è ospitata una delle opere più belle dell’arte della scultura italiana: il Cristo Velato di Giuseppe Sanmartino.

La fama di questa statua è dovuta alla sua bellezza, al fatto di sembrare quasi reale e al delicato velo che copre il volto del Cristo deposto: sembra impossibile che sia di marmo!

Per visitare la Cappella San Severo ti consiglio di acquistare in anticipo i biglietti per evitare code e per non perdere tempo.

11 – Spaccanapoli

Spaccanapoli

Questa lunga strada che sembra tagliare a metà la città altro non è che l’antico decumano inferiore tracciato in epoca romana sull’antico impianto urbanistico greco.

Oggi Spaccanapoli è una delle strade più importanti del capoluogo campano e corrisponde, nell’area centrale, a via Benedetto Croce e via Forcella e collega quest’ultimo omonimo rione con i Quartieri Spagnoli.

Passeggiando per Spaccanapoli incontrerai chiese, piazze, palazzi storici, negozi e qualche bottega artigiana.

Proprio a Spaccanapoli, a pochi passi da Piazzetta Nilo, troverai un altarino votivo dedicato a Maradona: forse è un luogo un po’ irriverente, ma è di certo folkloristico.

12 – San Gregorio Armeno

Tra le zone più particolari da vedere nel centro storico di Napoli c’è sicuramente San Gregorio Armeno, la celebre via dei presepi.

Qui troverai numerose botteghe artigiane che mettono in bella mostra i tipici presepi napoletani o le famose statuine con le caricature dei personaggi più in voga del momento: dal classico Maradona, ai politici e ai personaggi della TV.

Questa famosa via prende il nome dalla Chiesa di San Gregorio Armeno fondata nel 930 su un antico tempio dedicato alla dea Cerere.

Oggi, come sicuramente saprai, la fama di questo luogo ha raggiunto tutto il mondo grazie alle statuine del presepe.

13 – Ospedale delle bambole

Tra le cose più particolari e caratteristiche da vedere nel centro storico di Napoli c’è sicuramente l’Ospedale delle Bambole, una bottega in cui si riparano bambole, peluches e giocattoli.

L’idea di questo laboratorio risale al 1840 e da quel momento questo luogo non ha mai smesso di prendersi cura dei giochi di bimbi e di adulti romantici.

Se non sei rimasto troppo traumatizzato da film come La bambola assassina, allora dovresti assolutamente farci un salto, altrimenti lascia stare: le teste, le braccia e le gambe in giro per il laboratorio hanno un che di inquietante.

Sul posto potrai anche visitare il piccolo museo.

14 – Cattedrale di Santa Maria Assunta

Tra i suggerimenti su cosa vedere nel centro storico di Napoli, di certo non può mancare il Duomo dedicato a Santa Maria Assunta.

Oggi i napoletani sono particolarmente legati a questa chiesa grazie a San Gennaro le cui reliquie sono qui custodite: ogni anno, infatti, si radunano nel Duomo per pregare che il miracolo della liquefazione del sangue del Santo possa nuovamente compiersi.

Il Duomo è l’edificio religioso più importante della città non solo per il legame devozionale con i credenti, ma anche per la sua architettura.

Guardandolo noterai che sulla facciata e all’interno si sovrappongono più stili che vanno dal gotico del Trecento al neogotico ottocentesco. La chiesa, infatti, fu interessata da numerosi restauri anche a seguito delle eruzioni del Vesuvio e di violenti sciami sismici.

All’interno del Duomo è ospitato lo sfarzoso Museo del Tesoro di San Gennaro: un vero unicum che ti consiglio di visitare se ti piace il genere.

Mentre visiti la chiesa alza lo sguardo per ammirare gli stupendi dipinti di Luca Giordano, mentre dalla navata sinistra potrai accedere alla Basilica di Santa Restituita, un importante esempio di arte paleocristiana.

Altre cose da vedere a Napoli

Se hai più tempo, oltre al mio itinerario di un giorno, qui sotto trovi altre cose da vedere a Napoli in 2 o 3 giorni.

