PimpMyTrip.it – Viaggi Fai da Te Blog Cosa Vedere a Malta in 3 Giorni: Itinerario Migliore e Mappa

Cosa Vedere a Malta in 3 Giorni: Itinerario Migliore e Mappa

Finalmente sono riuscita a visitare Malta! Da tempo speravo di riuscire ad andarci e, complice il volo diretto Genova la Valletta, lo scorso weekend sono finalmente riuscita ad andare.

Crogiolata sotto il sole, nel bel mezzo del Mar Mediterraneo, Malta è un’isola incredibile da esplorare grazie alle sue baie, antiche città fortificate che trasudano migliaia di anni di storia e un’offerta di attività che è difficile credere per un’isola così piccola.

Cosa vedere a Malta in 3 giorni

Chiunque ti dirà che 3 giorni sono pochi per visitare Malta, ma io penso invece che siano già sufficienti per un assaggio se vuoi fare un weekend in inverno (quando non vai alla spiaggia) oppure se non hai più tempo.

Ovviamente ti verrà come a me voglia di tornarci!

Per aiutarti a ottenere il massimo dal tuo viaggio, condivido con te questo itinerario bellissimo delle cose da vedere a Malta in 3 giorni che davvero non ti puoi perdere.

Consigli per visitare Malta in 3 giorni

Questi consigli ti aiuteranno a pianificare e organizzare il tuo viaggio a Malta di 3 giorni. Ho una marea di consigli da darti, ma cercherò di essere breve, promesso.

Per andare dall’aeroporto alla Valletta o in altre località hai 3 scelte: il bus, il taxi o un trasferimento come questo che ti porta direttamente alla tua destinazione nell’isola. Ti basterà acquistare il transfer nella località dove si trova il tuo hotel.

La scelta migliore per l’alloggio, se stai solo 3 giorni, è quella di cercare l’hotel alla Valletta o nei suoi immediati dintorni (Sliema e St. Julians sono le scelte migliori): da qui infatti avrai comodi i trasporti pubblici, i traghetti e una marea di tour.

Noi abbiamo alloggiato al The Diplomat Hotel di Sliema che ha prezzi contenuti, una colazione inclusa abbondante e una piccola ma graziosa piscina sul tetto. Si trova in buona posizione direttamente sul lungomare di Sliema e ha la fermata dei bus proprio di fianco.

Due ottime scelte a La Valletta sono il Palazzo Rosaria Boutique Hotel o, se cerchi qualcosa di più economico, Guest House de la Valette.

Se hai intenzione di muoverti in bus, ci sono delle card giornaliere (o di più giorni) che puoi acquistare e possono farti risparmiare. Tieni conto che a Malta il bus costa sempre 2 euro sia che tu faccia una fermata oppure 10.

Visto che hai poco tempo valuta l’idea di prendere parte ai tour organizzati: risparmierai un sacco di sbattimento, avrai una guida con te, verranno a prenderti e ti riporteranno in hotel.

Tra quelli assolutamente consigliati:

Io ho preso un giorno questo Malta Sightseen Bus hop on hop off ed è stato una piacevolissima sorpresa!

Itinerario Malta 3 giorni

Se la tua intenzione è quella di viaggiare con i taxi, ti consiglio di scaricarti la app Bolt che è una app tipo Uber che ti trova l’auto più vicina (in genere arriva in pochissimi minuti). Non ti fa risparmiare sto granché ma è veramente comoda e puoi pagare il conducente in contanti quando arriverai a destinazione quindi non dovrai inserire la tua carta di credito.

Se stai cercando due ristoranti dove assaggiare la cucina tipica di Malta dai un’occhiata al Tà Kris e a Il-Merill a Sliema: sono entrambi due ottimi posti (provati personalmente). L’unica cosa di cui sincerarti è quella di prenotare prima altrimenti non trovi posto neanche morto.

PREMESSA DOVEROSA

Sul web viene spesso detto che Malta è una destinazione economica: non è più così, per lo meno non in alta stagione. Negli ultimi anni i prezzi sono cresciuti tantissimo. Se alloggerai e andrai a mangiare nei ristoranti delle zone più turistiche (Valletta inclusa) aspettati di spendere come in Italia, a volte anche di più.

Mappa di Cosa vedere a Malta in 3 Giorni

Qui sotto trovi una mappa con l’itinerario di cosa vedere a Malta in 3 giorni. Ogni giorno è un colore diverso.

