PimpMyTrip.it – Viaggi Avventura header image

Notte prima di partire

– Posted in: Sud America

Libri di jorge amado sul BrasileNotte prima di partire. Notte in cui brandelli incoerenti di pensieri ed emozioni si accavallano gli uni sulle altre rendendomi difficile capire esattamente cosa io stia provando. Solo poche ore mi separano ancora dal momento in cui finalmente mi caricherò lo zaino sulle spalle e mi chiuderò dietro la porta di casa. Ore interminabili, buie e silenziose. Ho prima provato a dormire, ma il mio tentativo fallito si è trasformato nell'osservazione maniacale delle ombre che la luce debole della luna proietta sul soffitto della camera. Alla fine, stremata dal continuo rigirarmi a destra e sinistra, ho acceso la luce e mi sono alzata per mettermi a scrivere queste poche righe.

Ancora poche ore e poi, finalmente, sarà Brasile. Cosa mi aspetto esattamente dal paese del Carnevale non mi è ancora del tutto chiaro, sicuramente però, ho grosse aspettative. Mi aspetto un paese vario e frammentato, un paese dai grandi contrasti, un paese di ricchezza, miseria, violenza e gioia di vivere, quel paese descritto nelle pagine traboccanti di poesia ed amore di Jorge Amado:

“Il Brasile è la somma meravigliosa di ogni possibile contraddizione: 
in ogni uomo veramente brasiliano scorre un sangue ricco di fermenti europei, 
africani, indios, meticci, ed è proprio questo che rende il Brasile 
così magicamente colmo di luci ed ombre, così fragile, allegro, violento, 
e tuttavia così impossibile da dimenticare“. (Jorge Amado)

Il mio programma è abbastanza vario.  Dedicherò qualche giorno al gironzolare senza meta precisa per le strade ed i crocicchi di Salvador de Bahia, la più grande città nera del Brasile, ricercando nei particolari  la sua storia coloniale; ho in programma anche di andare ad assistere a vari spettacoli, ne ho fatto una lista lunga così , in cima alla quale c'è, chiaramente, un rito della religione africana del Candomblè, oltre che la famosissima e spettacolare Capoeira. Ma il mio itinerario non sarà solo nella città: mi inerpicherò anche su dolci pendii, lungo sentieri incorniciati da fiori e cactus e mi tufferò nelle acque azzurre dei laghi della Chapada Diamantina, alla sera festeggerò bevendo cachaca, acquavite del Brasile, e poi il giorno seguente mi riposerò all'ombra delle palme su una delle spiagge sconfinate e selvagge dell'isola di Boipeba.

Ho cercato, come mi è solito fare, di creare un itinerario diversificato, faticoso forse per i lunghi spostamenti notturni sui mezzi pubblici, ma che toccherà diversi aspetti sia della vita baiana sia della sua natura, sperando che anche questa volta il tutto sia di nuovo reso perfetto da quel pizzico di disorganizzazione che sa trasformare un bel viaggio in una splendida avventura.

2 Comments… add one
2 comments… add one
Manuela

Buon viaggio Martina! Sicuramente sarà un'esperienza mozzafiato!

Emarti

Grazie Manuela!!!

Leave a Comment