PimpMyTrip.it – Viaggi Fai da Te Blog Le Migliori Cose da Vedere e Fare a Madrid Gratis

Le Migliori Cose da Vedere e Fare a Madrid Gratis

Hai deciso di visitare Madrid? Non ti negherò qualcosa di ovvio; Madrid non è una città particolarmente economica. La buona notizia però è che ci si può godere alla grande la Capitale spagnola anche senza prosciugarsi il conto in banca.

Come? Grazie a tutte le cose gratis che Madrid offre!

cosa vedere a Madrid gratis

Tra queste avrai la possibilità di visitare i musei, passeggiare per i parchi, esplorare i mercati e le piazze più belle, e queste sono solo alcune delle tante cose che ti permetteranno di goderti la città risparmiando.

Basandomi sulla mia esperienza di quando ho visitato Madrid in 3 giorni, ho scritto questa guida con le 10 migliori cose da vedere e fare a Madrid gratis!

1 – Partecipare al free tour di Madrid in italiano

Il primo consiglio che ti do su cosa fare gratis nella capitale spagnola è quello di partecipare a un free tour di Madrid.

Questo tipo di visita guidata, infatti, è un ottimo modo per iniziare a conoscere la città e, soprattutto, per farlo risparmiando qualcosina.

In caso non avessi mai sentito parlare dei free walking tour, devi sapere che si tratta di visite guidate senza un prezzo fisso in cui sarai proprio tu a decidere quanto lasciare di mancia al tuo accompagnare una volta terminato l’itinerario.

Siccome non c’è un prezzo fisso potrai lasciare la cifra che più ritieni opportuna in base a quanto avrai gradito il tour e a seconda delle tue disponibilità economiche.

Io consiglio sempre di lasciare comunque una cifra adeguata al lavoro svolto dalla guida e di non approfittare troppo delle circostanze: la guida sta svolgendo il proprio lavoro e si impegna molto affinché i partecipanti siano sempre soddisfatti della visita e per questo merita di essere ricompensata.

Tornando al free tour di Madrid posso dirti che si tratta di un percorso molto interessante che tocca tutti i principali luoghi di interesse della capitale.

Partirai da Plaza Puerta del Sol dove conoscerai la storia del simbolo della città, la celebre statua dell’Orso e del Corbezzolo.

Da lì, poi, ti sposterai verso Plaza Mayor, Plaza de Oriente, il Palazzo Reale, il Mercato di San Miguel e la cattedrale di Santa Maria la Real de la Almudena.

La guida ti racconterà curiosità, storia e aneddoti delle maggiori attrazioni di Madrid e sarà felice di rispondere a tutte le tue domande e curiosità.

Il free tour di Madrid dura 2 ore e mezza e si svolge in italiano: un’ottima opportunità, non credi?

–> PRENOTA QUI il FREE tour di Madrid in italiano

Il mio Trolley Perfetto “We Are Eco”

trolley RoncatoHo testato innumerevoli trolley nel corso degli anni, adesso ne ho scelto uno super-leggero, ecosostenibile e prodotto in Italia: il “We are Eco” della Roncato.

Se stai cercando un trolley dannatamente perfetto dai un’occhiata alla nuova collezione Roncato!

Vedi tutti i Trolley

2 – Visitare i musei durante le giornate con ingresso gratuito

Se ami le visite culturali, sarai felice di sapere che a Madrid è possibile visitare numerosi musei gratuitamente.

Molte delle istituzioni museali madrilene, infatti, prevedono uno o più ingressi gratuiti durante l’arco della settimana.

Tra i musei che potrai visitare gratuitamente ti segnalo:

Museo del Prado

Il Museo del Prado è il museo più famoso di Madrid e al suo interno potrai ammirare opere di grandi artisti italiani, spagnoli e fiamminghi tra cui Andrea Mantegna, Raffaello Sanzio, Hieronymus Bosch, Bruegel il Vecchio, El Greco, Pieter Paul Rubens, Tiziano, Diego Velázquez e Francisco Goya.

