PimpMyTrip.it – Viaggi Fai da Te Blog Cosa Mettere nello Zaino da Viaggio: Gli Accessori Indispensabili

Cosa Mettere nello Zaino da Viaggio: Gli Accessori Indispensabili

Sapere cosa mettere nello zaino da viaggio non è facile, soprattutto le prime volte.

Naturalmente le cose da portare dipendono  davvero dal tipo di viaggio che stai per intraprendere, che si tratti di trekking su una montagna, di un inter-rail tra le Capitali Europee oppure un viaggio in Messico.

cosa mettere nello zaino da viaggio

Soprattutto quando si parla di vestiti ogni paese ha esigenze diverse: basta vedere come vestirsi in Marocco, oppure come vestirsi in Islanda in inverno per capire che quello che metterai dentro lo zaino sarà completamente diverso.

Fare lo zaino da viaggio può sembrarti quindi una fatica incredibile: ho dunque cercato di renderti la vita un po’ meno difficile facendo una lista, basata sulla mia esperienza dopo 20 anni di sangue, sudore e lacrime “da viaggio”, di tutte le cose assolutamente indispensabili da mettere in valigia che valgono per qualsiasi viaggio tu stia per intraprendere.

SPOILER ALERT!

Io non sono una fan dello shopping e viaggiando in condizioni anche difficili ho sempre preferito la praticità allo stile.

Se stai cercando vestiti chic per viaggiare e farti belle foto su Instagram, probabilmente qui non troverai quello che ti serve. Ma se punti a fare un viaggio in stile zaino in spalla e quindi a usare lo zaino, questa lista sicuramente farà per te!

Come fare lo zaino da viaggio

Se ti stai chiedendo come fare lo zaino da viaggio, l’informazione più importante che posso darti è questa: fai lo zaino leggero.

Che tu stia campeggiando o facendo escursioni, viaggiando in Europa o in Asia, non importa. Devi viaggiare il più leggero possibile. Questo è il motivo per cui parleremo solo delle cose strettamente necessarie da portare.

Questo è il consiglio più importante che posso darti per cominciare.

Viaggiando più leggero ti risparmi la fatica e lo stress di uno zaino pesante.

Viaggiare più leggeri ti consentirà anche di avere un pochino di spazio libero per i fantastici souvenir che vorrai portare a casa.

La seconda cosa che vorrei dirti è quindi: non portare TUTTO QUELLO che trovi in questa lista.

Sarebbe sciocco provare a portarli tutti con te nelle tue avventure e, a seconda di dove andrai, può darsi che di molte delle cose elencate qui non avrai bisogno.

In base al viaggio che stai facendo cerca tu di capire cosa in questa lista potrebbe servirti.

Per esempio… stai pianificando una vacanza in un bellissimo hotel sul Lago di Garda? Al 100% allora non avrai bisogno di portare un sacco a pelo (si spera, altrimenti forse l’hotel tanto buono non è)

Quindi, metti in valigia solo l’attrezzatura che meglio si adatta al tuo stile di viaggio e al tuo itinerario.

Ad esempio, tieni d’occhio il clima. Se viaggi in Messico a luglio, i vestiti pesanti potrebbero non essere tra le cose essenziali da mettere nello zaino.

E se non sei un nomade digitale o un aspirante imprenditore, allora probabilmente puoi togliere quel laptop dalla tua lista delle necessità.

E se invece vuoi fare come me travel blogging, ti consiglierei di lasciarlo a casa lo stesso (a meno che tu non stia pianificando 6 mesi di viaggio) e di goderti l’avventura.

Potrai sempre scrivere del tuo viaggio con calma quando sarai tornato a casa. Però magari vale la pena portarti una penna e un piccolo bloc-notes per prendere appunti sulle cose che metterai sul tuo blog.

Pensando al tuo stile di viaggio e al tuo itinerario, sarai in grado di identificare cosa portare con te tra tutto quello che c’è in questa lista.

