PimpMyTrip.it - Viaggi Avventura > Blog > Documenti di viaggio e visti > Come ottenere il visto per l’Iran

Come ottenere il visto per l’Iran

– Posted in: Documenti di viaggio e visti

Nonostante il terrorismo che viene fatto sul web riguardo alle difficoltà per ottenere il visto per l’Iran, devo ammettere che alla fin della fiera, avere quel pezzo di carta appiccicato sul passaporto è stato molto più facile di quello che credevo.

Nel nostro caso non abbiamo avuto nessuna difficoltà in più del richiedere il visto per l’India o per la Cina, la trafila è stata più o meno la stessa.

Il visto turistico (attenzione visto turistico non lavorativo o altre tipologie) per l’Iran è possibile ottenerlo in 3 modi diversi.

Richiedere il visto all’arrivo (VOA)

Il primo è quello di farlo direttamente all’arrivo in areoporto, naturalmente con nessuna garanzia che vi sia concessa l’entrata nel paese. Nessuna garanzia vuole dire che se qualcosa non “sconfinfera” a quelli addetti all’immigrazione, possono decidere di rimbarcarvi sul primo aereo disponibile che torna in Italia: una bella scocciatura, ma è anche vero che non ho mai sentito nessuno che una volta arrivato lì sia stato rispedito indietro a pedate nel sedere.

Anzi mi piacerebbe molto avere delle testimonianze dirette per cui se a qualcuno è capitato e lo vuole lasciare scritto nei commenti servirà come monito ad altri viaggiatori.

Il Visto all’arrivo può essere rilasciato nei principali aeroporti internazionali in Iran. Non puoi ottenere questo visto ai confini terrestri.

Qui sotto trovate l’elenco degli aeroporti in cui è possibile ottenere il visto Iran all’arrivo:

  • IKA: Aeroporto di Teheran Imam Khomeini Airport (quello su cui arrivano la maggior parte dei voli dall’Italia)
  • SYZ: aeroporto internazionale di Shiraz
  • MHD: aeroporto internazionale di Mashhad
  • TBZ: aeroporto internazionale di Tabriz
  • ISF: aeroporto internazionale di Isfahan
  • KIH: aeroporto internazionale di Kish

IMPORTANTE: il VOA non significa che l’Iran sia un Paese senza visto. Il visto iraniano non è solo un timbro sul passaporto, come ad esempio in altri paesi (tipo l’Argentina). Per ottenere il VOA è necessario avere i documenti necessari.

Personalmente non lo consiglio inoltre perché le procedure per ottenerlo potrebbero farvi perdere un sacco di tempo. Se avete già il vostro visto invece andare diretti al controllo e poi all’uscita.

Documenti Necessari da portare con sè per ottenere il VOA:

Attenzione: l’assicurazione sanitaria si può fare direttamente in areoporto, ma questo comporta spesso inutili e lunghe file. Meglio farla prima online, ma non tutte le assicurazioni vanno bene.

Il mio consiglio è di richiedere questa assicurazione.

Il costo che pagherete per richiedere il VOA è di 75 euro.

Per ottenere il VOA, indipendentemente dalla vostra nazionalità, non è possibile avere un timbro israeliano sul passaporto. Anche se Israele non timbra più i passaporti, non devi avere alcuna prova di ingresso in Israele. Ad esempio, il timbro egiziano sul passaporto nella città di confine di Taba potrebbe risultare come prova di ingresso in Israele e potrebbe esservi negato l’ingresso in Iran.

Richiedere il visto a un’agenzia (anche online)

Secondo modo per ottenere il visto: attraverso un’agenzia iraniana che se ne occupi.

L’agenzia svolgerà le pratiche per voi e in pochi giorni riceverete il codice di autorizzazione con cui presentarvi in areoporto a Tehran.

Con il codice di autorizzazione, quando arrivate in aeroporto andate subito all’ufficio visti: qui dovrete prima fare l’assicurazione se non l’avete (18 euro) poi pagare il visto (75 euro) e vi verrà consegnata una ricevuta su un foglietto azzurro.

Non perdetelo perché vi verrà chiesto anche al ritorno come prova del visto elettronico. fondamentale quindi che lo teniate per tutto il vostro viaggio.

Sicuramente è il modo più comodo in assoluto anche perché dal 2018 in areoporto viene rilasciato un foglio e non viene più appiccicato nulla sul passaporto.

