Cosa Vedere a Cordoba in 2 Giorni: Itinerario Completo

Benvenuto a Cordoba! Questo gioiellino dell’Andalusia viene inserito negli itinerari standard di visita, ma è spesso considerato quasi un luogo di passaggio nel tragitto tra le, seppur bellissime, Granada e Siviglia.

Niente di più sbagliato, pochi luoghi al mondo hanno lo “charme” indiscutibile di Cordoba!

cordoba-in-2-giorni

Questa città possiede infatti un centro pulsante di splendido stampo andaluso, fatto di casette bianche, un Alcázar di tutto rispetto, un quartiere ebraico, nonché un esempio di architettura unico al mondo: la Mezquita, considerata la perfetta fusione dello stile cattolico e di quello arabo, che qui convivono in un’unione impossibile da immaginare prima di vederla sotto i propri occhi.

Sede di un califfato islamico, influenze romane e carisma locale spagnolo, Córdoba è la destinazione ideale per trascorrere 2 giorni o un weekend.

Dove si trova Cordoba e come arrivare

Cordoba è situata nella regione spagnola dell’Andalusia. La distanza tra Cordoba e Siviglia è di 140 km, Cordoba – Malaga 160 km e Cordoba – Granada 155 km.

Cordoba ha solo un piccolo aeroporto per voli privati per cui i due aeroporti più vicini sono quelli di Siviglia e Malaga che sono collegati all’italia da varie compagnie aeree low cost.

In treno

Il modo più semplice per arrivare a Cordoba è quindi volare a Siviglia o Malaga e prendere il treno per la stazione centrale di Cordoba. I treni sono molto comodi e veloci. Bastano 20 minuti a piedi dalla stazione per raggiungere la Mezquita, il monumento più famoso della città.

I biglietti del treno possono essere prenotati online sul sito della Renfe.

Ti consiglio come al solito di comprare i biglietti del treno il prima possibile perché il prezzo tende ad aumentare tanto man mano che si arriva sotto la data scelta.

Cordoba Cosa Vedere in 2 giorni

Per facilitare la nostra visita possiamo affermare che tutti i punti di interesse si trovano a pochi passi gli uni dagli altri.

Ecco cosa vedere a Cordoba in 2 giorni: l’itinerario consigliato per 1 giorno, e qualche consiglio sui dintorni se hai invece un po’ più di tempo a disposizione (ben speso, te lo garantisco!).

In questo itinerario trovi i “grandi classici della città di Cordoba” e ho cercato di ordinarli con un ordine logico di come potresti volerli visitare.

Cordoba è una città che è sempre presente in ogni itinerario in Andalusia, e specialmente nei mesi estivi i luoghi di interesse possono diventare molto affollati, quindi prenotare in anticipo e alzarsi presto è la chiave per un viaggio senza frustrazione.

Ovviamente, non sei tenuto a seguire questo itinerario alla lettera, ma prenderlo semplicemente come punto di partenza per i tuoi piani, per questo ho aggiunto anche qualche altro luogo interessante che potresti voler vedere.

VISITA GUIDATA GRATIS DI CORDOBA

Civitatis, agenzia spagnola leader nel settore dei tour, offre delle visite guidate GRATUITE della città (in inglese). Se ti interessa prenota in fretta, i posti sono limitati.

Puoi prenotarla o saperne di più cliccando QUI

In alternativa, se vuoi davvero conoscere a fondo la città Civitatis offre anche una visita guidata completa di Cordoba con biglietti delle varie attrazioni inclusi (in inglese)

Giorno 1

La Mezquita

cordoba-1-giorno-mezquita

Di Toni Genes / Shutterstock

Il nostro itinerario non può che cominciare dalla Mezquita, la grande Moschea-Cattedrale. Questa costruzione nasce originariamente come moschea nel 785.