Come mettere la roba nello zaino

Quando si tratta di fare lo zaino la seconda cosa a cui devi pensare dopo il peso è come risparmiare spazio. Il mio consiglio principale è piegare i vestiti in modo efficiente, arrotolarli, oppure utilizzare quelli che vengono chiamati i packing cubes che sono queste cose QUI.

In generale la roba pesante è meglio metterla in fondo, le cose liquide e che potrebbero aprirsi (lo shampoo) è meglio metterle in sacchetti di plastica e le cose di cui avrai bisogno non appena arrivi a destinazione (come gli articoli da toeletta) in alto oppure nelle tasche.

Arrotola i vestiti invece di piegarli perché occupano meno spazio (me lo hanno insegnato 30 anni fa agli scout).

Gli zaini da viaggio ben fatti (come il mio Deuter Traveller 60 + 10) in genere hanno uno scomparto principale e uno più piccolo in basso: nel primo metterai i vestiti, nel secondo metterai le scarpe e le ciabatte da doccia e un sacchetto per le cose sporche.

Sempre gli zaini come il mio hanno in genere uno zainetto staccabile in cui metterai le cose che si utilizzano per una gita di un giorno, in questo modo, quando arriverai a destinazione potrai staccare il tuo zainetto e avere dentro già tutto quello che ti serve oppure potrai portarlo come bagaglio a mano in aereo.

Se imbarchi lo zaino grande metti sempre un cambio vestiti nel bagaglio a mano, lo spazzolino da denti e qualcosa per sopravvivere un paio di giorni, in caso di smarrimento dello zaino da parte della compagnia aerea.

Questa è una delle cose che ho imparato in Giordania quando sono rimasta senza lo zaino e ho dovuto comprare due paia di mutande urende (ma le uniche che durante il Ramadan sono riuscita a trovare)

Nelle tasche laterali metterai invece le cose che dovrai prendere con facilità o che se si aprono rischiano di combinarti un casino: la bottiglia dell’acqua o lo shampoo, un piccolo asciugamano o la copertura impermeabile per lo zaino, qualche snack che potrebbe farti comodo sgranocchiare su qualche tragitto lunghissimo in autobus.

In genere gli zaini hanno anche delle tasche apposta per i documenti di viaggio anche se io preferisco averli sempre nella mia cintura porta soldi nascosta.

Oltre a risparmiare spazio quindi cerca di avere tutto organizzato bene, questo ti eviterà di tirare per aria tutto lo zaino quando dovrai prendere al volo qualcosa che ti serve!

Vediamo adesso cosa mettere nello zaino di assolutamente indispensabile: non lo diresti mai ma ti assicuro che tutte queste cose prima o poi ti saranno utilissime.

1 – Copri zaino per pioggia

Tantissimi zaini da viaggio hanno una copertura antipioggia integrata, ma tanti altri no (il mio non la ha e infatti io ho poi acquistato questa qui della Ferrino che non costa tantissimo, è un ottimo prodotto e puoi scegliere la taglia a seconda del tuo zaino e colore).

copertura zaino impermeabile

GUARDALA su AMAZON

Puoi pensare che non ti serva, ma ti assicuro che è una delle cose più indispensabili che tu possa avere.

Pensa a quante volte e in quante occasioni il tuo povero zaino potrebbe essere sottoposto all’acqua: acquazzoni mentre cammini per arrivare all’ostello, durante un viaggio in Guatemala con i chicken bus (che ti caricano lo zaino sul tetto e se piove addio), in una gita in barca, sotto la neve, durante un trekking.

La cosa peggiore che può capitare è arrivare bagnati e mezzi congelati in hotel e in ostello, per scoprire che il tuo zaino è allagato e che, oltre a pesare tantissimo perché inzuppato d’acqua (lui e le cose al suo interno) non hai di caldo e asciutto più neanche un paio di mutande.

Quindi se il tuo zaino non ha la copertura impermeabile integrata, acquistane una: ce ne sono tantissimi modelli, per tutte le misure e di tutti i colori e ripiegati e messi in un taschino, non pesano nulla e occupano pochissimo spazio.