L’edificio fu voluto da Carlo III di Spagna per ospitare il Gabinete de Historia Natural, ma fu trasformato nella sede del nuovo Museo Reale di Dipinti e Sculture dal nipote re Ferdinando VII. Il Museo aprì al pubblico nel 1819 con il nome di Museo Nazionale del Prado.

L’accesso gratuito oggi è possibile dal lunedì al sabato dalle 18:00 alle 20:00 e la domenica e i festivi dalle 17:00 alle 19:00.

Museo Reina Sofia

Il Museo Reina Sofia è un museo d’arte moderna e contemporanea dedicato alla produzione artistica dall’inizio del Novecento ad oggi e comprende opere di pittori spagnoli famosi come Pablo Picasso, Salvador Dalí e Joan Miró.

La sede del museo è l’antico Ospedale Generale di Madrid che fu eretto da Carlo III nel Settecento, ma la sua trasformazione a museo avvenne solo nel 1992.

L’accesso gratuito al Museo Reina Sofia è possibile da lunedì a sabato (escluso martedì) dalle 19:00 alle 21:00 e la domenica dalle 12.30 alle 14.30.

Palazzo Reale di Madrid

Conosciuto anche Palazzo d’Oriente, il Palazzo Reale di Madrid è ancora oggi la residenza ufficiale della famiglia reale spagnola che lo utilizza, però, solamente per le cerimonie ufficiali.

Il palazzo fu costruito nello stesso luogo dove un tempo sorgeva l’Alcazar, la fortezza musulmana edificata nel IX secolo su ordine dell’emiro Mohamed I e che divenne palazzo reale nel XVI secolo quando la famiglia dei sovrani si trasferì a Madrid.

L’Alcazar fu distrutto da un terribile incendio nel 1734 e i lavori per il nuovo palazzo, iniziati pochi anni dopo, si conclusero nel 1764. Oggi l’edificio si estende su un’area di 135000 m² ed è considerato la residenza reale più grande d’Europa.

L’accesso gratuito al Palazzo Reale di Madrid è possibile dal lunedì al giovedì dalle 16:00 alle 18:00 nel periodo Ottobre – Marzo e dalle 17:00 alle 19:00 nel periodo Aprile – Settembre.

Museo Thyssen-Bornemisza

Questa importante pinacoteca ospita circa 1000 opere che spaziano dal Rinascimento italiano alla pittura moderna. In origine la collezione privata apparteneva alla famiglia del magnate dell’acciaio Thyssen-Bornemisza, ma fu acquistata dallo Stato spagnolo nel 1993.

All’interno del museo potrai ammirare le opere di importanti artisti come Raffaello, Tiziano, Rubens, Rembrandt, Caravaggio, Manet, Renoir, Cézanne, Van Gogh, Gauguin, Kandinsky, Picasso e Rothko.

L’accesso gratuito al Museo Thyssen-Bornemisza è possibile ogni lunedì dalle 14:00 alle 16:00.

Ti consiglio, comunque, di informarti direttamente sul sito ufficiale dei vari musei per accertarti su quali siano gli orari aggiornati per l’ingresso libero.

Così facendo, infatti, eviterai spiacevoli inconvenienti e potrai programmare la tua visita perfettamente. Generalmente, comunque, gli orari di apertura gratuita sono di sera, dalle 17.00 in poi.

3 – Cattedrale dell’Almudena

Un’altra visita interessante da poter fare gratuitamente è quella alla Cattedrale dell’Almudena.

La Chiesa si trova a pochi passi dal Palazzo Reale di Madrid ed è considerata la più importante della città.

Le vicende che portarono alla sua costruzione sono lunghe e abbastanza complicate da spiegare brevemente in questo articolo.