1 – Napoli Sotterranea

Sapevi che al di sotto della città se ne nasconde un’altra?

Sì, tra le cose da vedere nel centro storico di Napoli c’è sicuramente la Napoli Sotterranea, un labirinto di antichi tunnel nascosti sotto la città che custodisce le rovine di 2.500 anni di storia.

Potrai visitarla scendendo a circa 40 metri sotto terra, nelle cavità tufacee troverai acquedotti, gallerie fognarie, cisterne di acqua piovana, caverne, catacombe e ipogei precristiani.

Qui riscoprirai le origini greco – romane del capoluogo campano e imparerai che i cunicoli sotterranei, durante la Seconda Guerra Mondiale, ebbero la funzione di rifugio antiaereo. Ecco perché qui è ospitato anche un Museo della Guerra dedicato proprio al secondo conflitto mondiale.

Napoli Sotterranea, inoltre, nasconde anche la Galleria Borbonica, un antico collegamento fatto scavare da re Ferdinando II come comoda e veloce via di fuga.

Per me visitare la Napoli sotterranea è una delle cose da fare assolutamente a Napoli.

2 – Museo Ma.D.Re

Un bel museo da visitare nel centro storico di Napoli è il Ma.D.Re, un museo di arte contemporanea che raccoglie opere anche di grandi artisti come Piero Mazoni, Lucio Fontana, Mimmo Paladino, Joseph Beuys, Andreas Gursky, Andy Warhol, Roy Lichtenstein e tanti altri.

Se sei un appassionato dell’arte contemporanea non puoi perdertelo.

3 – Cimitero delle Fontanelle

Tra i consigli su cosa vedere a Napoli in un giorno inserisco anche il Cimitero delle Fontanelle, un luogo particolarmente suggestivo e una tappa da non perdere per scoprire la città in maniera particolare e diversa dal solito.

Questo antico cimitero si trova nel Rione Sanità e ospita circa 40.000 resti delle vittime fatte prima dalla peste nel 1656 e poi dal colera nel 1836.

Ma perché questo luogo è diventato “famoso”?

Il Cimitero delle Fontanelle è conosciuto per il rito delle “anime pezzentelle”. Questo rituale prevede che i fedeli adottino un teschio da curare, pregare e abbellire. In cambio chiedono a quest’anima una grazia o la semplice protezione.

4 – Maschio Angioino (Castel Nuovo)

Maschio Angioino Castel Nuovo

Un’altra meta da raggiungere è il Castel Nuovo, conosciuto dai più come il Maschio Angioino.

La fortezza fu fatta costruire da Carlo I d’Angiò nel 1266 quando trasferì la capitale del suo regno da Palermo a Napoli.

Oggi al suo interno è ospitato il Museo Civico.

5 – Castel dell’Ovo

Un altro edificio particolarmente interessante è il Castel dell’Ovo, il più antico della città.

Ti consiglio di raggiungerlo per goderti un magnifico panorama sull’intero Golfo di Napoli: al tramonto è bellissimo.

6 – Museo Archeologico

Fuori le mura del centro storico di Napoli voglio suggerirti un’altra visita: quella al Museo Archeologico.

Il MANN è considerato uno dei musei archeologici più importanti del mondo e ospita interessanti reperti provenienti specialmente da Pompei ed Ercolano. Non mancano, comunque, testimonianze provenienti da Roma e appartenenti alla collezione Farnese.

Interessante è anche la sezione egizia: la terza più importante dopo quelle del Cairo e di Torino.

Cosa vedere a Napoli in 2 o 3 Giorni (e nei suoi dintorni)

1 – Escursione sul Vesuvio

Durante la pianificazione di un viaggio a Napoli, cerca di tenere del tempo per un’escursione sul Vesuvio.

Escursione sul Vesuvio

Il vulcano, che esplose nel 79 d.C. domina lo skyline del Golfo di Napoli e offre ai viaggiatori la possibilità di sgranchirsi le gambe, bruciare un po’ delle calorie della pizza e godere di panorami mozzafiato da 4.203 piedi!