  • Itinerario giorno 1: verde
  • Itinerario giorno 2: giallo
  • Itinerario Giorno 3: blu
  • Altre cose da vedere a Malta: rosso

Itinerario Giorno 1: Escursione a Gozo e Comino (Blue Lagoon)

Il primo giorno dei nostri 3 giorni a Malta lo spenderemo per visitare Gozo, Comino e la sua Blue Lagoon. Gozo meriterebbe più tempo, ma in un pomeriggio potrai fare un bel giro per Victoria e potrai ritenerti più che soddisfatto.

Comino e la Blue Lagoon

L’isola di Comino, precedentemente conosciuta come “Ephaestiais”, ha un’area di soli 3,5 chilometri quadrati ed è la patria della Blue Lagoon un incredibile gioiello naturale maltese. Comino fa parte dell’arcipelago di tre isole di Malta ed è la più piccola e meno popolata delle isole.

Blue Lagoon Comino

Comino è abitata solo da tre persone e dispone di un solo albergo chiamato Comino Hotel. L’unico modo per esplorare Comino è a piedi o in 4×4, ma sull’isola sono ammesse poche auto. Il terreno è roccioso e un po’ polveroso ma nel complesso relativamente piatto.

I tanti fiori ed erbe aromatiche che spopolano qui, tra terra,  mare e  sole,  emanano piacevoli profumi che si scontrano con la brezza marina, facendoti sentire veramente nel paradiso della natura.

Quando sono arrivata alla Blue Lagoon il mio primo sentimento è stato quello di “scappare”: faccio un breve excursus perché anche tu capisca. Sono andata a metà luglio, una giornata limpidissima. Avevo nel cuore quel sentimento di felicità, vibravo in tutto il mio essere perché da anni volevo arrivare qui.

La natura alla Laguna Blu esplode: è tutto quello che un amante del mare possa desiderare: acqua cristallina, pesci che un po’ baldanzosi non si fanno problemi a nuotarti tra le gambe, rocce accarezzate e arrotondate dal vento, dal mare e dal sole.

Si tratta di un luogo di “rara bellezza” di quei luoghi che non dimentichi quando torni a casa, che restano lì e dei quali quando i tuoi amici ti chiedono “ti è piaciuta Malta?” non puoi fare a meno di rispondere: “La Laguna Blu è uno dei posti più belli in cui io sia mai stata in vita mia. Lei da sola vale il viaggio”.

Invece purtroppo mi duole ammettere che quando sono arrivata, sono rimasta esterrefatta da quello che ho visto.

Vero che ci sono stata in alta stagione e nei mesi peggiori e di più affluenza possibile ma a parte le migliaia di persone in acqua, sulle scogliere, sotto gli ombrelloni, in fila ai vari stand che vendono drink, panini e patatine fritte, quello che più mi ha sconvolta è stata la sporcizia.

Avevo già scritto anni fa un  post sul turismo insostenibile in Messico e, purtroppo, dopo molti anni, mi è toccato rivivere più o meno la stessa esperienza, ma in Europa.

Come dicevo, non sono le centinaia di persone rigurgitate dalle barche in arrivo, quanto la mancanza di alcun segno di rispetto verso la natura: migliaia di mozziconi di sigarette abbandonate sulla scogliera (che ovviamente al primo sovvio di vento vanno a finire in mare), la plastica abbandonata, i bidoni per la spazzatura che non sono assolutamente sufficienti alla quantità di “monnezza” prodotta qui ogni giorno.

E poi le bancarelle che vendono street food (patatine e hamburger) in vaschette di polistirolo (ma DAVVERO il polistirolo nel 2022?), ananas ripieni di bevande alcoliche con cui la gente si fa i selfie in acqua, yacht e motoscafi che versano scarichi, benzina o qualsiasi cosa sia, in un mare di una trasparenza incredibile, che nonostante tutto riesce ad arginare questa orda, mantenendo inalterata la sua esuberante bellezza.

Barca per la Laguna Blu

La Laguna Blu di Comino da sola vale il viaggio a Malta, ma bisogna cominciare a proteggerla.

Oltre alla Laguna Blu, ci sono alcuni altri luoghi che puoi visitare a Comino, inclusi alcuni siti storici maltesi e calette nascoste.