Posso dirti, però, che il progetto per la sua costruzione risale addirittura al XVI secolo e a un desiderio di Filippo II.

La sua realizzazione, infatti, fu sempre ostacolata dagli arcivescovi di Toledo.
Solo nel 1883, sotto il regno di Alfonso XII, venne posta la prima pietra e fu dato inizio ai lavori.

La cripta, la prima area a essere terminata, fu aperta nel 1911, ma la costruzione del resto della chiesa si interruppe durante la Seconda Guerra Mondiale e poi, di nuovo, nel 1965.

La Cattedrale dell’Almudena fu consacrata solamente nel 1993.
L’ingresso alla chiesa è gratuito e dovrai pagare un biglietto solamente se vorrai visitare il museo al suo interno o se desidererai salire sulla sua cupola per ammirare il panorama sulla città.

4 – Tramonto al Tempio di Debod

Un’altra visita che potrai fare gratuitamente a Madrid è quella al Tempio di Debod.

Questo antico tempio egizio risalente al II secolo a.C. fu eretto sotto il faraone Tolomeo IV Filopatore e fu portato in Spagna nel 1968 come ringraziamento per l’intervento del Paese nel salvataggio dei templi di Nubia.

L’inaugurazione del Tempio di Debod avvenne nel 1972 e da allora è possibile visitarlo gratuitamente tutti i giorni. Al suo interno troverai diversi pannelli esplicativi che ti accompagneranno nella visita.

Il monumento è circondato da una grande fontana ed è immerso in un giardino.
Il momento più bello per recarsi al Tempio è al tramonto: la location in cui si trova, infatti, è molto suggestiva e con il calar del sole si tinge di sfumature rosate e arancioni davvero spettacolari.

5 – Passeggia per le piazze più importanti della città

Se vuoi visitare Madrid gratis sappi che anche senza entrare nei musei potrai goderti le bellezze della città.

La capitale della Spagna, infatti, è un continuo stupire il visitatore a ogni angolo della strada.

Le piazze di Madrid, ad esempio, sono una più bella dell’altra.
Ecco quelle che dovresti assolutamente inserire in un itinerario a piedi in città.

Puerta del Sol

Puerta del Sol è la piazza più celebre della capitale spagnola. Molti edifici della piazza risalgono al XVI secolo, ma la piazza fu completata nel Settecento. Qui potrai ammirare il Palazzo delle Poste, oggi sede della Comunità Autonoma di Madrid e celebre per il suo orologio da cui vengono suonati i rintocchi della mezzanotte la sera di Capodanno.

Inoltre, da non perdere, sono anche la Statua dell’Orso e del Corbezzolo, simbolo della città, e il Chilometro Zero, il punto iniziale da cui si diramano tutte le strade spagnole.

Plaza Mayor

La seconda piazza più importante di Madrid è sicuramente Plaza Mayor. Le sue origini risalgono al XV secolo: questo, infatti, era la sede del mercato cittadino. Successivamente la piazza fu completamente restaurata, ma purtroppo venne distrutta per ben tre volte da spaventosi incendi.

Plaza Mayor Madrid

L’attuale Plaza Mayor è il salotto “bene” della città e uno dei luoghi preferiti da madrileni che si fermano qui per mangiare un panino con i calamari o sorseggiare un caffè nei tavolini esterni dei bar.

In Plaza Mayor potrai ammirare la statua di Filippo III, la Casa de la Panaderia (il primo edificio costruito sulla piazza) e l’Arco de Cuchilleros che prende il nome dai laboratori artigianali dei fabbricanti di coltelli che rifornivano i macellai della piazza.

Plaza de Cibeles

Piazza de Cibeles è famosa soprattutto per essere diventata il punto di ritrovo per i festeggiamenti delle vittorie del Real Madrid.

Al centro della piazza si staglia la Fuente de Cibeles ideata nel 1782 dall’architetto Ventura Rodríguez, mentre ai lati potrai ammirare il Palacio de Comunicaciones, il Palacio de Buenavista, il Banco de España e il Palacio de Linares.