2 – Bottiglia d’acqua

Rimanere idratati quando viaggi non è un’impresa facile, e avere una bottiglia d’acqua nella tasca laterale dello zaino sarà sicuramente d’aiuto.

Questa bottiglia d’acqua portatile, robusta e arrotolabile potrebbe veramente essere un’ottima idea: costa poco, puoi averla subito a portata di mano e da vuota è facile da riporre.

bottiglia acqua pieghevole

È anche abbastanza resistente da resistere all’usura del viaggio, con il suo corpo in silicone flessibile e infrangibile.

È realizzato al 100% con materiali di qualità alimentare ed è privo di BPA, BPS e PVC. Per finire, è anche lavabile in lavastoviglie, può gestire bevande calde o fredde, è congelabile, pieghevole e facile da aggiungere cubetti di ghiaccio o frutta attraverso l’ampia apertura. Cosa non è da amare?

Inoltre l’accesso all’acqua potabile non è universale, quindi potresti prendere in considerazione l’idea di utilizzare un qualche tipo di sistema di filtrazione / purificazione dell’acqua per il tuo viaggio.

Io amo la nostra Lifestraw proprio per questo. È una bottiglia di acqua potabile con un sistema di purificazione integrato che filtra batteri e parassiti nocivi dall’acqua, rendendola sicura da bere.

borraccia filtrante acqua

Più costosa della precedente, ma ti assicuro che vale l’acquisto.

L’abbiamo usata spessissimo durante le escursioni in Kirghizistan per evitare di dover trasportare enormi quantità di acqua sulla schiena e raccogliendo e filtrando semplicemente quella che trovavamo nei corsi d’acqua.

Ma l’abbiamo usata anche in tantissime altre occasioni, quando non ci fidavamo che l’acqua fosse del tutto potabile.

LIFESTRAW su AMAZON

3 – Sacchetto di tela per la biancheria

Io detesto la plastica: inquina da morire. Ma parlando di cose più pratiche per metterci le cose sporche è terribile: non ti dico cosa esce fuori quando lo apri, oppure, se porti le cose in lavanderia, non ti dico il povero cristo che dovrà lavartele cosa penserà quando lo aprirà.

sacchetto tela per biancheria

Le cose umide resteranno umide, quindi aggiungici pure quello.

Prima regola dunque è quella di avere con te un sacchetto di tela da riempire con le cose sporche e da riporre nella parte sotto dello zaino, in attesa di arrivare in un posto dove potrai lavare tutte i tuoi indumenti.

Il sacchetto in tela inoltre è lavabile e protegge (se messo in lavatrice con l’intimo dentro) le tue cose da lavaggi diciamo “forti”.

Costa poco, occupa zero spazio, non inquina e protegge le tue cose. Davvero puoi partire senza?

4 – Torcia da testa

Inutile dire che una piccola torcia da testa è una delle cose più utili da portare in viaggio perché la si può utilizzare in qualsiasi situazione, soprattutto se come me amai il campeggio o i safari.

torcia da testa

L’ho utilizzata decine di volte: durante il safari in Tanzania per esempio, ma anche durante il trekking a cavallo fino a Song Kol in Kirghizistan o in Iran nel deserto profondo.

Di notte negli ostelli, in tenda, quando manca l’elettricità, insomma un must che secondo me non dovrebbe mai mancare. A mio parere meglio quella da testa che lascia anche le mani libere.

5 – Bloccaporta

Per le ragazze che viaggiano sole e magari vanno in ostello un piccolo blocca porta può dare quel tocco di sicurezza e tranquillità in più che, anche se non strettamente necessario può tranquillizzarci e rendere più piacevoli le nostre nottate.

blocca porta in silicone

Io mi sono sempre portata un piccolo cuneo di legno, ma su Amazon se ne trovano di molto più pratici e carini.

L’universo si evolve e oggi per stare tranquille non c’è solo più il cuneo ma dei veri e propri allarmi da porta che suonano se qualcuno cerca di entrare in camera.

E ci sono questi bloccaporta in silicone fatti a fogliolina e colorati che pesano poco, sono piccoli e quindi facilissimi da portare in qualsiasi zaino o valigia da viaggio.