Hai essenzialmente 2 modi per arrivare a Comino e alla Blue Lagoon

1 – Con i mezzi pubblici: è il modo che ho scelto io partendo con il bus e raggiungendo la località di Cirkewwa dove troverai l’imbarcadero da cui prendi il traghetto. Te lo sconsiglio fortemente: primo non risparmierai così tanto, secondo il viaggio in bus è terrificante, a Malta, incredibile, c’è un traffico allucinante. Tanto per capirci: per percorrere 20 km con il bus (morendo di caldo) abbiamo al ritorno impiegato quasi un’ora e mezza!

2 – Con un tour in barca (CONSIGLIATISSIMO): i tour per arrivare a Comino e alla Blue Lagoon partono da Bugibba, Sliema e Valletta. Non costano molto di più che andare con i mezzi, ti eviti il traffico e in genere uniscono alla visita di Comino e della Blue Lagoon anche Gozo o altre località.

L’offerta di tour è varia: devi solo acquistare online il tour che preferisci e una volta arrivato all’imbarco salire sulla tua barca, dovrai solo sdraiarti e spalmarti la crema solare!

Qui sotto trovi i migliori tour che puoi prenotare direttamente online:

VEDI ALTRI TOUR

Gozo

Dalla Laguna Blu io e Massi abbiamo preso una barca che ci ha portati a Gozo. Dal porto ​​ci siamo imbarcati su un autobus per Victoria (altrimenti conosciuta come Rabat), la capitale dell’isola.

Dal porto per raggiungere Victoria puoi prendere praticamente qualsiasi autobus, ma il 301 e 303 ti portano in centro più velocemente.

La parte più antica della città è l’area fortificata denominata La Cittadella. Questa zona era inizialmente un’acropoli trasformata in castello durante il periodo medievale.

La Cittadella e le sue maestose mura, subirono numerosi attacchi, compresi quelli ​​durante il Grande Assedio di Malta.

I bastioni sono probabilmente il posto migliore da cui ammirare un panorama mozzafiato a 360° dell’isola di Gozo, ma nella Cittadella trovi anche altre cose da vedere, prima di tutte la Cattedrale dell’Assunzione che trovi subito dopo l’ingresso principale. Questa fu edificata su una preesistente chiesa duecentesca. Ci sono anche diversi musei in loco.

È quasi impensabile visitare Victoria senza trascorrere una parte della giornata in piazza It-Tokk, cioè Piazza dell’Indipendenza: è infatti il fulcro sociale della città ed è il luogo perfetto per prendere un caffè e guardare la gente di Victoria che passa.

Gozo Victoria Piazza Indipendenza

It-Tokk è anche sede di numerosi ristoranti e bar dotati di balconi che si affacciano sulla piazza, il che lo rende un luogo perfetto per una cena romantica o un drink serale.

Qualunque sia la tua intenzione, piazza It-Tokk è un luogo da non perdere nel cuore di Victoria.

Da Piazza dell’Indipendenza addentrati nel centro storico, ovvero la città vecchia di Victoria, dove vive la maggior parte dei gozitani, ed è un labirinto di vicoli stretti dove troverai donne anziane sedute fuori che fanno merletti e prodotti artigianali maltesi.

Ti assicuro anche che nei vicoli stretti troverai refrigerio dal caldo estivo!

L’architettura a Malta è famosa in tutto il mondo e in particolare a Gozo, ogni edificio è stato realizzato con la stessa arenaria.

Abbina questo al fatto che la maggior parte delle case gozitane ha ancora gli affascinanti balconi e le persiane colorate per cui l’isola è diventata così famosa, e capirai subito perché esplorare le strade della città vecchia di Victoria è davvero divertente. Il tuo smartphone bollirà dalla quantità di foto che vorrai scattare!

Centro storico Victoria Gozo

Se hai un po’ più di tempo a Victoria di quello che abbiamo avuto noi, allora potresti goderti una passeggiata fino al tanto venerato Ta’ Pinu. La Basilica del Santuario Nazionale della Beata Vergine di Ta’ Pinu è probabilmente la chiesa più imponente di Gozo e si trova a circa 3 km dalla città di Victoria, è facilmente raggiungibile con una passeggiata di 40 minuti.

Da Gozo potrai poi riprendere il traghetto pubblico (ah su cui puoi anche imbarcare se vuoi la tua auto a noleggio) e ritornare a Cirkewwa per prendere il bus.

