PimpMyTrip.it – Viaggi Avventura header image

Visita alle cantine di Porto, 5 degustazioni da non perdere

– Posted in: Europa

Porto, Oporto in italiano, è una graziosa città in cui spendere un paio di giorni durante i quali, per comprendere appieno la storia e lo spirito della città non ci si può esimere dalla visita alle cantine per degustare uno o più di quei vini che hanno reso la città a dir poco famosa in tutto il mondo.

La visita alle cantine di porto può portare via solo un’ora o anche un giorno intero, dipende da quante si decide di vederne e noi ne abbiamo scelte 5 (del resto da me ci si poteva aspettare qualcosa di diverso?) finendo la giornata in uno stato a dir poco pietoso ma felici come delle Pasque.

visita cantine di porto

Cantine di Porto

Le cantine di porto si trovano a Villa Nova de Gaia un distretto a sud della città di Porto e sulla sponda opposta del fiume Douro rispetto ad essa. Villa Nova de Gaia (conosciuta anche solo come Gaia) è famosa appunto proprio per le sue cantine, dove il vino Porto viene tenuto in grandi botti ed invecchiato e delle quali la visita è diventata una delle  esperienze assolutamente da non perdere durante un giro in città.

Arrivare a Gaia e alle cantine è davvero semplice, basta attraversare a piedi il ponte Dom Luis, ponte costruito nientepopodimeno che da Eiffel, (costruttore già della famosa omonima torre a Parigi e anch’esso costruito in assi di ferro e bulloni) e scendere sulla sponda opposta del Douro, esattamente di fronte alla Ribeira, il quartiere più famoso di Porto.

barche tipiche porto

Le barche tradizionali con le quali in passato il vino veniva portato sul fiume fino alle cantine di Porto

Che cosa è il porto

il porto è un vino liquoroso di origine e produzione portoghese ottenuto da una fermentazione incompleta, ottenuta tramite l’aggiunta di alcol vinico: questo processo interrompe la trasformazione degli zuccheri in alcool lasciando al vino un gusto particolarmente dolce.

Il porto si divide pricipalmente in 4 tipologie base che sono:

Bianco: giovane e fruttato, classificato secondo il suo grado di dolcezza: secco, semi-secco, dolce. Ottimo come aperitivo

Ruby: vino rosso rubino che invecchia in grandi botti: grazie a questo il vino ha poco contatto con il legno e mantiene le sue caratteristiche iniziali. Il profumo richiama gli aromi di frutti di bosco e prugna, il sapore è fruttato, tipico dei vini giovani.

Tawny: il vino tawny invecchia inizialmente in grandi botti, come il bianco e il ruby, ma poi viene trasferito in botti più piccole dove avviene un processo di invecchiamento particolare dovuto al contatto con il legno e a una maggiore ossidazione. Ha un colore ambrato e un sapore particolare, complesso, con sentori di frutta secca, ma anche di cioccolato, cannella o caffè.

Vintage: sicuramente il più pregiato, ottenuto da uve di qualità eccellente. Viene all’inizio invecchiato in botte per poi essere travasato in bottiglie dove viene sottoposto ad un ulteriore invecchiamento che può durare anche 40 o 50 anni.

cantine porto

Le botti in cui il Porto viene invecchiato

Cantine di porto, quale scegliere?

Scegliere la visita alle cantine di porto non è semplice visto che ce ne sono davvero tantissime, da quelle piccole a gestione famigliare e più tranquille, a quelle più grandi, più famose e soprattutto più turistiche: praticamente ogni produttore offre visite guidate in varie lingue con degustazione al seguito.

La nostra scelta non è stata dettata da uno studio approfondito prima di partire, ma ci siamo fatti guidare dall’ispirazione e soprattutto dall’aver trovato dei pacchetti assolutamente convenienti: Sandeman, Ferreira e Offley offrono un pacchetto  per visitare tutte e tre le cantine ad un prezzo abbastanza basso (circa 13 euro) rispetto a quello che verrebbero a costare le singole visite, Calem viene venduto in pacchetto con il tour in barca sul Douro e Quevedo per chi acquista questo pacchetto è gratuito.

Ci sono tanti altri produttori famosi come Taylor’s, Ramos Pinto, Kopke e Graham’s, ma che purtroppo per mancanza di tempo abbiamo dovuto rimandare ad un viaggio futuro insieme alla visita alla Valle del Douro dove vengono coltivate le uve dalle quali si ottiente il famoso vino e che si trova molto più a nord ma raggiungibile con una gita di un giorno in barca sul fiume.

Cantine Sandeman

cantina porto sandeman

Cantine Sandeman

Probabilmente uno dei produttori di porto che tutti conosciamo e uno dei più famosi in assoluto. La visita guidata viene effettuata in varie lingue, anche in italiano, ma noi ci siamo accodati a quella inglese per questione di tempo.

Tra le opzioni disponibili, il cui prezzo dipende dalla qualità e dalla qualità del vino che si intende degustare alla fine, noi abbiamo scelto la visita classica (6 euro), che comprende il tour guidato e la degustazione di due tipi di porto, uno bianco e uno ruby.