È a questo periodo che risale la realizzazione dello splendido cortile ricco di palme e di alberi di arancio (il patio de los naranjos) e la sala di preghiera. Quest’ultima, in particolare, è ornata da una successione di arcate marmoree bianche e rosse a perdita d’occhio, diventate una della immagini di Cordoba più conosciute e che più ti rimarrà nel cuore.

A questo periodo risale anche il minareto, con la sua spettacolare cupola in marmo bianco. Il tutto ornato di splendide decorazioni arabe e mosaici in stile in bizantino.

L’edificio è già un capolavoro unico, ma nel 1236 accade qualcosa: i Cristiani conquistano Cordoba e decidono di convertirlo in cattedrale. Si costruisce la cappella reale con l’altare maggiore e alcune parti vengono sostituite per far spazio a una navata di tipico stampo rinascimentale. L’imperatore Carlo V, responsabile di aver avvallato il progetto, durante i lavori si pente ed esclama:

“Avete costruito qualcosa che si può vedere ovunque, distruggendo qualcosa che invece era unico al mondo”

Carlo V ancora non sa di essere artefice di una delle più grandi commistioni artistiche della storia dell’arte, capaci di stupire e sconvolgere ma insieme convivere pacificamente.

Hai mai camminato in un minareto e un attimo dopo nel mezzo di una navata di una chiesa di fronte all’altare? Ecco, qui potrai farlo.

E non dimenticare la visita alla torre del minareto: la vista sulla chiesa (o moschea?) e sul giardino è davvero magnifica.

Ti raccomando fortemente dunque di acquistare QUI per soli 12 euro la visita guidata in italiano.

Civitatis (il mio preferito) offre una visita guidata in italiano della Moschea e dell’Alcazar a soli 20 euro

Il ponte romano

ponte-romano-cordoba

Di Botond Horvath / Shutterstock

L’itinerario procede verso il ponte romano sul fiume Guadalquivir passando per la Porta del Puente.

In effetti in questa convivenza di stili poteva forse mancare il contributo degli antichi Romani? Assolutamente no!

Percorrilo tutto e arriverai alla Torre della Calahorra.

L’Alcázar de los Reyes Cristianos

cosa-vedere-cordoba-alcazar

Di Benny Marty / Shutterstock

Rientra nel centro e dirigiti verso l’Alcázar de los Reyes Cristianos. Sebbene meno famoso del suo fratello di Siviglia, questo luogo contiene un edificio visitabile e degli splendidi giardini ricchi di laghetti in cui passeggiare.

Inoltre, avrete la possibilità di visitarlo con più tranquillità e con meno persone rispetto a quello di Siviglia.

Anche in questo caso l’edificio fu prima fortezza del califfato e poi roccaforte cristiana. È molto interessante la camminata sulla mura, che offre anche una splendida vista sulla città.

I giardini con i suoi alberi, i fiori e i laghetti sono un luogo perfetto per una passeggiata tranquilla o per una pausa.

Anche qui c’è l’opzione di prendere una visita guidata oppure la visita in italiano combinata con quella della moschea.

Palacio de Viana

cordoba-palacio-de-viana

Di agsaz / Shutterstock

Il Palacio de Viana è una delle più splendide case aristocratiche di Cordoba. Conosciuto anche come Museo de los Patios, contiene 12 patii interni, tutti diversi uno dall’altro; i patii e i giardini sono abbelliti con cipressi, aranci e mirti.

È possibile acquistare sia un biglietto per visitare la tenuta del 16 ° secolo, o un biglietto combinato per vedere anche i bellissimi fiori dei giardini esterni.

Tra le opzioni puoi anche prendere una visita guidata sia del Palazzo che dei giardini (in inglese)

La sinagoga

Se questo crogiolo di religioni non è ancora abbastanza per te, puoi recarti nel quartiere ebraico e visitare la splendida sinagoga con la sala di preghiera decorata in stile moresco.