VEDI TOUR A GOZO

Cosa fare alla sera: Tour serale di Malta

Una buona idea per cominciare a conoscere Malta è quella di partecipare a un tour serale dell’isola con guida in italiano.

Dopo che la tua guida passerà a prenderti in hotel farai un tour panoramico di La Valletta. Vedremo le fortezze e il Porto Grande della capitale dell’isola e avrai anche un po’ di tempo libero per una passeggiata. Ti sposterai poi a Rabat, i cui vicoletti sono l’anticamera della fermata successiva: Mdina, la maestosa città circondata da mura che fu, in passato, la capitale di Malta.

Farai un tour a piedi del pittoresco centro storico costeggiando la cinta muraria e passando per l’imponente porta di ingresso alla cittadella. Durante il percorso ammireremo diversi monumenti illuminati, come la bellissima Cattedrale dedicata a San Paolo, l’apostolo che realizzò un tormentato viaggio per raggiungere Malta.

Il tour ti riporterà poi in hotel.

Itinerario Giorno 2: La Valletta e le Tre Città

Dopo il relax e il mare di ieri, oggi lo dedicheremo alla visita della Valletta e alle Tre Città.

Panorama la Valletta

Puoi fare come me e visitare la Valletta al mattino e le Tre Città al pomeriggio: è la cosa migliore in quanto tante attrazioni della Valletta (come la Concattedrale di San Giovanni o il Museo della Guerra) chiudono alle 16:00.

La Valletta

La Valletta è facilmente raggiungibile da Sliema (dove abbiamo dormito noi) grazie ai traghetti che le collegano, ma è facilmente raggiungibile anche in bus da qualsiasi parte dell’isola.

Ovviamente ti consiglio di fare come me e prendere il traghetto.

I panorami dal traghetto tra Sliema e La Valletta sono assolutamente sbalorditivi! Mentre navigavamo attraverso il porto di Marsamxett, abbiamo prima superato l’isola di Manoel con il suo Fort Manoel, un forte originario del 18° secolo.

La Valletta Malta

Una volta superata l’isola di Manoel, abbiamo contemplato lo splendido skyline di La Valletta. Gli edifici imbiancati contrastano con le scintillanti acque blu da cui sono circondati.

Dal momento che la città è sopraelevata su una collina, quando scenderai dal traghetto ti troverai una bella salita. Noi piano piano ci siamo fatti strada e dopo un paio di svolte sbagliate, ci siamo finalmente ritrovati nel cuore di La Valletta.

Per prima cosa ci siamo diretti verso l’estremità orientale della città, dove abbiamo ammirato la fontana dei Tritoni e successivamente l’antica Porta della Città e il Nuovo Palazzo del Parlamento.

L’interessante edificio del Parlamento dal punto di vista architettonico è stato completato solo nel 2015.

Ci siamo poi diretti lungo Republic Street, la via dello shopping più famosa di La Valletta. Qui puoi trovare di tutto, dai marchi di lusso di fascia alta ai tradizionali caffè maltesi. Sfortunatamente questa strada diventa incredibilmente affollata, quindi preparati.

In Repubblic Street si erge maestoso anche il Palazzo del Gran Maestro all’interno del quale è allestito il Museo dell’Armeria.

Alla fine ci siamo diretti verso la Co-Cattedrale di San Giovanni. L’esterno della cattedrale non evoca un senso di grandezza poiché è praticamente disadorno.

Se non avessi saputo cosa mi aspettava all’interno, probabilmente non avrei mai pensato di visitarla e sarebbe stato uno degli errori più grandi della mia vita!

Co-cattedrale di San Giovanni Valletta

Preparati: per entrare (siamo entrati dalla parte laterale, non dalla porta principale da cui invece si esce) ci sarà una coda lunga, cerca di arrivarci prima che puoi.

Detto questo si sta anche in estate abbastanza freschi perché gli alberi intorno creano una bella ombra.

All’ingresso abbiamo pagato la quota d’ingresso di 15€ a testa e preso le nostre audioguide.

Quando entrerai nella Co-Cattedrale farai come me: resterai talmente sbalordito che ti cadrà la mandibola per terra.

L’interno della chiesa è letteralmente uno dei più decorati che abbia mai visto in vita mia ed è assolutamente maestoso. Abbiamo trascorso un bel po’ di tempo nella navata centrale ed esplorando le cappelle e le opere d’arte di Petri, uno dei più grandi artisti del Seicento e che sono assolutamente da non perdere.