6 – Lucchetto TSA

Fondamentale soprattutto per chi dorme negli ostelli e fa uso dei lockers ovvero degli armadietti che vengono messi a disposizione dall’ostello stesso per gli ospiti.

lucchetto TSa zaino da viaggio

Vedi Lucchetti TSA su AMAZON

Chiudere il proprio armadietto con un lucchetto è sicuramente la cosa migliore, soprattutto se portiamo con noi costosa tecnologia (per esempio la macchina fotografica o il computer).

Portando con noi un lucchetto, portiamo soprattutto più sicurezza per le nostre cose.

Il lucchetto può anche essere utilizzato per chiudere la valigia. Se viaggiate negli USA è necessario per la vostra valigia imbarcata sull’aereo, acquistare un lucchetto TSA come questi su Amazon.

7 – Mantella impermeabile

Le mantelle in plastica sono davvero comode e costano pochissimo. Piccole e leggere trovano facilmente spazio nel nostro bagaglio e possono venirci utili per un sacco di situazioni.

Infatti non servono solo per coprirsi e non bagnarsi quando piove o nevica, ma servono anche per ripararsi dal vento oppure quando si fanno delle gite in barca per ripararsi dagli spruzzi, oppure per sedersi su un prato bagnato.

poncho impermeabile

GUARDALO su AMAZON

In genere le mantelle tipo poncho coprono anche lo zaino, quando lo hai in spalla, e devi camminare sotto la pioggia e la neve.

8 – Adattatore universale

Oggigiorno durante i nostri viaggi ci facciamo accompagnare da un sacco di tecnologia. Tra smartphone, Ipad, notebook, Kindle e macchine fotografiche, la necessità di poterle caricare è veramente importante.

adattatore universale da viaggio

Perché comprare tanti piccoli adattatori, che vanno bene in un viaggio e poi finiscono utilizzati in un cassetto, quando si può acquistarne uno universale?

Quindi fai attenzione ad acquistarne uno come quello dell’immagine qui sopra che sia valido in ben 180 paesi!

Su Amazon ne trovate per ogni necessità. Quelli che preferisco io sono quelli con gli attacchi USB come per esempio questi che trovi cliccando su questo link.

ADATTATORI su AMAZON

9 – Money Belt

La parola magica è, sempre, sicurezza prima di tutto. E la money belt non ha bisogno della mia presentazione.

cintura porta soldi invisibile

La money belt è una cintura porta soldi e porta documenti che si allaccia alla vita sotto i vestiti e che quindi non si vede.

Utile per nascondere i soldi, le carte di credito (io la tengo anche per dormire a volte) è soprattutto indispensabile per le cose più preziose che portiamo con noi: i nostri documenti.

Io ne ho una marea ed è una delle cose che utilizzo di più in assoluto. Devi però usarle con furbizia ovvero cercare di non far mai vedere che le hai.

Come? Beh io in genere utilizzo la tattica di mettermi un po’ di soldini nelle varie tasche in maniera da non dover mai mostrare la money belt quando sono in giro. In ogni caso, anche se qualcuno la vedesse, è molto difficile che riesca a rubarti quello che c’è dentro.

Ce ne sono di tutti i tipi e di tutti i prezzi. Se non sai quale scegliere personalmente di consiglio di scegliere quella più comoda. Non importa che sia capiente, anzi meno lo è meglio è.

Se vuoi farti un’idea della scelta che hai, basta che segui questo link su Amazon.

Vedi le Cinture Nascoste

10 – Federa da cuscino e “sacco lenzuolo”

Io porto anche spesso il sacco-lenzuolo, per questione di igiene. Spesso gli standard di pulizia degli alberghi/ostelli in cui alloggiamo in altri paesi non sono propriamente al livello che intendiamo noi.

Non sono in genere una persona schizzinosa, ma appoggiare la faccia su una federa pulita lo faccio volentieri, quindi trovo sempre un piccolo spazio per una federa da cuscino da portare con me. Almeno dormo sapendo su cosa metto la faccia.

sacco lenzuolo da zaino

Anche un sacco lenzuolo è una buona idea: ho cominciato a portarlo con me dopo avere incontrato le bed bugs, ma l’ho usato tantissimo nei viaggi in treno in Iran o in India.

