PimpMyTrip.it – Viaggi Fai da Te Blog Cosa Vedere a Cracovia in 3 Giorni, Itinerario per la Prima Volta

Cosa Vedere a Cracovia in 3 Giorni, Itinerario per la Prima Volta

Se stai programmando un viaggio in Polonia, molto probabilmente Cracovia è in cima alla tua lista di città da visitare. Quello che secondo me Cracovia ha in più rispetto a tante altre città è che non solo è bellissima da vedere, ma ha anche una storia interessante da conoscere.

E’ una città abbastanza piccola e quindi perfetta da visitare in 3 giorni e per fare escursioni e tour nei dintorni. Auschwitz si trova a poca distanza da qui ed è imperdibile per quello che rappresenta.

cosa-vedere-cracovia-3-giorni

Le miniere di Wieliczka sono belle e suggestive, insomma forse verrete via da Cracovia con la sensazione di non aver visto tutto e sicuramente sarà così.

L’unica cosa è che bisogna pianificare bene: 3 giorni sono appena sufficienti per la città (per quanto piccola essa sia) e acquistare i biglietti online per le attrazioni più famose  (la “dama con l’ermellino” per esempio) permette di non perdere tempo in lunghe code infinite.

Un acquisto che conviene è la Cracovia Card che include oltre ai trasporti pubblici illimitati, anche  a 40 entrate gratis a siti di interesse particolare, come il museo sotterraneo, la fabbrica di Schindler e la Basilica di Santa Maria.

Puoi consultare la lista dei più importanti musei e attrazioni di Cracovia inclusi nella Cracovia Card direttamente sulla pagina di acquisto della Card.

Sono convinta che questo sia l’itinerario migliore per visitare Cracovia in 3 giorni e te lo ripropongo qui perché sono sicura che tornerai davvero soddisfatto.

cracovia-cosa-vedere-3-giorni

Di S-F / Shutterstock

Giorno 1, Mattino

Da dove iniziare con le cose da vedere se non dal cuore della città?  Stiamo parlando di 3 luoghi in particolare: la Città Vecchia (Stare Miastro), il Castello di Wawel e il quartiere di Kazimierz (quartiere ebraico).

Se hai preso l’hotel nel centro di Cracovia, tutti questi quartieri sono facilmente raggiungibili a piedi, altrimenti puoi usare i mezzi pubblici che sono molto economici.

Castello di Wawel

cracovia-cosa-vedere-wawel

Castello del Wawel di Cracovi – Yasonya / Shutterstock

Appollaiati in cima a una collina appena a sud del centro storico ci sono il Castello di Wawel e la Cattedrale di Wawel.

Originariamente realizzato per Casimiro il Grande il Castello di Wawel spicca per la sua straordinaria architettura in stile italiano. All’interno sono esposte varie opere d’arte tra cui anche degli arazzi creati nel 16° secolo.

Consiglio: cerca di visitare il Castello di Wawel come prima cosa al mattino. Non solo perché troverai meno folla, ma anche perché i biglietti sono limitati, nei giorni di punta questi si esauriscono in fretta e non è possibile acquistarli in anticipo.

Un’alternativa è prendere parte a una visita guidata in italiano del Castello.

Puoi passeggiare gratuitamente nei giardini del Castello che sono un bel posto per fare due passi in mezzo al verde. I giardini del castello sono aperti alle 6 del mattino, quindi se ti piace alzarti presto puoi fare magnifiche fotografie.

Cattedrale di Wawel

La cattedrale di Wawel sta a Cracovia come l’abbazia di Westminster sta a Londra. Sepolti tra le tombe della chiesa ci sono alcuni dei più importanti re della Polonia.

Ha avuto una storia un po’ travagliata a dire la verità: era un castello gotico all’inizio, poi venne modificato in stile rinascimentale, poi fu abbandonato, saccheggiato e poi divenne un forte. Insomma è un castello un po’ particolare e uno dei siti più visitati di tutta la Polonia.