Ma il vero spettacolo sono i due dipinti MERAVIGLIOSI di Caravaggio che si trovano nell’Oratorio: La “Decollazione di San Giovanni Battista” il dipinto più imponente che Caravaggio abbia mai portato a termine e “San Gerolamo”, un’altra sua opera importante.

CONSIGLIO PRO: finita la tua visita, prima di uscire, dando la schiena all’interno della Co-Cattedrale guarda alla tua sinistra: troverai una scala a chiocciola: SALI! Arriverai a un balcone da cui avrai una vista magnifica!

Usciti dalla Co-Cattedrale ci siamo diretti verso il Forte di Sant’Elmo dove è allestito il Museo Nazionale della Guerra. Il Museo è davvero ben fatto e racconta la storia delle guerre di Malta, dalle prime contro gli Ottomani a quelle dei Cavalieri di Malta fino ad arrivare alla Seconda guerra mondiale. Il tutto è corredato da oggetti delle varie epoche e da pannelli informativi e interativi.

Si tratta di un bel museo da visitare.

Decidiamo di prenderci un po’ di relax dopo tante visite culturali e ci dirigiamo verso gli Upper Barrakka Gardens.

Gli ombrosi Upper Barrakka Gardens sono un gradito sollievo dal caldo maltese. Offrono anche un panorama pazzesco delle Tre Città.

Upper Barrakka Gardens La Valletta

I giardini si trovano sopra la batteria a salve, una parte cerimoniale delle fortificazioni di La Valletta: i cannoni sparano ogni giorno alle 12:00 e alle 16:00. Potresti fare un tour guidato della batteria e avvicinarti ai cannoni, ma la vista dai giardini è libera e altrettanto impressionante.

Poco più in basso trovi anche i Lower Barrakka Gardens, più piccoli dei precedenti, ma più intimi e con una bella fontana: a me sono piaciuti di più.

Tra le altre cose che puoi visitare a La Valletta ci sono alcuni musei molto interessanti, tra cui il Museo Nazionale di Archeologia, dove potrai ammirare una preziosa collezione di manufatti preistorici.

Da non perdere anche il nuovissimo spettacolo audiovisivo The Malta Experience.

Se stai cercando una visita guidata della Valletta:

Da La Valletta con il traghetto attraversi la baia dal Grand Harbour e ti ritrovi nella tua prossima tappa: le 3 Città.

Le tre Città

Vittoriosa, Senglea e Cospicua, conosciute come le Tre Città di Malta, sono pezzi di storia vivente ed è incredibile come ancora spesso vengano snobbate dai turisti.

Se vuoi un consiglio dedicagli un po’ di tempo, non te ne pentirai: le Tre Città infatti sono il posto giusto per conoscere e approfondire la cultura maltese.

Se vuoi anche un secondo consiglio: prendi una visita guidata come questa in italiano, io non l’ho fatto e me ne sono pentita assai amaramente!

Tre città di Malta

I quartieri di Birgu, Senglea e Cospicua sono conosciuti anche con più nomi: Senglea o L’Isla, Cospicua o Bormla e Birgu o Vittoriosa. Ciò è dovuto alla loro lunga storia e alla storia di Malta di passare ripetutamente di mano.

Birgu è storicamente importantissima: la sua fondazione risale ancora prima della Valletta, mentre sia Senglea che Cospicua furono costruite contemporaneamente alla capitale.

Tutte e tre sono state le prime città fortificate costruite dai Cavalieri di San Giovanni  quando arrivarono a Malta nel 1530: erano infatti approdati qui in seguito alla loro cacciata da Rodi e dopo mille peregrinazioni.

Si stabilirono a Birgu, facendone la loro capitale, riproponendo l’antica fortezza nota come Forte Sant’Angelo, costruendo anche nuove fortificazioni e innumerevoli nuovi edifici tra cui chiese, auberge, magazzini e palazzi.

Una cosa bella da visitare è il Museo Marittimo di Malta (che si trova sul lungomare di Birgu) dove conoscerai tutto sul commercio e sull’importanza del Grand Harbour ai tempi dei Cavalieri.

Birgu inoltre ospita anche altri interessanti musei come il Museo della Guerra di Malta, il Palazzo dell’Inquisitore e Forte Sant’ Angelo.