Anche i sacchi lenzuolo costano poco e ci sono sia in cotone che in seta. Personalmente mi piaccio più quelli in cotone perché quelli di seta, anche se da ripiegati sono più piccoli, sono spesso scivolosi.

Questo è il mio della Ferrino, in cotone morbidissimo, ma il mercato ne offre davvero una marea anche a prezzi più accessibili:

SACCOLENZULO su DECATHLON

SACCOLENZULO su AMAZON

11 – Asciugamani in microfibra

Gli asciugamani sono una delle cose essenziali da portare con se, ma non portare un normale asciugamano durante i tuoi viaggi con lo zaino!

Gli asciugamani normali sono pesanti, inefficienti e occupano molto spazio. I professionisti del viaggio usano asciugamani in microfibra.

asciugamano microfibra da viaggio

Gli asciugamani in microfibra sono realizzati dai viaggiatori per i viaggiatori. Sono super leggeri e, soprattutto, si asciugano molto rapidamente.

Piccoli e leggeri. Ideali per gli ostelli in cui non è difficile che per gli asciugamani ti chiedano di pagare un extra.

Comodo portarne almeno un paio, uno piccolo per il viso e uno un po’ più grande per la doccia.

Su Decathlon la scelta è ampia e costano pochissimo a partire da poco più di 1 EURO e hanno tantissime recensioni, così non puoi proprio sbagliare!!

Guardali su DECATHLON

12 – Corda per stendere e mollette

Viaggiando leggeri si rende indispensabile lavare le proprie cose molto spesso.

Negli ostelli moderni non è difficile che ci sia una lavatrice a gettoni, ma poi le cose vanno asciugate.

Spesso molti ostelli offrono servizio di lavanderia, ma se hai poche cose vale la pena (anche se spesso non te lo lasciano fare) lavarle nel lavandino e asciugarle in camera o sul terrazzo.

Una corda e poche mollette per stendere sono l’ideale, si può anche legare il filo tra le sedie della camera per creare uno stenditoio di fortuna. Il filo inoltre può venire comodo per un sacco di altri usi.

13 – Rete Antifurto per lo zaino

Sembra un assurdo, soprattutto visto il prezzo non del tutto amichevole dell’oggetto che sto per proporti.

Ma pensa un attimo a quante volte negli aeroporti vedi gli zaini e le valigie avvolti da metri e metri di plastica affinché non vengano aperti (ricordi gli innumerevoli casi di furti nei bagagli messi in atto dalle bande degli aeroporti?) e pensa che ogni volta che arrotoli lo zaino ti costa 10 euro e inoltre tutta questa plastica va ad aumentare le già strabordanti montagne di plastica che vengono buttate via.

pacsafe rete acciaio per zaino viaggio

Insomma acquistando questa rete in acciaio per lo zaino in 4 o 5 viaggi non solo ti sarai rifatto il costo, ma potrai riutilizzarla altre infinite volte, sui bus, negli aeroporti, nei lunghi viaggi in treno.

E in più avrai contribuito a proteggere e salvaguardare il pianeta, evitando l’utilizzo di km di plastica che consumiamo ogni giorno.

La rete per lo zaino è una di quelle cose che ho da una vita e continuo ad essere convinta che sia un ottimo acquisto: In India e in Cina sul treno ho dormito bene bene e non mi sono assolutamente preoccupata che qualcuno potesse aprirmi lo zaino e portarsi via le mie cose durante la notte.

L’ho utilizzata anche per legare lo zaino a qualsiasi cosa in camera: una gamba del letto, un palo su un bus, addirittura ho legato lo zaino al tubo dello scaldabagno e me ne sono andata in giro tranquilla, sicura che anche se qualcuno fosse entrato nella mia camera non avrebbe potuto portarsi via le mie cose.