6 – Guarda le vetrine lungo la Gran Via

Non solo piazze, ma anche lunghe passeggiate per le strade della città: camminare per Madrid è la cosa migliore da fare per scoprirla al meglio.

Gran Via Madrid

La strada principale della città è la Gran Via, luogo amato dai madrileni per fare shopping e passeggiare con gli amici.

La costruzione di questa arteria viaria risale al 1910 sotto il regno di Alfonso XIII, ma i progetti per la sua costruzione erano già stati fatti durante la seconda metà dell’Ottocento.

Oggi, come dicevo, la Gran Via è celebre per le sue vetrine di marchi internazionali e boutique alla moda, ma anche per i suoi teatri e i suoi cinema. Pensa che da molti è considerata un po’ come la Broadway spagnola.

Passeggiando lungo la Gran Via potrai ammirare l’Edificio Metrópolis e l’Edificio Carrión. Quest’ultimo è famoso per la grande insegna della Schweppes che di certo avrai visto in qualche foto su Instagram o in TV.

7 – Parque del Retiro

Durante un soggiorno nella capitale spagnola c’è una tappa che non puoi perdere, soprattutto se ami stare all’aria aperta: si tratta del Parque del Retiro.

Il Parco si estende per più di 100 ettari e conta addirittura 10 ingressi: per visitarlo tutto, lo avrai capito, non ti basterà una sola giornata.

Se ti accontenterai, però, di una semplice passeggiata, potrai comunque goderti questo grande polmone verde madrileno e lasciare per un po’ di tempo da parte il traffico della città.

Il Parque del Retiro, comunque, non è un semplice parco cittadino, ma è un vero e proprio gioiello tutto da scoprire.

Al suo interno, infatti, le cose da vedere sono numerose. Segnati le tappe seguenti per programmare un itinerario completo e goderti gli angoli più belli di questo luogo:

  • Il laghetto artificiale dominato dal Monumento ad Alfonso XII. Questo luogo un tempo era utilizzato per ricreare scontri storici e battaglie navali. Oggi è possibile noleggiare una barchetta a remi per pochi Euro e fare il giro del laghetto: se sei con il partner è sicuramente un’esperienza molto romantica da non perdere.
  • La Casita del Pescador, una piccola casetta rosa circondata da uno stagno. Questo vero e proprio gioiello nascosto era il luogo dove il re e i membri della famiglia reale andavano a pescare.
  • Il Paseo de la Argentina, conosciuto più comunemente come il Viale delle Statue perché lungo il percorso si susseguono una dopo l’altra numerose sculture, una più bella dell’altra.
  • Il Palacio de Cristal, oggi sede di esposizioni temporanee.
  • La Rosaleda, il bellissimo roseto progettato nel 1915 che avrai sicuramente visto in qualche foto su Instagram.
  • Il Palazzo di Velázquez, edificio costruito in occasione dell’Esposizione Nazionale Mineraria del 1883.
  • La Fontana dell’Angelo Caduto in cui puoi vedere rappresentato Lucifero nel momento della sua caduta dal Cielo.

8 – Conoscere gli altri spazi verdi della città

Il Parque del Retiro non è il solo spazio verde di Madrid.

Tra le cose da fare gratis in città ci sono tante altre passeggiate nella natura che ti suggerisco di tenere a mente, soprattutto se stai visitando la capitale spagnola durante la bella stagione.

Tra i più belli ci sono sicuramente i giardini di Palazzo Reale.

giardini palazzo Reale Madrid

I Jardines de Sabatini si trovano davanti alla facciata Nord dell’edificio, fra la calle de Bailén e la Cuesta de San Vicente.

Questo spazio verde fu creato negli anni Trenta e prese il posto delle vecchie stalle del Palazzo Reale edificate da Sabatini. A dispetto del nome, infatti, i giardini sono un progetto successivo che non fu ideato dall’architetto italiano.

