PimpMyTrip.it – Viaggi Avventura header image

Transiberiana da Mosca a Pechino, il viaggio in treno di Enrico

– Posted in: Asia e Medio Oriente Interviste
Enrico, 43 anni e viaggiatore racconta a PimpMyTrip.it in questa intervista la sua transiberiana da Mosca a Pechino. La transiberiana è, tra tutti, il viaggio per eccellenza. Ho sempre pensato che questo fosse un viaggio di quelli di cui davvero raccontare e per questo avevo una gran voglia di scrivere qualcosa a riguardo, finché un giorno non mi si presenta l’occasione grazie proprio ad Enrico che quando gliel’ho chiesto ha acconsentito a lasciarmi questa intervista sul suo viaggio dei viaggi.
Enrico

Enrico (a sinistra) con un incontro durante la transiberiana

Ciao, ci racconti un po’ chi sei?
Ciao mi chiamo Enrico, ho 43 anni e una grande passione…..Viaggiare. Per me il viaggio in tutte le sue forme significa conoscere culture, gente e confrontare il mio paese e la mia gente con quello che c’è in giro e poter capire tante cose. Alla fine non so e non ne ho mai abbastanza…. Allora cosa devo fare?… Ripartire!!
Cos’è la transiberiana?
Per me la transiberiana in solitaria é il “VIAGGIO” per eccellenza che tutti dovrebbero fare nella vita. E’ un’ esperienza unica e irripetibile, vuol dire attraversare 3 stati che per natura e cultura sono meravigliosi (Russia, Mongolia, Cina), vuol dire vivere per circa 9.000 km su un treno che ti culla e ti rilassa, vuol dire condividere uno scompartimento con altri viaggiatori che ad ogni fermata cambiano, vuol dire condividere con loro tutto, dalle esperienze di vita al cibo e al dentifricio a volte, vuol dire attraversare 9 fusi orari e vedere come ogni 1000 km i volti delle persone che salgono sui convogli cambiano e i loro occhi si fanno man mano più sottili e il modo di parlare è differente, vuol dire seguire regole precise sulle carrozze e nelle stazioni che hanno fatto di questa linea ferroviaria una macchina perfetta che funziona dal 1905.
transiberiana-mosca-pechino

Transiberiana Mosca Pechino

Ci racconti un po’ come funziona in modo che chi volesse farla sappia da che parte cominciare?
Se volete fare tutto da soli seguite questi consigli pratici ed efficienti per organizzare la parte logistica.
Sicuramente va organizzata con almeno 3 mesi di anticipo; prima di tutto bisogna decidere la durata del viaggio e spezzarlo in 3 per gestire la permanenza e i visti per ciascun paese.
Una volta stabiliti i 3 diversi periodi bisogna fare domanda alle relative Ambasciate che impegnano e richiedono un po di tempo, gli uffici delle ambasciate di Cina e Russia sono a Roma, mentre quella Mongola è a Torino, consiglio: affidatevi ad una agenzia sicura e veloce.
Fatto questo arriva la parte più semplice comprate on line un biglietto aereo di andata su Mosca e uno di ritorno da Pechino.
Per i biglietti del treno, naturalmente se non andate via ad Agosto, vi consiglio di non comprare niente dall’Italia, ma di farli direttamente nelle stazioni dei treni ad ogni fermata che fate, o nelle agenzie di viaggio locali con un piccolo sovraprezzo.
Altra importante raccomandazione, tutti gli orari di tutti i treni su tutta la linea della transiberiana in Russia fanno riferimento al fuso orario di Mosca, quindi viaggiate sempre con 2 orologi, uno analogico sull’ora di Mosca e uno satellitare che si sposta automaticamente a seconda del cambio del fuso orario; per recuperare tempo cercate di organizzare gli spostamenti di notte tanto il treno non si ferma mai!
treno-transiberiana