Guardala su AMAZON

14 – Sacco a pelo

Prima o poi dovrò decidermi a scrivere anche un articolo sul sacco a pelo dal momento che è una di quelle cose utilissime e che ho usato così spesso da pensare che fosse in assoluto la più indispensabile delle cose in questa lista.

sacco a pelo leggero da viaggio

Guardalo su AMAZON

Di sacchi a pelo ce ne sono una marea infinita: da quelli da campeggio e un po’ meno costosi, a quelli leggeri da zaino, a quelli per vere e proprie escursioni in alta quota che ti proteggono fino a temperature dalle quali niente altro ti protegge.

Anche se non vai in campeggio un sacco a pelo leggero come il mio può sempre venirti utile: mi ha salvato la vita in Messico sui bus notturni quando l’aria condizionata era tenuta a temperature da Antartide.

Mi è venuto comodo in altre 100.000 occasioni: in Tanzania sul cratere di Ngoro Ngoro (dove di notte si raggiungono gli zero gradi) l’ho usato per dormire nel sacco a pelo che mi aveva dato l’agenzia di safari e avere uno strato in più.

Ok ero infagottata come una crisalide infilata in 2 sacchi a pelo uno dentro l’altro, ma ha funzionato.

L’ho usato per dormire a Milano Malpensa quando mi hanno cancellato il volo per il mio viaggio in Egitto senza darci l’hotel.

Potrei continuare per ore a scriverti di tutte le volte che mi ha fatto comodo averlo con me, ma non la finiamo più, quindi andiamo avanti.

Sacchi a pelo su DECATHLON

Sacchi a pelo su AMAZON

15 – Kit di Pronto Soccorso

kit primo soccorso

Vale sempre la pena mettere in valigia un piccolo kit di pronto soccorso. Durante i miei viaggi, mi sono aperta un piede con un vetro in Senegal, sono caduta con la moto in Tanzania, punture di insetti a go go, per non parlare delle varie gastroenteriti che io e Massi ci siamo presi soprattutto in India e in Egitto.

Il mio kit di pronto soccorso mi ha salvato la vita o per lo meno, me l’ha resa più facile.

Puoi decidere di farti tu una piccola bustina, ma ce ne sono un sacco fatti apposta per viaggiare e, a seconda della destinazione dove andrai potrai scegliere di aggiungere o togliere cose.

L’importante è che ci siano dentro piccole cose essenziali come le seguenti:

  • Antipiretico per la febbre
  • Disinfettante intestinale (come il Bimixin per intenderci) – Chiedi al tuo medico prima
  • Antibiotico ad ampio spettro (come l’Augmentin, chiedi al tuo medico per la ricetta)
  • Spray disinfettante o Salviette disinfettanti
  • Repellente per zanzare (almeno il 40% di deet)
  • Antistaminici
  • Bende,  garze e cerotti
  • Crema cortisonica per punture di insetti
  • Steri-strisce
  • Caramelle per la gola
  • Forbicine e pinzette
  • Guanti in lattice sterili

16 – Vestiti essenziali

Scegliere i vestiti giusti quando si viaggia con lo zaino è molto importante. Ecco alcuni suggerimenti, anche se, come detto prima, il tuo abbigliamento dipenderà dalla zona dove andrai.

Prepara vestiti leggeri – Clima caldo o freddo, vestiti che si piegano piccoli e non pesano troppo – evita i jeans! I jeans non vanno bene per niente: non tengono fresco, non tengono caldo, se si bagnano è un caos e occupano spazio.

Anche se stai andando verso il gelo, è meglio portare vestiti che puoi sovrapporre piuttosto che una grande giacca pesante. Il cotone è leggero e respira. Concediti il ​​lusso di cose più resistenti al sudore se puoi.

Vesti scuro – Ok questa potresti pensare sia una zozzeria, ma i vestiti più scuri possono essere indossati più a lungo.

Porta meno cose che puoi – I vestiti sono piuttosto economici nella maggior parte del mondo, quindi, invece di portare troppe cose, pensa che potrai sempre acquistarle in loco.

