PimpMyTrip.it – Viaggi Avventura header image
PimpMyTrip.it - Viaggi Avventura > Blog > Viaggi Avventura > Europa > La Camargue e la festa degli zingari a Saintes Maries de la Mer

La Camargue e la festa degli zingari a Saintes Maries de la Mer

– Posted in: Europa

festa-gitani-camargue-balliLa Camargue è un parco nazionale della Francia Meridionale, formato dal grandioso fiume Rodano che, nato dalle innevate cime della Svizzera,  pone fine qui alla sua lunga corsa, di oltre 800 km, gettandosi in mare.

Ho avuto la fortuna di visitare la Camargue pochi giorni fa in occasione di un’occasione speciale, una coloratissima festa, Le Pèlegrinage des Gitans.

Nel cuore incontaminato del parco naturale ogni anno, da secoli, i gitani di tutta europa si riuniscono per celebrare la festa di Santa Sara, loro protettrice.

Ogni anno appunto, il 24 e 25 Maggio, il bianco paese di Saintes Maries de la Mer si ritrova letteralmente invaso da migliaia di nomadi: dopo il lungo inverno, la sua tranquilla e sonnolenta vita viene risvegliata da abiti dai colori sgargianti, da musiche gitane, da balli, da cavalli e corride.

Per strada i gitani suonano i loro violiniLa festa comincia con una grande processione in cui i gitani, con i loro cavalli bianchi accompagnano la statua della Santa, le cui vestigia sono conservate nella cripta della chiesa, fino al mare, in cui viene immersa tre volte per essere purificata.

Il momento è estremamente emozionante,  tra famiglie intere di zingari commossi, immersi nelle note musicali dei loro violini, prima di ritrovarsi ad osservare l’inaugurazione della stagione delle corride non cruente, les courses camarguaises ed i giochi provenzali a cavallo.

I festeggiamenti continuano per tutta le sera ed anche il giorno dopo.

Passeggiando tra i caratteristici vicoletti si osservano zingare che leggono le carte e la mano, gruppi di gitani che rallegrano i commensali con i loro strumenti, bambini che giocano rincorrendosi da tutte le parti, canti balli tutti rigorosamente in stile “zingaro”.

In mezzo a loro, spersi e con l’aria sognante, gruppi di turisti strabiliati dalla festa che scattano migliaia di fotografie con le loro reflex.

Cavallo-bianco-CamargueApprofittate dunque di questo coloratissimo evento per visitare questo splendido parco naturale, gioiello tra terra e mare, dove vive, ancora in libertà, il cavallino bianco.

Se riuscite, cercate di abbandonare per un po’ la festa, allontanatevi dalle musiche per cercare il silenzio, per fermarvi ad osservare, con i capelli scomposti dal vento di Mistral, i prati sterminati in cui i verdi e gialli cangianti sono puntellinati dai rossi dei papaveri.

Passeggiate in mezzo  alle lagune, le acque leggermente increspate dalla brezza palustre, che sono la casa di più di 400 specie di uccelli, e, soprattutto, cercate di non dimenticarvi di dedicare mezza giornata alla visita del parco ornitologico, dove potrete ammirare da vicino centinaia di allegri fenicotteri rosa.

Ti Potrebbero anche piacere:

la Corsica in moto
6 comments… add one
Associazione Culturale Saonarattiva

Una meravigliosa celebrazione il pellegrinaggio dei gitani.

Con amici del fotoclub siamo stati a Saint Marie più di dieci anni fa e siamo stati veramente colpiti dalla gente, dai loro credo e dalle loro tradizioni.

Un saluto.

Martina

Ciao!!! Questa festa è davvero un’occasione fotografica unica!!! 😉

Elisa

Ahh che bella la Camargue! Bellissima! E i cavalli sono splendidi 🙂 In quel periodo poi si puó “allungare un po’ verso la Provenza e i campi di lavanda che cominciano a fiorire!

Martina

Si tutta la zona è molto bella, consiglio anche vivamente di approfittarne per fare una visita ad Arles nei luoghi dipinti da Van Gogh 🙂

Manuela

Ma non è che posso unirmi al club? Perchè da come ne parli deve essere un'esperienza fantastica.

Ho le Camargue nel cuore e questa mi sembra l'occasione perfetta per tornarci 🙂

Martina

ahaha 😀 Manuela tu sai che sei sempre la benvenuta in tutti i miei club!!! Si è un evento bellissimo in cui ci si diverte come dei matti, non puoi perdertelo!!!

Leave a Comment