Transiberiana

Quanto è durata la transiberiana, quale è stato il tuo itinerario?
La mia permanenza nei 3 paesi è stata in totale di 23 giorni, di cui 3 a Mosca all’inizio, e 3 a Pechino alla fine, nei 17 di viaggio su e giù dal treno ho seguito questo itinerario.
Ho visitato Mosca per 3 giorni e 2 notti e alla sera del terzo giorno ho preso il mio primo treno per Kazan.
Arrivato al mattino presto, lì ho lasciato lo zaino al deposito bagagli e ho visitato Kazan che è una delle pochissime città in Russia a cultura mussulmana.
Via si riparte alla sera in direzione Ekaterimburg, città molto bella e vivissima dove ho deciso di fermarmi per una notte; al mattino successivo dopo aver passato una notte movimentata tra poker e discoteche assieme a 3 amici russi conosciuti per le strade della città sono pronto per fare altre 24 ore di treno. Direzione Taiga dove poi prendo un treno locale per andare a visitare Tomsk, l’antico capoluogo della Siberia: qui tutto è molto più  tranquillo e bello, i paesaggi e le vecchie case in legno sono qualche cosa di unico  da vedere.
L’avventura riparte da Taiga in direzione Irkutsk, obiettivo isola di Olkhon sul lago di Baikal, il paesaggio e i colori durante il tragitto continuano a cambiare e tutto è sempre più azzurro e verde; la gente è cordiale e molto disponibile, qui tutti ti aiutano!
Arrivo a Irkutsk che è notte e cerco un minibus che mi porti sull’isola: dopo 7 ore di corsa folle arrivo finalmente nel posto più bello, pulito e incontaminato del mondo: Khuzir dove alloggio per 2 notti al Nikita’s Guest house, consigliatissimo per l’ organizzazione che hanno in tutto: cibo, letti, escursioni, divertimenti serali… Andateci!!
Passati i 2 giorni sull’isola riparto ancora con il minibus e ritorno a Irkutsk che visito con calma in un solo giorno con 2 ragazze del posto che avevo contattato con couchsurfing… che dire… anche qui ospitalità è sempre ai massimi livelli!! Riparto di notte in direzione Ulaanbaatar in Mongolia e dopo 1 giorno di viaggio tutto cambia: i paesaggi che vedo dai finestrini sono da mozzafiato, praterie a perdita d’occhio, la fisionomia e il fisico della gente è totalmente orientale. Finalmente arrivo nella capitale della Mongolia e decido di starci 2 giorni e 1 notte. Sono molto fortunato perché arrivo durante i festeggiamenti della  festa nazionale, il Naadaam, e ancora più fortunato perché posso vedere il Naadaam Festival, un trionfo di gente, cultura, giochi, folklore, sport nazionali, e buon cibo. Tutto è magnifico e totalmente diverso dalla Russia; anche qui la gente è incredibilmente ospitale e gentile, è quasi imbarazzante la loro disponibilità a darti aiuto o solo a fermarti per fare 2 chiacchiere.
E’ ora di ripartire in direzione Pechino e prendo il mio ultimo treno per percorrere i restanti 1000 chilometri prima della fine del mio strepitoso e memorabile viaggio. Peccato ormai ero abituato ai rumori e al farmi cullare da questa strana strada ferrata!! L’arrivo nella capitale cinese è un bell’impatto, è tutto enorme e tutto molto curioso: la storia della cultura cinese ha lasciato dei tesori enormi da visitare assolutamente. Impressionano la Muraglia Cinese, la Città Proibita, la vita, i ragazzi, la curiosità dei cinesi nei nostri confronti, il cibo, i palazzi, i templi, i giardini, tutto è assolutamente da non perdere.
transiberiana-mongolia

Mongolia (@photocredit Andi Gentsch)