Biancheria intima: questa è meglio se te la porti. Io preferisco l’intimo sportivo come questo su Decathlon.

Pantaloni da trekking sottili: i pantaloni da trekking sono i migliori in assoluto. alcuni hanno delle pratiche zip per diventare “pantaloncini corti” staccando le gambe. Hanno colori che vanno bene su tutto, si lavano e asciugano facilmente, sono comodi.

Camicia repellente per zanzare a maniche lunghe: quando si viaggia in determinate aree, le camicie repellenti per zanzare sono un vero toccasana durante il trekking o il tempo libero in climi tropicali. Fai conto che le punture di zanzare non solo sono fastidiose, ma possono portare a svariate malattie come la dengue o la malaria. Le maniche lunghe servono anche per proteggerti dal sole troppo forte.

T-shirt / canotte: facili da trovare praticamente ovunque, non preoccuparti troppo di queste.

Pile tecnico leggero: essenziale quando sei su autobus o treni con l’aria condizionata impostata sul “congelamento”. Decathlon ne ha un’ampia scelta, sono sottili. comodi e costano poco (anche meno di 5 euro!).

Avrai bisogno di vestiti a maniche lunghe se ti stai dirigendo verso zone più fresche.

Un piumino leggero che si richiude è praticissimo ovunque, io ne ho uno della Patagonia che mi porto dietro da anni.

Sciarpa leggera o foulard: per le signorine una sciarpina leggera è un’ottima cosa da portare in ogni tipo di viaggio. Protegge la gola dal freddo e da colpi d’aria, può essere usata per coprire bocca e naso dalla polvere o per coprire il capo quando si visitano alcuni paesi come l’Iran che lo richiedono o anche semplicemente per questione di rispetto quando si visitano luoghi sacri.

Buff: uno dei miei accessori da viaggio preferiti. Ne indosso sempre una e lo vedi in tutte le foto di questo blog; è ottima per tenere lontano il sole o coprirsi bocca e naso per tenere fuori la polvere.

La uso anche come maschera per gli occhi durante i viaggi aerei a lungo raggio e nei dormitori. Imbevuta di antizanzare ti protegge il collo. Puoi usarla come cappello da sole, per proteggere il collo dal vento o semplicemente come fascia per i capelli durante un trekking.

La trovi in lana, in cotone, in pile, insomma ce ne sono di tutti i tipi!

Io ho appena acquistato questa qui della National Geographic (presto foto in arrivo!)

scaldacollo buff

GUARDALA su AMAZON

Occhiali da sole: probabilmente ho distrutto oltre cento paia di occhiali da sole … oltre ai Rayban che mi hanno rubato in Guatemala. Vale sempre la pena investire in un paio di occhiali da sole decenti che siano magari meno stilosi , ma pratici e resistenti e che non si spacchino facilmente (e che non facciano venire voglia di fotterteli)

Abbigliamento caldo: se stai programmando un viaggio in zone fredde, come la Svezia in inverno o la Patagonia, fatti un favore e prendi un paio di guanti resistenti all’acqua, un cappello con paraorecchie e un piumino.

Scarpe da trekking: non andare in giro per il mondo senza scarpe decenti! Personalmente uso scarpe Scarpa, ne ho due paia, un paio basse e uno alto e le ho usate sia al caldo ma anche per fare trekking sui ghiacciai in Patagonia.

Sandali tecnici: se trascorrerai molto tempo nella giungla, in spiaggia o in barca a vela, allora vale la pena portare un paio di sandali tecnici di buona qualità; Teva fa i migliori sandali da trekking secondo me.

Questi qui sono i miei e anche questi mi accompagnano sempre nei miei viaggi!

Infradito di gomma: per le zone calde, ma anche ovunque, per il mare la piscina o la doccia!

Con l’aiuto di questa lista di cosa mettere nello zaino da viaggio, sarai in grado di capire esattamente cosa mettere in valigia per il tuo viaggio in modo da poter fare il giro del mondo sapendo di avere tutto ciò di cui hai bisogno per la tua prossima avventura!

0 comments… add one

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Get a weekly email with best free content
Subscribe