PimpMyTrip.it – Viaggi Fai da Te Blog Cosa Vedere a Monaco di Baviera in un Giorno: Itinerario e Mappa

Cosa Vedere a Monaco di Baviera in un Giorno: Itinerario e Mappa

Sono stata a Monaco di Baviera varie volte (tra cui una durante i mercatini di Natale e una durante l’Oktoberfest come addio al mio nubilato – eh si mi sono sposata in Ottobre), ma l’ultima visita che ho fatto, in uno scalo di 11 ore a Settembre per andare in Islanda, è stata la migliore di tutte, soprattutto perché ho seguito l’itinerario di un giorno di una mia cara amica, Valentina, che conosce la città molto bene. Dal momento che questo itinerario di cosa vedere a Monaco in un giorno è il più bello di tutti, ho deciso di riproporlo qui, in maniera che anche tu possa usufruirne!

Monaco di Baviera è una delle destinazioni classiche in Baviera e ha tantissimo da offrire. Non pensare che Monaco sia famosa solo per la sua Oktoberfest o per i meravigliosi mercatini di Natale, c’è tantissimo altro da fare e vedere in città.

Cosa vedere a Monaco di Baviera in un giorno

Essendo una destinazione così nota, aiuta sempre avere un’idea chiara di cosa si vuole fare durante una visita.

A cosa serve questo itinerario di Monaco in un giorno? Imparerai a conoscere tutti i posti migliori da visitare a Monaco per assicurarti di non perdere nessuna delle fantastiche cose che ha da offrire. Quindi, tuffiamoci subito in modo da poter iniziare a pianificare la tua visita di Monaco.

Consigli per visitare Monaco di Baviera in un giorno

Questi consigli ti aiuteranno a prendere confidenza con la città e ad organizzare al meglio il tuo viaggio.

L’Aeroporto di Monaco di Baviera Franz Josef Strauss si trova a circa 30 chilometri dal centro cittadino. Il modo più facile e veloce per raggiungere il centro città dall’aeroporto è prendendo i treni S-Bahn, la metropolitana regionale. Le linee S1 e S8 raggiungono il centro città in circa 40 minuti. Puoi fare i biglietti direttamente sui binari dalle macchinette automatiche.

Se preferisci però un trasporto privato (magari per raggiungere direttamente il tuo hotel) dai un’occhiata a questo transfer privato.

Consigli Monaco di Baviera

Se decidi di visitare Mnaco in un giorno, preferisci un hotel in centro, così non perderai troppo tempo negli spostamenti.

Dai un’occhiata al Hotel Torbräu (il mio preferito) oppure al Bayerischer Hof, due scelte fantastiche in centro città.

Un ottimo modo per cominciare subito a prendere confidenza con la città, è partecipare a questo free tour di Monaco di Baviera, è gratis (ma lascia poi la mancia!)

Se invece sei interessato alla storia della Seconda Guerra mondiale e al ruolo importante che ha avuto Monaco di Baviera, ti consiglio di dare un’occhiata a questo tour del Terzo Reich. Io avrei voluto farlo,ma purtroppo non c’era più disponibilità.

Sempre se sei interessato a questo genere di cose e hai più di un giorno a Monaco, ti straconsiglio un’escursione organizzata al campo di concentramento d Dachau.

Castelli di Neuschwanstein e Linderhof: escursione da Monaco: un’escursione davvero bellissima sulla Romantische Strasse al castello che ha ispirato Walt Disney.

Il centro di Monaco è relativamente piccolo, questo significa che puoi percorrere una gran parte di questo itinerario a piedi. Se per qualche motivo non vuoi farlo a piedi, potresti valutare l’autobus turistico Hop-On Hop-Off che è un ottimo modo per conoscere la città!

Quando andare a Monaco di Baviera

Monaco di Baviera è perfetta per essere visitata tutto l’anno, ma ovviamente ci sono periodi migliori e periodi peggiori (dipende anche da quanta fortuna hai!).