è possibile fare un’escursione sul Vesuvio in maniera indipendente, arrivare con l’auto è relativamente facile, l’unico problema potrebbe essere il parcheggio, ma magari una soluzione si trova.

In alternativa, ovviamente ci sono dei tour. Il migliore è quello che ti porta a Pompei, Ercolano e Vesuvio in un giorno solo, ma qui sotto trovi anche altre opzioni.

☞  Escursione al Vesuvio: sali a piedi fino alla cima del Vesuvio e goditi le impressionanti viste panoramiche sul golfo di Napoli offerte dalla vetta di questo vulcano

☞  Offerta: Escursione a Pompei + Vesuvio: scopri la storia di Pompei, visitando il sito archeologico in questa escursione in partenza da Napoli. Salirai anche sulla cima del Vesuvio.

☞ Escursione a Pompei, a Ercolano e al Vesuvio: 3 highlights in un solo tour! Scopri i segreti di Pompei e perlustra il sito archeologico di Ercolano, in questa escursione in partenza da Napoli. In più, potrai salire sulla cima del Vesuvio

2 – Pompei

Pompei è un vasto sito archeologico vicino a Napoli. Situata ai piedi del Vesuvio, Pompei fu sepolta, insieme a molti dei residenti, nel 79 d.C. quando il vulcano eruttò, vomitando cenere e colate piroclastiche su una vasta area.

Pompei fu scoperta nel XVI secolo e di nuovo nel XVIII ed è una delle principali attrazioni turistiche dell’Italia meridionale. Pompei può essere una gita di un giorno da Napoli o una gita di mezza giornata combinata con un’altra destinazione come Sorrento.

Pompei fu fondata nel VII o VI secolo A.C., conquistata dagli Etruschi e successivamente dai Greci, prima di diventare colonia romana nel I secolo A.C.

Poiché l’intera città è stata sepolta nella cenere, è straordinariamente ben conservata e offre uno sguardo unico sulla vita del I secolo. Pompei è l’unica città antica le cui rovine rimangono esattamente com’erano al momento della fondazione o dell’espansione, senza alcun altro insediamento successivo.

Ci saranno code a Pompei quindi prenotare in anticipo ti permette di entrare velocemente e di non perdere tempo altrimenti arriva subito all’apertura del sito archeologico.

☞  Acquista qui i biglietti online per Pompei

☞  Vedi qui escursione con visita guidata di Pompei

Vuoi saperne di più? Nel mio articolo su come visitare Pompei da Napoli trovi tante info su come arrivare, cosa vedere, e tanti consigli utili.

3 – Ercolano

Ercolano, come Pompei, era una città romana sulla costa dell’Italia meridionale, tra l’odierna Napoli e Sorrento. Troverai le rovine nella moderna città di Ercolano. L’antica città si estende in realtà al di sotto di quella moderna: ciò che è stato scavato è probabilmente solo una piccola parte di ciò che fu coperto quando eruttò il Vesuvio.

Ercolano si trova sul lato opposto del Vesuvio a Pompei, e sebbene abbiano condiviso la stessa sorte quando il vulcano eruttò, furono distrutti in modi diversi; Pompei da una pioggia di rocce cadenti spessa 25 metri, Ercolano da una letale ondata piroclastica a 250°C di gas incandescente e cenere.

Gli edifici di Ercolano sono molto meglio conservati di quelli di Pompei; molti di loro hanno i piani superiori ancora intatti, e un paio ha persino il balcone in legno originale.

Incredibilmente, alcuni negozi hanno ancora gli accessori. Ercolano era anche una città più ricca di Pompei, quindi molti degli edifici che vedrai sono più opulenti e riccamente decorati.

I mosaici e gli affreschi qui sono più luminosi, più grandi e più intricati, una vera delizia per gli occhi.

4 – Costiera amalfitana

Costiera Amalfitana

La Costiera Amalfitana è una delle mete più iconiche di tutta Italia. E per una buona ragione, questo tratto di costa è semplicemente stupendo.