Cospicua

Se vuoi altre cose da visitare, nel quartiere di Senglea troverai due chiese sbalorditive  San  Filippo e Nostra Signora delle Vittorie. Vanno comunque anche menzionati i Gardjola Gardens da dove avrai dei bellissimi panorami de La Valletta.

Potresti aver voglia di trascorrere il tuo tempo visitando musei e chiese ma se hai poche ore, ti suggerisco di vagabondare senza meta. La cosa più bella delle Tre Città è quella di esplorarle in tutte le loro stradine: i palazzi chiari con i classici balconcini in legno colorato, le persone del posto che ti fermano per consigliarti di girare a destra o a sinistra per trovare gli scorci più belli o gli affacci sul mare.

Prima di riprendere il traghetto per La Valletta, dirigiti lungo il lungomare di Birgu.

Il porto è pieno di alcuni degli yacht più prestigiosi del Mediterraneo, quindi negli ultimi anni è cresciuta una nuova area sul lungomare con ristoranti ed enoteche ed è una bellissima idea sederti e prenderti un drink al tramonto, prima di tornare a casa in hotel.

Se visiti le Tre Città nei primi 10 giorni di Agosto non perderti i festeggiamenti per il Santo Patrono di Birgu, San Lorenzo, un’occasione imperdibile per ammirare di persona una delle più importanti tradizioni maltesi!

Cosa fare alla sera: Sliema e l’area di St. Julian

Sliema e l’area di St. Julian sono uno dei luoghi in cui andare per trovare alla sera ristoranti di pesce in cui cenare, bar, pub e movida: sono i luoghi della vita notturna di Malta!

Sliema lungomare

Sliema e San Julians sono collegate da un bel lungomare, una buona scelta per fare una passeggiata serale dopo cena. Al tramonto ci sono tanti locali che vendono drink e i ragazzi prendono le birre e vanno a berle in riva al mare.

Se stai cercando il centro della vita notturna, è qui che devi venire.

Itinerario Giorno 3: Marsaxlokk e Mdina

Siamo arrivati all’ultimo giorno dei nostri 3 giorni a Malta!

Ci sono ancora tante cose da vedere, ma noi andremo a vedere le due secondo me più belle: Marsaxlokk (imperdibile) e Mdina, l’antica capitale di Malta.

Nel cosa tu fossi un po’ stanco di visitare città e preferissi natura e avventura, più avanti ti scrivo altre cose da fare a Malta che potrebbero piacerti.

Marsaxlokk

Marsaxlokk è stata nel mio radar sin da quando ho cominciato prima del viaggio a documentarmi su cosa vedere a Malta.

Perché ti chiederai. Ecco, sai quelle belle barchette (si chiamano luzzi) a strisce  colorate, gialle, rosse, blu e verdi e con gli occhi che si vedono in ogni foto di Malta? Devi venire qui per vederne un sacco!

Marsaxlokk

Marsaxlokk, il cui nome “Marsa Scirocco”, ovvero Porto del Sud Est, è un piccolo paese di pescatori a sud dell’isola, non tanto distante nè da La Valletta, tantomeno dall’aeroporto.

Per pura fortuna, io e Massi abbiamo deciso di visitarla l’ultimo giorno dei nostri 3 giorni a Malta ed era una domenica mattina, quando si svolge il tradizionale mercato del pesce.

A causa però del traffico intenso (a Malta il traffico è veramente micidiale), quando finalmente abbiamo raggiunto il villaggio di pescatori di Marsaxlokk la maggior parte del pesce era stata venduta. Ci siamo comunque goduti una breve passeggiata attraverso il mercato e abbiamo preso alcuni dolci tradizionali maltesi.

La cosa top e nella quale ho speso più tempo ovviamente è stata osservare e fotografare i tradizionali pescherecci colorati, i Luzzi, che dondolavano su e giù nel porto.

Le barche tradizionali di Malta hanno una storia lunghissima e sono uno dei simboli dell’isola.

Si dice che fossero le barche dei Fenici arrivati qui 3.000 anni fa e i loro colori e la presenza degli occhi sulle barche confermano questa ipotesi. Gli occhi rappresentano gli occhi di Osiride e sono un porta fortuna che dovrebbe scongiurare le tempeste e augurare una pesca strepitosa!

Dopo un bel giro e un miliardo e mezzo di fotografie, abbiamo deciso di fermarci a pranzo: intorno al porto ci sono decine di ristoranti di pesce ovviamente che ti cucinano il pescato del giorno.