Sicuramente l’atomosfera che io ho vissuto durante il periodo dei mercatini di Natale è unica e consiglio a tutti di andare in quel periodo anche se le giornate sono corte e può fare freddo (ma che ci importa del freddo, tanto c’è il gluwein!)

Detto questo, Monaco vive quattro stagioni distinte e ha anche un fitto calendario turistico grazie ai festival locali. La scelta del momento giusto per visitare la città dipende davvero da ciò che vuoi e che ti aspetti di ottenere dal tuo viaggio.

Se tutto ciò che vuoi fare è vedere e vivere la città senza troppi problemi, il periodo migliore per visitare Monaco è da marzo a maggio. Il tempo è abbastanza piacevole e ci sono meno turisti in giro. Quindi, se stai cercando meno folla e tariffe migliori per le camere d’albergo, la primavera è il momento migliore.

Il meteo può essere molto bello anche durante l’estate e l’autunno, ma entrambe le stagioni rientrano nell’alta stagione di Monaco. Se l’estate è affollata a causa del fatto che è una stagione turistica, l’autunno è affollato a causa dell’Oktoberfest, che va da settembre all’inizio di ottobre, rendendolo il periodo più affollato e costoso per visitare Monaco.

Anche a Dicembre con i mercatini di Natale la città è affollata e si fa fatica a trovare buone offerte per gli hotel. Il trucco è, se decidi di andare in questi periodi, di prenotare prima e magari optare per hotel non proprio in centro, ma da cui puoi raggiungere il centro facilmente visto il fantastico trasporto pubblico.

Cosa vedere a Monaco di Baviera in 1 Giorno: Itinerario

Questo itinerario di cosa vedere a Monaco in un giorno è quello che ho fatto io dopo un lungo studio (e con l’aiuto della mia amica Valentina che conosce benissimo Monaco) e tocca tutti i maggiori luoghi di interesse della città.

1 – Marienplatz

La scoperta di Monaco di Baviera non può che cominciare da Marienplatz, la piazza principale della città. Da diversi secoli questa piazza è il cuore pulsante di questo territorio e teatro dei principali eventi pubblici. Per celebrare la fine dell’invasione svedese nel 1638 è stata eretta al centro della Piazza la Mariensäule, ovvero la Colonna della Vergine che è considerata la Protettrice del paese.

Marienplatz Monaco in 1 giorno

Qui si trovano alcuni degli edifici più importanti della città come il Neues Rathaus (Nuovo Municipio), l’Altes Rathaus (il Municipio Vecchio) e la Chiesa di San Pietro.
Non perdete una visita alla torre dell’orologio del Municipio (Neues Rathaus) che ospita il famoso carillon di Glockenspiel. Questa vera e propria opera d’arte è formata da 43 campane e 32 figure animate che suonano e si muovono due volte al giorno d’inverno (alle 11.00 e alle 12.00) e tre volte d’estate (alle 11.00, 12.00 e 17.00).

Marienplatz vanta anche uno degli ambienti più suggestivi durante il periodo natalizio quando qui viene organizzato uno dei mercatini di Natale più belli della Germania.

ATTENZIONE!

Ci sono alcuni ottimi tour che puoi valutare e che non costano molto. Ti aiuteranno a conoscere meglio la città e, secondo me, vale la pena darci un’occhiata. Ecco i migliori!

2 – Alter Hof

Continuando con il nostro itinerario da Marienplatz raggiungiamo l’Alter Hof, il vecchio palazzo reale: qui puoi fare solo una sosta al volo per vedere il cortile e la loggia.

L’Alter Hof fu la prima residenza della famiglia Wittelsbach, che governò la Baviera fino allo scoppio della prima guerra mondiale. La maggior parte delle ali del palazzo furono distrutte durante la seconda guerra mondiale e successivamente restaurate. Nell’ala della Corte Vecchia si trovano un Museo e il Centro informazioni.