Una passeggiata per le vie del centro

cordoba-cosa-vedere-judeira

Di Romas_Photo / Shutterstock

Dopo la visita di tutte queste attrazioni potrai rilassarti con una passeggiata nelle vie del centro. Più che vie direi che si tratta di un crogiolo o un labirinto di piccole stradine: qui troverai negozi, bar e ristoranti all’interno delle tipiche casette bianche in stile andaluso.

Percorri Calleja de las Flores per scorci meravigliosi (è uno dei posti migliori per le tue foto Instagram!) con la torre Mezquita che sembra sbirciare tra le pareti bianche rivestite di fiori.

Perditi nelle vie della città: ogni angolo può regalare cortili deliziosi, o pareti bianche gremite di vasi di fiori.

IL NOSTRO RISTORANTE PREFERITO

Fame? Un consiglio per la pausa pranzo o per la cena. Il ristorante Casa Pepe de la Juderia offre vere specialità andaluse in una delle cornici più caratteristiche della città.

Giorno 2: Cosa vedere nei dintorni di Cordoba

Madinat al-Zahra

Se hai più tempo a disposizione puoi uscire da Cordoba in direzione del complesso archeologico Madinat al-Zahra. È possibile raggiungerlo in auto, ma anche in bus o con un tour organizzato di mezza giornata.

La storia di questo luogo è un po’ infelice. Nasce nel 936, per volontà del califfo che ne dedica il nome probabilmente alla sua concubina preferita (Zahra appunto). Il califfo ha grandi piani: vuole costruire una reggia che possa fare invidia agli imam, che sia visibile da lontano da tutto il territorio circostante, e che conti una miriade di stanze tra camere, bagni, sale di preghiera e moschee.

Per costruirla viene impiegato un numero esagerato di operai e forza lavoro.

Quando finalmente viene conclusa, la sua gloria dura ben poco: neanche 80 anni. Infatti, in seguito alla guerra civile, il complesso viene distrutto e, successivamente, dimenticato. Un vero peccato!

Durante la visita è proprio questa l’impressione che si ha mentre si cammina tra le rovine e i resti del colonnato: un luogo di grande potenziale bellezza e fascino, che poteva essere e invece non è stato.

Castillo Almodovar del Rio

A 22 km di distanza da Cordoba si trova una delle più belle location in cui è stato girato il celeberrimo “Trono di spade”: è il favoloso castello di Castillo Almodovar del Rio.

Questo forte romano, successivamente trasformato in un castello Moresco vale la visita soprattutto per i panorami lungo la strada.

Altre cose da fare e vedere a Cordoba

Museo archeologico

Il Museo archeologico di Cordoba vale la pena essere visto perché durante il suo ampliamento e gli scavi qui furono trovati i resti di un teatro romano, il più grande dell’intera Spagna e che ora, ovviamente è una parte fondamentale del museo.

La maggior parte del museo si trova nelle otto sale e nei tre cortili di un palazzo rinascimentale che ospitava la famiglia Páez de Castillejo.

Le collezioni risalgono alla preistoria e fino al medioevo, ma i pezzi migliori risalgono ai periodi iberico e romano.

Il leone iberico di Nueva Carteya è un must: è del 4 ° secolo aC e fu scoperto quando fu costruita un’autostrada!

Casa Andalusi

Casa Andalusì è una perla nascosta da non perdere: una casa del 12 secolo, completamente arredata in stile medievale andaluso e moresco.

Non smetterai più di scattare fotografie, mentre gironzoli tra le camere arredate con la musica Harem in sottofondo.

Hammam El Andalus

Nel Califfato c’erano letteralmente centinaia di hammam intorno alla città ma, esattamente come quelli di Granada, quasi tutti furono demoliti a causa della loro reputazione poco raccomandabile.

Hammam El Andalus non è originale, ma riprende perfettamente i vecchi bagni moreschi all’epoca del Califfato, ed è un’ottima idea per trascorrere qualche ora di relax dopo tutto il girovagare in città e magari farsi fare un bel massaggio.