Puoi entrare gratuitamente nella Cattedrale di Wawel, ma senza un biglietto non potrai visitare i siti a pagamento.

Costo: 4,50 euro circa. Per saltare la coda alla biglietteria puoi acquistare i tuoi biglietti online con audio guida inclusa

I siti a pagamento includono il Museo Papa Giovanni Paolo II, le piccole cappelle, la cripta e il campanile di Sigismondo.

Per raggiungere la cima del campanile di Sigismondo, ci sono 70 scalini in legno molto ripidi ma se ti piacciono i panorami sulla città vale la pena fare la fatica.

Orario: dal lunedì al sabato dalle 9:00 alle 16:00. Domenica, il Museo della Cattedrale è chiuso e la cattedrale e il Campanile di Sigismondo non sono aperti fino alle 12 di sera.

Musei

Per coloro che vogliono saperne di più, ci sono alcuni musei nel Castello di Wawel. Questi includono le camere di stato, il tesoro e l’armeria della corona, gli appartamenti reali, la torre Sandomierska e altro ancora.

Orari: le ore variano a seconda della stagione. Nella maggior parte dei giorni feriali dell’anno, le biglietterie aprono alle 9 del mattino. Nei fine settimana, la biglietteria apre alle 9.30.

Dopo la visita al Castello e alla Cattedrale, dirigiti verso la base della collina, dove c’è una grotta che, secondo le leggende, era la tana del formidabile Smok Wawelski il Drago di Cracovia! Non sarà difficile trovarlo grazie alla grande statua del drago al suo esterno.

Centro storico

centro-storico-cracovia

Dal Castello di Wawel, cammina su Kanonicza Street, la strada più antica di Cracovia. Hai la possibilità di visitare “Cracovia in 15 minuti”, un piccolo museo dove puoi guardare una presentazione multimediale di 15 minuti sulla storia di Cracovia.

Se si vuole sapere di più su Cracovia e la sua storia, Civitatis offre dei tour gratuiti con guida italiana del centro storico. Bisogna prenotare prima, il numero di partecipanti è limitato.

Grodzka Street

Una volta su via Grodzka, vale la pena fare una piccola deviazione di pochi minuti per visitare la Chiesa dei Santi Pietro e Paolo, fiancheggiata da statue marmoree di 11 apostoli (manca Giuda), e la chiesa di Sant’Andrea, uno degli edifici più antichi di Cracovia.

Ormai, probabilmente si sta avvicinando all’ora di pranzo. Su Grodzka ci sono 2 ristoranti in cui io mi sono trovata molto bene.

Miod Malina serve cibo polacco e italiano. Si apre a mezzogiorno per il pranzo.

Pod Aniolami serve piatti tradizionali polacchi e carni grigliate marinate.

Giorno 1, Pomeriggio

Rynek Glowny di Boris Stroujko / Shutterstock

Piazza del mercato principale (Rynek Glowny)

Costruita nel 13 ° secolo dopo che la città fu demolita dai Tartari, la piazza del mercato principale o Rynek Główny è stata uno dei siti più importanti della città per il commercio.

La piazza era la più grande piazza del mercato medievale in Europa e da sola, vale il viaggio.

La Città Vecchia di Cracovia, inclusa la piazza della città, è stata, infatti, la prima cosa aggiunta dall’UNESCO alla lista del Patrimonio Mondiale inaugurale nel 1978 e vedendola nella vita reale si può davvero capire perché.

È grande, questo è sicuro. Grande abbastanza da contenere enormi monumenti come la Chiesa di Sant’Adalberto vecchia di 1.000 anni, la Sala del Tessuto di Cracovia del XIX secolo – il monumento centrale della piazza – l’imponente Torre del Municipio e la Chiesa di Santa Maria che si affaccia sulla piazza, entrambi dal 13 ° secolo.