Fermati nel cortile ed osserva lo splendido bovindo conosciuto anche come Monkey Tower. Un racconto leggendario associato alla torre afferma che un bambino fu portato via da una scimmia che apparteneva alla corte, e in seguito divenne l’imperatore Ludovico IV.

3 – Hofbräuhaus di Monaco

A questo punto (ma puoi tenerla anche per dopo, quando avrai fame!) fai un salto all’Hofbräuhaus di Monaco, la birreria più famosa della città. Il suo birrificio è una delle “sette sorelle”, ovvero le sette fabbriche di birra storiche della regione. La fabbrica Hofbräuhaus di Monaco è stata voluta nel Cinquecento da Guglielmo V che voleva autoprodurre la birra per il suo esercito, invece di comprarla all’estero. Da allora qui la birra viene ancora creata secondo un antico decreto bavarese del XVI secolo e poi viene esportata in tutto il mondo.

Hofbräuhaus Monaco di Baviera

Attualmente l’Hofbräuhaus non è solo il tempio della birra ma anche un ottimo ristorante in cui mangiare piatti della cucina locale. L’ambiente è molto particolare e se stai cercando un ristorante per una tranquilla cena romantica questo non è il posto giusto dato che il locale è caratterizzato da musica tipica, canti dei commensali e molte risate. Le pareti sono finemente affrescate con scene di vita popolare mentre il personale è vestito con i tradizionali abiti bavaresi.

L’Hofbräuhaus di Monaco purtroppo viene da molti ricordata perché qui il 24 febbraio 1920 Adolf Hitler ha tenuto uno dei comizi in cui ha presentato i 25 punti del programma del Partito nazionalsocialista tedesco dei lavoratori (NSDAP).

4 – Viktualienmark

Non perdete una visita al Viktualienmarkt, un mercato cittadino aperto nel 1807 dal Re della Baviera Max Joseph I. Il nome Viktualienmark significa “mercato delle vettovaglie” ed è stato coniato nel Novecento dalla borghesia cittadina che veniva qui per fare acquisti.

Il mercato è ancora aperto tutti i giorni e qui si trovano all’incirca 140 bancarelle che vendono prodotti alimentari, decorazioni, oggetti per la casa e fiori. La maggior parte dei banchi sono a gestione famigliare con la licenza che si tramanda da anni di generazione in generazione. La zona è ora molto vivace e animata e ospita anche diversi chioschetti dove poter bere una birra o qualcosa di caldo.

5 – Peterskirche (Chiesa di San Pietro)

Superata Marienplatz si trova la Chiesa di San Pietro che è la chiesa parrocchiale più antica di Monaco di Baviera. Questo edificio religioso, infatti, risale al XII secolo anche se nel tempo è stato più volte rimaneggiato.

Quello che possiamo ammirare ora è frutto dei lavori svolti nel Settecento che hanno realizzato una chiesa in stile tardo-barocco e rococò. Al suo interno è possibile ammirare un imponente altare barocco disegnato da Nikolaus Gottfried Stuber che si era ispirato a quello del Bernini a Roma. In una delle cappelle laterali, inoltre, vengono conservate le reliquie di Santa Mundizia, martire cristiana molto venerata dalle donne in Germania.

Peterskirche panorama da Alter Peter

Se hai tempo il consiglio è quello di salire in cima al campanile noto come “Alter Peter” (Vecchio Pietro). È alto all’incirca 96 metri e al suo interno è necessario percorrere 360 gradini per raggiungere uno dei migliori punti panoramici da cui è possibile ammirare la città dall’alto. Ti assicuro che la salita è tosta, ma la vista sulla città ti ripagherà di tutta la fatica fatta.

PS: vai un po’ prima, in genere per acquistare i biglietti la coda è abbastanza lunga.