Questo è particolarmente interessante per le nuove leggi per l’immigrazione in USA secondo le quali se sei stato precedentemente in Iran, non puoi fare l’ESTA, ma devi richiedere il visto all’ambasciata americana nel tuo paese.

Puoi richiedere il tuo visto per l’Iran online direttamente attraverso il mio partner 1St Quest solo per 29 euro cliccando sul link qui sotto:

Richiedi qui il tuo visto per soli 29 euro!

La buona notizia è che i lettori di questo blog possono utilizzare il mio codice sconto del 5% in tutti i loro servizi con il codice PMT-1stQuest al momento dell’acquisto.

1St Quest sono i migliori e i più veloci quando si tratta di richiedere il visto!

Richiedere il visto in Consolato

Aggiornamento: A partire dal 4 ottobre 2018 la sezione consolare dell’Ambasciata della Repubblica Islamica dell’Iran a Roma e il Consolato Generale a Milano hanno adottato il sistema di Visto Elettronico (e-Visa).

Necessario dunque, prima di recarvi al consolato, compilare il modulo che trovate qui.

Una volta compilato vi verrà dato un codice di registrazione che dovrete portare con voi insieme al resto dei documenti al consolato.

Il terzo modo è quello di richiedere il visto per l’Iran andando a fare richiesta direttamente al consolato: noi siamo andati a quello di Milano. I documenti necessari per ottenere il rilascio sono:

  1. 2 fototessere, di quelle per documenti che si fanno ovunque anche nelle macchinette per strada.
  2. 1 prenotazione con lettera di conferma da parte di un albergo in Iran. La prenotazione può essere anche per una notte sola, l’importante è che ci sia.
  3. Passaporto in regola con almeno 6 mesi di validità, due pagine libere consecutive e nessun timbro di Israele.
  4. Assicurazione sanitaria che copra tutta la durata del soggiorno in Iran.
  5. Moduli per la richiesta compilati (si possono richiedere e compilare direttamente al consolato)

Con tutti questi documenti alla mano ci si reca al consolato. Noi siamo andati come dicevo a quello di Milano ma ci si può altresì rivolgere anche all’Ambasciata della Repubblica Islamica dell’Iran a Roma.

Assolutamente necessario che tutti coloro che richiedano il visto si presentino personalmente al consolato il giorno della domanda. Questo perchè appena arrivati oltre a compilare i moduli (che è tra l’altro anche possibile scaricare via internet e compilare in precedenza) bisogna lasciare le proprie impronte digitali su uno di essi.

Nessun panico, in realtà è molto più semplice di quello che ci si possa immaginare.

Si arriva al consolato, si prende il numero e si aspetta il proprio turno. A Milano c’è uno sportello proprio dedicato alla richiesta e rilascio del visto per cui non c’è molto tempo da aspettare, lo si può impiegare appunto compilando i moduli.

Quando si viene chiamati si consegnano le fototessere, l’assicurazione,  la lettera dell’hotel e con il tampone imbevuto di inchiostro si lasciano le proprie impronte digitali, sia quelle della mano destra che quelle della mano sinistra.

Una volta lasciate le impronte, se tutto va bene, si paga la tassa consolare di 50 euro a testa e viene consegnato un foglietto per il ritiro dei passaporti: attenzione quel foglietto è come il Santo Graal, con quello chiunque può ritirare i passaporti, anche chi non ne è il proprietario. Va tenuto davvero in custodia.

Una volta finito ci si reca in bagno dove sui lavandini c’è un’apposita spugnetta per togliere l’inchiostro blu.

Meno di una settimana dopo, con il foglietto sacro, ci si può recare a ritirare il passaporto con il proprio visto per l’Iran valido per un soggiorno di massimo un mese e valido per 3 mesi dal rilascio del visto.

Facile, no?

Aggiornamento 2018: al consolato non viene più rilasciato il classico visto da appiccicare al passaporto, ma un foglio la cui validità può essere accertata dalle competenti Autorità.

Indirizzo Consolato Generale dell’Iran a Milano:
Via Monte Bianco, No. 59
20149 Milano

Articolo aggiornato a Novembre 2018

Ti Potrebbero anche piacere:

dove-dormire-a-teheran
teheran-cosa-vedere
viaggio-iran
65 comments… add one

Leave a Comment