Hai incontrato altre persone e sei riuscito a stabilire un rapporto?
Si se viaggi da solo, ogni giorno è perfetto per conoscere chiunque e ne sei obbligato; durante la mia transiberiana ho conosciuto molti locali che mi hanno aiutato in parecchie situazioni e con cui ho condiviso bei momenti, uno su tutti il gemellaggio su uno dei tanti treni presi tra il mio scompartimento e quello a fianco che è finito a salame piacentino, che avevo portato da casa, ali di pollo russe, e wodka russa, bellissima serata!! Poi incontri tantissimi viaggiatori da tutto il mondo con cui si possono condividere pezzi di viaggio, esperienze e ci si fa compagnia nelle lunghissime tratte. Ancora oggi grazie ai social sono in contatto con alcune delle persone che ho incontrato nei 3 paesi e nel viaggio.
C’è un posto che ti è rimasto particolarmente nel cuore? 
Sicuramente il lago Baikal e l’isola di Olkhon, consiglio per chi avesse tempo di prendere la tratta di ferrovia che gira attorno al lago, io purtroppo non sono riuscito.
Secondo te quanto dovrebbe durare un itinerario perfetto?
L’itinerario perfetto per me, stando nei tempi dei visti é circa 45-50 giorni….Per chi può, fatelo!
Che consigli daresti a chi vuole fare la transiberiana?
1 – Io ho fatto la transiberiana d’estate, quindi zaino e abbigliamento (tecnico) essenziale per stare nei 9-10 kg, il clima varia si passa dai 40 gradi di mosca al sole fino ai 4 gradi di sera se piove in Mongolia e nel Baikal.
2 – Fate sempre spesa nei supermercati prima di salire sui  treni, o comprate cibo fresco dalle donne sui binari (molto caratteristico)
3 – Se riuscite portate un po di cibo dall’Italia da condividere in scompartimento con gli altri.
4 – Se mangiate o bevete qualche cosa offrite sempre a chi è in cabina con voi.
5 – Per prendere i biglietti sappiate che in Russia non esiste fare le code, il pubblico agli sportelli è a imbuto, quindi pazienza e fate a spallate con i russi e i mongoli per comprare il vostro biglietto.
6 – Abbigliamento super comodo e il più russo possibile per stare sui treni, quindi tute dell’ adidas e ciabatte.
7 – Il treno e i bagni sono molto spartani ma pulitissimi, quello cinese un po’ meno.
8 – Non esiste la doccia sui treni, sappiatelo si usa un lavandino per l’essenziale, quindi organizzate bene le fermate.
9 – Concentrazione sempre e sempre sul pezzo, non ci sono pericoli, ma sempre attenti a tutto e tutti.
10 – Attenzione al doppio orario dei treni; il fuso di Mosca è il riferimento per tutta la tratta Russa.
lago-baikal

Lago Baikal (@photocredit Délirante bestiole)

Ma quanto ha speso Enrico? Qual è il costo della transiberiana?
Ecco cosa mi ha risposto:
Voli: Euro 150 andata x mosca e Euro 500 da Pechino al ritorno.
Visti: Circa 100 Euro a stato durata 1 mese ognuno totale Euro 300.
Treni in seconda classe su tutta la tratta circa Euro 500, se si fa la terza si sarebbe speso circa Euro 200.
Vitto e alloggio in alberghi 2 stelle e ostelli nelle città che ho visitato in 23 giorni totale circa Euro 1.200, ma si può risparmiare io non mi sono fatto mancare niente.
Costo totale della transiberiana: circa Euro 2.700.
Grazie Enrico, la tua transiberiana da Mosca a Pechino deve essere stata un’esperienza incredibile, speriamo prima o poi di poterla vivere anche noi!
16 Comments… add one
16 comments… add one
Roberta - Turisti per Sbaglio

Un racconto che ha acceso 1000 lampadine dentro, ricordi di quando ero una giovane universitaria, e sognavo molto della Transiberiana, non c’era internet ma la rivista Airone (mooolto diversa da quella di oggi) aveva dedicato un bellissimo servizio a questo viaggio. Rileggere queste note sembra riaccendere un po’ dell’antico sogno…

martina santamaria

Roberta, ci credi se ti dico che quando Enrico ha mandato le risposte alle mie domande le ho rilette almeno 5 volte da tanto che mi hanno fatta sognare? Ecco credo che questo possa chiamarsi Viaggio con la V maiuscola, altro che il resort sulla spiaggia a Cuba! Ahhh beh dai adesso il rublo è basso…realizzare il tuo sogno oggi ti costerebbe anche poco… 😀 😀 😀