6 – Asamkirche

Uno dei più particolari siti della città è sicuramente la Chiesa degli Asam (Asamkirche) che è così chiamata in onore dei due fratelli Cosmas Damian ed Egid Quirin Asam, artisti dello stile rococò.

Asamkirche Monaco in un giorno

L’edificio religioso noto anche come Chiesa di San Giovanni Nepomuceno è stato costruito a metà Ottocento come luogo di culto privato, ma poi è stato aperto a tutta la cittadinanza. All’esterno è presente un portale d’ingresso decorato con bassorilievi che rappresentano la vita di San Giovanni. All’interno la navata principale è ricca di affreschi, stucchi e sculture e presenta un altare maggiore che custodisce un sarcofago in vetro con le spoglie di San Giovanni Nepomuceno.

Un po’ (molto) kitsch secondo i miei gusti, ma vale davvero la pena vederla, è particolarissima!

7 – Frauenkirche

Dalla AsamKirche è possibile raggiungere in 5 minuti a piedi la Frauenkirche che è nota anche come la Cattedrale di Nostra Signora ed è una delle costruzioni più famose della città di Monaco. La Chiesa è celebre per le sue torri campanarie alte quasi cento metri e ricoperte da cupole ramate. Pesanti bombardamenti hanno colpito il corpo principale della Chiesa durante la Seconda Guerra mondiale, mentre hanno miracolosamente evitato le torri che oggi si presentano a noi vecchie di oltre 400 anni.

La Frauenkirche è stata voluta da Sigismondo di Baviera ed è stata costruita in stile gotico tra il 1468 ed il 1488. Al suo interno è possibile ammirare i monumenti funebri di Ludovico il Bavaro e nella cripta ci sono le spoglie di alcuni regnanti del casato Wittelsbach. Lungo le pareti della Chiesa sono custoditi numerosi esempi di opere d’arte che vanno dal XIV secolo fino al XVIII secolo.

8 – Feldherrnhalle

Chiunque abbia familiarità con la Loggia dei Lanzi a Firenze potrebbe non credere ai propri occhi quando intravede per la prima volta la Feldherrnhalle in piazza Odeonsplatz: il grande edificio con i suoi tre archi a tutto sesto sembra quasi identico al suo modello italiano.

La Feldherrnhalle  fu costruita tra il 1841 e il 1844 dall’architetto Friedrich von Gärtner per conto del re Ludovico I, che fu un grande fan dell’arte italiana. Mentre era ancora Crown Price, il monarca fece innumerevoli viaggi in Italia e possedeva persino la sua villa a Roma.

La Feldherrnhalle gioca un ruolo importante nella storia di Monaco: re Ludovico I fece costruire la struttura in omaggio alla gloria dell’esercito bavarese.

Il 9 novembre 1923, la Feldherrnhalle fu il luogo in cui fu sconfitto il tentativo di colpo di stato di Hitler, qui infatti si trovava la Bürgerbräukeller una grande birreria e uno dei principali luoghi di ritrovo dei sostenitori nazisti . Il colpo fallì, Hitler se n’era già andato e dopo la guerra la birreria fu definitivamente demolita.

9 – Residenz

Dopo una sosta all’ Hofbräuhaus sei pronto per ripartire e in pochi minuti di cammino puoi arrivare alla Residenz che è stata per secoli la reggia di duchi, principi elettori ma anche dei re di Baviera.

Il complesso è stato costruito per volere del duca Guglielmo IV a partire da metà Cinquecento, ma negli anni è stato a più riprese ampliato e ristrutturato. Per costruirlo è stata distrutta la Neuveste, una fortezza eretta nel 1385 che era considerata il luogo di rifugio del duca e della sua corte in caso di attacco nemico.
Da semplice residenza dotata di Hofgarten (“giardino di corte”), la reggia è stata modificata e con il tempo si è arricchita di importanti opere d’arte.