Lo spazio intorno è fiancheggiato da bellissime case a schiera storiche (chiamate kamienice, cioè i blocchi degli appartamenti tradizionali polacchi), rendendo già il solo passeggiare nella Piazza l’esperienza più bella di tutto il viaggio.

Palazzo del Tessuto

Il fulcro della Piazza del Mercato, il Palazzo dei tessuti oggi è pieno di negozi di souvenir, ma risale al 13 ° secolo, quando Cracovia era un centro commerciale e la Sala dei Tessuti era utilizzata dai commercianti (da cui il nome) per vendere la loro merce.

Comunque ancora oggi la Sala dei Tessuti (in polacco: “Sukiennice”) è un luogo bello e vivace da visitare, per lo più pieno di colorati souvenir polacchi per fare i regali agli amici a casa.

Basilica di Santa Maria (Kosciol Mariacki)

basilica-santa-maria-cracovia

Basilica di Santa Maria di Grisha Bruev / Shutterstock

La Basilica di Santa Maria è uno dei siti più famosi di Cracovia. Per entrare nella chiesa, dovrai pagare un biglietto, ma ne vale assolutamente la pena soprattutto per poter vedere il soffitto azzurro e la pala d’altare gotica.

Puoi acquistare qui il biglietto in anticipo con accesso prioritario (Salta la fila)

Per la migliore vista su Cracovia, sali i 239 gradini fino alla cima della torre.

Puoi salire sulla torre solo se fai una prenotazione in anticipo. Solo 10 persone possono salire sulla torre ogni 30 minuti. Per prenotare, devi andare  alla biglietteria situata in Mariacki Place accanto alla Basilica di Santa Maria.

Costo: 15 PLN
Orari: 9:10 – 11:30 e 1:10 – 17:30. Chiuso lunedì, orario ridotto la domenica e nei mesi di novembre, dicembre e marzo. Chiuso gennaio e febbraio. Visita il sito ufficiale per gli orari aggiornati.

Consiglio: Se vuoi salire in cima alla torre campanaria, ti consiglio di andare alla biglietteria proprio all’ora di apertura per poter prenotare i biglietti che si esauriscono veramente in fretta. Se segui questo itinerario probabilmente a quell’ora sarai in coda per i biglietti del castello, per cui valuta di visitare la torre in un secondo momento.

Museo sotterraneo

Dieci anni fa, alcune parti del mercato principale sono state scavate, dissotterrando antiche bancarelle, manufatti e un cimitero. Nel 2010, questi tesori archeologici sono stati trasformati in un museo. Ora, display video e ricostruzioni digitali ti riportano indietro nel Medioevo a Cracovia.

Il museo copre 4.000 metri quadrati di reperti archeologici ed è uno dei più coinvolgenti in città. La connessione della Polonia con la lega anseatica è una delle parti più intriganti della mostra, mentre gli oggetti in mostra includono vecchie armi e oggetti di commercio trovati nel fango.

Sono ammesse fino a 30 persone ogni 15 minuti. Puoi prenotare qui il tuo biglietto con audio guida in italiano.

Se invece ti interessano i musei qui trovi il biglietto del museo sotterraneo, della torre del municipio e di Palazzo Krzysztofory.

L’ingresso è gratis il martedì, quindi aspettatati grandi folle di turisti.

Via Florianska

Florianska è una delle strade più famose di Cracovia. Corre dalla piazza del mercato principale fino alla porta di San Floriano. La strada è lunga solo tre isolati ma è pieno di boutique, negozi di souvenir, minimarket e alcuni ristoranti.

Museo Nazionale di Cracovia e Dama con l’Ermellino

dama-con-ermellino

Di Leonardo da Vinci – https://commons.wikimedia.org/

Uno dei musei più importanti della Polonia che espone opere d’arte, oggetti come spade ed alabarde e dipinti italiani, olandesi e fiamminghi.

Tra questi c’è il celeberrimo quadro di Leonardo “la dama con l’ermellino” che è assolutamente imperdibile e dal 2017 è esposto nell’edificio principale del Museo.