Roberta - Turisti per Sbaglio

Per il momento Martina, viaggiamo sempre con Frodo al seguito, e preferiamo spostarci in auto…. Ma io continuo imperterrita a collezionare info, sogni e viaggi di terzi. Solo qualcuno diventa realtà, ma adoro leggere, almeno quanto viaggiare 🙂

martina santamaria

Roberta, leggere è un po’ come viaggiare senza spostarsi, anche io adoro farlo! Tu continua imperterrita che alla fine la costanza premia, sempre! E poi i viaggi on the road con la macchina non sono mica male eh! 😉

CMViaggi - Calogero Mira

Ricordi di poche settimane fa e di un viaggio in treno a Roma ed a Formia. Già pubblicate le foto, in pubblicazione il video e, magari, prima o poi anche il testo. Ma io da giovane universitario non sognavo la Transiberiana. Anche se mi affascina. E leggo poco la rivista Airone.

martina santamaria

Ciao! Davvero mai sognata la transiberiana? Io vorrei farla, i viaggi in treno mi piacciono un sacco!

dueingiro16@gmail.com

Mi ha fatto piacere leggerlo perchè ho una coppia di amici che l’hanno fatto in viaggio di nozze e mi hanno detto che è stato favoloso! Indimenticabile.
Ho invece una collega di lavoro russa e mi ha detto che il padre (russo) che ha fatto lo stesso il giro non si è trovato molto bene. Ha detto che dal finestrino vedeva sempre gli stessi paesaggi ed alla fine è diventato un po “boring”… ma si sa, i russi son proprio strani!!!
possiamo parlare invece un pò di prezzi 🙂 ! Cosa oltre che a sognare magari ci si prova a fare anche due piani 😉

martina santamaria

Ciao ragazzi!!! Allora i prezzi dipendono da quale classe decidi di scegliere. La prima classe ha prezzi proibitivi, la terza e’ basic per cui la migliore è la seconda. Ci sono poi i prezzi dei visti e dei voli su Mosca all’andata e da Pechino al ritorno. Parlando con Enrico mi sono fatta dare quello che ha speso circa 2500 euro ma il rublo era alto. Ora il rublo è basso e quindi si spende per alcune cose circa il 40% in meno…

narrabondo.wordpress.com

E’ un po’ un viaggio d’altri tempi, per questo affascinante.
Immagino che begli incontri si possano fare

martina santamaria

Narrabondo è vero, ha il sentore di un viaggio antico…che bellezza… mi sta venendo sempre più voglia di farlo anche io 😀

Luca

Ottimo viaggio, complimenti !
Anche a me attira molto, trovassi un compagno di viaggio lo farei quest’autunno!

martina santamaria

Luca noooo vai da solo, sarà un’esperienza fantastica! io ho cominciato a viaggiare sola anni fa perché nessuno voleva venire con me (finchè non ho conosciuto quello che poi è diventato mio marito :D) Peró ogni tanto continuo a viaggiare sola lo stesso, è una di quelle cose che se cominci a fare non riesci più a smettere 😀

Luca scesa

Complimenti Martina e ottimo Blog, hai detto tutto dicendo che viaggiare è una di quelle che se inizi non smetti più ti apri una marea di porte ed è una grandissima passione, ci penserò sul fatto di andare solo perché comunque era l idea principale è anch’io fatico a trovare compagni di viaggio ! 🙂

martina santamaria

Grazie Luca (scusa non sono riuscita a risponderti ieri)… davvero valuta l’idea di partire anche da solo, vedrai che non te ne pentirai assolutamente! Comunque se ti può aiutare c’è un bel gruppo su facebook che si chiama “viaggiare in solitaria” e lì trovi tantissime persone che viaggiano sole e che ti possono dare davvero degli ottimi consigli 🙂 Un abbraccione!

Raffaele

Mi piacerebbe fare il percorso di Enrico ad agosto,qualcuno o più di uno disposto a viaggiare insieme ?

martina santamaria

Ciao Raffaele! non so se troverai qui qualcuno, perchè non provi sui gruppi facebook dedicati proprio alla transiberiana? Lì ci sono tantissime persone che potrebbero essere interessate! buon viaggio!

Leave a Comment