Circondate su tre lati dal mare e da un lato dai rigogliosi boschi del sud Italia, le località costiere della Costiera Amalfitana meritano di essere viste almeno una volta nella vita.

Arroccata a sud di Napoli, la Costiera Amalfitana è una splendida zona d’Italia da esplorare e un luogo che tutti dovrebbero includere nel loro viaggio.

Se decidi di visitarle tieni conto di una cosa, la Costiera Amalfitana non è solo un posto.

È una raccolta di molte città e villaggi diversi, ognuno dei quali ha il proprio carattere e fascino unici e quindi è necessario decidere alcune cose prima del viaggio, come quante e quali visitare.

Se non hai la tua macchina o non vuoi guidare il miglior consiglio che posso darti è quello di prendere parte a un’escursione giornaliera da Napoli.

Ci sono delle offerte bellissime di tour tra le quali puoi scegliere, te ne elenco qualcuna:

 Escursione alla Costiera Amalfitana: trascorri una giornata indimenticabile, partecipando al tour della Costiera Amalfitana. Vedrai acque cristalline e case a picco sul mare a Positano, Amalfi e Ravello.

☞ Escursione a Sorrento e Costiera Amalfitana: scopri Sorrento e la Costiera Amalfitana e lasciati sedurre da una delle zone più belle del Mediterraneo.

5 – Capri

Prendere il traghetto da Napoli a Capri sembra più di un semplice giro in barca. È quasi come se venissi rapito dagli alieni e portato in un altro mondo, strappato dal caos delle strade di Napoli e gettato in una rilassante fuga sull’isola.

Capri ha la reputazione di essere un’isola di lusso. Un posto dove i tacchi alti sono comuni quanto le infradito, dove è probabile che tu veda un abito di lino come un costume da bagno.

Quando Hollywood aveva un senso di glamour, Capri era l’isola di vacanza preferita da celebrità come Audrey Hepburn, Grace Kelly e Sophia Loren.

Puoi organizzare la visita a Capri da Napoli da solo, ma ci vuole molto tempo e può essere un po’ una seccatura. Ci sono alcuni fantastici tour che in realtà hanno un buon rapporto qualità-prezzo e renderanno la giornata molto più rilassante.

Arrivando in traghetto, arriverai a Marina Grande. La piccola collezione di negozi e ristoranti qui sul lungomare è esattamente quello che ti aspetteresti: sono trappole per turisti.

Potresti tranquillamente sederti qui e bere qualcosa, ma il mio consiglio è quello di salire sulla collina verso la parte principale di Capri.

È possibile camminare ma è una salita lunga e ripida. È molto meglio acquistare un biglietto per la funicolare e salire in cima (con viste meravigliose).

Una volta che sei nella città di Capri, ti renderai conto che è piuttosto piccola. Fai una passeggiata, guarda le chiese, goditi i panorami e poi trova un posto dove sederti.

Mangiare e bere sono due delle cose migliori che puoi fare qui e non tutti i ristoranti sono così cari come ci si potrebbe aspettare. Sarai in grado di trovare alcuni posti convenienti con una bella vista (basta controllare il menu)

Se desideri trascorrere la giornata in un posto più tranquillo, un’altra opzione è quella di andare nell’altro capoluogo dell’isola, Anacapri. È possibile arrivarci a piedi da Capri ma potrebbe essere meglio prendere l’autobus (ci sono anche i taxi, che sono costosi, ma potrebbero avere senso per un gruppo).

Ci sono alcune escursioni intorno a Capri, incluso un sentiero fino al Monte Solaro, dove avrai una delle migliori viste dell’isola. Se preferisci trascorrere le tue giornate in modo vivace, piuttosto che bere spritz, allora potresti prendere in considerazione anche l’escursione del Sentiero dei Fortini dalla Grotta Azzurra al Faro di Punta Carena.