Attualmente al suo interno è presente il Residenz Museum che permette di visitare all’incirca 130 stanze reali e la Camera del Tesoro, che raccoglie i gioielli della corona e opere d’arte orafa che vanno dal Medioevo all’Ottocento. Già dalla metà XIX secolo grazie al principe Luitpold era possibile per i cittadini visitare le parti inutilizzate della reggia e nel 1897 è stata pubblicata la prima guida alla Residenza di Monaco
All’interno della proprietà, tra eleganti giardini e cappelle di corte, è presente anche il Teatro Cuvilliés, un edificio in stile rococò che ha preso il nome dall’architetto belga François de Cuvilliés che lavorava alla corte bavarese.

10 – Giardino Inglese

Attraversando il giardino di corte della Residenza si arriva all’ingresso dell’Englischer Garten, ovvero il Giardino Inglese. Questo elegante parco con i suoi 375 ettari è considerato uno dei più grandi non solo in Europa ma anche al mondo.

Il Giardino Inglese, vero e proprio polmone verde che si trova nel centro della città, è stato voluto nel 1789 dal duca Karl Theodor ed è stato realizzato da Benjamin Thompson. Con il passare degli anni, però, il parco è stato ampliato e modificato anche con la creazione del lago di Kleinhesselohe.

L’Englischer Garten è diviso in due dalla trafficata strada Isarring: la parte nord, chiamata Hirschau, ospita un bosco ed è una zona tranquilla, mentre l’area sud è più animata e frequentata da gruppi di amici o famiglie che vogliono chiacchierare, giocare o frequentare uno dei bar tradizionali noti come biergarten.

Da non perdere una visita al Monopteros, piccolo tempio in stile greco-romano che permette di ammirare la zona da una posizione sopraelevata, e una sosta alla Torre Cinese (Chinesischer Turm) che ora ospita uno dei biergarten più grandi in città. Un angolo suggestivo e tranquillo del parco è senza dubbio quello che ospita la Casa del tè giapponese costruita nel 1972 nell’ala sud del parco in una piccola isola artificiale. Qui vengono ancora organizzate tradizionali cerimonie del tè.

11 – Maxvorstadt

Dal Giardino Inglese rientrando verso la zona del centro storico potete fermarvi nel quartiere noto come Maxvorstadt che è famoso per ospitare un alto numero di musei. Tra quelli più famosi c’è sicuramente l’Alte Pinakotek o “Vecchia Pinacoteca” dove si possono ammirare importanti opere della pittura europea dal XIV al XVIII secolo.

Vicino a questa si trova la “Neue Pinakothek” (Nuova Pinacoteca) che custodisce una collezione di opere che vanno dal XVIII al XX secolo. Negli anni duemila, invece, è stata aperta la Pinacoteca Moderna (“Pinakothek der Moderne”) che conserva opere d’arte moderna e contemporanea.

Come muoversi a Monaco di Baviera

Durante la visita a Monaco, esplorerai vari angoli della città, il che significa che è importante capire i modi migliori per spostarti. Se ti trovi nel centro storico della città, non dovresti avere molti problemi a spostarti a piedi. Tuttavia, per ottenere il massimo dalla tua visita e vedere luoghi che non sono raggiungibili a piedi, devi conoscere le opzioni di trasporto pubblico disponibili.

Essendo una delle principali città tedesche, Monaco gode di una rete di trasporti pubblici veramente ottima composta da metropolitana (U-Bahn), treni suburbani (S-Bahn), tram e autobus. I tram e la U-Bahn ti portano nella maggior parte dei posti. Tutte le reti utilizzano gli stessi biglietti, che possono essere acquistati dai distributori automatici nelle stazioni della metropolitana e in alcune fermate di autobus e tram. Il tipo base di biglietto è il biglietto di corsa singola, ma sono disponibili vari altri tipi di biglietti tra cui quelli giornalieri che, nel caso ti spostassi molto, sono convenienti.