Comunque è una bella esperienza da vivere, che personalmente mi sento di raccomandare.

Puoi acquistare QUI i biglietti in anticipo.

Cosa fare a Cordoba la sera

cordoba-cosa-fare-di-sera

Di VDV / Shutterstock

Aperitivo time!

6 del pomeriggio? Allora è tempo di gustare una delle tradizioni gastronomiche più amate della Spagna: la merenda pomeridiana!

Questo è il momento giusto per assaporare le prelibatezze dolci, quindi recati a La Tarterie, una deliziosa piccola pasticceria che vende torte fatte in casa a fette ( il loro motto è Tartas con Corazón).

Non hai voglia di qualcosa di dolce? Ci capiamo! Questo è il momento migliore per prendere qualche birra alla Califa, il miglior pub/fabbrica di birra artigianale di Cordoba.

Spettacolo di flamenco

Beh, sicuramente se hai deciso di visitare Cordoba in 2 giorni (ottima scelta) ti starai domandando cosa fare la sera.

Io non ho dubbi e ti consiglio una cena tradizionale con spettacolo di Flamenco.

Magari lo hai già pianificato a Granada o a Siviglia, ma nel caso non lo avessi fatto, allora vederlo a Cordoba è un’altra opzione.

Bevi un drink a Plaza de la Corredera

plaza-de-la-corredera-cordoba

Di agsaz / Shutterstock

Plaza de la Corredera è una classica piazza castigliana quadrata (che riprende Plaza Major a Madrid) costruita alla fine del 1600 dall’architetto di Salamanca Antonio Ramós Valdés.

Per molti anni le corride della città si sono svolte proprio qui e poi è stato il sito del mercato alimentare della città.

Prima sede delle corride, poi del mercato alimentare, oggi è uno dei centri della vita quotidiana con portici su tutti e 4 i lati per sfuggire alla caldura estiva, in cui alla sera si anima con concerti e locali perfetti per un drink e per immergersi nella vita locale.

Cordoba, Dove alloggiare

cordoba-dove-dormire

Se visiti Cordoba in 2 giorni, forse sei anche alla ricerca di un buon posticino dove dormire. La città non è così cara per cui la cosa migliore è trovare alloggio nel Distrito Sur, cioè dove si trovano la Mezquita e l’Alcazar.

Questa parte della città è solitamente indicata come il quartiere ebraico o la Juderia: è il cuore della vecchia Cordoba!

Ecco qui 3 ottimi hotel a cui vale la pena dare un’occhiata!

Hotel Madinat: il mio boutique hotel preferito per l’ottimo rapporto qualità/prezzo. Vale davvero la pena alloggiare qui (se trovi disponibilità). Si trova a pochi passi dalla Mezquita, nel cuore della città, la colazione è top. Insomma dacci un’occhiata e te ne innamorerai (come è successo a me!)

Lineros 24: se stai cercando un appartamento (magari siete in 4) nel cuore della città spendendo poco, Lineros 24 è un’ottima scelta. Ha un patio e non è così distante dalle attrazioni di Cordoba.

NH Collection Amistad Córdoba: se cerchi un hotel che abbia, oltre a tutti i confort anche una bella piscina, eccolo! Questa struttura a 4 stelle in stile boutique si trova in un palazzo settecentesco restaurato e in posizione eccellente vicino alla Cattedrale, al quartiere ebraico e alle mura della città. L’hotel offre strutture per il fitness, una piscina all’aperto per adulti (e una piscina per bambini in un edificio adiacente), un caffè e un bar all’aperto nel cortile, il tutto in un ambiente splendido.

Questo articolo è stato scritto con il prezioso contributo di Federica Bisio, viaggiatrice, particolarmente affezionata e appassionata di Cordoba

0 comments… add one

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.