PimpMyTrip.it – Viaggi Avventura header image

Tour sui tetti di Stoccolma: la mia sfida definitiva contro le vertigini

– Posted in: Europa

Prima di raccontarvi questo tour sui tetti di Stoccolma, lasciatemi dire che ho una paura pazzesca dell’altezza. Così immediatamente dopo essermi iscritta a questa nuova avventura mi sono resa conto di una cosa sola: ero totalmente terrorizzata e già mi vedevo spiaccicata sul selciato stradale.

tour-tetti-stoccolma

Gamla Stan da un punto di osservazione insolito!

La bella notizia è che se sono qui a scrivere vuole dire che sono ancora viva: questo tour infatti è un’esperienza completamente sicura e una delle avventure più divertenti che si possano vivere nella Capitale della Svezia.

Il punto d’incontro per il tour era fissato nella piccola isola di Riddarholmen (detta anche l’isola della nobiltà) di fianco alla statua di Birger Jarl. Riddarholmen è situata nel cuore di Stoccolma, vicino a Gamla Stan, la città vecchia e ad oggi la maggior parte dei palazzi presenti sull’isola sono adibiti ad uffici.

All’appuntamento abbiamo fatto conoscenza con Lisa di Takvandring, la nostra guida, che ci ha spiegato che saremmo saliti sui tetti del Vecchio Parlamento.

me-tour-tetti

La mia faccia la dice lunga, il sorriso è un pochino “sforzato”

Siamo entrati in un palazzo e siamo saliti fino al settimo piano, dove in un attico sottotetto ci sono state fornite le imbragature di sicurezza e un caschetto.

Ci è stata data anche una busta di plastica da appendere al collo dentro la quale infilare il cellulare dal momento che non si può portare nulla in mano, questo per evitare che qualcosa cada e finisca in testa a qualche povero disgraziato che si trova a passare di sotto.

Il tour dura circa un’ora e 15 minuti durante i quali si percorre tutto il tetto dell’edificio con lo sguardo che spazia dall’alto sulla città.

tour-tetti-stoccolma

Uno degli scorci di Stoccolma vista dai tetti!

Devo ammettere che appena sono uscita dalla botola sul tetto scuro, 43 metri sopra la strada, mi sono chiesta perché ancora una volta mi ero andata ad infilare in una situazione adatta a persone che hanno fegato quando non è che io sia proprio un cuor di leone.

“Non ti preoccupare” mi ha detto Lisa quando ha visto le mie gambe tremolanti “non abbiamo ancora perso nessuno”.

Ancora?!?!?

rooftop-tour

Tutti preoccupatissimi 😀

Nonostante io fossi sicura di andare incontro a morte certa, il tour è svolto in maniera totalmente sicura: si è infatti agganciati con l’imbrago a dei sottili cavi di acciaio che corrono lungo tutte le passerelle montate sul tetto. Lisa ci ha fatto subito un briefing per spiegarci come utilizzare la fettuccia che ci legava al cavo:

“Bisogna tirarsela dietro come un cane al guinzaglio e quando si giunge ad una curva con il piede bisogna gentilmente accompagnare il guinzaglio facendolo scorrere fino al tratto di cavo successivo. E non bisogna tirarlo troppo forte ne lasciarlo libero, lo si deve tirare con dolcezza ma determinazione”.

Mentre mi concentravo a mettere un piede davanti all’altro (la passerella è stretta) la nostra guida si fermava in vari punti per spiegarci cosa stavamo osservando da lassù.

tour-sui-tetti

Tutti impegnatissimi durante uno dei passaggi del tetto

Il quartiere dove si trova il Vecchio Parlamento mantiene, nonostante sia stato ricostruito varie volte, un gusto medievale: la vista dall’alto rivela un miscuglio di rame e tetti, di camini e guglie che non possono essere facilmente notati dagli stretti vicoli e dalle piazze acciottolate al livello della strada.

Da quell’altezza ho avuto subito una chiara idea della geografia della città, con il Mar Baltico a Est e a Sud il vibrante, bohemien e cosmopolito quartiere di Sodermalm, mentre a Ovest si estende la verde e lussureggiante Langholmen.

La ragione per cui da qui lo sguardo può spingersi così lontano è l’assenza di alti edifici: una legge infatti ha impedito per più di 40 anni di costruire palazzi più alti di 8 piani, salvaguardando così lo skyline della città.

“Legge abolita recentemente” ci ha raccontato Lisa “perché il problema di Stoccolma oggi è che c’è molto lavoro, ma gli appartamenti e le case non sono sufficienti per la popolazione”.

panorama-gamla-stan

La nostra guida che ad ogni passaggio si ferma per spiegarci quello che si vede da quel punto

In lontananza, l’espansione urbana di Stoccolma ha preso forma: il patrimonio di case antiche è stato abbattuto e soppiantato da grigi grattacieli anni 60.
“è quasi come se avessimo bombardato noi stessi”, ha detto Lisa tristemente.

Verso Est, Gamla Stan vista da qui è molto più pittoresca di quanto non sembri camminando per strada, un gruppo di edifici con tetti spioventi dipinto di rosso, giallo e verde.

A nord, sull’isola di Kungsholmen, la City Hall di Stoccolma richiama l’attenzione con la sua torre in mattoni adornata dalle tre corone d’oro: un simbolo storico che rappresenta l’unione di Svezia, Norvegia e Danimarca.

tour-stoccolma

Il passaggio del gabbiano, come l’ho rinominato io

Mi sono concentrata sulla vista a 360 gradi e ho dimenticato la paura: il Lago Malaren e la sua dispersione di isole, le navi da crociera che puntano verso il Baltico e le ampie arcate del Ponte Västerbron.

L’orizzonte, tuttavia, è stato dominato per tutto il tour dalla penetrante guglia della Chiesa di Riddarholm. L’edificio più antico conservato in città è stato fondato come monastero francescano ed è stato il luogo in cui si sono celebrati per oltre 700 anni i funerali dei reali svedesi.

L’ultimo tratto sul tetto è una passerella senza corrimano “per rendere il percorso più emozionante” ci ha detto Lisa sorridendo, ma ormai arrivata fin lì non avevo più paura.

me-stoccolma

Sorriso più rilassato arrivata salva alla fine, no?

Ho aperto le braccia e chiuso gli occhi concentrandomi e immaginando come deve sentirsi uno dei gabbiani che volano sull’arcipelago di Stoccolma quando si lascia trasportare dal vento.

Ora so che il tour sui tetti potrei rifarlo centinaia di volte sentendomi sicura come un gatto.

Se state programmando di visitare Stoccolma questo tour sui tetti non potete proprio perdervelo, un tour diverso e particolare e una delle avventure più emozionanti che io abbia mai vissuto in una città.

gruppo-tour

Il nostro gruppo al ritorno, tutti sani e salvi!

Questo post sul tour sui tetti di Stoccolma è nato in collaborazione con VisitStockholm e Takvandring. Ogni mia opinione è personale e sincera.

1 Comment… add one
1 comment… add one
Annalisa

Aspettavo di leggere questo post dopo che lo avevi menzionato durante la pizzata. Non sapevo che soffrissi di vertigini! Ma dai che sei coraggiosa, hai fatto di peggio a Biella ahahah
In ogni caso questa è un’esperienza che farei sicuramente. Un tour così particolare non l’ho mai visto in altre città, anzi… se qualcuno è a conoscenza mi avvisi! Se non vuol dire che devo organizzare un viaggio a Stoccolma 😉

Leave a Comment