Stra-consiglio di acquistare il biglietto in anticipo online qui così riesci a visitarlo senza fare code interminabili.

Porta di San Floriano e le antiche mura

In cima a Florianska Street c’è la Porta di San Floriano e le antiche mura medievali che fiancheggiano una parte della città vecchia.

Le mura erano (e tutt’ora sono) un baluardo di mattoni rossi con formidabili torrette che hanno aiutato a respingere le orde dei turchi.

Puoi camminare lungo la cinta delle mura. È veloce, economico e offre una vista interessante sulla via Florianska fino alla Basilica di Santa Maria.

Giorno 1, Sera

cosa-mangiare-cracovia

Hey ragazzi, siamo in Polonia e una cena tipica ci sta tutta!

Cyrano de Bergerac è un ristorante stellato Michelin e se vuoi una vera esperienza un po’ chic e gourmet senza dissanguare il tuo portafoglio, è un’ottima scelta. Si consiglia la prenotazione anticipata.

The Black Duck (Czarna Kaczka) è un altro ristorante polacco molto apprezzato nella città vecchia.

A dire il vero ci sono una miriade di ristoranti nella città vecchia e, a mio parere, la cosa migliore è sceglierne uno a caso che ti ispira quando ci passi davanti. Molti sono sotterranei e l’entrata potrebbe essere un po’ nascosta, quindi aguzza la vista!

Giorno 2, Mattino

cracovia-cosa-vedere-kazimierz

Di mikolajn / Shutterstock

Quartiere ebraico e Kazimierz

Oggi ci spostiamo a breve distanza dal centro storico, al quartiere ebraico e a Kazimierz.

Anche per il quartiere ebraico Civitatis offre GRATIS dei tour guidati in italiano.

La distanza a piedi dal centro non è lunga sono circa 1,6 km, quindi facilmente percorribile.

Fabbrica di Oskar Schindler

fabbrica-di-schindler-cracovia

Fabbrica di Schindler di agsaz / Shutterstock

Anche nei periodi terribili della nostra storia, e questo in particolare a Cracovia durante la seconda guerra mondiale quando migliaia di ebrei furono deportati nei campi di concentramento, ci sono storie di persone che fanno qualcosa di bello e anti convenzionale, che danno speranza e che valgono la pena di essere raccontate.

Se hai visto il celeberrimo film dell’immenso Steven SpielbergSchindler’s List“conosci già benissimo questa storia, se non lo hai visto guardalo. Io se ho comprato i voli per Cracovia, è stato soprattutto per quel film.

Attenzione SPOILER

Oskar Schindler è una delle persone che nell’orrore della guerra fece davvero qualcosa di straordinario. La sua storia comincia quando lui, da imprenditore, decide di assumere gli ebrei nella sua fabbrica di smalti, credo che all’inizio lo facesse perché la mano d’opera costava meno. Ma nel tempo le cose cambiano: Oskar Schindler, quando si rese conto dell’orrore di quello che stava accadendo, spese quasi tutti i suoi soldi corrompendo funzionari, comprando viveri per gli ebrei che lavorano per lui e cercò in ogni modo di proteggerli. Alla fine della guerra, Schindler era povero in canna, ma aveva salvato più di 1.000 ebrei dalla follia nazista.

Oggi quella stessa fabbrica di smalti è un impressionante museo interattivo e un toccante testamento che racconta la storia della città dal 1939 al 1945.

Visitare la vera fabbrica di Oskar Schindler, dove gli ebrei lavoravano è senza alcun dubbio una delle cose imperdibili da vedere a Cracovia.

Costo: 24 PLN, gratuito (e più affollato) il lunedì

Biglietti online: è meglio acquistare i biglietti Salta la Fila in anticipo. Noi siamo arrivati praticamente all’orario di apertura e c’era già una coda lunghissima.

Per la fabbrica e per conoscerne la storia nei minimi particolari vale la pena prendere parte a una visita guidata in italiano.