Parlando della Grotta Azzurra, molte persone scelgono di trascorrere parte del loro tempo facendo gite in barca dal porto turistico ad alcune delle attrazioni costiere, tra cui la famosa Grotta Azzurra.

Se desideri partecipare a un tour da Napoli per Capri (che ti leva un sacco di seccature e ti fa risparmiare un sacco di tempo), ci sono alcune buone opzioni.

☞ Escursione a Capri in barca: con questo tour  in barca, potrai conoscere Capri da ogni angolatura. La vedrai dal mare e, poi, potrai percorrere l’isola liberamente.

☞ Escursione a Capri e Anacapri: Con questa escursione potrai conoscere la bellissima Capri e raggiungere Anacapri, una località con un fascino naturale straordinario. Vuoi qualcosa in più? Visita con noi la Grotta Azzurra!

Come muoversi a Napoli

Come con la maggior parte delle città europee, il modo migliore per vedere Napoli e scoprire le sue numerose gemme nascoste è a piedi. Anche se Napoli non è la città più pedonale del mondo, apprezzerai davvero il suo fascino camminando.

Il centro della città e molte delle principali attrazioni sono facilmente raggiungibili a piedi o con i mezzi pubblici. Quasi tutte le attrazioni che ho incluso nel mio itinerario di un giorno a Napoli sono comodamente raggiungibili a piedi l’una dall’altra.

Il traffico a Napoli è caotico e gli scooter appaiono dal nulla.

Anche l’utilizzo dei mezzi pubblici a Napoli è una buona alternativa per spostarsi e consiglierei di utilizzarli per raggiungere alcune attrazioni lontane in modo da risparmiare un po’ di tempo. Il sistema di trasporto pubblico di Napoli è costituito da autobus, tram, metropolitana e funicolare.

I viaggi in autobus e tram richiedono tempo per spostarsi a causa del traffico intenso. La metropolitana è l’opzione migliore e la linea 1 della metropolitana è la più utile per i turisti con partenze ogni 8 minuti.

Le principali piazze centrali sono dotate di pannelli espositivi che indicano le principali fermate di autobus, tram e metropolitana. Le funicolari offrono un comodo collegamento con i quartieri collinari, in particolare il Vomero.

Non consiglierei di usare un taxi. Tuttavia, possono essere utili se ti senti stanco e stai cercando un modo più comodo di viaggiare.

Dove dormire a Napoli

Per sfruttare al meglio il tuo giorno a Napoli, è sempre una buona idea investire del tempo per trovare la sistemazione giusta.

In viaggi brevi come questo, ogni minuto conta, quindi sarebbe davvero utile avere un hotel che ti faccia risparmiare tempo. Detto questo, potrebbe essere necessario prenotare un hotel vicino all’aeroporto internazionale di Napoli se hai un volo molto presto il mattino successivo.

Tuttavia, in caso contrario, prenotane uno in città, preferibilmente vicino a una delle principali attrazioni. Qui trovi alcuni hotel davvero fantastici e prenotare una camera con uno di loro renderà migliore la tua vacanza a Napoli.

L’Hotel NapoliMia è un’ottima scelta poiché si trova in una delle strade più trafficate e interessanti di Napoli: Via Toledo. L’hotel è abbastanza vicino alla stazione di Toledo ea molte altre attrazioni della città, inoltre servono un’ottima colazione al mattino.

Caruso Place Boutique & Wellness Suites è un nuovo ed elegante boutique hotel che combina un design moderno con dettagli e mobili antichi. È situato in posizione centrale, anche questo su Via Toledo, proprio di fronte alla Galeria Umberto I. Le spaziose camere offrono un soggiorno unico e confortevole.

Palazzo Alabardieri: elegante, bello e situato a pochi passi da molte delle fermate di questo itinerario di Napoli di un giorno, questo hotel estremamente popolare è il modo perfetto per regalarsi un po’ di lusso mentre si è a Napoli.

A Palazzo Alabardieri, le bellissime camere, l’impressionante colazione a buffet e la posizione perfetta ottengono tutte recensioni entusiastiche.

0 comments… add one

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.