Noi abbiamo scelto The Old Fisherman, nella parte destra del porto.

In realtà i pescatori mi avevano consigliato di andare ain un altro ma quando siamo arrivati era chiuso, abbiamo dunque ripiegato su quello più vicino.

Luzzi di Marsaxlokk

Marsaxlokk è il posto perfetto se ami i frutti di mare, Massi ha preso il piatto misto gran portata che include un sacco di roba, tra cui anche i datteri di mare (che qui sono vietati) e mi ha detto che erano una bomba.

I prezzi inoltre sono significativamente inferiori a quelli dell’entroterra e della regione della capitale. E naturalmente il pesce è fresco come potrebbe essere qualsiasi pesce pescato meno di un’ora prima.

Dopo pranzo abbiamo passeggiato un po’, ma in realtà non c’è molto da vedere a parte il porto. Così abbiamo deciso di andare a Mdina per goderci il resto del pomeriggio.

Mdina

Mdina è una città fortificata che fungeva da capitale dell’isola in epoca antica e medievale. Di recente ha ottenuto un’immensa attrazione da parte dei turisti in quanto è stata una delle tante location per le riprese di Game Of Thrones (basta guardare le persone che si fanno selfie al cancello).

Mdina Malta

Ironia della sorte, è conosciuta come la Città Silenziosa, anche se le orde di turisti stanno lentamente scalzando questo titolo.

Abbiamo visto la cattedrale di St. Paul e abbiamo vagato per alcune delle stradine silenziose, prima di decidere di prendere il nostro bus e tornare a casa, stravolti dalla stanchezza.

Altre cose da fare a Malta

Questo itinerario qui sopra è quello che, dopo lungo studio, ho deciso di fare personalmente. Ma ci sono altre cose che puoi fare a Malta in 3 giorni e te le elenco qui sotto!

Spiagge di Malta

Malta è un’isoletta rocciosa nel mezzo del Mediterraneo e, vista la sua natura, è per di più scogliosa. Se stai cercando grandi spiagge di sabbia non ne troverai moltissime, ma quelle che ci sono sono belle.

Tra quelle che ti consiglio di andare a vedere ci sono:

Paradise Bay: questa spiaggia di sabbia non è grandissima, ma è quella considerata dai maltesi la più bella di tutte. Si trova a Cirkewwa, a dieci minuti a piedi dai traghetti per Gozo e Comino, ma arrivarci a piedi sotto il sole è una bella sfacchinata (parola mia) dal momento che c’è un lungo pezzo da fare in salita lungo l’asfalto. Se hai l’auto a noleggio invece potrai parcheggiare nel parking libero proprio alle spalle della spiaggia.

Paradise Bay

La spiaggia è libera e attrezzata con ombrelloni e sdraio che potrai affittare. ci sono docce e un paio di ristoranti proprio alle sua spalle, è quindi il posto ideale dove andare se hai dei bambini.

Mellieha Bay: è la spiaggia di sabbia più grande e probabilmente la più famosa (e dunque frequentata) di Malta. Facile da raggiungere, è anche la spiaggia probabilmente più gettonata tra le famiglie di turisti (basta guardare quanti yacht sono posteggiati in mezzo al mare.

Golden Bay è anch’essa una delle spiagge più conosciute di Malta ed è famosa per il colore della sua sabbia. Facile da raggiungere anche Golden Bay è perfetta per le famiglie e per chi ama gli sport acquatici.

Blue Grotto (Grotta Azzurra)

La Grotta Azzurra in realtà è una serie di meravigliose caverne situate vicino al villaggio di pescatori di Qrendi, sulla costa meridionale di Malta.

Con le incredibili acque blu, i colori della flora e della fauna sottomarina e il riflesso dell’acqua di mare sulle grotte dovuto ai raggi di luce, la Grotta Azzurra è diventata una delle attrazioni più gettonate dell’isola.

Ma la sua caratteristica più importante è un imponente arco di roccia alto circa 30 metri che si erge dal mare turchese.

Puoi ammirare questo spettacolo naturale da un punto panoramico sul lato della strada oppure puoi fare una breve gita in barca per dare un’occhiata più da vicino alle affascinanti grotte.

I tour in barca partono dal villaggio di Wied Iż-Żurrieq e vale la pena farli, soprattutto se ti daranno l’occasione di fare un fantastico snorkelling!