Dall’altra parte della strada, sull’ex sito delle officine, è stato recentemente costruito un edificio neo-moderno, sede del Museo di Arte Contemporanea a Cracovia (MOCAK)

Come arrivare alla fabbrica di Schindler: Dal centro storico, è una passeggiata di 2,6 km (30 minuti). Puoi prendere il tram da Krakow Glowny a Krakow Zablocie e camminare per 5 minuti fino alla fabbrica. Oppure puoi prendere un taxi o Uber che è molto più economico.

Piazza degli “Eroi del Ghetto”

Dalla fabbrica di Oskar Schindler, cammina fino a Plac Bohateròw Getta, la “Piazza degli eroi del ghetto”.

Durante il periodo del Ghetto di Cracovia, dal 1941 fino alla sua “liquidazione” nel 1943, questo era praticamente l’unico spazio aperto, il luogo in cui le persone venivano cercando uno spiraglio dalle condizioni anguste e soffocanti dei caseggiati sovra affollati.

Quando la piazza fu ridisegnata nel 2005, 70 grandi sedie di metallo furono installate sulla piazza in memoria delle 68.000 vittime delle deportazioni.

Su questi fatti e su questo luogo uno scrittore, Tadeusz Pankiewicz, scrisse un libro intitolato “Farmacia dell’Aquila” in cui egli stesso lavorò aiutando in maniera clandestina gli ebrei perseguitati dai nazisti. La Farmacia esiste ancora oggi e ospita un museo con fotografie e reperti proprio di quel periodo terribile tra il 1941 e il 1943.

Anche qui ci sono lunghe code e qui puoi acquistare i biglietti salta la fila.

Giorno 2, Pomeriggio

quartiere-ebraico-cracovia

Di Jaroslav Moravcik / Shutterstock

Kazimierz

Attraversando il fiume Vistola si entra a Kazimierz, un quartiere direttamente a sud della città vecchia.

Questo quartiere era un tempo il cuore della comunità ebraica di Cracovia: alla fine del 15 ° secolo infatti, il re Jan I Olbracht trasferì l’intera popolazione ebraica (che si rifugiavano a Cracovia quando venivano mandati via da altri paesi europei) proprio a Kazimierz.

Oggi il quartiere offre una rete di stradine acciottolate con numerosi negozi di artigianato e caffè romantici e locali hipster dove poter degustare vini e prelibatezze locali e non.

Il carattere affascinante del quartiere combinato con la cultura yiddish rende una passeggiata a Kazimierz un’esperienza unica (tantissime scene del film Schindler’s List sono state girate proprio qui).

Cerca di non perderti una visita all’antico cimitero ebraico nella Sinagoga Remu’h.

Giorno 2, Sera

Non puoi visitare Cracovia senza partecipare a un tour gastronomico di Cracovia con spettacolo tradizionale.

I tour in genere durano 3,5 ore e durante di essi si fa una gran scorpacciata di piatti locali: sicuramente proverai il formaggio affumicato locale fresco e ai “pierogies”, i famosi gnocchi ripieni ripieni di carne e patate

Finita la cena potresti fare uno stop in uno dei tanti pub locali nascosti lungo la piazza principale del mercato dove provare una birra polacca fredda!

Se dopo cena (e dopo la birra) ancora hai ancora energie per fare qualcosa, è un’ottima idea prenotare un tour dei fantasmi di Cracovia per ascoltare tutti i miti, le storie e le leggende della città.

Giorno 3

Per finire la lista di cosa vedere a Cracovia in 3 giorni mancano solo due altri luoghi imperdibili. Uno, quello che assolutamente non puoi perderti, è il campo di concentramento di Auschwitz, il secondo le miniere di sale Wieliczka.

Se decidi di visitare Auschwitz con i mezzi pubblici e in autonomia, probabilmente non riuscirai a vederli entrambi. Auschwitz si trova fuori Cracovia e se prendi il treno o il bus ti ci vorrà tutto il giorno per visitarlo.