Raccomandazione: un altro ottimo modo per spostarsi per i turisti è su un autobus hop-on hop-off. Potrai godere di magnifiche viste sulla città, dal Parco Olimpico al Palazzo di Nymphenburg, e potrai salire o scendere dall’autobus ogni volta che lo desideri per vivere la città al tuo ritmo.

Se arrivi all’aeroporto internazionale di Monaco, il modo migliore per raggiungere il centro città è in treno S-Bahn. I treni partono dall’aeroporto al centro città ogni 10 minuti e impiegano circa 340 minuti.

Dove mangiare a Monaco di Baviera

Quando sei a Monaco di Baviera non puoi certo perderti la cucina tradizionale. Se sei un vegetariano come me non hai ovviamente molta scelta, auguri, ma qualcosa puoi trovare come piatti di insalata, patate e a volte anche canederli che però non abbiano carne all’interno.

Dove mangiare a Monaco di Baviera

Qui trovi alcuni ristoranti di Monaco che ti consiglio di provare!

RatSkeller Munchen: non faticherai troppo a trovare questo ristorante di cucina tradizionale perché si trova su Marienplazt. nonostante sia famoso e nonostante sia centealissimo, i prezzi non sono eccessivi e si mangia abbastanza bene. L’ambiente è bellissimo, ti piacerà.

HANS IM GLÜCK Burgergrill & Bar: se hai voglia di un hamburger veloce a pranzo non cercare oltre, questo posto fa per te! Si trova anche centrale quindi è perfetto per il tuo itinerario a Monaco di un giorno.

Rischart Café am Marienplatz: Pasticceria top e vista incredibile su Marienplatz!

Andechser am Dom: uno dei miei ristoranti tipici preferiti! Birra buonissima e piatti altrettanto.  Se ti piace il piccantino, consiglio i Kloster Seufzer, wurstelini piccanti che ti servono con insalata di patate.

Augustiner am Dom: altro posto niente male per il pranzo: salite al piano di sopra, è proprio la tipica locanda rustica

Dove dormire a Monaco di Baviera

Capire dove alloggiare è spesso la fase più stressante della pianificazione di un viaggio, soprattutto se decidi di fermarti più di una notte. Per fortuna, poiché Monaco è una destinazione turistica famosa, avrai molti posti tra cui scegliere, ma se decidi di visitarla durante i peridi “clou” come l’Oktoberfest o durante il Ponte dell’Immacolata (quando ci sono i mercatini di Natale) allora devi prenotare davvero con larghissimo anticipo se vuoi trovare qualcosa a prezzi decenti che non sia davvero lontano dal centro città.

Il centro città è sicuramente un’ottima scelta: avrai tutte le attrazoni vicine, i ristoranti per cenare alla sera e potrai spostarti anche solo a piedi. Purtroppo gli hotel sono cari. Il vicino quartiere di Ludwigsvorstadt è una buona scelta per alloggi a prezzi più ragionevoli.

  • Bayerischer Hof: questo superbo hotel a cinque stelle è situato all’interno di un edificio storico, pur fornendo agli ospiti tutti i comfort moderni, inclusi cinque ristoranti, sei bar, una piscina panoramica e un centro benessere.
  • Mercure München City Center: perfettamente situato tra il centro città e la stazione ferroviaria principale, le camere di questo hotel a quattro stelle presentano un design moderno con influenze bavaresi.
  • Hotel Torbräu:  un altro fantastico e lussuoso hotel nel centro di Monaco con ottime recensioni. È la base perfetta se vuoi goderti un soggiorno viziato ed esplorare anche le parti migliori del centro città. Le camere sono arredate in stile classico e i letti sono super comodi!
  • Rocco Forte The Charles Hotel: questo stupendo hotel a 5 stelle è uno dei migliori dell’intera città, credetemi! Ha una piscina coperta, un fantastico centro benessere, una sauna, un bistrot in loco e persino la propria palestra. È una delle migliori opzioni di alloggio a Monaco ed è vicinissimo all’Old Botanical Garden!
0 comments… add one

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.