Oggi è uno dei giardini più affascinanti della zona denominata Madrid de los Austrias, a sud di Calle Mayor.

I Jardines de Sabatini si estendono per circa due ettari e hanno un aspetto neoclassico che riprende quello del Palazzo. Al suo interno sono disposte fontane, statue, terrazze e prati che ti catapulteranno in angolo lontano anni luce dal traffico cittadino.

L’ingresso dei giardini è sempre gratuito.

Un altro angolo verde particolarmente interessante e davvero unico è quello che troverai all’interno della Stazione di Atocha.

Questa stazione, infatti, è diventata una vera e propria attrazione turistica grazie a un vero e proprio Giardino Tropicale che si trova al suo interno.

Questo angolo di verde è composto da oltre 7.000 piante di 400 specie diverse provenienti da America, Asia e Australia.

Anche in questo caso potrai visitare il Giardino Tropicale gratuitamente tutti i giorni.

9 – Madrid Rio, il parco sul fiume Manzanares

Il Parco Madrid Rio è un altro dei luoghi da tenere a mente se vuoi visitare Madrid gratis e se ami le attività all’aria aperta.

Questo grande spazio verde a poca distanza dalla centralissima Puerta del Sol è uno dei parchi più recenti della città ed è anche uno dei più moderni: ecco perché che ho deciso di inserirlo in un paragrafo a parte.

Il parco è stato inaugurato nel 2011 e si estende per circa 10 km lungo le sponde del fiume Manzanares.

Al suo posto, un tempo, si trovava un tratto dell’autostrada della circonvallazione cittadina che oggi è stato convogliato in tunnel sotterranei.

Qui troverai divertimenti per tutti i gusti: i bimbi possono divertirsi nelle 17 aree gioco predisposte per diverse fasce d’età, gli sportivi ameranno la lunga pista ciclabile, quella per il jogging e quella da pattinaggio, inoltre troveranno campi da tennis, calcio e pallamano e potranno praticare attività acquatiche come canoa e canottaggio.

Chi ha interessi culturali potrà raggiungere, invece, il Matadero Madrid, uno spazio interamente dedicato alla cultura dove ha sede la Casa del Lettore, la Cineteca, il Centro di Residenze Artistiche e molto altro.

Durante l’estate, invece, potrai goderti una piccola, ma piacevole spiaggia dove diversi getti d’acqua ti permetteranno di rinfrescarti dal caldo che fa ribollire la città in questo periodo dell’anno.

Inoltre il Parco Madrid Rio è ricco di bar e ristoranti e non manca un grande centro commerciale (Plaza Rio 2) dove fare shopping.

10 – Camminare tra i banchi dei mercati

Infine, un’altra cosa da fare a Madrid gratis è passeggiare per i mercati della città.

Mercado San Miguel Madrid Gratis

Da non perdere, ad esempio, il Mercado de San Miguel, un vero e proprio paradiso gourmet imperdibile per tutti gli amanti del food. Purtroppo, devo dirtelo, difficilmente resisterai alla tentazione di assaggiare qualcosa e finirà che qualche euro per un paio di tapas lo spenderai.

Qui, infatti, potrai assaggiare alcuni dei migliori prodotti enogastronomici spagnoli.
Se, invece, ami i mercatini delle pulci, recati al Mercado de El Rastro nella zona di Lavapiés, La Latina e Embajadores.

Questo mercato, il più amato (e frequentato) della capitale spagnola si tiene ogni domenica e ogni giorno festivo.

Tra i suoi banchi troverai davvero di tutto: dai vestiti usati ai libri di seconda mano, passando per quadri e oggetti d’arredamento.

Anche in questo caso non posso garantirti che riuscirai a non spendere nulla: se sei un appassionato di oggettistica vintage, qui potrai fare grandi affari.

0 comments… add one

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.