Se vuoi vedere sia Auschwitz che Wieliczka la cosa migliore è prendere questo tour combinato con guida italiana di Civitatis. Con questo tour avrete incluso anche un ​Pub Crawl, ovvero un tour di 4 locali, che include uno shot gratuito in ogni club!

Civitatis offre dei tour a Cracovia eccezionali (basta leggere le recensioni) tra cui quelli gratuiti che vi ho citato prima.

Gita di un giorno ad Auschwitz-Birkenau

auschwitz-birkenau-da-cracovia

Il Campo di concentramento di Auschwitz-Birkenau di katatonia82 / Shutterstock

Auschwitz-Birkenau, anche chiamato semplicemente campo di concentramento di Auschwitz, è il più grande dei campi di concentramento ed è una delle escursioni di un giorno da Cracovia davvero imperdibili.

Oggi il campo (sarebbe meglio dire i due campi perché effettivamente sono due a poca distanza uno dall’altro) funge da memoriale dei crimini commessi contro gli ebrei e altre minoranze durante la seconda guerra mondiale, un luogo in cui è possibile davvero rendersi conto e capire cosa è successo in quei tempi.

Quello che è successo lo sappiamo tutti, ma visitare Auschwitz è una cosa che cambierà completamente la tua visione. Te lo assicuro. Io stessa non ho scritto nulla a riguardo perché ancora adesso non riesco a trovare le parole per farlo.

A seconda del modo in cui deciderai di andarci (tour, organizzato, autobus, auto a noleggio), l’escursione dura delle 7 alle 10 ore.

Se decidi di andare da solo, ti consiglio di acquistare il biglietto prioritario con ingresso Salta la fila.

Puoi arrivare ad Auschwitz in bus da solo, ma se vuoi un tour organizzato (secondo me ne vale assolutamente la pena) ti consiglio questo di Civitatis con guida in italiano

TOUR TRASPORTO E BIGLIETTO INCLUSO

C’è un biglietto per visita di Auschwitz senza guida (ma con trasporto e biglietto per i campi incluso) e lo trovi QUI su Get Your Guide.

Miniere di sale di Cracovia

miniere-sale-wieliczka

Di Beautiful landscape / Shutterstock

Le miniere di sale di Wieliczka sono state utilizzate fin dal Medioevo per la produzione di sale da tavola, una delle più grandi industrie della città, ma dal 2007 sono ormai un museo.

La visita è piuttosto sorprendente perché i minatori hanno creato statue, lampadari, cattedrali e cappelle scolpite nel sale!

Le visite sono schedulate a gruppi in lingue diverse. Ti conviene quindi prenotare prima una visita guidata in italiano che include anche il trasporto andata e ritorno dal centro città.

In alternativa:

Dove dormire a Cracovia

Il centro storico o il quartiere ebraico sono i migliori posti dove stare a Cracovia, ma la vera posizione ideale sarebbe a metà tra questi due: ciò consentirebbe un facile accesso a tutte le attrazioni, i musei, le chiese, i ristoranti, i bar e il fiume.

Cracovia è una città piccola in cui tutto è raggiungibile facilmente a piedi e questo è un enorme vantaggio.

Anche il fiume Vistola è un buon posto dove dormire a Cracovia, perché hai tutti i punti di interesse vicino e ci arrivi facilmente con il tram dalla stazione ferroviaria (Krakow Glowny).

Il mio hotel preferito e che ti raccomando si trova a Stare Miasto:

Aparthotel Stare Miasto: basta vedere le foto per innamorarsene. Un apar-thotel moderno e confortevole ricavato in un edificio storico e a due passi neanche dalla Piazza Vecchia. Tutti i confort possibili ed immaginabili: TV, angolo cottura, wifi e condizionatore. Il tutto a un prezzo super-accessibile (da 70 euro/notte).

0 comments… add one

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.