La nostra guida, una ragazza vestita con il mantello (chiamato don ed indossato dagli studenti universitari in Portogallo)  ed il sombrero che rappresentano il simbolo del brand Sandeman, parla un ottimo inglese e la visita tra le cantine è molto esauriente: vengono spiegati nel dettaglio le singole tipologie del vino, come vengono ottentute, i processi di fermentazione ed invecchiamento, in quale modo sono fatte le botti e come temperatura e umidità vengano sempre tenute costanti in ogni periodo dell’anno. Alla fine vi è anche un piccolo video.

porto-sandeman

Porto Sandeman

Nell’elegante sala della degustazione ci vengono offerti due tipi di porto, un bianco e un ruby e il secondo  sarà quello che alla fine della giornata mi sarà piaciuto più di tutti.

Cantine Ferreira

Probabilmente insieme a Sandeman la cantina più belle di tutte, anche Ferreira è un produttore di porto di altissima qualità: basta pensare che la bottiglia di porto vintage (una bottiglia del 1815) più cara al mondo è stata venduta da loro per più di 6000 sterline inglesi!

cantine-porto-ferreira

Cantine Ferreira

La cantina è molto bella, articolata su più livelli collegati tra loro da scuri corridoi, la spiegazione è completa ed esauriente e la guida parla un inglese eccellente. Alla fine della visita delle cantine è presente anche un piccolo e interessante museo e la sala della degustazione è più tranquilla di quella di Sandeman (dove abbiamo incontrato molti più turisti, probabilmente appartenenti a gruppi organizzati)

Cantine Offley

Venduta nel pacchetto con la visita delle cantine di Sandeman e Ferreira è più piccola e sicuramente meno turistica delle altre due (3,5 euro). La visita è stata più veloce e meno dettagliata delle precedenti, ma essendo poche persone che partecipavano l’atmosfera era tranquilla e il silenzio della cantina coinvolgente.

cantine-porto-offley

Degustazione alle cantine Offley

Nonostante sia stata anche l’ultima cantina che abbiamo visitato e nonostante fossimo un pochino stanchi (e un pochino ubriachi) abbiamo comunque apprezzato i due porto che ci sono stati offerti come degustazione.

Cantine Calem

cantine-porto-calem

Botti nella cantine di porto Calem

Le cantine di porto Calem sono state le prime che abbiamo visitato (6 euro) e nonostante siano molto più piccole delle Sandeman e delle Ferreira, si tratta comunque di una visita piacevole. Prima della visita alle cantine vere e proprie si passa attraverso un paio di stanze con dei pannelli sulla storia del porto, su come viene prodotto  e le sue differenze con il vino Douro nel processo di fermentazione, il tutto corredato da vecchie fotografie scattate in varie epoche della vendemmia nella valle del Douro.

porto-calem

Porto Calem

Anche nella visita alle cantine Calem è inclusa la degustazione di porto e anche qui ne vengono offerti due tipi, un bianco e un ruby.

Cantine Quevedo

Non c’è una visita vera e propria alle cantine Quevedo, ma una piccola esposizione di pannelli che raccontano (poco) sulla storia del porto e su come viene prodotto. La degustazione alle cantine è inclusa (gratuitamente) nel prezzo del biglietto del teleferico: nella sala superiore viene offerto un bicchiere di porto a scelta tra 4 varietà e al quale con pochi euro si può aggiungere un assaggio gastronomico in abbinamento al vino scelto. Il locale è piacevole, tutto sommato essendo anche gratuito vale la pena andarci. Nel tardo pomeriggio, sempre gratuitamente vi è un’esibizione di musica Fado simpatica e coinvolgente.

 

 

Altri viaggi avventura che ti potrebbero interessare...

4 Comments… add one
4 comments… add one
Caterina - Vivere in Infradito

Appena stata a Porto: città fantastica! E la sua tradizione per il vino è davvero affascinante.. Bell’articolo!

martina santamaria

Ciao Caterina! Grazie! Anche a me Porto è piaciuta tantissimo, anche se ci sono stata solo pochi giorni 🙂

Alessandra

Ciao Martina,
sono piacevolmente “inciampata” nel tuo sito, con lo scopo di trovare qualche informazione interessante riguardo le degustazioni del Porto.
Passerò da Porto ad agosto e pensavo di regalare al mio ragazzo un tour, o organizzato o scelto da me, di degustazioni. Leggendo il tuo blog ho visto che parli di un pacchetto delle cantine Sandeman, Ferreira e Offley, sai mica dirmi di quale pacchetto si tratta e dove lo posso trovare? Sto guardando i siti delle singole cantine ma non ho trovato nulla a riguardo!
Se hai altri suggerimenti oltre a quelli che hai descritto nel tuo articolo sono ben accetti!
Grazie in anticipo!
Alessandra

martina santamaria

Ciao Alessandra! Allora io il pacchetto lo avevo trovato all’ufficio turistico, però se non mi sbaglio lo vendevano anche la tre cantine interessate all’entrata di ognuna di esse. il consiglio che mi sento di darti è quello di andare a vedere direttamente là, perché ci sono un sacco di pacchetti e proposte turistiche che su internet non trovi 🙂
che bella Porto, è stupenda e la visita alle cantine è divertente anche se alla fine con tutto il vino che berrete, tornerete in hotel barcollando 😉
buon viaggio!

Leave a Comment