Scogliere Dingli

Non ho avuto la possibilità di visitare le scogliere di Dingli durante i miei 3 giorni a Malta, ma sono in cima alla mia lista per la prossima volta che ci andrò!

Con un’altezza di 250 metri, questo luogo è il punto più alto di Malta e offre viste panoramiche sul Mar Mediterraneo. È anche considerato uno dei posti migliori per guardare il tramonto a Malta, quindi potresti volerci andare.

Templi di Hagar Qim

Dalla Grotta Azzurra puoi raggiungere i due più importanti templi neolitici dell’isola di Malta.

Per prima cosa fermati ai templi di Hagar Qim dove troverai un tempio a stanza singola con vari altri edifici intorno.

Il tempio risale al 3400 a.C. circa. Da questo tempio si cammina verso i templi di Mnajdra che sono poche centinaia di metri più in là. Durante la passeggiata si vede sulla sinistra una bella torre costiera.

Questo sito è costituito da tre templi anch’essi del periodo 3200-3400 a.C. che hanno la migliore architettura di tutti i templi dell’isola. Il tempio inferiore ha un allineamento specifico con il sole nell’equinozio.

Villaggio di Braccio di Ferro

Se hai dei bambini, una gita al villaggio di Braccio di Ferro può essere una bella occasione per visitare qualcosa di diverso.

Hai mai visto il film di Robin Williams del 1980? No? Beh, nemmeno io, ma è stato girato ad Anchor Bay a Malta, e il set è ancora lì per le persone da visitare.

Puoi nuotare anche nella baia, cosa che consiglio perché è meravigliosamente limpida e calda.

Puoi girovagare per il set, interagire con i personaggi, giocare a giochi come il minigolf e rilassarti su uno dei tanti lettini sparsi per il luogo.

Puoi nuotare anche nella baia, cosa che consiglio perché è meravigliosamente limpida e calda.

Quando andare a Malta

Ogni periodo è buono per visitare Malta! Il tempo è quasi sempre soleggiato, ma ovviamente il periodo primaverile è il migliore in assoluto perché non troverai un caldo mortale come in estate e ci saranno anche molte meno persone e prezzi quindi più bassi.

Quando andare a Malta

Durante i mesi estivi, Malta attrae molti turisti ed è veramente affollatissima. Ecco perché ti consiglierei di viaggiare a Malta durante la primavera o l’autunno.

Quanto tempo hai bisogno per scoprire Malta dipende dallo scopo del tuo viaggio. Stai facendo un viaggio breve come questo in 3 giorni? Quindi scegli di scoprire la capitale La Valletta e l’area circostante.

Se vuoi vedere più dell’isola, opta per 5 giorni. Ti piacerebbe visitare anche le bellissime spiagge e le zone meno turistiche? Quindi dovresti assolutamente andare per 6 o 7 giorni.

Come muoversi a Malta

A Malta puoi viaggiare in autobus. Ci sono diverse linee che collegano le destinazioni più importanti ma in alta stagione sono affollatissimi (fa caldo nonostante l’aria condizionata a bordo) e il traffico è terribile quindi sono piuttosto lenti.

Detto questo, può venirti utile il sito web dei trasporti pubblici di Malta per organizzare i tuoi spostamenti.

Come muoversi a Malta

Se desideri visitare più destinazioni in un giorno, ti consiglio o di prendere un tour organizzato o di noleggiare un’auto anche se devi tenere conto che si guida a sinistra e il traffico è veramente micidiale!

La maggior parte delle compagnie di autonoleggio internazionali e locali hanno uffici in aeroporto. Al tuo arrivo puoi ritirare subito la tua auto prenotata e iniziare il tuo itinerario a Malta.

Ecco alcune cose importanti che dovresti sapere se decidi di noleggiare un’auto: a Malta non ci sono autostrade, guidi sul lato sinistro e nelle città non c’è quasi nessun parcheggio .

Quindi, se hai intenzione di visitare una città, arriva presto. Se pernotti in zona, cerca un hotel con parcheggio per i clienti.

Se desideri visitare le altre isole maltesi come Gozo e Comino, puoi prendere il traghetto. Da Cirkewwa a Malta ci sono traghetti giornalieri per Gozo a orari regolari.

Puoi anche prendere il traghetto per Comino da Cirkewwa ma senza auto. Oppure puoi optare per un’escursione.

 

0 comments… add one

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.